CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Confronto fra Les Paul: lawsuit contro Traditional
Confronto fra Les Paul: lawsuit contro Traditional
di [user #5004] - pubblicato il

A parità di legni, misure ed elettronica, quanto è ampio il gap tra una vera Les Paul Gibson e una replica fedele del fenomeno lawsuit? Scopriamolo con un confronto diretto tra una Traditional del 2009 e la controparte Burny Super Grade di fine anni '80.
A parità di legni, misure ed elettronica, quanto è ampio il gap tra una vera Les Paul Gibson e una replica fedele del fenomeno lawsuit? Scopriamolo con un confronto diretto tra una Traditional del 2009 e la controparte Burny Super Grade di fine anni '80.

L'articolo che segue propone una comparazione diretta, a mio avviso molto intrigante, fra una Gibson Les Paul Traditional del 2009 e una Burny Fernandes Super Grade di fine anni ’80.
Sono due strumenti simili: entrambi hanno il body in due pezzi, il manico cicciotto ('50 rounded per la Traditional, un pelo più sottile per la Super Grade), un top leggermente tigrato e soprattutto montano più o meno gli stessi pickup, ovvero l’abbinata di '57 Classic e '57 Classic Plus per la Traditional e una coppia di '57 Classic per la Super Grade.

La Traditional è una chitarra, a mio avviso, particolarmente ben riuscita: non è chambered (cosa che personalmente non amo sulle Les Paul) ma ha i buchi di alleggerimento, la tastiera è particolarmente equilibrata, ben suonante, senza dead spot fastidiosi (che ho riscontrato invece su molte Gibson dei tardi anni 2000). Inoltre i '57 sono i miei pickup preferiti attualmente montati da Gibson e l’abbinata del '57 al manico e del '57 Plus al ponte è ben equilibrata (anche se in passato gradivo di più il '57 Classic anche al ponte, come infatti ho sulla Super Grade). Il manico è assemblato con tenone corto.

La Super Grade è una replica fedele di una Les Paul, leggermente più pesante della Traditional (non ha i buchi di alleggerimento), molto simile come manico e tastiera. La differenza costruttiva principale è l’attaccatura del manico, con tenone lungo sulla Super Grade. Non sono invece certo se sulla Super Grade la parte superiore del top sia un veener incollato (la parte tigrata intendo) al top vero e proprio oppure se sia massiccio. Propendo comunque nel dire che sia massiccio.
Personalmente sono un amante delle repliche giapponesi di chitarre USA: la Super Grade della prova non è certo particolarmente ricercata, essendo di produzione relativamente recente. Tuttavia devo dire che da un punto di vista costruttivo ho difficoltà a distinguerla dalle altre sorelline un po' più datate che ho, tipo la Burny LP custom RR che ho usato nella prova comparata fra pickup twangosi o la classica Burny "standard" RLG90, entrambe dell'82/'83. È una chitarra realizzata veramente molto, molto bene.
Ho scelto proprio questa per la prova per due motivi: il primo, ovviamente, è che monta i '57 come la Traditional, il secondo è perché questa chitarra è la lawsuit (oddio, chiamiamola così anche se in realtà appartiene a un epoca effettivamente post lawsuit) a cui sono più affezionato e quella che uso sempre come metro di paragone per le Gibson o le altre lawsuit che mi passano per le mani.

Confronto fra Les Paul: lawsuit contro Traditional

La prova è strutturata così: ho registrato in due file distinti vari riff consequenziali. Un file è suonato con la Traditional, l’altro con la Super Grade. Ovviamente per ogni riff ho usato lo stesso suono per entrambe le chitarre, senza alcun ritocco. I riff sono ordinati per gain crescente: si parte dal pulito e si arriva all’hi-gain. Come sempre la prova è realizzata con il Kemper, con i seguenti profili e combinazioni di pickup per ogni riff:
1) Stairway to heaven - JTM45 - pickup al manico
2) Call me the breeze - JTM45 (stesso profilo con un po' più di gain) - entrambi i pickup
3) Highway to hell - JTM45 (sempre lo stesso profilo, con un po' più di gain) - pickup al ponte
4) Nothing but a good time/I don’t know - JCM800 boostata con TS9 - pickup al ponte
5) Crazy train/frase solistica - JCM800 variamente boostata ed effettata - pickup al ponte (salvo sweep finale con pickup al manico).

