CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Piccola riflessione, voi che ne pensate?

di [user #34231] - pubblicato il
Cari amici,

quest'oggi non vi tedierò sottoponendo alla vostra attenzione la mia prova di un qualche prodotto, o della mia ultima produzione...
Cerco invece la vostra opinione per sentire come la pensate, riguardo ad una cosa che mi sta molto a cuore
Vi chiedo di rispondere ad una semplice domanda (per altro già emersa in passato su queste stesse coordinate, mi sembra).
La domanda è questa: Noi musici dal vivo siamo ormai una specie in via di estinzione?
Abbiamo ancora un senso nelle realtà medio/piccole?

E ora, intanto che assorbite il/i quesito/i e me li rielaborate, vi spiego l'antefatto.
Sabato sera abbiamo suonato dal vivo.
Bella festa di paese, cucina, famiglie (non proprio il nostro setting ideale, siamo un pò troppo cattivelli, questo è vero...) ecc. ecc. ecc.
Insomma, siamo stati in ballo 12 ore dal momento in cui sono uscito di casa a caricare la macchina a quello nel quale sono ritornato a notte fonda per cercare una branda, distrutto, dove poggiare le mie membra.
Abbiamo suonato bene, ci hanno anche pagato (benissimo pure quello)... e allora, direte voi?
Allora... entusiasmo 0, zero, niet, nothing, nada.
Subito prima della nostra esibizione (abbiamo dovuto ritardare di qualche minuto l'inizio a tal proposito) è salito sul palco un calciatore che dall'anno prossimo entrerà a far parte di una notissima squadra di serie A. 
Ha firmato palloni, che poi venivano venduti ai presenti e presenziato ad un'asta con le sue magliette ed equipaggiamenti di gioco. Tutto per beneficenza, quindi è stato anche molto bravo il tipo, ha fatto il suo dando un esempio molto bello di umanità (e, credetemi, scritto dal sottoscritto che odia profondamente il calcio per il suo appeal mediatico e tutto quello che ci gira intorno come tifoseria, non è cosa di poco conto).
Tendone con il calciatore strapieno. Strapieno, fiotti di ragazzi e ragazze, più o meno adulti e giovani. Entusiasmo a mille.
Cominciamo a suonare noi, nel giro di un'ora (sulle due previste) nel tendone sono rimasti i soli aficionados + parenti e amici. Gente del posto solo due mitici ragazzi entusiasti che ci hanno anche chiesto il bis. Gli darei una medaglia, se vado avanti con queste cose è per gente come loro!
Ora io non discuto, possiamo anche fare schifo (probabilmente) però è innegabile che l'interesse per la musica suonata dal vivo, la novità, le proposte non veicolate mediaticamente, nel nostro paese, non occupano più nessun posto nella testa e nel cuore degli italiani.
Almeno questo è ciò che temo e penso, aiutatemi a capire se è una mia impressione o la condividete con me.

Pace e buona musica a tutti
Dello stesso autore
Il nostro primo video!
Un po' folle
Stanzetta insonorizzata fai da te
5 dicembre!
Musica dal vivo: vittoria!
Due nuovi video (backing track inside)
Finalmente eccoci!
Dangelo Guitar Contest
Loggati per commentare

Come ti capisco. ......
di invioinvio [user #30752]
commento del 23/06/2014 ore 15:11:55
.....succede succede succede talmente spesso.....con la musica propria il tutto è ancora più amplificato e difficile. ....credo che l italiano medio, per quel che riguarda certe cose a vilte sia sbadato. ...per usare un eufemismo! Tieni duro
Rispondi
Re: Come ti capisco. ......
di Hefexor [user #34231]
commento del 23/06/2014 ore 16:27:02
in effetti poi riprendendomi dal "down" nell'arco della giornata ho pensato a quei due ragazzi che hanno gridato due ore per sostenerci, perfetti sconosciuti... degli eroi!

Fosse anche per due soli di loro andremo avanti!

p.s. però temo che siamo veramente una specie in via d'estinzione
Rispondi
Scusami
di herrdoctor [user #18849]
commento del 23/06/2014 ore 16:10:54
ma vorresti paragonare quello che fai (in Italia) con il calcio?
So che vorresti sicuramente un minimo di comprensione e appoggio, ma
credo che ci sia poco da fare e ovviamente non è una tua impressione.

