CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Quando Roma salvò il Grunge, Kurt Cobain e i Nirvana
Quando Roma salvò il Grunge, Kurt Cobain e i Nirvana
di [user #17404] - pubblicato il

“Experiencing Nirvana: Grunge in Europe, 1989" è un libro che racconta il primo tour europeo dei Nirvana, quando nel 1989 erano ancora gli sconosciuti e inconsapevoli messaggeri di quel fenomeno musicale che avrebbe travolto il rock degli anni novanta.
In questi giorni è presentato a New York, nell'auditorium dell'Apple Store di Soho “Experiencing Nirvana: Grunge in Europe, 1989" nuovissimo libro al momento disponibile solo per iPad e in inglese ma che a partire dal 2013 sarà reperibile anche in versione cartacea e tradotto in italiano. L’autore è Bruce Pavitt, fondatore della Sub Pop storica etichetta dei Nirvana. Il libro è un reportage fotografico del tour europeo che la casa discografica spedì letteralmente i Nirvana, ancora totalmente sconosciuti, a compiere attraverso l’Europa. Siamo nel 1989 e il Grunge è un fenomeno ancora embrionale. I Nirvana impazzano per le zone di Seattle e hanno appena inciso il loro album di debutto “Bleach” capolavoro rock e manifesto dell’estetica Grunge che da lì a poco avrebbe spopolato. Hanno un suono nuovo, marcio e straziante che avrebbe fatto innamorare e struggere un’intera generazione di teen ager e demolito a colpi di Fender Mustang scordate e Big Muff affogati nel chorus il rock patinato degli anni ’80. I volponi della casa discografica intuiscono il potenziale di questa band e capiscono che l’unica maniera per sdoganarli da Seattle ed espandere la loro popolarità al resto dell’America, è far sì che la stampa musicale internazionale - in particolare quella inglese - si accorga di loro. Così la band parte alla volta dell’Europa e in questo viaggio, dove i Nirvana muovono i loro primi inconsapevoli passi verso il successo planetario, l’Italia - e Roma in particolare - rivestono un ruolo speciale. Kurt Cobain, giovanissimo, è già un artista tormentato, lacerato da un’adolescenza problematica e confuso dal continuo consumo di stupefacenti. Il tour inizia nella peggiore delle maniere. I Nirvana suonano i primi concerti e Kurt si rende protagonista di tentati atti di autolesionismo. Dopo uno show  in particolare il cantante è sfinito, vuole tornare a casa dalla sua ragazza e annuncia alla band di volerli lasciare. 
 
Quando Roma salvò il Grunge, Kurt Cobain e i Nirvana
 
Tre cappuccini per i tre Nirvana in un bar della stazione Termini
 
Ma il giorno dopo la band deve suonare a Roma. L’animo straziato di Cobain viene rapito, cullato e rasserenato dalla bellezza della città. Il musicista passa una giornata gentile e delicata: rasserena il suo animo tormentato immergendosi nella storia e visitando il Colosseo e la Basilica Di San Pietro; si riconcilia con il suo fisico martoriato ristorandosi nel clima casareccio di una trattoria e si coccola regalandosi una chitarra in un negozio di dischi. Basta questa giornata per tornare a dare a Cobain la motivazione a riprendere il tour e volare carico di energie verso la successiva data di Ginevra. Roma resterà una città importante per Cobain: qui fece la sua ultima apparizione televisiva nel febbraio 1994 esibendosi in una performance memorabile all’interno della trasmissione Tunnel di Rai 3, condotta da Serena Dandini; e sempre a Roma, pochi giorni dopo quell’esibizione televisiva e a meno di un mese dal suicidio, Cobain decide di tornare assieme alla moglie Courtney Love per una settimana di riposo, finita però con un ricovero al Policlinico Umberto per overdose.

Quando Roma salvò il Grunge, Kurt Cobain e i Nirvana
 
kurt cobain libri nirvana
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
In vendita su Shop
 
FENDER 007-6568-049 VINTAGE '70s BASS TUNERS
di Boxguitar.com
 € 91,00 
 
Fishman Banjo Pickup
di Banana Music Store
 € 414,00 
 
NUX NBK-5 MASAMUNE
di Boxguitar.com
 € 89,00 
 
Bogner 112AT
di Banana Music Store
 € 1.024,00 
 
Oqan QHP Maracas
di Banana Music Store
 € 11,50 
 
FENDER - Redondo Player WF Sunburst 0970713003
di Music Works
 € 333,00 
 
Soundsation Red Spark 30
di Banana Music Store
 € 148,00 
 
IBANEZ - AFV75VAL
di Music Works
 € 495,00 
Mostra commenti     9
Altro da leggere
ERUPTION: Conversazioni con Eddie van Halen
La Fender Jag-Stang è tornata
Gibson Les Paul Joe Walsh 2013: una protagonista a 360 gradi
La Voce Nel Musical: la guida completa
Perfezionarsi nel Jazz: tra versatilità e consapevolezza
Guida pratica del bassista
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Harmony Rocket H59
Visualizza l'annuncio
Sony PCM-800 Digital Audio Recorder
Visualizza l'annuncio
VINTAGE DIGITAL RECORDER - AKAI ADAM (Akai Digital Audio Multitrack format) Sony PCM-800 Digital Audio Recorder
Seguici anche su:
Altro da leggere
Macbook Pro 2021: cosa significa per i musicisti
Fart Pedal: il pedale che fa puzzette sbanca su Kickstarter
Paul Stanley positivo al COVID-19: “mi ha preso a calci”
La Les Paul del ’52 salvata da un tornado torna a cantare: ascoltala...
Quando Charlie Watts prese a pugni Mick Jagger
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!
Fender Stratocaster #0689 dell'agosto 1954: il restauro ToneTeam




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964