HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Accordiani in Cattedra: Ritmiche "Speed Metal" coi Metallica
di [user #33900] - pubblicato il

Servendoci dei Metallica, affrontiamo un'impegnativa lezione di chitarra ritmica metal. Lavoreremo su velocità, resistenza e pulizia esecutiva provando a spingerci persino oltre le velocità originali.
I Metallica sono una band fondamentale nello studio delle ritmiche thrash metal
In questa lezione ci serviremo di tre frammenti estrapolati dal loro repertorio per mettere a dura prova le nostre capacità di chitarristi ritmici. Ho deciso di strutturare ogni esempio come un esercizio graduale di aumento della velocità, da eseguire preservando la massima cura nella pulizia esecutiva e nella pronuncia ritmica.
Ogni file ha un frammento suonato a quattro velocità distinte: lento, andante, velocità originale, velocità estrema. Tra un’esecuzione e l’altra ho lasciato qualche secondo per riprendere fiato e - all’inizio di ogni parte -ci sono otto colpi di hi-hat per prendere il ritmo da sostenere.
Sopra un certo numero di bpm i riff perdono parte della musicalità; ma, all’atto pratico, penso sia sempre utile imparare a suonare i brani anche più veloci rispetto alla versione originale. Questo ci garantirà un maggiore relax esecutivo quando li interpreteremo alla velocità corretta, lasciandoci la possibilità di concentrarci sul tocco e sull’intenzione, piuttosto che sui gesti meccanici da compiere.
 
Accordiani in Cattedra: Ritmiche "Speed Metal" coi Metallica
 
Il primo frammento arriva da “Frayed Ends of Sanity”. E’ un passaggio mirabolante che al primo ascolto non può non sorprendere. 
 


Accordiani in Cattedra: Ritmiche "Speed Metal" coi Metallica
 
Segue il riff di "Battery", una delle cavalcate più selvagge dei Metallica. 
 

Accordiani in Cattedra: Ritmiche "Speed Metal" coi Metallica
 
Per finire, propongo un frammento che sviluppa il downpicking, la coda di “Welcome Home (Sanitarium)” dove si sviluppa anche il solo di Kirk Hammet. Per garantirci quell’effetto tagliente e martellante, caratteristico del dowstroke, evitiamo scrupolosamente la pennata verso l'alto. 

 
Accordiani in Cattedra: Ritmiche "Speed Metal" coi Metallica

Accordiani in Cattedra: Ritmiche "Speed Metal" coi Metallica
 
Bene, spero vi siate divertiti in questo breve, ma intenso, studio sulla chitarra ritmica con i Metallica. Questi spunti vi saranno senz'altro d’aiuto nel metabolizzare un genere affascinante e divertente da suonare.
 
Accordiani in Cattedra: Ritmiche "Speed Metal" coi Metallica
 
Nota della Redazione: Accordo è un luogo che dà spazio alle idee di tutti, ma questo non implica la condivisione di ciò che viene scritto. Mettere a disposizione dei musicisti lo spazio per esprimersi può generare un confronto virtuoso di idee ed esperienza diverse, dando a tutti l'occasione per valutare meglio i temi trattati e costruirsi un'opinione autonoma.
lettori in cattedra metallica
Altro da leggere
Pubblicità
Blackened: il whiskey maturato a suon di...
Suonare "Something" dei Beatles...
Nuova dedica italiana dai Metallica, e...
I Metallica omaggiano Vasco sul palco e...
Pubblicità
Commenti
Bellissimo!!!!A me ad un certo ...
di guitardario [user #36869] - commento del 07/07/2013 ore 10:30:45
Bellissimo!!!!A me ad un certo punto si irriggidisce sempre la mano,per ora non riesco ad andare troppo oltre ad Eye of the beholder....cmq tutta la discografia dei Metallica presenta ritmiche che mettono a dura prova la nostra pennata.
Ti posso chiedere quale strumentazione hai usato per registrare????
Rispondi
Re: Bellissimo!!!!A me ad un certo ...
di Boma [user #33900] - commento del 07/07/2013 ore 11:28:2
Ciao! il fatto che si irrigidisca la mano ad alte velocità è più che naturale. Io suono questo genere da anni, e solo ultimamente ho trovato un modo per suonarlo come mi soddisfa, senza fatica. Alcuni magari hanno più portamento e se la cavano prima, altri hanno bisogno di più tempo (come il sottoscritto), ma se ti ci metti di impegno puoi raggiungere qualsiasi risultato [cit.].

Per le registrazioni ho usato una Gibson SG Special con la distorsione naturale di un Peavey Bandit 112, ripreso con uno shure sm57 dietro il cono. Il suono "grosso" delle chitarre è dovuto al fatto che ho doppiato 4 volte ogni parte, pannando 2 chitarre a sinistra e due a destra
Rispondi
Ottimo lavoro!
di Blackmama [user #27591] - commento del 09/07/2013 ore 14:17:57
Sicuramente utilissimo per chi reputa impossibili alcune parti molto veloci. Imparandole mooooolto lente e velocizzando via via senza commettere errori si possono raggiungere velocità impressionanti. Stetina docet vero Boma?;)
Rispondi
Re: Ottimo lavoro!
di Fabione72 [user #28527] - commento del 09/07/2013 ore 15:00:40
Hai ragione da vendere.

TANTISSIMI anni fa, quando suonavo quel genere, avevo cominciato a fare lentamente master of Puppets e la parte arpeggiata di Fade To Black, accelerandola sempre un po di più, un po di più...

Ha funzionato benissimo, anzi troppo, perchè poi mi sono ritrovato a farla ad una velocità esorbitante... e ho fatto una fatica del diavolo a tornare indietro. ogni tanto, so non stavo concentrato, partivo per la tangente :D

Rispondi
Re: Ottimo lavoro!
di Boma [user #33900] - commento del 09/07/2013 ore 20:34:25
Già. Spesso si vuole correre a tutti i costi sin da subito. Solo dopo si capisce che è possibile farlo solo dopo aver automatizzato i movimenti a velocità ridotte, per poi concentrarsi sulla velocità.
Io l'ho fatto per anni, ma prima o poi tutti crescono :)
Rispondi
Bella lezione. E i sample ...
di angusnoodles [user #13408] - commento del 10/07/2013 ore 13:43:40
Bella lezione. E i sample sono suonati molto bene e con i giusti suoni. Complimenti.
Rispondi
Una curiosità... sul primo sample ...
di Blackmama [user #27591] - commento del 10/07/2013 ore 18:56:12
Una curiosità... sul primo sample di battery (il più lento) nella quarta battuta sbaglio o raddoppi il palm muting sul mi a vuoto?
Rispondi
Re: Una curiosità... sul primo sample ...
di Boma [user #33900] - commento del 11/07/2013 ore 01:16:57
Ragione, me ne sono accorto solo dopo la pubblicazione (aspettavo questa notifica ... vuol dire che state attenti :). Nelle altre velocità e suonato tutto come nelle tab. Chiedo venia
Rispondi
di Ged03 [user #37912] - commento del 05/06/2018 ore 12:15:50
mi pare che le immagini delle tab non funzionino più, così la lezione diventa inutile perchè ci sono solo i file audio, potreste sistemare che mi intessa molto grazie mille
Rispondi
di fraz666 [user #43257] - commento del 07/09/2018 ore 21:30:16
Spettacolo
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Doyle Bramhall II, "Shades": splendida ruvidità e genuinità artistica.
Maurizio Solieri, curiosando "Dentro e Fuori dal Rock'n' Roll"
Basso elettrico: studiare con il metronomo
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964