CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Separati alla nascita

di [user #26740] - pubblicato il
                                                    SEPARATI ALLA NASCITA

 Che Steve Vai fosse stakanovista lo potevo immaginare dalla sua proverbiale tenacia nello studio dello strumento, ma che indicesse una Clinic proprio il 1° maggio del 2009, non me lo aspettavo.

 Anzi, non ce lo aspettavamo Marco ed io. 

 Si perché il protagonista, di questa storia incredibile, è il mio amico (fraterno) Marco.
 Bisogna premettere che, per Marco, Steve Vai è l'idolo, il genio, colui da cui attingere per stile, suono e trarre ispirazione.

 Infatti, proprio in quel periodo, aveva acquistato una Ibanez jem7 bianca proprio come quella che per anni ha imbracciato l'eroe del nostro protagonista.
 Venimmo a conoscenza della clinic e soprattutto del fatto che ci sarebbe stata in palio (a sorteggio dei biglietti d'ingresso) una jem 555 ed inoltre, particolare non trascurabile, la possibilità di fare una breve jam sul palco con Steve Vai!

 Decidemmo all'istante di partecipare anche sperando di poter mettere le mani sulla chitarra in palio ed avendo pure il desiderio/timore (più timore che desiderio) di finire sul palco di Steve Vai!
 Subito Marco ebbe un fortissimo (giuro) presentimento di vittoria, così forte che lo percepii, tanto da farmi esclamare : "Vabbè, annamose a pijà 'sta chitara!", da ciò facile evincere che la clinic si svolse a Roma "Stazione Birra".

  Acquistati i biglietti attendemmo il 1° maggio con la crescente convinzione ed altrettanta paura che uno dei due biglietti sarebbe stato quello vincente.
 La paura derivava dal fatto che il nostro livello di "bravura" non era/è assolutamente sufficiente per una improvvisazione live, figuriamoci davanti ad una gremita platea e per di più al fianco del sommo Maestro: puro terrore!

Giunto il fatidico giorno , ci recammo "inderposto" ed ascoltammo con religioso interesse tutto lo sciorinare (quasi tutto in italiano!), del mitico Steve; arrivò così il momento del sorteggio del biglietto vincente. 


 Rullo di tamburi....Marco era accanto a me con lo sguardo fisso verso il palco, quasi in trance... io mi guardavo intorno non più convinto di vincere.....e poi.....
....."il biglietto vincente è il numero 545", ho guardato il mio ed era il 544, mi volto di scatto verso Marco e vedo lui con lo sguardo sempre più atterrito, immobile, catatonico: il suo sogno/incubo si era avverato!                                                                AVEVA VINTO!!!

 Non riusciva a profferir parola o muoversi ed io che lo esortavo: "C....z hai visto? Hai vinto davvero, vai sbrigati, dai....vai da Vai....(faccio sempre lo spiritoso. ndr).
  Lui immobile, colpito dal terrore di doversi esibire su un palco con il suo idolo ed in un locale gremitissimo! Era così pietrificato che ad un certo punto mi sbracciai verso il palco urlando: "Eccolo, è qui, è lui!" perché stavano per sorteggiare un'altro biglietto in quanto nessuno si stava presentando.
 Marco, finalmente tornato fra noi, si diresse quasi sonnambulo verso il palco dove gli misero a tracolla la chitarra appena vinta e, spinto verso Steve, gli strinse la mano e riuscì anche a scambiarci due parole! 

 A questo punto vi devo confessare che Marco, a quel tempo (senza volerlo, garantisco per lui), era dannatamente somigliante a Steve, al punto che un ragazzo seduto dietro di me esclamò in un buon romanaccio DOCG: "Bada è er sosia de Steve! Nun vale l'hanno fatto vince' apposta, nun vale: dev' esse' er cuggino!"
 Sentivo, da circa trenta metri di distanza, il cuore di Marco che rientrava nelle casse dell'impianto, un attimo per gli imprevisti "accademici" (avevano dimenticato la pila per il pedale di Marco tanto per aggiungere ansia su ansia), partita la base, un minuto di jam e la chitarra passava ad altri partecipanti sorteggiati solo per "jammare"con Steve.


 Tutto ok: nessuna figuraccia, Marco è salvo ed il bottino è assicurato! Eroico!
 A me non rimase che godermi lo spettacolo ed effettivamente mi stavo divertendo come mai.
 La serata si concluse con autografi e scatti fotografici che sfinirono il mitico Steve, infatti, fummo gli ultimi a stringergli la mano e ne scaturì questa mitica fotografia. 


 A Marco è rimasta la chitarra autografata soprannominata "la reliquia" e l'onirica memoria di un incontro divino.
 A me il ricordo di un 1° maggio magico e questa storia un po' assurda da raccontare che, magari, farà vincere una chitarra anche a me!