Chiedo venia per l’esecuzione, ma in effetti non ricordavo benissimo nessuno dei riff che ho registrato: li ho proprio recuperati dai cassetti della memoria e qualcosa me lo sono perso di sicuro per strada. Sicuramente ho suonato meglio nel file con la Gibson, perché l’ho registrato per secondo e quindi avevo un po’ ripassato i riff: non fatevi trarre in inganno da questo elemento.

Volumi e toni su entrambe le chitarre sono sempre al massimo, in modo che le regolazioni non interferiscano con la prova.

Purtroppo la Traditional aveva le corde nuove di pacca, mentre la Super Grade le ha vecchiotte (almeno un annetto). Un po' si sente, ma non è poi così sostanziale.




Sotto le dita, le due chitarre sono pressoché identiche. A livello di suono elettrico, la Super Grade ha molto, molto più volume (cosa che in Cubase emerge nettamente a livello grafico) e spinge inevitabilmente di più l’ampli, nonostante il pickup al ponte ('57 Classic) sia un po' meno potente del '57 Classic Plus della Traditional. Inoltre la Super Grade è decisamente più brillante della Traditional: diciamo che se avessi dovuto suonare per davvero, avrei chiuso un po' la presenza sull’ampli per la Super Grade e l’avrei invece un po' aumentata per la Traditional.
Ritengo che la differenza timbrica risieda principalmente nel wiring: la Super Grade ha i pot del volume 500k, mentre la Traditional ha quelli da 300k che Gibson monta ultimamente. Nel complesso, la Traditional suona più calda e scura, mentre la Super Grade è più tagliente e brillante, con un attacco più veloce. Onestamente, sul pulito e sul crunchettino di "Call me the breeze" mi è piaciuta di più la Traditional, mentre con livelli di gain da "Higway to hell" in su (e più in generale con il pickup al ponte) mi piace di più la Super Grade che spinge anche di più. Sentite soprattutto il riff di "I don’t know", dove la Gibson perde colpi sul palm muting.

Sarebbe molto interessante provare se la differenza (che per me è maggiore di quanto mi aspettassi) risieda effettivamente principalmente nel wiring. Non è detto che non inverta proprio tutta l’elettronica delle due chitarre per capire meglio, anche se sono davvero troppo affezionato alla Super Grade per metterci le mani e la Traditional preferisco tenerla più scuretta per avere più varietà timbrica.
In definitiva comunque confermo la mia solita impressione: una buona lawsuit (con pickup sostituiti per i miei gusti) non è inferiore in nulla a una buona Gibson.
burny chitarre elettriche gibson gli articoli dei lettori les paul super grade traditional
Link utili
Comparativa twang
Nascondi commenti     32
Loggati per commentare

