CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Fractal Axe-Fx II e valvole...

di [user #4349] - pubblicato il
era una notte buia e temp.... no! scusate, e' stata semplicemente una notte di quelle da considerarsi "pensierose". Sto valutando se indebitarmi per il resto della vita per comprare un Axe FXII e mentre mi masturbo con l'idea delle possibilità' che la macchina mi darebbe, diversi dubbi mi attanagliano la materia grigia.
Sto seriamente pensando di prendere il Fractal da utilizzare nella configurazione "Axe Fx+finale valvolare +cassa 2x12 o 2 1x12". Ho sentito suonare e provato diverse configurazioni del Fractal abbinato sia a finali valvolari sia a stato solido tipo il Matrix. Il suono e' sempre molto buono e direi estremamente "veritiero" pero' a dirla tutta mi e' sembrato che manchi un po' il feeling e la risposta valvolare. Rimuginando su questa cosa mi e' venuta in mente una possibile soluzione che, anticipo gia' potrebbe essere "filologicamente" sbagliata ma vorrei discuterne sopratutto con i possessori di questi meravigliosi apparecchi. 
Tutto nasce dalla mia esperienza personale in sala prove dove suonando in stereo con 2 combo assegnando effetti differenti o uguali ai 2 ampli o tenendone uno wet e uno dry sono riuscito a tirar fuori dei suoni ottimi anche da strumentazione molto poco professionale e di sicuro di livello qualitativo inferiore ai prodotti Fractal.
Pensavo di inserire nel rig un secondo pre-amplificatore valvolare tipo il Masotti x3m e di lavorare con 2 segnali pre in parallelo + uno Dry. Spiego: il segnale della chitarra viene diviso in 3 parti (da ora 1=x3m, 2=dry, 3=axe fx). I segnali 2 e 3 entrano nel L and R input del pre del Fractal, 2 segnali perche' uno verra'preamplificato e l'altro tenuto dry quindi (2 segnali MONO indipendenti nella catena). Ora le cose si complicano ulteriormente... ci troviamo ad avere 3 segnali: 1 e 3 preamplificati + il 2 che e' dry e dobbiamo effettarli. Il segnale 1 andra' nel efx return L del Fractal mentre il 3 uscira' dal send e rientrera' nel return R del Fractal. ci troviamo ora con i tre segnali mono (2 gia' preamplificati + il dry) nella sezioni effetti della macchina. Da qui ogni segnale ricevera' i suoi effetti di modulazione e ritardo e il segnale dry servira' per gli effetti stereo tipo il ping pong delay, stereo chorus e altre diavolerie stereo. Da qui il segnale dry verra' "panpottato" in base alle necessita' e usciro' con i 2 segnali (1 e 3) che andranno al finale stereo. Praticamente dovrei aver creato 2 amplificatori mono separati, ognuno con la sua catena effetti programmabile e con la possibilita' di avere parallelamente un sistema stereo per alcuni effetti grazie al segnale 2 (dry).
vi starete domandando... Perche???!!!
Il perche' e' molto semplice, il segnale 1 (pre valvolare) sara' il garante della botta e dinamica valvolare mentre il pre del fractal servira' per i suoni non possibili col pre valvolare. Faccio un esempio: un suono distorto ottenibile con il pre valvolare potra' essere accompagnato da un leggero crunch del fractal oppure potrebbe anche essere escluso completamente. Oppure un suono non ottenibile con pre valvolare potrebbe essere accompagnato dal suono clean del pre.

Non sono sicuro che l'Axe fx possa gestire questa catena di segnale, anche scartabellando su internet e sul manuale non si capisce, c'a' qualche accordiano che e' in grado di aiutarmi?

Buona Giornata

Emanuele

Dello stesso autore
MIDI domanda teorica
Rosanna dei Toto...
2 Attenuatori per 2 Amplificatori
Usare il Kemper a casa...
sono confuso... propongo un sondaggio
MR BIG
JCM800 2210 PARTE 2
JCM800 2210
Loggati per commentare

