CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Le vernici della Stratocaster
di [user #36241] - pubblicato il

Ogni aspetto costruttivo in uno strumento influisce sul suono o sul feeling che questo regala al musicista, e le finiture non fanno la differenza. Storicamente, le Stratocaster hanno visto susseguirsi numerose varietà di vernici. Ecco le principali con le loro caratteristiche.
Quello delle vernici è un argomento trattato e ritrattato, ma un ripasso non ha mai fatto male a nessuno. Le vernici che è possibile trovare comunemente sulle Strat sono di tre tipi: nitrocellulosa, poliestere e poliuretanica.

Nitrocellulosa
La nitrocellulosa è la scelta Fender più tradizionale e antica. Nell'ottica della produzione industriale è una vernice di difficile applicazione perché impiega più tempo a seccarsi rispetto alle controparti, è difficile da smaltire e richiede molti più passaggi produttivi. Al tatto, sulle chitarre, restituisce una sensazione piacevole, naturale e legnosa. Viene più comunemente chiamata “nitro”, è piuttosto delicata e nella versione tradizionale tende a ingiallire e a spaccarsi non essendo particolarmente elastica. Tende, inoltre, a consumarsi a causa della frizione della pelle e dei vestiti. Nonostante tutto è altamente traspirante e lascia che il legno, negli anni, stagioni raggiungendo un equilibrio di umidità e favorendo le vibrazioni.
La nitrocellulosa viene in genere stesa in quantità parsimoniose. Ciò permette di avere uno strato di vernice molto sottile che dona allo strumento, secondo le mie sensazioni, un suono particolarmente caldo, delicato, “legnoso” e acustico.
 
Le vernici della Stratocaster

Poliestere
Per motivi di logistica industriale, quella al poliestere è la vernice che sostituì storicamente la nitrocellulosa. Si tratta infatti di una vernice di più veloce applicazione ed essiccamento che richiede pochissimi passaggi di lavorazione. Attualmente si trova in genere anche sulle chitarre più economiche. È inoltre facile da smaltire in quanto, essendo una vernice bicomponente, una volta catalizzata ed essiccata diventa praticamente come un pezzo di plastica.
La poliestere viene in genere stesa praticamente a secchiate, successivamente levigata e lucidata a specchio. Normalmente, infatti, si trovano strati molto spessi di vernice che chiudono ermeticamente il legno in un'armatura non traspirante. È molto dura, resistente e dalla consistenza vagamente vetrosa. Per sua natura, la poliestere permette di avere uno strato di vernice perfettamente liscio e lucido a scapito della naturalezza al tatto. Spesso questa vernice comunica una sensazione di appiccicoso e innaturale. La durezza di questo tipo di vernice dona agli strumenti delle sonorità più taglienti e aggressive, più moderne e poco acustiche, almeno secondo le mie sensazioni.
 
Le vernici della Stratocaster

Poliuretanica
La poliuretanica è una vernice di successiva introduzione rispetto al poliestere e rappresenta un vago compromesso tra quest'ultima e la nitrocellulosa. Offre i vantaggi logistici del poliestere come velocità di essiccamento, semplicità di applicazione e semplicità di smaltimento (è una vernice bicomponente anche questa). Si stende in genere però in strati più sottili e offre un rapporto di traspirazione di 1:10 rispetto alla nitrocellulosa. Dona, a mio avviso, un suono a metà tra il suono della nitrocellulosa e della vernice poliestere.
Ha un aspetto simile a quello della poliestere ma è meno plasticosa, probabilmente sia per sua stessa natura, sia a causa dello strato più sottile. È comunque lucida e liscia a specchio e dona un aspetto professionale, ordinato e “di fabbrica” allo strumento, proprio come la poliestere.

Storicamente, purtroppo, queste tre vernici sono state ferocemente mescolate tra di loro. Esistono dunque chitarre con fondo in poliestere, poliuretanica o peggio ancora fullerplast e solo gli strati superiori in nitrocellulosa. Come si suol dire “non è nitrocellulosa tutta quella che splende”, antico detto goliardico da liutai.
 