Obiettivamente a me è piaciuta ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 22/12/2014 ore 08:34:49
Obiettivamente a me è piaciuta di più la Burny. Comunque, potenziometri a parte, il ponte e lo stoptail in zamac scadente non aiutano di certo la Traditional a suonare più ariosa, come una Les Paul ispirata alla tradizione dovrebbe, a parte le preferenze di ciascuno naturalmente.
Rispondi
Re: Obiettivamente a me è piaciuta ...
di sdl [user #5004]
commento del 22/12/2014 ore 08:47:5
Ah be...nel complesso anche a me piace di piu' la Super Grade...anche tenuto conto che, anche stando sull'usato, ne prendi due al prezzo di una traditional (e spessissimo hanno già i pick up upgradati). Il ponte e le meccaniche comunque non sono un granché neanche sulle lawsuit...ma per me non vale la pena di sostituirli. A parte il fatto che sulla Super Grande mi trovo personalmente meglio, comunque, credo che il grosso della differenza timbrica lo dia il wiring. Non capisco perche' la Gibson si sia sclerotizzata sull'assioma che la LP debba per forza suonare scura...non e' vero! E non e' storicamente corretto! Oltre a questo la traditional, anche acusticamente, e' più svuotata sulle medie.
Rispondi
Re: Obiettivamente a me è piaciuta ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 22/12/2014 ore 09:06:09
Dal 2014 hanno risolto! Pots logaritmici da 500K ai volumi per tutte.
Rispondi
Re: Obiettivamente a me è piaciuta ...
di sdl [user #5004]
commento del 22/12/2014 ore 09:42:25
...meno male!
Rispondi
Bellissima prova, complimenti. Chiedi venia ...
di MM [user #34535]
commento del 22/12/2014 ore 08:56:23
Bellissima prova, complimenti.
Chiedi venia per l'esecuzione?..... ammazza.... cosa volevi fare di più?
Io preferisco in tutti gli ambiti la Burny.
Credo che anche il pick-up scoperto determini un pizzico di brillantezza in più.
Rispondi
La Burny è più "acidella" e tendende alla zanzarosità...
di Benedetto utente non più registrato
commento del 22/12/2014 ore 09:28:5
...La Traditional più corposa e bella (per i miei gusti).
Nulla che non si possa compensare con una semplice equalizzazione anzi, sono certo, che si può arrivare a farle suonare esattamente identiche.
Complimenti per le esecuzioni, quando suoni l'arpeggio di Stairway con la Burny si sentono delle leggere stonature (problemi di accordatura? intonazione non precisa sulla Lawsuit?) che invece non ho sentito nell'esecuzione con la Gibson...insomma sono per la Traditional, si era capito? ;)
Rispondi
Re: La Burny è più "acidella" e tendende alla zanzarosità...
di sdl [user #5004]
commento del 22/12/2014 ore 09:41:39
Si, la traditional e' più corposa, ma anche più "lenta". Comunque sono due strumenti di " razza" e mi piacciono molto entrambi. Per quanto riguarda le stonature...e' vero! Ma non sono problemi di intonazione della chitarra: la Super Grande ha corde vecchie di un anno...ed e' circa dallo stesso tempo che non la prendevo in mano! Gli ho dato un'accordata veloce prima di registrare e via, quindi sicuramente qualche incertezza nell'intonazione c'era...la traditional invece era appena stata settata e le corde erano nuove. Non riuscivo proprio a fare le cose con più calma...
Rispondi
Ciao sdl, bella comparativa e ...
di KJ Midway [user #10754]
commento del 22/12/2014 ore 10:26:21
Ciao sdl, bella comparativa e bel playing (si sente che preferisci le cose tirate su Stairway mi scappi un pò), io preferisco la Gibson, suono più a a fuoco e solido in tutte le situazioni, se dovessi basarmi solo sull'ascolto nella scelta non avrei dubbi, in ogni caso pensavo sinceramente a 2 suoni molto più simili anche vista la somiglianza dei pu, anzi partivo dall'idea che mi sarebbe piaciuta di più la Burny.

Ciao
Ale
Rispondi
Re: Ciao sdl, bella comparativa e ...
di sdl [user #5004]
commento del 22/12/2014 ore 10:38:37
Eh, eh, si...hai ragione, tendoa scappare! Non me la ricordavo neanche particolarmente bene...l'ho suonata di un fiato sperando di non sbagliare troppo!

Anche io mi aspettavo due suoni molto più simili. Anzi, la conversione dei file ha ridotto un po le differenze: al di là del timbro, fra le due chitarre c'è una differenza di volume impressionante (parlo a livello"elettrico") a "favore" della Super Grade, che ovviamente dal file di youtube non si avverte.

Per la cronaca, sottolineo anche che la Super Grade aveva le corde assolutamente finite!
Rispondi
Re: Ciao sdl, bella comparativa e ...
di KJ Midway [user #10754]
commento del 22/12/2014 ore 11:03:07
Domanda: all'inizio dici che la Burny monta dei '57 poi però ravvisi questa differenza di output a favore sempre della Burny, il suono poi non mi sembra molto da '57 vecchio stile, sei sicuro che non siano dei VH1 o visto il periodo più probabilmente dei VH4 come pu nella Burny?
sono dei pu di base epiphone con la caratteristica proprio di un alto output.

