HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
HOFNER HCT-J17-N
di [user #19611] - pubblicato il  


 

 Questa piccola meraviglia, che si trova sul web a circa 550 euro, sarei davvero curioso di provarla, chissà come suona in acustico. Il sospetto è che sia  un po’ muta (laminato, come la Epiphone Emperor), ma le caratteristiche, sulla carta sono molto piacevoli. Qualcuno di voi l’ha vista o provata?  forse Pearly Gates durante il recente viaggetto germanico.


   Hofner J17 Cutaway Guitar - natural (HCT-J17-N)
Finish: Natural or Sunburst

Body
Wood Top: Arched Spruce
Wood Back: Arched Flame Maple
Wood Sides:Flame Maple
Centreblock: None

Neck
Wood: Flame Maple

Fingerboard
Wood: Ebony
Scale: 25.5"/64.8cm
Nut Width: 43mm
Number Of Frets: 20

Hardware
Pickup Neck: Hofner Floating Jazz Pick-up

Dello stesso autore
testata e ...SR jam...
pedale effetto archi (tipo...)...
T.bone Mb75...
tecnico ampli a reggio emilia...
il blues del maestro...
Ed Bickert, telecaster jazz...
Commenti
Minimalista, elegante, con un tocco ...
di perrynason [user #17170] - commento del 17/10/2012 ore 15:28:51
Minimalista, elegante, con un tocco di design vagamente giapponese (accostamento di colori e disegno di battipenna e tendicorde). La chitarra per l'architetto jazzista!
:D

Rispondi
Re: Minimalista, elegante, con un tocco ...
di accademico [user #19611] - commento del 17/10/2012 ore 21:25:1
a ciascuno il suo...però sul jazzista avrei da ridire (non per nulla eri ironico). Queste chitarre mi sono sempre piaciute, fin da ragazzino, ma puntualmente il loro suono acustico mi delude. Comunque sarebbe solo uno sfizio, in sul versante jazz sono a posto così, a vera Gas de momento è per il nylon (corde in)

ciao
Rispondi
Re: Minimalista, elegante, con un tocco ...
di perrynason [user #17170] - commento del 18/10/2012 ore 14:46:29
Non mi permetterei mai! Scherzavo sul design moderno e raffinato della chitarra che solletica un gusto "da architetto". Tutto lì.
:)
Rispondi
Esteticamente è mozzafiato.. ...
di DarioP [user #35458] - commento del 17/10/2012 ore 16:48:49
Esteticamente è mozzafiato..
Rispondi
avessi qualche minima possibilità la ...
di superloco [user #24204] - commento del 17/10/2012 ore 17:24:55
avessi qualche minima possibilità la comprei, mi piace un sacco...
top massello e fasce e fondo in laminato sono come Gibson 175
quindi non mi stupirei se suonasse benissimo.....
per me poi un solo pickup va benissimo