Maks


Dello stesso autore
Cambio valvole su blackstar ht5
Loggati per commentare

Fossi stato....
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 19/04/2013 ore 14:35:0
....tra il pubblico avrei gridato al complotto anch'io: sembrano fratelli.....impressionante.
Bella storia e bella botta di ...o per il tuo amico Marco.
Rispondi
Che bello....
di invioinvio [user #30752]
commento del 19/04/2013 ore 14:47:30
....la vita va vissuta "anche" per queste cose! Bella storia fratè!
Rispondi
son contento di trovare...
di DiavoloBianco [user #36907]
commento del 19/04/2013 ore 14:48:03
son contento di trovare qualche fanboy di steve, ho la sensazione che in questo sito votato al vintage siamo come le mosche bianche^^
certo che jammare con il proprio idolo credo sia una esperienza indimenticabile,io sono cresciuto a pane e steve vai se mi ritrovassi a jammare con lui credo non mi uscirebbe nemmeno una nota dall'emozione:D
Sto rosicando duro, se beccato la sua chitarra, la foto con lui , ci ha parlato e per giunta jammato..
che dire? ROSIK ESTREMO INVIDIA PURA:D
Rispondi
Re: son contento di trovare...
di mh4818 [user #33798]
commento del 20/04/2013 ore 15:21:17
Ebbene sì, sono proprio io, il "fratello" di Steve, il fortunato vincitore della Iba Jem 555.
Ti posso assicurare che al momento non mi sono reso conto che si stava avverando "il sogno", tanta era l'emozione.
Sudavo freddo, le gambe tremavano e quando mi ha detto che avremmo jammato in Re maggiore
io non mi ricordavo più cosa potesse essere una scala, anzi una nota!!!
Cmq quella notte non dormii, suonai la jem x tutta la notte!
Ancora non riesco a capacitarmi di quanto mi è successo, spesso mi chiedo se ho sognato il tutto,
ma poi apro la custodia, imbraccio la "sacra reliquia" e mi perdo tra le note ed un emozionante ricordo.

STEVE VAI HOLY NOW!

Marco
Rispondi
Re: son contento di trovare...
di DiavoloBianco [user #36907]
commento del 20/04/2013 ore 17:15:3
posso immaginare l'emozione:)
Rispondi
Re: son contento di trovare...
di tormaks [user #26740]
commento del 21/04/2013 ore 06:42:43
ciao,
ho pensato di farti rispondere direttamente dall'eroe....
maks
Rispondi
splendida storia, grazie per averla ...
di xstrings utente non più registrato
commento del 19/04/2013 ore 16:35:42
splendida storia, grazie per averla condivisa ;)


***un attimo per gli imprevisti "accademici" (avevano dimenticato la pila per il pedale di Marco tanto per aggiungere ansia su ansia***

ma a cosa gli hanno collegato la chitarra? scusa ma sono curioso .. heh heh
Rispondi
Re: splendida storia, grazie per averla ...
di mh4818 [user #33798]
commento del 20/04/2013 ore 15:23:03
Era un semplice Boss Metal Zone

Marco
Rispondi
Re: splendida storia, grazie per averla ...
di xstrings utente non più registrato
commento del 21/04/2013 ore 11:47:19
Metal zone? ahhh chissà che lametta di suono ne è uscito! hah hah hah ... ok grazie ;)
Rispondi
Re: splendida storia, grazie per averla ...
di tormaks [user #26740]
commento del 21/04/2013 ore 06:52:57
ciao,
ho preferito farti rispondere direttamente dal "gemello".... un'altra curiosità che ricordo è che usava mandare le basi da un mac portatile e che gli si è "impallato", a quel punto ha esclamato: "allora è vero che si piantano anche i mac!". Per il resto non ha parlato di strumentazione o altro, è stata una lezione sul suo approccio alla musica e storie varie vissute.
Interessantissimo, ma devo essere sincero , poco istruttivo.
Serata memorabile!
Alla prossima.
maks
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Fattoria Mendoza Boogia: l'overdrive distorsore definitivo?
Softube Console 1 SSL SL 4000 E Vs. British Class A Vs. American Class...
Kangra: fuzz e filter da Walrus per Jared Scharff
Gli AC/DC celebrano i 40 anni di "Highway To Hell"
Ronzio dagli amplificatori solo in appartamento
Max Cottafavi: non esistono assi nella manica
Blackstar amPlug2 FLY
Bose L1 Compact: tutto in 13kg
Daniel Kelly II è il vincitore del “Shure Drum Mastery 2019”
Brexit Guitar: dreadnought satirica da Martin
Quadriadi: sviluppi tecnici su coppie di due corde
Igor Nembrini, il guru dei Virtual Amp
Cool Gear Monday: la demo originale del primo Maestro Fuzz-Tone
Philosopher's Rock: Fuzz - Sustainer di Pigtronix
Eco a nastro: sono davvero un capitolo chiuso?

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964