CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Aspettando SHG Napoli 2014: CostaLab
Aspettando SHG Napoli 2014: CostaLab
di [user #116] - pubblicato il

Costantino Amici ha in serbo diverse sorprese per il Second Hand Guitars di Napoli 2014. Insieme alla sua ricca esposizione di stompbox e un controller inedito, CostaLab offrirà ai visitatori di SHG un esclusivo concerto programmato per la serata di sabato 12 aprile.
Costantino Amici ha in serbo diverse sorprese per il Second Hand Guitars di Napoli 2014. Insieme alla sua ricca esposizione di stompbox e un controller inedito, CostaLab offrirà ai visitatori di SHG un esclusivo concerto programmato per la serata di sabato 12 aprile.

Grazie ai suoi prodotti sempre attenti alle necessità dei musicisti e capaci di vantare qualità progettuali e costruttive di primo livello, CostaLab è diventato un riferimento nel panorama dell'effettistica made in Italy. Gli stompbox saranno ora affiancati da una nuova pedaliera con cui controllare il proprio rig per intero, dicendo addio ai tip-tap e ai complessi manuali d'istruzioni. I visitatori saranno invitati a vedere e toccare con mano la novità in anteprima assoluta.
Ma l'esperienza non si ferma allo stand, infatti la sera di sabato 12, primo giorno dello show, si esibirà per CostaLab il trio formato da Lello Panico, Lello Somma e Gino Izzo. Insieme agli altri endorser CostaLab, i musicisti si tratterranno inoltre allo stand per l'intero weekend, per offrire dimostrazioni e scambiare opinioni e consigli con i visitatori.
Costantino Amici ci racconta nel dettaglio le potenzialità della sua nuova pedaliera e di offre alcune anticipazioni sul suo SHG di Napoli 2014.

Di solito chiediamo un po' di storia dell'azienda. Questa volta invece vorrei che mi raccontassi quello che è, secondo te, l'evento più importante nella storia del tuo brand, che lo ha segnato rendendolo ciò che è oggi.
CostaLab è nata da una grandissima passione, un trasporto verso gli argomenti musicali e chitarristici che ho avuto da sempre.
Non credo ci sia un evento in particolare che abbia reso possibile la mia presenza sul mercato odierno.
Penso più che si tratti di una questione di scelte quotidiane, dettate dal voler produrre oggetti che abbiano un suono originale e professionale, realizzati con la massima cura possibile. Spesso si tratta di scelte non economicamente vantaggiose ma questo, almeno così credo, mi ha permesso di portare i miei prodotti a un buon livello conoscitivo, italiano ma anche mondiale.
Con grande soddisfazione e in modo crescente, vedo parlarne in giro nei vari contenitori del web. Sempre più, gli utilizzatori dei miei prodotti spontaneamente realizzano piccole recensioni o video dove parlano del loro CostaLab. Ho anche la fortuna di avere degli endorser internazionali quali Steve Hackett, Carl Verheyen e Mike Mondesir, oltre una buona quantità di bravissimi italiani.
Mondesir è stato ospite della scorsa edizione di Novembre di SHG al mio stand e, insieme a Davide Pannozzo e a Carmine Bloisi, ci hanno regalato un bel momento di grande musica durante il concerto del sabato sera.
Insomma, io sono convinto che l’andare avanti in questo nostro mestiere sia frutto di un lavoro quotidiano, di impegni che cerco di rispettare, di qualità alla quale non voglio rinunciare e anche a un pizzico di fortuna, che non guasta mai.

Aspettando SHG Napoli 2014: CostaLab

La Mostra d'Oltremare sarà gremita di stand di ogni genere. Cosa avete preparato per spiccare tra la folla e attirare a voi i visitatori?
Per questa edizione, e contro le mie previsioni, presenterò un nuovo prodotto al quale lavoravo da tempo.
Non si tratta dei due nuovi distorsori dei quali ho portato i prototipi nella scorsa edizione di novembre. Questi due progetti infatti, sono stati momentaneamente "scavalcati" dallo Smartlab.
Smartlab è una pedaliera switcher costruita sulla base di principi di immediatezza, affidabilità e robustezza.
Un prodotto pensato per funzionare senza leggere il manuale di istruzioni, che permette un uso comodo, semplice ma anzitutto immediato.

