CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Una zebra a forma di PRS
Una zebra a forma di PRS
di [user #13581] - pubblicato il

Le collaborazioni più inusuali spesso fanno crescere le idee più strane, facendole diventare tanto interessanti quanto divertenti. È il curioso caso dell'accoppiata francescoRELIVE + Dalo e della loro simil-Les Paul in zebrano ispirata alle linee PRS.
Le collaborazioni più inusuali spesso fanno crescere le idee più strane, facendole diventare tanto interessanti quanto divertenti. È il curioso caso dell'accoppiata francescoRELIVE + Dalo.
Se da una parte c'è la necessità di un nuovo strumento che discosti non di poco dalle attitudini musicali del primo personaggio, dall'altra c'è la disponibilità nell'accettare una sfida tutta nuova: una chitarra che esteticamente si dovrebbe rifare ad una PRS Singlecut ma con alcuni accorgimenti estetici-strutturali insoliti.

A Francesco la voglia di una simil-Les Paul intrigava da tempo, ma la Gibson proprio non la riesce ad accettare: sarà il marchio, lo spessore del body, l'idea che una Gibson ce l'hanno tutti.
Viene buttata lì l'idea a Dalo di costruirne una, senza spendere eccessivamente ma cercando di raggiungere un compromesso.
Una simil-Tremonti è la via di mezzo giusta: la linea resta quella, la disposizione della componentistica viene decisa in corso d'opera.
Un po' alla volta, dopo tante mail, prende piede il progetto.
Non è stata una passeggiata, soprattutto per il passatempo di Dalo: relegato come "hobby del mercoledì" si è dimostrato un lavoro a tutti gli effetti.
Il lavoro di liuteria l'ha spremuto di fronte a piccoli problemini e consecutive correzioni, a una corrispondenza telematica di aggiornamenti (purtroppo incontrarsi e sentirsi telefonicamente è
stato praticamente impossibile per una serie di sfortunati eventi).
Ma dopo un sacco di mesi, tanta pazienza e nessuna pressione temporale, è nata la chitarra.

Una zebra a forma di PRS

Abbiamo una linea tipicamente PRS, con paletta, manico e body in tinta. Il corpo in zebrano è stato assottigliato per guadagnare leggerezza, aiutata dagli scassi per la componentistica ben più ampi di quelli che ci si immaginerebbe. 
Ne è risultato un bilanciamento apprezzabile.
Tastiera in palissandro senza segnatasti (che sono presenti solo al bordo) e 24 tasti medium jumbo.
L'hardware dorato economico ha fatto impazzire il simpatico liutaio: la qualità si paga, l'inventiva però supperisce le mancanze tecnologiche dei componenti poco pregiati. Le soluzioni artigianali
hanno ottimizzato al massimo il ponte wrap around, un vero calvario rispetto al tipico stoptail.
I pickup sono Wilkinson, economici pure questi, forse provvisori o forse no: svolgono il loro servizio e non dispiacciono in accoppiata al Bogner Alchemist che Francesco usa live da più di due anni.
Per quanto riguarda l'elettronica, ci troviamo due potenziometri (volume, tono) a differenza della classica configurazione Les Paul, proprio per non dover spippolare troppo sui pomelli. Selettore a tre vie per i pickup e l'irrinunciabile switch esterno tra i due potenziometri. Quest'ultimo serve per splittare al volo entrambi gli humbucker (tenendo attive solo le bobine esterne) e guadagnare così delle sonorità aggiuntive.
L'attacco del jack è incassato nel corpo della chitarra: nessuna placchetta a vista.
Lo zebrano aggiunge spettacolarità al resto, conferendo -oltre un notevole aspetto scenico- l'interessante capacità di bilanciare il tibro, regalando quel pizzico sulle alte frequenze, sempre un po' smorzate nelle Les Paul.


Nel complesso una chitarra "custom" a tutti gli effetti che da più di qualche mese mi accompagna in live, registrazioni e prove: comoda, leggera e versatile.
Ovviamente il paragone non si può assolutamente fare con chitarre come Paul Reed Smith o Gibson, ma sicuramente c'è da riflettere sul fatto che si possa suonare comunque (rimanendone affascinati e convinti) una chitarra da poche centinaia di euro. Molto dipende da dove si vuole arrivare con uno strumento del genere: c'è largo margine di ottimizzazione, sempre in relazione alla spesa che si vuole affrontare.