Rispondi
Re: Ciao sdl, bella comparativa e ...
di sdl [user #5004]
commento del 22/12/2014 ore 11:16:50
No no...ce li ho montati io i 57! I suoi originali erano i VH1 comunque.
Rispondi
Bella prova.
di Rothko61 [user #32606]
commento del 22/12/2014 ore 11:02:22
Bella prova.
Condivido le tue considerazioni.
Ottimo playing e complimenti anche al Kemper e ai profili che hai usato.
Rispondi
Re: Bella prova.
di sdl [user #5004]
commento del 22/12/2014 ore 11:20:23
Grazie mille! In realtà i profili erano dei preset...su quelli più distorti ci sarebbe stato molto margine di miglioramento (ieri pomeriggio ho approfondito la prova e ho tirato fuori suoni "spinti" molto più credibili e "puliti"). D'altra parte io uso pochissimi suoni sul Kemper e comunque decisamente diversi da quelli che ho usato per questa prova (praticamente uso un solo profilo di un bassman su cassa con V30 e settaggi leggermente diversi per il ritmico e il solistico...).
Rispondi
Lawsuit
di Claes [user #29011]
commento del 22/12/2014 ore 11:22:22
LP: c'era una Ibanez senza logo, nera e con un sound da spavento su un AC30. Ancor meglio una Stanzani e Tomassone - se ne scovate una per caso non esitate dato che è una ultra custom shop :)

Burny: il logo è incredibile. A distanza sembrerà quello Gibson.

Bigson: sì, Bigson con logo identico a parte la B!!! Sono sicuro al 99% che è Made in Italy... Ne ho visto una imitazione 335 ma mai provata / udita.
Rispondi
OK
di telecrok [user #37231]
commento del 23/12/2014 ore 09:39:16
Ho una Greco L.P. G800/700 dei primissimi anni 80 con i PAF giapponesi del periodo, avendo la "G" di Greco, il logo sulla paletta é ancora più somigliante che nelle Burny ma questo é l'aspetto che meno mi piace ma le facevano così in quel periodo, l'ho già detto in altre occasioni, queste giapponesi non hanno nulla da invidiare alle L.P. Gibson "vere", ma proprio nulla.
Lasciando stare il suono che garantisco é strepitoso ma può non piacere o convincere, basterebbe guardare bene come sono realizzate, la cura, la precisione negli accoppiamenti, i binding, i materiali ed infine il manico (almeno quello della mia), perfetto, velocissimo, action di di 1 mm al 12°. con il binding copritasto come le Gibson.
Infine il peso, non avendo buchi e tanto meno camere tonali, purtroppo é un po' pesantina, quasi 5 Kg. ma ce ne sono di più pesanti. Il peso del mogano massiccio si sente e anche quello del top in tavola di acero non fiammato, ma se si vuole suono, sustain e corpo ci vuole legno, ed il buon legno pesa, infatti si difende anche da spenta.
Io l'ho ormai da molto tempo, l'unico problema é che quelle buone se le fanno pagare, dificile ora trovarne una ad un prezzo decente, parliamo di chitarre di 30 anni, a volte molto, molto suonate.
L'unico vero neo a jio avviso, l'elettronica dei comandi é un po' povera e potrebbe creare fastidi, si può milgiorare, i potenziometri in alcuni casi non sono precisi e innescano rumori e ronzii vari, ma se é in ordine conviene mantenere l'originale.
ciao e Buone feste a tutti.
Rispondi
Re: OK
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 23/12/2014 ore 10:05:46
Sono un fermo sostenitore del made in Japan e sono certo che la tua chitarra suoni benissimo. Detto ciò, naturalmente si fa per parlare, le Les Paul del triennio d'oro pesavano meno di 4kg, senza alleggeimenti di nessun tipo, ed anche le Strat in frassino degli anni '50 pesavano meno di 3kg, a differenza dei macigni degli anni '70 fatti con lo stesso legno ma di qualità evidentemente diversa...Alla luce di queste considerazioni direi che il legno migliore è quello leggero!?
Rispondi
Re: OK
di Starburst [user #25261]
commento del 25/12/2014 ore 16:12:39
Quoto! Al custom shop divisione historic è noto che finiscono i materiali migliori e le reissue a parità di corpo non scavato tendenzialmente sono più leggere rispetto alle LP delle divisione USA. Certo ciò non toglie che una chitarra pesante non suoni bene, ma il detto che vuole una les paul suonante=pesante è un pò uno sterotipo.
Rispondi
Re: OK
di KJ Midway [user #10754]
commento del 23/12/2014 ore 10:33:25
Greco belle chitarre, bella liuteria e materiali, suonano anche molto bene.
A dire il vero però qualcosa con le G. vere hanno da invidiare un paio di caratteristiche evidenti sono il corpo solitamente in due pezzi e soprattutto la vernice poly al posto della nitro, oltre a cose minori come profilo manico.