Ecco alcune caratteristiche:
- 8 Loop di cui 6 in linea, e due con possibilità di inserimento nel Send Return dell’amplificatore, oppure in linea con gli altri
- due ingressi selezionabili per rapidi cambi chitarra
- con un apposito switch, il secondo ingresso si tramuta in uscita accordatore che mette in mute la macchina mentre si accorda
- due uscite per gli amplificatori, selezionabili e memorizzabili
- quattro switch di servizio per gli amplificatori (due per amplificatore, anche questi selezionabili e memorizzabili) per attivare cambi canale, riverberi ecc.
- possibilità di editing all’interno delle memorie per inserire o disinserire effetti senza alcuna azione aggiuntiva
- memorizzazione immediata delle patch con la pressione di un solo footswitch.
- memorie interne che permettono l’utilizzo della macchina senza dispositivi esterni
- MIDI In e MIDI Out che consente l’interfacciamento totale da e verso macchine MIDI
- pannello superiore inclinato che consente l’utilizzo senza pressione accidentale di altri switch.
Sistema di switch realizzato con relè a contatti dorati, specificamente studiati per l’uso nelle telecomunicazioni (quindi per segnali molto più delicati di quello della chitarra), particolarmente silenziosi.

Chi ci verrà a trovare allo stand avrà la possibilità di vedere e provare la nuova macchina.
Non solo, durante la nostra demo di domenica (Palco 4 ore 12:15), il mio endorser storico Riccardo Corso ne dimostrerà tutte le caratteristiche e le funzioni nel dettaglio.
Per finire, CostaLab porterà altri due endorser allo stand:
Il chitarrista Lello Panico e il bassista Lello Somma, un casertano e un napoletano che quindi "giocheranno in casa".
Oltre ad essere presenti allo stand per tutta la durata della manifestazione, insieme a batterista Gino Izzo ci regaleranno un sabato sera di grande musica sul palco di SHG.

E cosa farete, invece, per fare in modo che i visitatori tornino da voi anche dopo la fine di SHG?
CostaLab, come ho detto in altre occasioni, è anche un laboratorio di assistenza tecnica. Sempre più spesso capita che il cliente che ha comperato uno dei miei prodotti, torni per un lavoro di riparazione, una modifica o una personalizzazione. Questo mi rende particolarmente soddisfatto perché si instaura un rapporto con la gente che va oltre il semplice acquisto di un prodotto.
Molto spesso queste persone mi chiamano per un consiglio, per una delucidazione e io, da chitarrista e appassionato, do sempre tutta la mia disponibilità.

C'è un prodotto o un'iniziativa in particolare che non vedi l'ora di condividere con i visitatori di SHG?
Di prodotti e iniziative ne abbiamo parlato già.
Quello che aspetto con ansia di condividere con i visitatori è il rapporto umano, le chiacchiere fatte in mezzo alla confusione discutendo su questa o quella problematica o su questo o quel prodotto.
Si impara tanto dalla gente, ciascuno con la propria esperienza, col proprio modo di vedere le cose.
Torno sempre arricchito da queste manifestazioni, nel bene o nel male imparo sempre qualcosa.
Venite a trovarci.

Aspettando SHG Napoli 2014: CostaLab
aspettando shg e ritmi show costalab interviste second hand guitars 2014 napoli
Link utili
CostaLab
Second Hand Guitars
Mostra commenti     1
Altro da leggere
Sostenibilità, Koa e progettazione acustica: parla Andy Powers per Taylor Guitars
Andy Mooney: “i bassisti sono più aperti dei chitarristi”
Crescono i musicisti, torna il palissandro, arriva il custom: Eko sul prossimo futuro della chitarra
Crisi pandemica e rincari: "Niente speculazione: è sopravvivenza"
Line 6 Helix dall'home recording ai grandi palchi: Lapo Consortini racconta
Ibanez rivoluziona le RG Premium per il 2022: raccontate dai musicisti
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
La straordinaria storia dei Pistole e Rose
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica
PianoVision: impara il piano nel metaverso
Gibson vince su Dean: la Flying V non è uno shape generico
La chitarra torna protagonista con “Kill or be killed” dei Muse
Ecco le Fender dei Minions: prezzi a partire da 48mila dollari
Paul Gilbert: “Perché modificare una chitarra perfetta? Per farla s...
Guitar hero: la mia Top10
Il viaggio infinito e la Top5 dei desideri
La scena EPICA della BC Rich in Stranger Things 4
Un chitarrista, cinque contraddizioni
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964