La domanda da farsi è: ne vale veramente la pena o sarebbe solo un capriccio?
Io non ci penso e mi godo questo pezzo di legno modellato in modo egregio da Dalo, disponibilissimo e sempre attento a ogni tipo di idea e suggerimento, oltre che ingegnoso liutaio casalingo.
Un lavoro che continuo ad apprezzare ogni volta che la utilizzo, senza fare confronti inconcludenti con altre chitarre in mio possesso.
Uno strumento nuovo, con un carattere ancora tutto da scoprire.

chitarre elettriche fai da te
ABBIAMO BISOGNO DI TE!

Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Competenze e lavoro per produrli comportano costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo difficile. Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere la qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
In vendita su Shop
 
Ibanez RG6PFGMLTD GBB GEYSER BLUE BURST RG Limited Edition. Con Astuccio
di Dream Music Studio
 € 1.169,00 
 
goodson les paul100
di Scolopendra
 € 200,00 
Visualizza il prodotto
Fender Usa Custom Shop Eric Clapton Stratocaster Black + custodia rigida
di Penne Music
 € 3.399,00 
 
TRAVELER - ESCAPE EG-1
di Music Works
 € 397,50 
 
PRS SE CU22 CHITARRA ELETTRICA 6 CORDE SOLID BODY WHALE BLUE SE-CU-22
di Borsari Strumenti Musicali
 € 869,00 
 
Fender American Professional II Stratocaster Rosewood Fingerboard Olympic White
di Music Island
 € 1.549,00 
 
FENDER American Ultra Stratocaster Texas Tea
di SLIDE
 € 1.949,00 
 
Paul Reed Smith PRS Limited Edition McCarty 594 Singlecut Charcoal Jadeburst / Katalox (VALUTIAMO PERMUTE)
di Gas Music Store
 € 3.699,00 
Nascondi commenti     34
Loggati per commentare

Complimenti per il lavoro, sembra ...
di Martinez53 [user #23272]
commento del 03/11/2012 ore 09:01:55
Complimenti per il lavoro, sembra ben realizzata. Ma dal racconto e dal filmato non si capisce da cosa siete partiti per fare sia il body che il manico. Perchè se per il body siete partiti da un pezzo di legno grezzo, i complimenti vanno raddoppiati tenendo comunque conto che per fare un body bombato ci va un'attrezzatura mica da ridere, altro che liutaio del mercoledi! E lo stesso vale per il manico. Per quanto riguarda la convenienza, dalla mia piccolissima esperienza ho ricavato che farsi una chitarra da se, economicamente non conviene per niente, si spende molto di più che andarsela a comprare (entro certi limiti). Ma la soddisfazione personale è impagabile.
Ciao!
Rispondi
Re: Complimenti per il lavoro, sembra ...
di Oliver [user #910]
commento del 03/11/2012 ore 11:40:50
Ciao Aldo.
Immagino che ti siano sfuggiti altri lavori che Dalo ha postato in passato: lui lavora veramente in casa, e senza attrezzature sofisticate. Il guaio è che (soprattutto per questo) è veramente, maledettamente bravo. Lo ammiro moltissimo.
Se hai tempo, dai un'occhiata ai suoi diari: letture interessantissime. Mostra anche come procede per realizzare il carved top. Un lavoraccio.
Rispondi
Re: Complimenti per il lavoro, sembra ...
di Martinez53 [user #23272]
commento del 03/11/2012 ore 12:21:26
Ci guardo...;-))
Rispondi
Re: Complimenti per il lavoro, sembra ...
di valerio62 [user #30656]
commento del 03/11/2012 ore 13:06:21
Ecco appunto... Oliver mi dai l'occasione per ribadire una cosa... l'"arte" del legno non è raggiungibile esclusivamente attraverso costose macchine a controllo numerico o banchi da lavoro esorbitanti, ma nasce dalle MANI. E niente è meno corretto di credere che solamente il liutaio "attrezzato" sia in grado di fare cose eccelse.
Vi ricordate gli artigiani di un tempo? Che cosa usavano ?
Usavano le mani, la matita, scalpello e raspa, carta vetro e... COLPO D'OCCHIO !!!
Alla luce di questa precisazione sottolineo la maestria di Dalo e ne condivido appieno l'arte liuteristica, sia essa del mercoledì giovedì sabato o continuativa.
Certo, se dovessi arrivare a fare una chitarra a settimana, magari una fresa migliore me la comprerei... o potrei arrivare a realizzare un banco da lavoro serio, con morsa e tutto il resto.
Ma rimango dell'idea che siano le mani, l'uomo a "creare", perchè in queste chitarre, oltre al sudore di chi le ha fatte... c'è l'ANIMA !

