CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Il Compressore ... sto maledetto

di [user #33900] - pubblicato il
Salve a tutti Accordiani.
Il compressore è uno di quegli effetti che usano tutti ma, se si chiede di spiegare tecnicamente cosa fa ogni parametro, ogniuno dice la sua ... Varini lo spiega in un modo, alla mia accademia me lo spiegano in un altro, su internet in un altro modo ancora.
Allora, so cos'è e cosa fa ma il mio problema sta nel paramentro RELEASE.

La prima scuola di pensiero dice che il RELEASE determina il tempo che il compressore ci mette a disinsersi una volta che il segnale va sotto la THRESHOLD. Quindi, facendo un esempio,  il segnale arriva, supera la soglia di 5db (valore a caso) e dopo alcuni ms decisi dall'ATTACK il compressore interviene. La compressione continua fin quando il segnale scende a toccare 5db, e lì rimane per un numero di ms deciso dal RELEASE.

Altri invece sostengono un'altra cosa, ovvero che il RELEASE determina il tempo nella quale il compressore rimane attivo ogni volta che percepisce un segnale oltre la soglia. Quindi il segnale arriva, supera la soglia e il compressore interviene. Rimane attivo per il numero di ms deciso dal RELEASE poi, qualsiasi cosa accada, il compressore si disinserisce. Quindi se il segnale è ancora oltre la soglia, sentiamo un aumento di volume dovuto alla mancanza di comrpessione improvvisa.

Non ne sto a citare altre perchè queste due mi sembrano le più giuste. C'è un fonico o qualcuno che potrebbe scartarmi in maniera inequivocabile una di queste due opzioni?
Vediamo quanti me ne aggiungono una terza invece che scremarne una :) ... scherzo scherzo, però c'è una confusione dilagante in materia e vorrei togliermi il dubbio una volta per tutte.
Dello stesso autore
Migliorare i bending
Un Blues con una settima mai vista
Fraseggi in Legato
How to play the solo from "Mother" by Pink Floyd
Accordiani in Cattedra: Ritmiche "Speed Metal" coi Metallica
How to Play "Good Grief" by Foo Fighters
Loggati per commentare

Il problema è che solo ...
di Pinus [user #2413]
commento del 17/12/2012 ore 17:51:50
Il problema è che solo sui compressori dedicati e purtroppo anche costosi puoi agire davvero su ogni parametro, in quelli da strad diciamo che alcune cose sono accorpate e quindi modificandone una mofichi anche un 'altra ect
Rispondi
Re: Il problema è che solo ...
di Boma [user #33900]
commento del 17/12/2012 ore 18:01:46
Certo, capisco quel che dici. Ma basta dare uno sguardo a qualsiasi plug-in in dotazione a pro tools, logic pro, o qualsiasi altro multitraccia (quindi dati direttamente dalla casa produttrice, senza cercarne altri più sofisticati). Già dai comrpessori "base" abbiamo tutti i parametri di threshold, ratio, attack e release. E persino il knee e altri che non cito, quindi dobbiamo capire bene come usarli mannaggia la maremma!
Rispondi
chi ti ha detto che ...
di Kata_ts [user #2290]
commento del 17/12/2012 ore 20:18:36
chi ti ha detto che lo usano "tutti" ?!?

IO non l'ho MAI usato e nè mai lo userò LOL

WiWa!
Rispondi
Re: chi ti ha detto che ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 18/12/2012 ore 00:19:36
lo userai sicuramente perche' prestissimo diventerai una rockstar.. e in ogni realizzazione discografica, ogni traccia passa dal compressore anche cinque volte..
Rispondi
Re: chi ti ha detto che ...
di jebstuart [user #19455]
commento del 18/12/2012 ore 01:10:47
Ah ah ah ah ah .....
Rispondi
La prima ...
di beppeferra [user #29294]
commento del 17/12/2012 ore 23:28:52
è la versione più accreditata.
il Release determina il tempo necessario per passare da RATIO N:1 a RATIO 1:1 una volta che il segnale sia sceso di nuovo sotto il valore di SOGLIA. Se il release viene impostato con un valore molto basso, e cioè veloce, si crea il classico effetto ‘pump’, in altre parole sentiremo il livello del segnale che va su e giù.

(vedi anche l'articolo di TidalRace vai al link ).
Rispondi
Re: La prima ...
di Boma [user #33900]
commento del 17/12/2012 ore 23:43:32
non l'avevo trovato con la funzione cerca, e sostiene ciò che dici tu.
Ma allora se il release interviene solo quando il suono va sotto la soglia, come fa a crearsi l'effetto Pump? quello succederebbe se la compressione si disattivasse quando ne abbiamo ancora bisogno, cioè con il segnale abbondantemente sopra la soglia.
Se invece il compressore rimane sempre attivo con il segnale sopra la threshold, una volta sotto questo valore che ci frega se il segnale lascia subito la soglia (release a 0) o se rimane a quel valore per qualche ms per poi abbandonarlo?
Continuo a non capire
Rispondi
Re: La prima ...
di Boma [user #33900]
commento del 18/12/2012 ore 00:14:15
ecco, in questo video di varini sostiene la seconda ipotesi

vai al link

ovvero il tempo di release non fa il conto alla rovescia quando il segnale passa sotto la soglia, ma subito dopo l'attivazione del compressore (quindi dopo il tempo di attack). E viene spiegato anche l'effetto pump, che accade nel caso in cui il suono viene rilasciato dalla compressione anche se si trova ancora sopra la soglia, dando quell'aumento di volume sgradevole.
... che confusione
Rispondi
https://soundcloud.com/yasodanandana/sets/comp ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 18/12/2012 ore 00:41:14
vai al link
Rispondi
Non si capisce bene il ...
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 18/12/2012 ore 09:25:14
Non si capisce bene il tuo discorso.
Vuoi imparare ad usare i compressori da studio o quelli a pedale per le chitarre?