Con il calcio si vincono le elezioni....
;)
Rispondi
Re: Scusami
di Hefexor [user #34231]
commento del 23/06/2014 ore 16:27:3
hai ragione...

quello e gli 80€ in busta ghghghgh

perdonatemi... non ce l'ho fatta a non citarli :D
Rispondi
tenete duro! Se fossi stato ...
di alftheking [user #7473]
commento del 23/06/2014 ore 16:55:42
tenete duro!
Se fossi stato presente mi sarei fermato anche io a sentirvi (sempre che la vs. musica fossi attinente ai miei gusti) , mentre ti assicuro che con una cover band dopo un paio di pezzi sarei andato via
Purtroppo nelle band odierne manca la voglia di mettersi in gioco.
Posso capire la voglia di suonare, oppure di racimolare qualche soldo (le cover band hanno piu' occasioni di esser retribuite rispetto a chi propone pezzi propri), ma - è la mia semplice opinione - chi sa suonare bene dovrebbe mettere a frutto il proprio talento
Poi magari non approderà a niente, ma conviene sempre provarci.

Quindi te e la tua band avete tutta la mia stima

Rispondi
Re: tenete duro! Se fossi stato ...
di Hefexor [user #34231]
commento del 23/06/2014 ore 18:34:24
Capperoazolina!

grazie mille! Pippo pippo pippo ch eemozione!

a dire il vero non siamo proprio duri e puri eh... quando facciamo serate così mescoliamo pezzi nostri a cover... altrimenti due ore a chi ti ascolta non passano più...

Cmq posso dire che scegliamo cover molto particolari, a volte anche sconosciute proprio per variare molto
Rispondi
Io ormai mi sono abituato... ...
di aleck [user #22654]
commento del 23/06/2014 ore 16:57:30
Io ormai mi sono abituato... Qui è una lotta continua. Quando si uniscono le parole evento e musica si pensa 90% dei casi DJ, 5% karaoke, 5% musica suonata... Ormai :P io lo faccio per divertimento e basta, se piace o meno son cazzi loro
Rispondi
Re: Io ormai mi sono abituato... ...
di herrdoctor [user #18849]
commento del 23/06/2014 ore 18:17:53
hai ragione...
Rispondi
Re: Io ormai mi sono abituato... ...
di Laceblues [user #7285]
commento del 24/06/2014 ore 15:40:21
.....sante parole! Quoto! resta solo il rammarico e la faticaccia per mettere insieme impianto e tutta l'attrazzatura, che nel nostro caso, è notevole.
Rispondi
> le cover band hanno piu' occasioni di esser retribuite
di Claes [user #29011]
commento del 23/06/2014 ore 18:42:35
Il pubblico: è piuttosto difficile imporsi con pezzi e sound proprio se non si è già conosciuti, stars se non superstars. Cambiare lavoro è da considerare... DJ, Rap...

Le cover band hanno il lavoro assicurato! Vi è pubblico vecchiotto per gruppi più o meno vintage che non esistono più. Per un pubblico più giovane sembra che il Heavy Metal sia molto popolare - tutto questo da noi, ma è forse pure il caso in Italia.
Rispondi
Ciao, io penso che quando ...
di George S.L.A [user #10210]
commento del 23/06/2014 ore 22:11:25
Ciao, io penso che quando si fa musica dal vivo il primo obbiettivo sia quello di intrattenere (piacevolmente) il pubblico, se ciò nn accade è giusto che scaturisca una riflessione, come in realtà hai fatto, io per primo amo ascoltare musica live, mas se il genere proposto nn mi aggrada nn mi creo problemi ad allontanarmi, questo nn significa che nn mi piaccia ascoltare musica live, solo che ciò che in quel momento viene suonato o cantato nn riscontra il mio interesse, e quindi da parte di chi suona dovrebbe scattare un meccanismo di autoriflessione, e chiedersi dove si è sbagliato, se in qualcosa si è e sbagliato, io farei magari in quelle occasioni più cover inframmezzandoli con brani vostri e nn il contrario, così da perceprire o meno l'interesse del pubblico, poi quando si formerà un seguito vostro potreste invertire i rapporti.
Detto tutto con spirito costruttivo..
Rock on!