;)

Ammazza quanto è bella fratè !!!

Rispondi
Re: Complimenti per il lavoro, sembra ...
di dalo [user #18107]
commento del 05/11/2012 ore 09:51:02
Oliver, con un proditorio colpo di mano, ho svuotato una cabina armadio da 1,50 X 1,20. Sai quelle cabine assurde che le mogli vogliono a tutti i costi quando si ristruttura l'appartamento? Quelle che tu ti chiedi: "Ma che ci metteranno dentro?". Ecco, ora ho un LABORATORIO! Molto intimo, ma pur sempre un laboratorio. :-)
Rispondi
Re: Complimenti per il lavoro, sembra ...
di Oliver [user #910]
commento del 05/11/2012 ore 10:11:28
GRANDE!!!!
La cabina armadio, questa incomprensibile esigenza femminile... è così che si fa! :))))
Ti stimo ancora di più.

vai al link
Rispondi
Re: Complimenti per il lavoro, sembra ...
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 03/11/2012 ore 20:29:34
anche il manico è stato fatto da un pezzo grezzo di zebrano con il body.
Per convenienza intendo dire che i costi sono stati quasi completamente quelli dei materiali.
Usarla sapendo che è un pezzo unico e fatto su misura è un valore aggiunto!
Rispondi
Re: Complimenti per il lavoro, sembra ...
di dalo [user #18107]
commento del 05/11/2012 ore 09:47:08
Tutto è stato realizzato partendo da blocchi grezzi. E ti assicuro che realizzare una carvatura di un top, rispetto ad altre operazioni per me più delicate, non è particolarmente complicato e non occorre un'attrezzatura particolare. Io uso una semplice fresa con la quale creo degli "scalini" partendo dai bordi del body. Si ottiene una specie di ziggurat. Elimini con una levigatrice gli scalini e la linea di bombatura viene fuori da sola. Ciao
Rispondi
Re: Complimenti per il lavoro, sembra ...
di Martinez53 [user #23272]
commento del 05/11/2012 ore 09:56:25
Ho capito, ma è roba da certosini... ci va una pazienza infinita e tantissima passione.
Certo l'idea della fresa usata per fare gli scalini è buona, ma eseguire il profilo uno scalino dopo l'altro mi lascia senza parole, anche perchè immagino che non procederai a occhio, ma ti sarai fatto delle dime con più porofili a rientrare da seguire con la fresa partendo dal profilo esterno.
Insomm a gran bel lavoro, ma anche una bella faticaccia, ancora complimenti.
Rispondi
tanto di cappello
di mehari [user #25169]
commento del 03/11/2012 ore 10:44:26
caro dalo, chettedevodì...aspetto come al solito di toccare con mano queste tue creazione che vedo sempre a due dimensioni e retroilluminate, sempre bellissime... prima o poi si farà....
Rispondi
Un'altra opera d'arte. Ancora una ...
di Oliver [user #910]
commento del 03/11/2012 ore 11:49:52
Un'altra opera d'arte.
Ancora una volta complimentissimi, e congratulazioni a Francesco per essersi portato a casa un gioiellino unico.
Rispondi
Re: Un'altra opera d'arte. Ancora una ...
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 03/11/2012 ore 20:30:47
a dire la verità me l'ha spedita :D ahahahahh
prossimamente vedrò di fare qualche video "live" in modo da apprezzarla meglio!
Rispondi
Re: Un'altra opera d'arte. Ancora una ...
di dalo [user #18107]
commento del 05/11/2012 ore 09:40:44
Si, ok. Il manico, dopo 3 settimane, ha deciso, con strabiliante colpo di reni di tirarsi indietro per un carpiato da coefficiente 9.5..... ma va bene così. Ora è tutto OK e grazie per gli apprezzamenti. :-)
Rispondi
bellissimo lavoro
di catoblepa utente non più registrato
commento del 03/11/2012 ore 12:24:58
ciao ... non mi ripeto visto che i complimenti ve li hanno già fatti tutti (GIUSTAMENTE) :)