Ogni tanto anch'io mi faccio ...
di alexus77 [user #3871]
commento del 23/10/2014 ore 08:58:08
Ogni tanto anch'io mi faccio venire strane idee, voglie di cambiare setup, inserire multidiavolerie e sistemi a 30 cavi, mandate e ritorni, effetti speciali... poi inievitabilmente ritrovo la ragione.
Ad esempio stasera, ho ritrovato la ragione per l'ennesima volta. Sono stato all'incontro con John Cruz del Custom Shop Fender, e c'era quel diavolo di Greg Koch. Cruz assembla una chitarra come da copione, la passa a Koch, che semplicemente va da quella in un Jetter overdrive, e quindi dentro ad un Tone King 1x12. Il suono? Semplicemente spaziale. Da country chicken picking a heavy rock passando per jazz, blues e dintorni, tante sfumature di pulito e distorto, grande varieta' sonora ed espressiva, tutto con solo una chitarra, un pedale, un ampli.
Tutto questo per dire cosa? Quello che in fondo s'e' gia' detto mille volte qui e altrove. Si, puoi anche farti una configurazione del genere, ma alla fine dei conti, otterresti un miglioramento del suono che vale i soldi spesi? A te l'ardua sentenza ovviamente, che de gustibus...
Rispondi
Re: Ogni tanto anch'io mi faccio ...
di mamuele [user #4349]
commento del 23/10/2014 ore 20:15:30
Ciao,

grazie per la risposta, la condivido in pieno! Il fatto e' che io ho pochi vizi e ogni tanto mi piace farmi un regalo. Non mi serve un Axe FX cosi' come non mi servono le 2 chitarre che ho ne i pedali e gli ampli... sono semplicemente "giocattoli" che ogni tanto mi concedo al posto di un abbonamento sky, una playstation o altre cose che popolano le nostre case. Mi piace l'idea di prendere un apparecchio che possa usare in cuffia e che mi dia la possibilita' di avere tanti suoni per studiare un po' a fondo alcuni aspetti del modo di intendere il suono di alcuni dei miei guitar hero.

Rispondi
Re: Ogni tanto anch'io mi faccio ...
di alexus77 [user #3871]
commento del 23/10/2014 ore 21:06:38
Come darti torto, i giocattoli non sono mai abbastanza. La formula del loro numero ideale di sa, è n=x+1 ;)
Rispondi
Ma il segnale che tu ...
di Plettratore_Mannaro [user #16218]
commento del 23/10/2014 ore 18:43:3
Ma il segnale che tu chiami "dry" è semplicemente il segnale della chitarre non processato e preamplificato? A cosa ti serve?
Se proprio vuoi un segnale di chitarra senza niente per farci cose l'axe fx 2 gestisce i 2 input separatamente quindi puoi creare 2 catene separate, ma a questo punto puoi semplicemente entrare con un segnale solo e splittarlo direttamente nell'axe fx e farci ciò che vuoi.
Rispondi
Re: Ma il segnale che tu ...
di mamuele [user #4349]
commento del 23/10/2014 ore 21:24:03
Ciao,

dunque, come anticipato nel post, non sono pienamente preparato sulla macchina quindi potrei dire delle stupidaggini. io pensavo a 3 segnali, uno valvolare uno preamplificato e un terzo ldry. i 2 preamplificati andrebbero ogniuno per la sua strada... il terzo pensavo di inserirlo come dry per gli effetti stereo perche' altrimenti il segnale per forza di cose andrebbe a mischiarsi e io vorrei tenere il concetto dei 2 ampli separati. Quello che intendo e' che senza il terzo segnale il delay stereo sarebbe comunque pilotato da uno dei 2 suoni preamplificati e che poi andrebbe a "ripetere" sull'altro. Non so se sono riuscito a spiegarmi
Rispondi
Re: Ma il segnale che tu ...
di mamuele [user #4349]
commento del 23/10/2014 ore 21:27:24
Il segnale non posso splittarlo dentro l'Axe FX perche' uno verrebbe dal preamp valvolare andrebbe ad inserirsi dentro l'axefx solo per gli effetti.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Keeley DDR: Drive, Delay e Reverb in un pedale
Lo stile di Matt Garstka
Cos’è un loop: quello che c'è da sapere su, looper, loop station e...
Eric Gales due live in Italia a giugno
Nuovo shape single-cut da Solar Guitars
Mi Ami Festival la programmazione completa
A day with the Mixing-Lord!
Lost Highway: Fender testa il phaser super-versatile
Quanto conta l'immagine di un musicista
David Gilmour racconta la Black Strat
Phil Demmel mostra le sue due Fury
Boomwhackers: la didattica innovativa
Cool Gear Monday: la SG Custom 1967 di Jimi Hendrix
"Asbury Park: Lotta, Redenzione, Rock and Roll" al cinema il 22-23-24 ...
Frank Gambale: un ottimo manuale per imparare a improvvisare

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964