vai al link

ecco una prova
Rispondi
Re: avessi qualche minima possibilità la ...
di accademico [user #19611] - commento del 17/10/2012 ore 21:32:33
Io la 175 per fortuna ce l'ho già, l'ho comprata anni fa quando avevo un po' meno spese famigliari e son stati soldi ben spesi. Anche per me l'ideale è un solo pick up, meglio se un vero humbucker fissato al top, tanto il suono di queste chitarre, da acustiche mi delude sempre un po', forse ci vuole il massello, qui è laminato anche il top. L'altro giorno leggevo una risposta ad un tuo diario dove si citava la Gibson L 50, ho visto che è l'unica archtop in massello che si trova in Usa a 1000-1500 dollari, mi piace davvero molto.
Rispondi
Re: avessi qualche minima possibilità la ...
di accademico [user #19611] - commento del 17/10/2012 ore 22:00:02
ho ascoltato la prova che hai postato, devo dire che mi piace, quello che cambierei alla fine è il p.u. perchè al di là del fatto ovvio che la L5 suona meglio, secondo me questi mini HB sospesi suonano un po' troppo vuoti e fanno fatica ad uscire come suono in un contesto amplificato e con batteria. La Hofner funziona meglio per un genere tipo Frank Vignola, sarebbe interessante una comparazione con le Eastman che però dovrebbero suonare meglio da spente.
Rispondi
Re: avessi qualche minima possibilità la ...
di superloco [user #24204] - commento del 18/10/2012 ore 09:30:54
le Eastman suonano meglio di sicuro
credo che per il prezzo non ci sia niente di meglio
credevo che il top fosse in massello invece come hai scritto è laminato
beh allora lascerei comunque perdere
Rispondi
Re: avessi qualche minima possibilità la ...
di valvola [user #11957] - commento del 18/10/2012 ore 11:04:40
ci sarebbero anche le peerless...
Rispondi
Re: avessi qualche minima possibilità la ...
di superloco [user #24204] - commento del 18/10/2012 ore 11:35:57
vero anche le peerless sono ottime a prezzi contenuti
ma avendo già una eastman acustica e trovandomi benissimo prenderei di nuovo una eastman
Rispondi
:-)
di jebstuart [user #19455] - commento del 17/10/2012 ore 18:28:48
Bella, nella sua semplicità. Il battipenna, poi, è una vera chicca.
Rispondi
Re: :-)
di accademico [user #19611] - commento del 17/10/2012 ore 21:35:01
visto che bello il battipenna in legno? uno dei (pochi) vantaggi del made in china (perchè non può essere fatta da nessuna altra parte a 550 €) è che ha rilanciato marche europee, con le oro specifiche e tradizioni, che altrimenti non avrebbero avuto che un mercato di nicchia su chitarre costose ma mai in grado di far concorrenza ai liutai americani.
Rispondi
Re: :-)
di jebstuart [user #19455] - commento del 17/10/2012 ore 22:30:45
Hai ragione, purtroppo.
Ormai ripiegare sui prodotti orientali, anche se esercitando un'attenta cernita, è divenuto l'unico modo di poter accedere a certe categorie di prodotti.
Le Gretsch ne sono un esempio validissimo. Solo la serie asiatica, a meno di 1000 euro, ne consente l'acquisto. Per avere un'americana devi sborsarne non meno di 2500-3000.
Rispondi
Molto bella.. pulita.. essenziale.. elegante.. ...
di janblazer [user #26680] - commento del 17/10/2012 ore 20:47:43
Molto bella.. pulita.. essenziale.. elegante..
Una chitarra per raffinati jazzisti.. e non solo...
;-)
Rispondi
Re: Molto bella.. pulita.. essenziale.. elegante.. ...
di accademico [user #19611] - commento del 17/10/2012 ore 21:40:0
bella è bella, ma io penso che in fondo tutte le chitarre vanno bene per suonare il jazz, basta tenere il volume non alle stelle e il tono un po' chiuso, ma con questa ti senti un vero jazzmano.
Rispondi
bellissima, non dovevo vederla. ...
di giuseppe40 [user #18743] - commento del 17/10/2012 ore 21:08:30
bellissima, non dovevo vederla.
Rispondi
Re: bellissima, non dovevo vederla. ...
di accademico [user #19611] - commento del 17/10/2012 ore 21:43:56
per questo l'ho postata...eheheheh
Rispondi
Il boss di un negozio ...
di Cukoo [user #17731] - commento del 17/10/2012 ore 21:45:2
Il boss di un negozio a Padova, che di liuteria se ne intende, dice che Hofner in Germania (sembra sia una aziendina con meno di 20 persone) fa a volte delle grandi chitarre. Le Hofneri asiatiche un po' meno. Fatti tentare dalla Jazzica...
Rispondi
Non capisco.
di Giovanni Ghiazza [user #31] - commento del 18/10/2012 ore 08:46:2