P.s.: che poi tutto il panorama musicale sia omologato e che sia difficilissimo emergere questo è risaputo...
Rispondi
Re: Ciao, io penso che quando ...
di Hefexor [user #34231]
commento del 24/06/2014 ore 08:23:58
Ok, va bene comprendo il ragionamento, ma, almeno per la prima parte non lo condivido.
Io suono cover e pezzi miei e faccio al pubblico una proposta. Non gli piace, amen, sarà per un'altra volta e/o un altro locale.
Il punto dell'articolo è un altro: quanto abbiamo ancora senso IN GENERALE in italia oggi, considerando l'attenzione media che ci viene dedicata?
Al di là del genere suonato, non è un discorso di "piacioneria", è un discorso di attivismo culturale... siamo un paese sempre più omologato che a casa mia significa contestualmente anche "morto".

salùt
Rispondi
Dipende, questa è la risposta ...
di alexus77 [user #3871]
commento del 23/06/2014 ore 22:30:05
Dipende, questa è la risposta breve. Dipende da quello che il tuo pubblico (reale o potenziale) vuole e da quello che offri. Se hai giovani che vogliono ballare e tu gli fai Hendrix e Led Zeppelin, non funge... idem se hai gente da balera e gli fai Lady Gaga. Però è vero che la cultura musicale in Italia scarseggia e che quindi trovare un pubblico ricettivo sia difficile. Voi che suonate, per curiosità? Che avete nella setlist?
Rispondi
Re: Dipende, questa è la risposta ...
di Hefexor [user #34231]
commento del 24/06/2014 ore 08:26:21
A parte i pezzi nostri (potete dargli un ascolto alla mia pagina soundcloud ---vai al link ---), abbiamo alcune cover.
Alcune, per scelta conosciute solo da pubblico che ama musica alternative, altre di più ampio pubblico.
Ad esempio:

- Born to be wild
- Where is my mind
- Time is running out
- Song 2
- Are you gonna be my girl
- Rebel Yell
- Foxy lady
- Walking by myself
- Violent Pornography

e altre
Rispondi
Come ho già scritto in ...
di sdl [user #5004]
commento del 24/06/2014 ore 00:06:09
Come ho già scritto in un'altra discussione, credo che il vero problema della musica dal vivo in Italia non siano i gestori, i locali male attrezzati, il sistema normativo, ecc...ma sia prima di tutto il pubblico! Io dopo anni di musica "seria" (dal prog al rock settantiano, al blues passando per hard rock, un tributo si muse e un gruppo nu metal) ho finito per suonare esclusivamente rockabilly: mi piace (anzi e' stato il mio primo amore), facciamo un sacco di casino (specie grazie ad un cantante che oltre ad essere bravo e' un animatore nato, chiama la gente sul palco, la fa ballare, ecc...) e in generale il pubblico "si muove" (anche grazie ad una scaletta pensata esclusivamente per questo). Certo...mi diverto un botto, ma mi rendo conto che la musica viene messa un po in secondo piano (e a me va benissimo cosi): direi 70℅ intrattenimento e 30℅ musica, almeno nella percezione del pubblico (perche' poi noi cerchiamo comunque di fare le cose per bene, proviamo molto, ecc...). Sinceramente non ho mai avuto tante soddisfazioni in termini di feedback dal pubblico fino a quando non ho iniziato a ragionare cosi...e adesso mi diverto molto di più!
Rispondi
Re: Come ho già scritto in ...
di Hefexor [user #34231]
commento del 24/06/2014 ore 08:30:13
Questo in effetti è un punto di vista interessante.
E' un ragionamento che avevo avviato tempo addietro... tuttavia, essendo io poco propenso allo show duro e puro e mancando di un frontman in senso stretto (sono solista, voce principale e in generale "dirigo" un pò il tutto), stavamo ragionando su vie alternative.
In effetti quello verso il quale stavo rivolgendo la mia attenzione è più una cosa, ocio che arriva il paragone della madonna, alla "Pink Floyd".
A detta dello stesso Gilmour, la loro attitudine per gli show grandiosi, nacque rendendosi conto di non essere grandi uomini di spettacolo, decisero quindi di creare un setting scenografico che compensasse. Ecco una robetta così :D
Rispondi
Re: Come ho già scritto in ...
di sdl [user #5004]
commento del 24/06/2014 ore 08:52:14
Già...paragone "in grande" ma in fondo e' vero. Io personalmente, che come tutti noi in quanto musicisti mi ritengo un ascoltatore un po superiore alla media, anche in occasione di concerti "seri" dopo un po mi annoio se il gruppo non sa coinvolgere il pubblico. Ad esempio...dopo mezz'ora di un concerto dei Dream Theater mi annoio. Poi sono convinto che di modi per coinvolgere il pubblico ce ne possano essere molti. Alcuni giocano sull'atmosfera (rimanendo in ambito prog, ad esempio, mi ha sempre molto coinvolto il Banco), altri sulle scenografie (Pink Floyd), altri ancora magari si spingono a livelli kitsch, al limite della pagliacciata, ma alla fine hanno un super impatto (Rammstein, ad esempio)...pero' alla fine anche l'attenzione del pubblico va conquistata: la stra grande maggioranza ha voglia prima di tutto di intrattenimento, e tanto più i "mezzi" scarseggiano (cioe'...e' chiaro che se uno suona in un'arena con 50 metri di palco e maxi schermi, un po di intrattenimento lo fa la location stessa), tanto più bisogna essere bravi a tenere alto l'interesse, anche a costo di far passare la musica (un po) in secondo piano. E questo, all'80℅ lo fa il front man.
Rispondi
Ti capisco... Dalle mie parti ...
di Farloppo [user #27319]
commento del 24/06/2014 ore 00:41:01
Ti capisco... Dalle mie parti è un disastro quasi completo (negli utlimi 5 anni avranno chiuso il 50% dei locali dove si suonava live e l'altra metà non fa più suonare). Qualche baluardo esiste ancora ma purtroppo è difficilissimo per una band come la mia trovare spazio per suonare (facciamo pezzi nostri, non pesantissimi ma nemmeno leggeri leggeri). Purtroppo la maggior parte dei locali cerca gente che porti pubblico (quindi o cover o tributi, comunque niente misantropi come noi) oppure fanno solo musica estrema...
Rispondi
Re: Ti capisco... Dalle mie parti ...
di Hefexor [user #34231]
commento del 24/06/2014 ore 08:31:10
Appunto...

