CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Reaktor madness - Albert's Drone
di [user #25769] - pubblicato il

Rieccoci all'ennesima follia realizzata su Reaktor! Dopo aver visto come far suonare il codice genetico di un virus, questa volta ci cimenteremo nella creazione di uno strumento piccolo, ma dal cuore cattivo.

Il bello di un ambiente modulare è che ci permette di poter implementare (quasi) qualsiasi cosa possa mai venirci in mente. In questo caso, lo spunto è tratto da una piccola formula presente nella teoria della relatività generale di Einstein:

ds^2 = - (dX1)^2 - (dX2)^2- (dX3)^2 + (dX4)^2

Con questa formula, Einstein introdusse il concetto di coordinata temporale per spiegare un sistema a 4 dimensioni piuttosto del classico sistema cartesiano a 3 dimensioni. Potrebbe essere divertente, magari, vedere cosa possa succedere se quelle coordinate fossero delle forme d'onda!

Per applicarla al nostro contesto useremo 4 sinusoidi per rappresentare le coordinate, ed una manopola che rappresenti la costante d.

Partendo da un Ensemble vuoto, eliminiamo la coppia di ingressi, settiamo le voci dell'Instrument ad 1 (vedere Primi passi con Reaktor) ed aggiungiamo una manopola ed un sinusoide. Lasciamo i parametri della manopola così come sono e rinominiamola in d.

Creiamo una nuova manopola, che chiameremo X1, a cui daremo i seguenti parametri:

- Min: 0
- Max: 127
- Stepsize: 1

Aggiungiamo un moltiplicatore a cui collegheremo le due manopole ed il cui risultato sarà l'intonazione del nostro oscillatore. Per quanto riguarda l'amplificazione del sinusoide, clicchiamo col destro sull'ingresso A ed aggiungiamo una costante.

Abbiamo realizzato dX1, ma abbiamo bisogno del suo quadrato come risultato finale. Aggiungiamo un altro moltiplicatore e colleghiamo due volte l'uscita del nostro oscillatore.

Selezioniamo tutti gli elementi aggiunti finora, ad esclusione della manopola d, e duplichiamoli fino ad avere quattro gruppi. Rinominiamo i vari X1 duplicati in X2, X3 ed X4.

Ora non ci resta che implementare la formula. Prima di tutto abbiamo bisogno di cambiare il segno al gruppo dX1. Utilizziamo il modulo Invert dal menu Math e colleghiamolo all'uscita del primo gruppo.

Aggiungiamo due moduli di sottrazione, uno di addizione e colleghiamoli ai vari gruppi in questo modo

Dulcis in fundo, giusto per dare un po' più di cattiveria al nostro strumento, aggiungiamo un modulo Clipper – dal menu Audio Modifier – a cui daremo valori -1 ed 1 come Min e Max. Colleghiamo il tutto ed ascoltiamo i primi vagiti della nostra creatura.

Volendo avere un minimo di riscontro visivo di ciò che accade, possiamo adottare dei Meter (dal menu Panel) da collegare all'uscita di ogni operatore aritmetico, avendo cura di impostare i parametri Min e Max rispettivamente a -1 ed 1.

Ora non ci resta che dare un aspetto più ordinato e funzionale ai controlli del pannello.

Con delle semplici mosse ed una piccola ispirazione, abbiamo creato una simpatica noise machine. Spingendo gli oscillatori ad alte frequenze, il risultato potrà somigliare molto a quello ottenibile con una semplice sintesi additiva. A basse frequenze, invece, si possono notare subdole variazioni nei battimenti tra gli oscillatori che rendono questo strumento una sorgente sonora molto ricca di materiale pronto per essere ulteriormente processato da una gloriosa catena di effetti.

A presto.

native instruments reaktor software tutorial
Mostra commenti     13
Altro da leggere
STL Tonality: i suoni dei big vanno su schermo
Come impostare un compressore
I cabinet Mesa diventano virtuali in IR
I suoni di Dimebag Darrell sul tuo schermo con AmpliTube
BIAS FX arriva su iPhone e iPad
Toneforge è il plugin di Misha Mansoor con Joey Sturgis Tones
Seguici anche su:
News
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live
La chitarra sparafulmini degli ArcAttack
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
La storia del delay
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive




Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964