DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Gibson Les Paul Classic 1960
Gibson Les Paul Classic 1960
di [user #26406] - pubblicato il

A dispetto del nome, la Les Paul Classic 1960 si rifà al sound aggressivo di un certo hard rock e tende la mano a territori anche hi gain. Tradizionale nell'aspetto ma di progettazione al passo coi tempi, la sei-corde di Nashville mostra di avere un'anima moderna.
A dispetto del nome, la Les Paul Classic 1960 si rifà al sound aggressivo di un certo hard rock e tende la mano a territori anche hi gain. Tradizionale nell'aspetto ma di progettazione al passo coi tempi, la sei-corde di Nashville mostra di avere un'anima moderna.

La Les Paul Classic 1960 che vi presento è una graziosa signorina piacevole al tatto e alla vista. La rifinitura Tobacco Burst la rende molto elegante, tuttavia, nonostante l’aspetto da gran salone da ballo, la chitarra in questione nasconde un animo aggressivo che si avvicina molto di più al pogo che al valzer.
Non è un caso che le prime Classic si ispirarono alle Les Paul di due mostri come Slash e Page.
Le caratteristiche principali di questa chitarra si possono riassumere nel manico slim taper molto veloce per quelli a cui piace correre, la coppia di pickup con un livello di uscita adatto per scorribande in territori hard rock e le camere tonali che hanno la funzione di alleggerire il mattoncino e contribuiscono a scurirne il suono. Prendete questa informazione con il beneficio del dubbio, perché la questione rimane oggetto di dibattito internazionale.

Gibson Les Paul Classic 1960

La prima impressione che si ha alla vista, quando la si estrae dalla custodia rigida fornita da mamma, Gibson è di aver di fronte un pezzo importante. La qualità liuteristica si respira e il top in acero che si intravede sotto la vernice appaga l’occhio. Chi, come me, non si vuol far intortare da un bel paio di fianchi ma vuole tastare la sostanza a piene mani, potrà confermare l’impressione avuta di primo acchito.
È in mogano con top in acero, al tatto dà la sensazione di essere morbida e comoda, si può godere della precisione nella lavorazione del legno e del binding sul corpo che risale il manico e notare la bellezza della verniciatura del manico. Insomma è proprio bella sia da vedere sia da toccare.
Ma veniamo alla voce di questa signorina. Spiegare un suono a parole non è difficile, è impossibile, quindi i suoni li ascolterete nel video allegato all’articolo. Però ritengo che alcune impressioni sia giusto scriverle.



Con questa chitarra ho registrato due dischi pop rock, un disco punk rock ed è stata utilizzata dal vivo con una cover band rock blues. È una chitarra versatile nonostante i due pickup caratterizzati da un alto livello di uscita, anzi vi dirò di più: in studio di registrazione, per ottenere il suono desiderato in alcune parti di accompagnamento clean utilizzando il pickup al manico (il 496R), ho dovuto pestare come un dannato con il plettro. Quindi tutto dipende dalle situazioni che si affrontano e da come ci si organizza in studio.
Che tutto fosse relativo già lo si sapeva, ma assicuro che non ho avuto problemi a trovare i suoni adeguati in diverse situazioni che comprendono svariati generi musicali. Se si conosce bene questo strumento ci si rende conto che mancano solo il Floyd Rose e lo split da humbucker a single per essere versatile al 100%. Quando poi si passa al crunch/lead con il pickup al ponte (500T ) si sentono gli artigli della signorina che sa fare il mestiere per cui è stata progettata. Giocando con l’equalizzatore si può saltare da un mondo musicale all’altro nel giro di un potenziometro pur mantenendo il carattere Gibson Les Paul.

Nota della Redazione: Accordo è un luogo che dà spazio alle idee di tutti, ma questo non implica la condivisione di ciò che viene scritto. Mettere a disposizione dei musicisti lo spazio per esprimersi può generare un confronto virtuoso di idee ed esperienza diverse, dando a tutti l'occasione per valutare meglio i temi trattati e costruirsi un'opinione autonoma.
Seguici su Twitter
chitarre elettriche classic gibson les paul premio accordo-gibson 2013
Mostra commenti     21
Altro da leggere
Un amore che non tramonta mai: cara mia Stratocaster
La Music Man Kaizen di Tosin Abasi in video
Jeff Beck e la Fender Strat 1957 in video
Come dev'essere la TUA chitarra?
SHG 2022 Vintage Vault: il mito di Wandrè
Spoiler: a Natale tutto sulla Stratocaster
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Visualizza l'annuncio
Gibson Les Paul Slash Signature November Burst NAMM 2020
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
La sindrome del Most Underrated
Come dev'essere la TUA chitarra?
Trent’anni di vintage, usato e novità: le sale di SHG 2022
Raccontami il tuo SHG, io ti racconto il mio
Versatilità e dubbi: l'ampli definitivo?
Amplificatori: abbiamo incasinato tutto?
SHG 2022 Vintage Vault: Isle Of Tone
Dubbi esistenziali: la chitarra più versatile?
Brian May e i Queen su Radiofreccia
Usato? Siete fuori di testa!
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964