A meno che uno non voglia suonare gratis... a quel punto ti si spalancano diverse porte però... che vadano anche affa,,,
Rispondi
Che musica fate? di conseguenza... ...
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 24/06/2014 ore 10:29:33
Che musica fate?
di conseguenza... per chi la fate? nel senso... a quale target vi proponete?
Pensateci, a volte la risposta sta tutto nel "mi piace / non mi piace"
Rispondi
Re: Che musica fate? di conseguenza... ...
di Hefexor [user #34231]
commento del 24/06/2014 ore 11:29:03
sisi chiaro chiaro...
ad ogni modo la questione che proponevo è proprio un ragionamento di fondo sull'appeal che la musica dal vivo offre nei confronti degli interessi della gente in italia, in questi ultimi anni.
Quando suonavo a 18-20 anni mi ricordo sempre tendoni e piazze piene... E si suonava cmq nei paesi.
Rispondi
Ho ascoltato qualche vostra canzone ...
di angeletto [user #21395]
commento del 25/06/2014 ore 07:58:55
Ho ascoltato qualche vostra canzone sulla tua pagina soundcloud. Secondo me siete bravi, anche il suono della chitarra mi piace molto, quindi non devi buttarti giù assolutamente.
Probabilmente quella serata era semplicemente così, oppure boh...
In bocca al lupo
Angelo
Rispondi
Re: Ho ascoltato qualche vostra canzone ...
di Hefexor [user #34231]
commento del 25/06/2014 ore 08:18:09
Angelo che dire...

Grazie mille, sono anche cose come queste che mi fanno andare avanti a scrivere musica!

grazie, grazie, grazie!
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Trasformare il nervoso in una melodia allo slide
Teoria, musica d'insieme e ascolti guidati per i batteristi
Frontiers Rock Festival VI , il 27 e 28 aprile al Live Music Club
Gli artisti devono essere inguaribili ottimisti
Millencolin due date live in Italia
Bose Professional, innovazione e tradizione a MIR 2019
Rubber Soul: combo british in scatola
Preamplificatori da sogno: Rockett Revolver
Switchblade Pro: somma, commuta, inverti con uno switch
Looperboard: loop station avanzata da HeadRush
Nembrini Audio PSA1000 Analog Saturation Unit e PSA1000Jr
Slö: riverbero Multi Texture
L'ottava edizione di Piano Milano City
Anche Way Huge nella guerra dei Klon
Game Of Thrones suona Fender

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964