CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Robert Johnson: The Complete Recordings
di [user #56] - pubblicato il

NdR: Nel lontano anno 2000, mese di ottobre, il nostro dave Electric avviò su Accordo la sua rubrica "imperdibili" dedicata agli album fondamentali, quelli che non devono mancare nella discoteca di un chitarrista. Prima segnalazione fu questo album doppio di Robert Johnson, nume protettore (da lassù o da laggiù non è dato sapere) di tutti i chitarristi. La riproponiamo, perché il tempo passa, ma l'opera del vecchio Robert resta un momento fondamentale nella storia della musica moderna.

Con questa pietra miliare della musica iniziamo le segnalazioni dei dischi "fondamentali", diremmo irrinunciabili per ogni musicofilo, che alterneremo alle recensioni delle ultime uscite.

Senza Robert Johnson il rock e il pop come oggi lo conosciamo sarebbe inconcepibile, quanto é vero che il rock è figlio del blues.

Nato l'8 Maggio 1911 a Hazlehurst, Mississippi, egli fu il primo ad armonizzare gli elementi tipici del blues del Delta, creando l'Archetipo Blues per eccellenza e gettandone le basi per quanto riguarda la struttura-canzone,la tecnica chitarristica e non solo.

Attenzione: siamo di fronte ad uno dei grandi Padri del rock, un anticipatore assoluto, l'ispiratore - per loro stessa ammissione - di Keith Richards ed Eric Clapton, il Maestro di Muddy Waters, Elmore James, Big Joe Williams, Johnny Shines e tanti altri.

In soli 4 giorni fra il 1936 e il 1937 Robert Johnson incise (chitarra e voce) 29 brani con 12 "alternate takes", testimonianza seminale e imprescindibile per capire la musica di oggi : le prime codifiche del "giro del blues", i primi bending!

Non é compito nostro ripercorrere la travagliata esistenza di questo genio, né analizzarne in dettaglio le innovazioni profonde : lo hanno già fatto eminenti bluesologi e ricercatori ben più qualificati di noi.

Ci piace però ricordare la leggenda secondo cui Johnson sarebbe diventato il miglior chitarrista della terra dopo aver venduto l'anima al diavolo (cfr. il film "Crossroads" con la notevole soundtrack di Ry Cooder alla quale partecipa Steve Vai).

Una cosa è certa : a giudicare dai testi, l'inferno Johnson ce l'aveva nella testa....

Ascoltando queste vecchie registrazioni in rispettoso silenzio, non sentiamo più il profumo dei campi di cotone ma ci rendiamo conto,trepidanti, di partecipare alla nascita del rock: "Cross Road Blues" - Ah, ma non era dei Cream?

"Love in vain" - Ah, ma non era degli Stones?

"Sweet Home Chicago" - Ah, ma non era dei Blues Brothers?

Era tutto già scritto.

Era tutto qui.

.

 

album robert johnson
Mostra commenti     15
Altro da leggere
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Rolling Stones, esce il 19 Aprile il nuovo album
Simone Cristicchi, esce oggi l'album “Abbi cura di me”
Furor Gallico, nuovo album e tour in Italia.
Fiorella Mannoia, nuovo album e tour.
Simone Cristicchi, disponibile in pre-order “Abbi cura di me”
Seguici anche su:
News
E' morto Andre Matos, storico vocalist degli Angra
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964