In quanto al peso lo fa molto la selezione dei legni, LP della Burst Era arrivavano anche a 3,6 3,8Kg ad esempio la mia 58 pesa 4050g. pezzo unico di mogano massiccio.

Gibson da 5 5,5kg erano ad esempio le Custom di fine anni settanta inizio 80 (fine Norlin era) e non è che siano molto ricercate.

In ogni caso ripeto Greco gran belle chitarre trovassi una LP Junior DC la prenderei subito.

Ciao
Ale
Rispondi
Re: OK
di Benedetto utente non più registrato
commento del 24/12/2014 ore 12:33:57
Si, perchè quando si tratta di elogiare le nippolespaul ci si dimentica sempre di menzionare le vernici poly (spesso denigrate), i body multipieces e pesanti, i pickup e l'eletttronica e l'intero hardware scadente...improvvisamente tutte queste pippe mentali spariscono al solo grido suonano bene!
Si pure le epiphone standard da 280 euro suonano bene nelle mani giuste ma non suonano meglio delle gibson.
Rispondi
Re: OK
di KJ Midway [user #10754]
commento del 24/12/2014 ore 12:52:06
Infatti, tra l'altro ho una epiphone dot da 380Euro nuova su cui ho montato una coppia di Seth Lover e ti dirò che va benissimo, con tutti i restanti limiti ovviamente come profilo manico ed harware migliorabile, ma l'accordatura la tiene il suono c'è quindi va bene. D'accordissimo poi sul fatto che uno bravo suona con qualsiasi cosa, ma con una buona chitarra suonerebbe meglio e ci mancherebbe.

Ciao
Ale

e buone feste!
Rispondi
Re: OK
di sdl [user #5004]
commento del 24/12/2014 ore 14:19:07
La vernice e' poly, corretto. Il body e' in due pezzi (sto parlando della Super Grande della prova e in generale delle serie buone...perche anche fra la giappe di quel periodo c'erano serie diverse), esattamente come sulla traditional e su molte altre Gibson di vari anni. La Super grade della prova pesa un po di più della trad, ma non ha i buchi, le altre due mie lawsuit (una rlg e una custom, entrambe Burny), pesano entrambe meno (specie la custom). L'hardware non e' scadente: non e' il massimo, ovvio, ma non e' scadente. Per quanto riguarda i pick up...a me non piacciono particolaente e li ho sempre sostituiti...anche sulle Gibson, se non montano i 57, a dire il vero pero'...insomma, la verità sta sempre nel mezzo, ma niente confronti con le Epiphone, please...
Rispondi
?
di telecrok [user #37231]
commento del 23/12/2014 ore 10:49:56