Non comprendo la motivazione del tuo orientamento. Se già hai una (o meglio "la") chitarra in laminato, quindi piuttosto "ferma" e perciò adatta a volumi non bassi perché mai dovresti prenderne un'altra? E' vero che "ognuna ha il suo suono" ma, specie per avere resa acustica, ti consiglio di orientarti sui top masselli scavati. Sono acquisti più importanti, ma può valerne la pena. In ultimo: le archtop devono assolutamente essere provate, perché a parità di materiali e caratteristiche costruttive, e spesso a parità di modello, la resa non è mai la stessa.
Rispondi
Re: Non capisco.
di accademico [user #19611] - commento del 18/10/2012 ore 09:36:49
ciao Giovanni, ci voleva una archtop per costringerti a farti vivo eheh. Non è assolutamente mia intenzione sostituire la 175 con questa Hofner, volevo solo far notare che bello strumento oggi ci si può comprare con soli 550 eurini, impensabile anche solo dieci anni fa. Detto questo sono il primo a constatare che il suono acustico qui non c'è, per quello ci vuole il massello e non si scappa. Per il momento preferisco suonare elettrico, in futuro (con tempi migliori), di sicuro una archtop me la compro o me la faccio costruire magari da un bravo liutaio italiano, ce ne sono tanti (Borghino, Stanzani, Moffa solo per dirne alcuni che mi piacciono). Sono d'accordo sul fatto che vanno provate, ancor più di una acustica, perchè il suono è molto particolare, quasi fuori dalle normali aspettative. Per il momento resto a sbavare sulle tua Lacey e sulla Elferink, se hai tempo e voglia postaci qualcosa di suonato, sarebbe bello. ciao
Rispondi
Re: Non capisco.
di Giovanni Ghiazza [user #31] - commento del 18/10/2012 ore 17:32:25
Tra gli italiani hai dimenticato di citare Roberto Canova: ho avuto modo di imbracciarne nelle "solite" occasioni (shg, Sarzana) e mi hanno fatto una buona impressione.
Riguardo alla bellezza non c'è dubbio che oggi ci siano strumenti con rapporto qualità (materiali e finiture) prezzo ottimi. Sul suono .... Ho avuto traumatizzanti esperienze di "bellissimi cadaveri". Tra quelli ricordo la D'Aquisto (Japan ovviamente) sulla quale feci un articolo (L'abito, il monaco e la Avant Garde).
Lacey? Elferink? chi sono costoro? ;-)
Rispondi
Re: Non capisco.
di accademico [user #19611] - commento del 18/10/2012 ore 21:54:31
Lacey? Elferink? chi sono costoro? ..già in confronto a d'Angelico e Buscarino...
Ricordo l'articolo sulla Avant Garde, da allora me ne guardo bene, ma tanto per citare un altro italiano mettiamoci pure Fabio Ragghianti che di questa chitarra aveva fatto una reinterpretazione
oggetto di un altro articolo qui su accordo.
Rispondi
Re: Non capisco.
di Giovanni Ghiazza [user #31] - commento del 19/10/2012 ore 08:35:39
Mi sono andato a rileggere l'articolo sulla Avantgarde di Ragghianti, che più non ricordavo pur avendolo a suo tempo addirittura commentato. Mi ha portato alla mente una riflessione, basata su recenti esperienze, circa gli spessori della tavola armonica. Infatti la tendenza moderna sulle archtop acustiche o "da amplificare appena" è quella della tavola sottile e, più in generale, di uno strumento leggero. Eppure è esistito chi costruiva strumenti dalla consistenza importante, con un'attenzione particolare alla robustezza, strumenti nati per durare insomma, che nello stesso tempo avevano un timbro ed un equilibrio armonico assolutamente straordinari: si chiamava John D'Angelico.
Rispondi
mi piace
di stefano58 [user #23807] - commento del 18/10/2012 ore 13:43:54
esteticamente è una gioia per gli occhi , e solo per il battipenna varrebbe la pena tenerla in casa...ma in un altro momento , magari :-)))))))
Rispondi
Re: mi piace
di accademico [user #19611] - commento del 18/10/2012 ore 21:55:58
il momento è quello che è...ma in fonso se ne suona una alla volta... ciao e su con la vita.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
La Telecaster triplica con la Parallel Universe
Ricky Portera e l'assolo de "L'Ultima Luna" di Dalla
Sul palco con Max Rosati
Cort fonde due miti vintage nella Sunset TC
I vostri articoli
Zoom Guitar Lab 3.0: arriva l'editor
Di Pinto Galaxie IV: brillantini, modding e switch sbagliati
Customizzazione di un VHT Special 6 Ultra
Cosa determina davvero il suono di un pickup
Valvole, transitor e modeling: a che punto siamo?
di kfd
I compleanni di oggi
Jonathan Vitali
AndreaPD81
Grix
KSYMON
FRONTMAN
Stud
mike1786
Gioia
sonicnoize
MarkAutumnLeaves
gresk
livian
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964