mi levate una curiosità: come si intitola il pezzo sotto al primo video?
e chi lo suona (Satriani?)
grazie e bravi
Rispondi
bellissimo lavoro 2
di catoblepa utente non più registrato
commento del 03/11/2012 ore 15:08:23

allora per favore c'è un'anima buona e gentile che mi dice qual'è il pezzo in sottofondo al
primo video?
... grazie in anticipo
ciao a tutti
Rispondi
Re: bellissimo lavoro 2
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 03/11/2012 ore 20:26:17
La canzone è Reflective di Kiko Loureiro, dall'ultimo cd solista Sounds of Innocence.
Rispondi
Ellapeppa!!!!!
di Dody57 [user #31219]
commento del 03/11/2012 ore 13:40:41
Gran bel lavoro, sono daccordissimo col commento di Valerio. Dalo ha le mani d'oro, visto che anchio mi so perso qualcosa, vado a guardare i suoi diari.
Rispondi
Che bella!...Complimenti all'ideatore e sopratutto ...
di MicStone [user #20095]
commento del 03/11/2012 ore 14:08:32
Che bella!...Complimenti all'ideatore e sopratutto al realizzatore...
Rispondi
Bellissimo quel ponte "calvario", ma ...
di disamistade [user #35877]
commento del 03/11/2012 ore 14:57:40
Bellissimo quel ponte "calvario", ma che marca e'?
Rispondi
Re: Bellissimo quel ponte "calvario", ma ...
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 03/11/2012 ore 20:32:1
dovrebbe essere wilkinson?!
non mi ricordo... ma era l'unico wrap around che costava poco!
E si è visto... tuttavia funziona, dopo qualche ritocco di Dalo!
Rispondi
Fare i complimenti a Dalo ...
di helloween [user #27122]
commento del 03/11/2012 ore 18:32:31
Fare i complimenti a Dalo ormai è scontato!!! Praticamente porta a perfezione qualsiasi pezzo di legno gli capiti sottomano!!! Bravissimo dalo!!!
Rispondi
Ecchecculo
di Maffedrums [user #17755]
commento del 03/11/2012 ore 19:15:19
Lavorare a stretto contratto con dalo e' una gran fortuna!!!!
I fossi in lui ormai mi dedicherei solo a quello😜😜😜
Rispondi
Re: Ecchecculo
di dalo [user #18107]
commento del 05/11/2012 ore 09:36:57
"Buongiorno Direttore, come sta? Senta, se il prossimo semestre le pagassi gli interessi sul fido di cassa con due Telecaster e una Flying V? Che ne dice? Andata?"
Rispondi
Re: Ecchecculo
di Maffedrums [user #17755]
commento del 05/11/2012 ore 10:20:16
BEH IO TI DIREI DI SI !!!! mi prostrerei davanti alla mia direzione generale (nn che ad oggi io ed i miei colleghi non ci si sia già messi a 90°) e chiederei un azzeramento delle competenze "x buona fede del cliente primario"....e mi basterebbe la sola flying! :-)))
a parte tutto capisco il fatto di dover portare il pane a casa e la conseguente standardizzazione di processi produttivi quali la costruzione degli strumenti musicali, ma se tu fossi nato due generzioni prima potevi esser un mastro liutaio....magari guarda sul sito fender se cercano qulcuno per il customshop cosi "gli vai a dare un poco di puzza" a quelli là :-))) !?!?!
Rispondi
Re: Ecchecculo
di dalo [user #18107]
commento del 05/11/2012 ore 10:32:55
:-) Sai cos'è? E' che costruire una chitarra è infinitamente più semplice che riuscire a venderla...
Rispondi
Re: Ecchecculo
di Maffedrums [user #17755]
commento del 05/11/2012 ore 11:08:46
SI CONCORDO, soprattutto ora che poca gente decide di pagare un prezzo uguale o superiore per un strumento fatto da un liutaio piuttosto che comperarlo da un marchio noto!
Io avevo un nonno sarto che fece i soldi fino a metà anni 80 quando i marchi iniziarono a farla da padrone e anche nella sua bottega dismise pian piano gli abiti sartoriali sostituendoli con buoni abiti industriali....
Rispondi
Bellissima chitarra
di MM [user #34535]
commento del 03/11/2012 ore 22:46:16
Complimenti, un lavoro egregio.
Lo Zebrano è bellissimo, perché questo Wilkinson Wraparound vi ha fatto penare?
Rispondi
Re: Bellissima chitarra
di dalo [user #18107]
commento del 05/11/2012 ore 09:34:1
Perchè c'era un "gioco" notevole tra le boccole dei perni nel body e le sedi ad U del ponte. Con le corde montate, il ponte tendeva ad impennarsi verso l'alto. Non solo, le sellette erano troppo alte. Se non avessi limato un pò le sedi a V per abbassare il piano delle corde, sarei stato costretto ad inclinare il manico con un'angolazione che, almeno a me, pareva eccessiva.
Rispondi
Re: Bellissima chitarra
di MM [user #34535]
commento del 05/11/2012 ore 09:43:22
Capito, ti ringrazio molto della risposta dettagliata.
Mi dai qualche feedback (se hai tempo e voglia), pro e contro, di qesti ponti Wrapoaround? a parte la magagna che mi hai appena esposto?
Rispondi
Un saluto e un ringraziamento ...
di dalo [user #18107]
commento del 05/11/2012 ore 09:29:08
Un saluto e un ringraziamento a Francesco e a tutti quanti hanno commentato e apprezzato il manufatto della premiata ditta bricolagistica del mercoledì :-) Io, come al solito, mi sono divertito come un matto e Francesco, così mi dice, lo sta utilizzando in molte occasioni e con soddisfazione. Cosa volere di più? Certo, la zebrona mi ha fatto penare e mi ha sballato di parecchio il computo "magagnette Vs Bricolagista Estremo" che, fino ad allora si era mantenuto su livelli di dignitoso pareggio. Ora siamo 128 a 0 per "loro"..... ma va bene così. :-D Ciao a tutti e grazie, Francesco.
Rispondi
Doppi complimenti!
di smilzo [user #428]
commento del 05/11/2012 ore 11:36:53
A Dalo per la chitarra.
A Francesco per il tocco.