Le cose principali le hai capite...per il resto si usano le orecchie.

In ogni caso nei software DAW che hai citato i compressori hanno anche dei preset già pronti per ongi tipo di strumento.
Si prende spunto da quelli e li si adatta al proprio orecchio.

I compressori a pedale per chitarra non sono così complicati perchè hanno parametri già tarati per la chitarra.

Inoltre anche tra i plug ins quelli che emulano compressori stile vintage hanno meno parametri.

Cmq basta avere qualche valore indicativo per partire e poi smanettare per trovare il suono voluto.
Ci vuole eseprienza come in tutte le cose.

Anche con l'amplificatore o qualsiasi altro effetto uno ci smanetta e trova le proprie regolazioni.

Non ho capito una cosa, ce l'hai un compressore?
Rispondi
Re: Non si capisce bene il ...
di Boma [user #33900]
commento del 18/12/2012 ore 11:13:56
Devo fare un esame per un'accademia, e delle domande riguardano domande tecniche sul compressore. Ovvio che quando lo uso sulla chitarra a pedale o come plugin sul protools vado ad orecchio, ma per passare l'esame non basta. Devo dimostrare di sapere come funziona, quindi saper anche disegnare una forma d'onda e mostrare cosa succede quando i tempi di release sono corti, o quando l'attacco è troppo lento. Solo che ogniuno lo spiega in un modo diverso, e non ho una visione univoca, chiara e direttamente esplicabile davanti ad una commissione d'esame.

Si fosse trattato solo di smanettare sarei andato a tentativi come sempre, mentre invece ho bisogno di pareri esterni e ben saldi sulle loro convinzioni :) ... cosa rara in questo argomento.

Cmq sì, uso compressori da anni ... non vuol dire che si sappia benissimo come funziona in ogni dettaglio però
Rispondi
Re: Non si capisce bene il ...
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 18/12/2012 ore 12:55:26
Prova a guardare qui c'è anche un diagramma.

vai al link
Rispondi
Re: Non si capisce bene il ...
di Boma [user #33900]
commento del 18/12/2012 ore 13:26:16
Grazie!
questo sembra spiegato molto molto bene, e confuta l'ipotesi del release che si attiva dopo la discesa del segnale sotto la soglia.
Rispondi
Re: Non si capisce bene il ...
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 18/12/2012 ore 13:42:35
====The 'release phase' is the period when the compressor is decreasing gain reduction to the level determined by the ratio, or, to zero, once the level has fallen below the threshold.====

La fase di rilascio (Release) è il periodo di tempo nel quale il compressore decrementa la riduzione del guadagno (gain) al livello determinato dal rapporto di compressione (ratio) oppure a zero (dB) una volta che il livello è sceso sotto il valore di soglia (threshold).

Quindi dice il contrario il release parte quando il valore scende sotto la soglia.

Io ho capito così.

qui c'è il diagramma
vai al link
Rispondi
Re: Non si capisce bene il ...
di Boma [user #33900]
commento del 18/12/2012 ore 13:47:0
mi sono espresso male. Volevo dire che la tua pagina CONFERMA la versione del release che interviene quando il segnale è sotto la soglia. Confutare vuol dire l'opposto in effetti, mi sono sbagliato :P
Rispondi
Re: Non si capisce bene il ...
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 18/12/2012 ore 13:50:5
===The length of each period is determined by the rate of change and the required change gain reduction. For more intuitive operation, a compressor's attack and release controls are labelled as a unit of time (often milliseconds). This is the amount of time it will take for the gain to change a set amount of dB, decided by the manufacturer, very often 10 dB. For example, if the compressor's time constants are referenced to 10 dB, and the attack time is set to 1 ms, it will take 1 ms for the gain reduction to rise from 0 dB to 10 dB, and 2 ms to rise from 0 dB to 20 dB[5]. ===

Il tempo dell'attacco e rilascio sono espressi in millisecondi e significano il tempo che impiega la riduzione di gain a variare di un certo numero di dB definiti dal costruttore (di solito 10dB)

Quindi mettere l'attacco a 1ms significa che la riduzione ci metterà 1ms a passare 0dB a 10dB e 2ms a passare da 0dB a 20dB.
Rispondi
Compressore: pedale o da studio?
di Claes [user #29011]
commento del 18/12/2012 ore 14:15:2
Penso che il compressore più efficiente per il dal vivo sia un ampli a valvole col volume a 11. Vi sono pedaloni multi-effetti digitali che hanno patches con l'opzione compressore, utile per tarare a seconda del sound richiesto - da assoli a ritmiche. Penso che pedalini siano troppo primitivi ma comunque usabili, appunto dal vivo e senza menate.

In studio, è tutt'altra cosa... A seconda di quello che si registra è appositamente tarato (e usatissimo anche per canto, per esempio). Controlli tipici sono:

Threshold: dove parte l'azione - da circa -30 dB a +20. Ratio: quanto influisce, da 2:1 a 6:1 o oltre. Attack: a che velocità parte, da O.1 ms a 200 ms. Release: quando smette, da 50 ms a 2 s. Output: per compensare a riduzione del volume. Hard o Soft Knee: influisce sull'Attack - violento o o dolce. Gate Threshold: per chiudere del tutto il segnale in entrata, da -4 dB a +10. Gate Rate: velocità di azione, da 20 ms a 2 s.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
News
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live
La chitarra sparafulmini degli ArcAttack
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
La storia del delay
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive

Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964