CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Ovation USA chiude
Ovation USA chiude
di [user #116] - pubblicato il

Fender Musical Instruments, gruppo proprietario del brand Ovation, ha annunciato la chiusura dello stabilimento di New Hartford, Connecticut. La produzione Ovation non cesserà del tutto, ma si sposterà al di fuori degli Stati Uniti.
Fender Musical Instruments, gruppo proprietario del brand Ovation, ha annunciato la chiusura dello stabilimento di New Hartford, Connecticut. La produzione Ovation non cesserà del tutto, ma si sposterà al di fuori degli Stati Uniti.

Chiude, dopo 47 anni di attività, la storica fabbrica Ovation nel Connecticut.
Avviata da Charles Kaman quasi per caso adattando alla liuteria uno stock di legni inizialmente acquistati per realizzare rotori di elicottero, in mezzo secolo Ovation ha segnato un nuovo standard nella scuola acustica.
Le inconfondibili flat top con retro bombato hanno conquistato artisti del calibro di John Lennon e Paul Simon, oltre a mettere insieme una folta schiera di semplici appassionati e puristi del Lyrachord (fibra di vetro con cui sono realizzati i body delle chitarre Ovation).
Adesso Fender, proprietaria del marchio dal 2007, annuncia l'interruzione della produzione americana per le chitarre Ovation.

Le motivazioni che hanno lasciato a casa circa cinquanta lavoratori sono "condizioni del mercato" e "volume della produzione insufficiente". A partire da giugno le Ovation cominceranno a essere realizzate unicamente in oriente, per la precisione in Cina, Corea Del Sud e Indonesia.

Ovation USA chiude

Anche un colosso come Fender sente quindi il peso della crisi e soffre i mutamenti del mercato. Richard Hall, un dipendente dello stabilimento, ricorda: "Negli anni '70 e '80, praticamente ogni grossa band in tour suonava Ovation". Oggi, invece, le richieste di modelli made in USA non sono abbastanza perché la fabbrica abbia motivo di essere.

In un momento in cui il settore della chitarra acustica pare reagire meglio al ridimensionamento del mercato degli strumenti musicali rispetto all'elettrico, la notizia può suggerire alcune riflessioni. Mentre i piccoli brand crescono e l'offerta di strumenti acustici diventa sempre più variegata e dettagliata, i materiali sintetici e le soluzioni innovative di Ovation fanno un passo indietro. Che sia l'inizio della fine per un'icona americana?

Ovation USA chiude
chitarre acustiche ovation
Link utili
Ovation
Mostra commenti     52
Altro da leggere
California Player Series: restyling per le acustiche Fender accessibili
Sostenibilità, Koa e progettazione acustica: parla Andy Powers per Taylor Guitars
M-240E Troubadour: tradizione folk in prova con Guild
Ecco le Fender dei Minions: prezzi a partire da 48mila dollari
Andy Mooney: “i bassisti sono più aperti dei chitarristi”
Al via una class-action contro Fender
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Ovation 1619-1 Custom Legend 1981
Visualizza l'annuncio
Ovation Folklore 6774-4 anno 1995
Seguici anche su:
Altro da leggere
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato
In vendita la Gretsch White Falcon dei Foo Fighters
TAD Redbase: valvole contro la crisi
La straordinaria storia dei Pistole e Rose
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964