CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Dalla chitarra all'ukulele: CAGFD
Dalla chitarra all'ukulele: CAGFD
di [user #17844] - pubblicato il

Il CAGED è un sistema caro ai chitarristi per lo studio degli accordi. L'ukulele condivide diverse geometrie con la chitarra e può averne una sua versione, anche se con accordi differenti. Ecco come nasce il CAGFD, uno studio sugli accordi pensato da chitarristi per chitarristi che amano l'ukulele.
Il CAGED è un sistema caro ai chitarristi per lo studio degli accordi. L'ukulele condivide diverse geometrie con la chitarra e può averne una sua versione, anche se con accordi differenti. Ecco come nasce il CAGFD, uno studio sugli accordi pensato da chitarristi per chitarristi che amano l'ukulele.

Il bello di suonare uno strumento a corda è scoprire che anche strumenti apparentemente lontani condividono meccaniche simili. Le geometrie studiate su una chitarra possono adattarsi, per esempio, al manico di un ukulele. Certo, non senza i dovuti accorgimenti.
Dal momento che l'ukulele, come visto in questo articolo, condivide con la chitarra alcune dinamiche riguardanti accordatura e posizioni, anche lo studio degli accordi può risultare quasi intercambiabile. Studiando le diteggiature basilari degli accordi su ukulele si scoprirà presto che anche il CAGED, un must per i chitarristi, può essere tranquillamente portato sul piccolo manico a quattro corde.

Cos'è il CAGED
Su chitarra, il sistema CAGED è un riferimento universalmente riconosciuto per quanto riguarda la visualizzazione degli accordi sulla tastiera. Grazie a esso è possibile orientarsi più facilmente lungo il manico e trovare diteggiature alternative per accordi e arpeggi senza dover imparare posizioni nuove. Il sistema, infatti, si basa sui cinque shape fondamentali per gli accordi maggiori su chitarra: C (Do), A (La), G (Sol), E (Mi), D (Re). Trasportati attraverso i tasti, questi danno vita ad altri accordi e, usando il sistema con un pizzico di ingegno, si riesce a suonare qualunque accordo in più punti della tastiera, tutto a vantaggio della praticità e del sound che ne scaturisce.
Il sistema CAGED e le sue applicazioni per orientarsi al meglio lungo la tastiera della chitarra sono stati illustrati in questo articolo.

Da CAGED a CAGFD
Anche l'ukulele, lontano parente della chitarra, può avere un CAGED tutto suo.
Il principio è identico: prendere gli shape (o le diteggiature) fondamentali per gli accordi maggiori in prima posizione (a ridosso del capotasto) e sfruttarli per ricavare altri accordi in zone diverse del manico.

Se per la chitarra gli shape fondamentali sono G, A, G, E e D, per l'ukulele bisogna considerare l'accordatura differente che vi si adotta.
In questo articolo sono illustrate le accordature più comuni per ukulele. La GCEA è senza dubbio la più diffusa, ed è quella intorno alla quale sarà illustrato questo metodo.

Con questa accordatura, le forme degli accordi maggiori fondamentali che potremo formare in prima posizione saranno C, A, G, F e D. Le diteggiature sono nell'immagine in basso, con le toniche in blu.

Attenzione. Date le dimensioni minute della tastiera dell'ukulele, alcuni accordi potrebbero risultare ostici in determinate posizioni. In questi casi, è possibile omettere alcune note. Per esempio, nell'accordo di F la prima corda suona un C all'ottava superiore rispetto alla terza corda, e se lo lasciamo vibrare a vuoto suonerà un A all'unisono con la quarta corda. Anche nell'accordo di D la prima corda a vuoto suona un A all'unisono con la quarta corda, si può quindi pensare di ometterla oppure di suonare l'accordo come un unico barrè al secondo tasto: la prima corda suonerà un B, formando così un accordo di D6.

Dalla chitarra all'ukulele: CAGFD

Da qui si comincia per costruire il proprio sistema CAGED, o meglio, CAGFD.
Prendiamo come riferimento l'accordo di C (Do). Ciò che dobbiamo fare è suonare lo stesso accordo lungo tutta la tastiera, ma dobbiamo riuscirci senza imparare nuove diteggiature (non sia mai!).
Il ragionamento è piuttosto semplice: trasportiamo le altre diteggiature in avanti affinché la tonica cadrà sulla nota C. Così facendo, quell'accordo sarà nient'altro che un C, solo con una diteggiatura diversa.
Prendiamo quindi l'accordo di A maggiore e spostiamolo avanti di un tono e mezzo: la tonica ora sarà sulla nota C, e quello che abbiamo sotto le mani è un accordo di C maggiore, ma con la diteggiatura di un A maggiore. Facciamo lo stesso con l'accordo di G: spostiamolo in avanti due toni e mezzo, e avremo ancora C, ma con lo shape di G.
Trasportando tutti gli shape, il risultato sarà il seguente.

Dalla chitarra all'ukulele: CAGFD

Questo lavoro ci permetterà di fare due cose. Da una parte avremo fatto pratica nel contare intervalli e riconoscere note sulla tastiera dell'ukulele, dall'altra avremo imparato quattro nuove diteggiature per ognuno degli accordi fondamentali.
Da questo punto in avanti basterà individuare la tonica sulla tastiera per costruirci sopra l'accordo maggiore che vorremo, usando semplicemente lo shape adatto al caso.

In video è mostrato dapprima il procedimento da fare per trasporre gli shape lungo la tastiera.
Poi è mostrato l'accordo di C maggiore preso lungo la tastiera sfruttando i diversi shape del CAGFD.
Infine è mostrato un semplice giro di tre accordi (C, F, G) preso prima con le diteggiature tradizionali, poi con quelle ricavate dal nuovo sistema. La sonorità dell'accompagnamento cambierà e, oltre ad arricchire il sound del mix qualora si suonasse insieme a un chitarrista o un secondo ukulele, abbellimenti differenti per gli accordi saranno a portata di mano grazie alle nuove diteggiature.


Il principio alla base del sistema CAGFD è applicabile anche agli accordi minori e può rappresentare un ottimo allenamento per memorizzare quali note compongono ogni accordo e quali gradi alterare per passare da un maggiore a un minore e viceversa.

Dalla chitarra all'ukulele: CAGFD
lezioni ukulele
Link utili
Scegliere e accordare l'ukulele
Ukulele: accordi da chitarristi
CAGED
Mostra commenti     0
Altro da leggere
Come ripartire da zero
Registrare la batteria: ambiente e microfoni
Peppino D'Agostino: comporre con le accordature aperte
Essere versatili è la via per l'originalità
Chitarra Metal: come si fa un'armonizzazione per terze
Come suonare "Rockin' in the Free World" di Neil Young
Seguici anche su:
News
La Strat interamente fatta di pastelli colorati
Guarda John Mayer presentare GarageBand per Apple nel 2004
Ascolta New Horizons: il nuovo singolo di Brian May
I temi chitarristici più caldi del 2018
Impara a suonare e a tenere il palco con Carlos Santana
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964