DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Tommy Emmanuel: sonorità da Banjo
Tommy Emmanuel: sonorità da Banjo
di [user #34874] - pubblicato il

Tommy Emmanuel ci insegna a estrapolare dalla chitarra acustica sonorità tipiche del country e di strumenti come il banjo. Per farlo ci suona e spiega un frammento di “Cannonbal Rag”.
"Devi sapere che io sono anche un suonatore di Banjo. Ho suonato a lungo questo strumento. Ma per le idee e approcci che sto per farti sentire non è necessario saperlo suonare. Non escono necessariamente dal Banjo. Sono spunti che possono arrivarti anche ascoltando Merle Travis, Chet Atkins e Jerry Reed. Inizialmente Merle Travis suonava queste cose servendosi solo di un dito e del pollice. E' stato poi Atkins a elaborarle maggiormente."
Emmanuel, per spiegare come abbia approcciato e poi metabolizzato queste sonorità, ci ha proposto un frammento tratto dalla sua versione del celebre brano "Cannonball Rag". 

Per la precisione, il frammento in questione è quella sezione che si potrebbe definire lo special del brano: Tommy spiega di non aver fatto altro che riutilizzare la stessa idea della versione di Chet Atkins cambiandone però gli accordi. Il passaggio di Atkins al quale Tommy fa riferimento è composto dai seguenti accordi:
 
Tommy Emmanuel: sonorità da Banjo
Esaminiamo l'esercizio: come si può notare dallo spartito, ogni battuta è composta da tre quartine di sedicesimi e una duina di ottavi. La meccanica della mano destra con la quale queste note sono suonate rimanda molto a quella dei “banjo rolls”, e si ripete per tutte e quattro le battute: pollice, indice, medio.




Il passaggio è costruito solo ed esclusivamente sulle quattro corde più acute D, G, B e E. Per facilitare l'apprendimento della meccanica di questo esempio consideriamo una lettura ritmica particolare: leggiamo e pensiamo ogni singola battuta - l'insieme delle dodici note delle tre quartine di
sedicesimi – come un susseguirsi di quattro piccole cellule di tre note, piuttosto che i tre gruppi da quattro originali. 


Per farlo, ricorriamo in maniera decisa agli accenti così che questi gruppetti di tre sedicesimi vengano scanditi dalla mano destra. Premendo la posizione del primo accordo si pizzicano prima le corde D, G e B, rispettivamente con pollice, indice e medio, e con lo stesso identico modello si passa alle corde G, B, e E. I due ottavi sono suonati, invece, solo con il pollice o con pollice e indice. 

Ora prendiamo in esame la versione di Tommy. Questa si avvale della stessa identica meccanica della mano destra, ma ne semplifica il movimento della mano sinistra; come possiamo notare dalla trascrizione, infatti, per le prime tre battute si tiene la stessa posizione, scalando ogni volta indietro di un tasto. Possiamo notare anche come Emmanuel abbia trovato una soluzione molto più economica di movimento della mano sinistra, restando, comunque, fedele armonicamente alla versione di Chet Atkins:


A questo punto, Tommy Emmanuel spiega che, una volta raggiunto un buon livello di velocità, è possibile aumentare la resa di questi rolls accentuando ogni volta il E cantino, la corda che risulta s empre suonata a vuoto per tutta la durata del frammento. 



Questo escamotage accentua maggiormente il contrasto ritmico all'interno delle tre quartine di sedicesimi, poiché sono accentati solo il sesto ed il dodicesimo sedicesimo. Di conseguenza, questo potrebbe destabilizzare il nostro senso ritmico, almeno le prime volte. Quindi, per non perdere il timing, assicuriamoci sempre di studiare usando un metronomo settato a velocità moderate. 

lezioni tommy emmanuel
Mostra commenti     3
Altro da leggere
Beyond The Blues con Carl Verheyen - Alla larga dagli esercizi
Fraseggio Blues: maggiore e minore con Carl Verheyen
Tommy Emmanuel ci insegna gli armonici
Tommy Emmanuel: Armonici & Note Mascherate
Serve una sinistra forte. Lo dice Tommy Emmanuel
Matt Schofield: esercitarsi sulle scale è uno schifo
Tommy Emmanuel: canto quindi suono
Matt Schofield: un'idea per il misolidio
Robben Ford: blues e minore melodica
Robben Ford: Blues & arpeggi alterati
Tommy Emmanuel: come gestire la dinamica
Ryan Roxi: Alice Cooper & la pentatonica di Mr. Nice Guy
Michael Lee Firkins: nuove idee per la scala blues
Articoli più letti
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson contro Heritage: la sentenza… poco chiara
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964