Ciao! :)
Rispondi
Re: Doppi complimenti!
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 05/11/2012 ore 18:56:06
Grazie mitico ;)
Rispondi
Maestro, complimenti! Peccato che dai ...
di sepp [user #10489]
commento del 05/11/2012 ore 15:43:3
Maestro, complimenti!
Peccato che dai video non si capisca come suona, ma conoscendo le tue mani e gli economici wilkinson, non ci piove!
Rispondi
Re: Maestro, complimenti! Peccato che dai ...
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 05/11/2012 ore 18:55:51
lo prendo come un complimento!
appena ho un pò di tempo farò una registrazione audio fatta come si deve (ho un bel pò di microfoni nuovi e sta chitarra con il bogner ha un bel sound, da sentire!)
Rispondi
Altro da leggere
Charvel nel 2021 tra Giappone e signature inedite
Ibanez AMH90: Artcore compatta con elettronica Tri-Sound
Dean diventa multi-scala fino a 8 corde
La Mariposa diventa Sterling
Fiore è la prima PRS di Mark Lettieri
Fender a base di P90 per il 2021
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Morto Phil Spector, inventore del Wall Of Sound
JHS vende il primo Centaur mai prodotto
Il NAMM non si fa, ma i costruttori ci sono tutti
Canzoni sbagliate!
Morto Alexi Laiho: fondatore dei Children of Bodom
Brand da tenere d’occhio nel 2021
No: questo non è lo schema del chip Covid-19
Sotto l'albero del chitarrista: una guida disinteressata
Il Natale del Baby Boomer
Un plettro da 4,5 miliardi di anni
Ti annoi? Satchel ti insegna i versi degli animali sulla chitarra
L’Octavia di Band Of Gypsys battuto per 70mila dollari
Guitar Man: Joe Bonamassa in un documentario
I 5 acquirenti che non vorresti mai trovare
Lo sapevi che...? La nuova rubrica Instagram di Accordo.it




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964