Le vernici della Stratocaster

Fullerplast
Un cenno è assolutamente da fare sulla fullerplast, una non ben definita vernice (o meglio un fondo) che viene applicata al di sotto della nitrocellulosa come turapori. La storia, la composizione e i metodi di applicazione della fullerplast sono oscuri. Si dice che Fender abbia cominciato a utilizzarla addirittura nel 1963 e che la spessissima coltre di vernice venisse applicata addirittura per immersione.
Insomma vi è un bestiario immondo di dubbie notizie sulla fullerplast, che alla fine risulta essere una resina di colore piuttosto arancione molto simile alla plastica che si trova a uso turapori e che chiude il legno, come al solito, in un guscio ermetico non traspirante.
 
Le vernici della Stratocaster

Alla stessa maniera, ma molto meno inquietante, è possibile trovare un fondo alla poliuretanica.

Fender Flash Coat Lacquer
Va citata anche la nuovissima Fender Flash Coat Lacquer, altra oscura vernice che è stata recentemente introdotta dalla Fender su alcuni modelli di Stratocaster e sulla quale non sono state date spiegazioni chiare e inequivocabili.
Sembra si tratti di una nitrocellulosa ma non si sa in cosa differisca dalla tradizionale.
 
Le vernici della Stratocaster

Necessario è certamente spendere due parole sul cosiddetto “relic”, il processo di invecchiamento artificiale attuato su molte chitarre Fender. Il relic, di norma, viene eseguito solo su strumenti verniciati alla nitrocellulosa in quanto risulta impossibile altrimenti dare un effetto piacevole, naturale e credibile.

Infine vorrei aggiungere che nessuna di queste vernici è da preferirsi all'altra per astruse convinzioni mistiche, miracolose o per credenze popolari. Ciò che è giusto fare, secondo me, è ricercare il suono che più ci piace nello strumento che imbracciamo. Ogni tipo di vernice, infatti, come detto in precedenza, dona un particolare timbro e comunica una sensazione diversa. Nessuna delle vernici sopra citate, in ogni caso, fa male al legno dello strumento, provoca fratture o quant’altro, quindi sentitevi liberi di scegliere lo strumento con il suono che più vi calza secondo i vostri gusti personali. Vi assicuro che in qualche caso anche la tanto bistrattata e criticata poliestere sta meglio su uno strumento piuttosto che una sacra ed elogiata nitrocellulosa. Tutto dipende da cosa si chiede al proprio strumento.

Come è ovvio che sia, avendo parlato di legni e di vernici con particolare riferimento alla Stratocaster, molte delle cose che ho scritto si applicano anche alla maggior parte delle chitarre che fanno uso degli stessi accorgimenti.
 
Le vernici della Stratocaster
chitarre elettriche fender gli articoli dei lettori liuteria stratocaster
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
Link utili
I legni della Stratocaster
In vendita su Shop
 
LTD PHOENIX Black Metal Black Satin
di Banana Music Store
 € 860,00 
 
Ponte per basso BB019 ottone
di Chitarre e componenti
 € 16,00 
 
JTS RU-8011D+RU-850 TH radiomicrofono a mano
di Centro della Musica
 € 159,00 
 
ROLAND - RT 30 K Kick Trigger
di Music Works
 € 72,00 
 
IK Multimedia iRig Pads
di Banana Music Store
 € 131,00 
 
Samson SE50B
di Banana Music Store
 € 122,00 
 
Boss CP-1X Compressor (spedizione inclusa)
di Gas Music Store
 € 119,00 
 
Soundsation ST1R-08
di Banana Music Store
 € 8,00 
Mostra commenti     94
Altro da leggere
Jim Root è al lavoro su una Charvel signature
Walrus Audio Monument V2: un tremolo super versatile
Bullet: divertimento senza (troppi) pensieri
Fender trasforma uno Stradivari in Telecaster
Vintage? Dico la mia
Back to the Future: la Manson Delorean di Matt Bellamy sta per tornare
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster Custom Shop David Gilmour RELIC - THE BLACK STRAT
Visualizza l'annuncio
Fender Telecaster 1960 Relic - Master Built Yuriy Shishkov
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster 69 Master Built Dennis Galuszka Real Gold 24K
Seguici anche su:
Altro da leggere
Jim Root è al lavoro su una Charvel signature
Macbook Pro 2021: cosa significa per i musicisti
Fart Pedal: il pedale che fa puzzette sbanca su Kickstarter
Paul Stanley positivo al COVID-19: “mi ha preso a calci”
La Les Paul del ’52 salvata da un tornado torna a cantare: ascoltala...
Quando Charlie Watts prese a pugni Mick Jagger
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964