Cosa intendi per Les Paul del periodo d'oro?
Periodo d'oro delle copie o delle Gibson, ovvero 58, 59 ecc ecc?
Si sente dire o si legge di R8 leggendarie che pesano 7 Kg.
Comunque no, a mio modesto parere direi che non é così, nella maggioranza dei casi almeno che non ci sia di mezzo una cassa.
Volume, sustain, corpo e timbro ovviamente non sono dati solo dal peso, concorrono la qualità in generale, densità, taglio e stagionatura, se la tavola ha di suo buone vibrazioni, le colle, la vernice ecc ecc, ma se desidero avere tutte queste caratteritiche, col prevalere di alcune magari, penso sia da preferire uno strumento costruito in legno massiccio con una certa densità, un buon mogano é pesante, più pesante sicuramente del moganuccio delle Koreane o cinesi di oggi e di tanti strumenti che se la tirano di qualità superiore, di fatto sono costruiti con legni da poco.
Certo sull'elettrica parrebbe non contare ma non é così, l'ho sperimentato a mie spese ed ora ci credo fermamente, specialmente per la voce, per il carattere dello strumento senza contare il naturale sustain, intendo naturale senza l'aiuto di interventi elettronici.
Come quando si dice che un'elettrica suona bene ed ha volume e timbro convincenti anche da spenta, in merito molti dicono che non significa nulla e la prova definitiva si ha con l'amplificazione, forse sarà anche così ma solo in parte, sono fermamente convinto che un'elettrica che piace e convince anche da spenta sia sempre meglio di una che non lo é e questo é dovuto alla sua composizione e struttura, una combinazione tra i legni particolarmente fortunata magari, ma per mia esperianza succede che una Telecaster che pesa quasi 4 kg. ha qualche cartuccia in più di una che ne pesa meno di 3.
A me é sempre successo così. Non é una regola ovviamente ma nella casistica ho notato che percentualmente se si vuole avere una chitarra elettrica che suoni "bene" in tutti i sensi, oltre ché costruita in modo perfetto e con la massima cura e precisione, occorrono materiali di sostanza ed é ovvio che concorrono molti fattori ma il peso conta, conta molto.
Sono opinioni strettamente personali anche se condivise e suggerite da molti liutai, comunque la mia Greco pesa circa 4 Kg., sarà un'eccezione, chi lo sà, ma ho provato una Orville e anche lei era lì anche se aveva meno corsa della mia Greco.
ciao
Rispondi
Re: ?
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 23/12/2014 ore 11:15:32
Le Les Paul del periodo d'oro sono quelle del triennio 59-59-60. Una R8, ovvero reissue, leggendaria non può esserlo di certo per via dell'età, ancor più se pesa 7Kg, a parte il fatto che ritengo improbabile l'esistenza di una chitarra del genere. In ogni caso, che io sappia, il mogano buono è quello leggero ed infatti le Custom Shop costano di più anche perchè sono fatte con quello. Se vogliamo poi tirare in ballo un po' di fisica secondo me più un materiale è denso più tenderà a trattenere energia meccanica trasferita dal ponte e meno ne restituirà alle corde in corrispondenza delle meccaniche, quindi mangerà sustain; a questo bisogna aggiungere inoltre che una gran componente è quella dell'elasticità del materiale, che credo conti più di peso specifico e densità. Poi per carità nessuno è miglior giudice se non grazie alle proprie esperienze ed in base a quelle fa bene a costruirsi le personali convinzioni e a scegliere gli strumenti, ma secondo gli estimatori di Les Paul in genere il pensiero è esattamente opposto al tuo.
Rispondi
Re: ?
di KJ Midway [user #10754]
commento del 23/12/2014 ore 11:25:48
Forse volevi rispondere a me... (è più facile se clicchi il tasto rispondi sotto ad un commento).
Magari mi sono espresso male riguardo il peso, dal tuo primo commento avevo capito che davi importanza al peso asserendo che ovviamente senza camere tonali o buchi una LP pesa quasi per forza.

Quello che volevo dire è che strumenti di qualità con legni selezionati con body pieni non per forza pesano. Tutto qui.
Il paragone con la Burst Era, ovvero LP 58-59-60, era per fare un esempio, se hai occasione di prendere in mano il libro The beauty of the Burst alla fine c'è una bella tabella dei pesi delle chitarre citate nel libro 3,8 4,0kg è più o meno la media, quindi il peso ideale per quel tipo di chitarra.

Però nel primo commento dici che la tua Greco pesa 5kg qui sopra 4Kg mi mandi in confusione così! ;-)

Ciao
Ale
Rispondi
Scsami
di telecrok [user #37231]
commento del 25/12/2014 ore 14:02:2
E' vero ho indicato quasi 5 Kg. ma é un'errore, scusatemi per la confusione.
L'ho pesata poco fa per essere certo di quello che dico, pesa 4,100 Kg.
Inolte posso aggiungere che si tratta di una edizione Custom sunburst con verniciatura alla nitro leggerissima, probabilmente è stata riveduta da un liutaio, io l'ho presa così com'è, la chitarra arriva da Tokio.
ciao.
Rispondi
Ottima prova ..
di Sparklelight [user #41788]
commento del 23/12/2014 ore 11:41:58
.. ci stava la sorpresina di invertire appositamente i file audio :-)
Suono molto simile, addirittura sovrapponibile con un'aggiustatina ai toni, preferenza di misura alla Burny.

Rispondi
Re: Ottima prova ..
di sdl [user #5004]
commento del 23/12/2014 ore 13:42:37
Eh eh eh...ci avevo pensato...:)))) Ma alla fine ho preferito rimanere neutrale!
Rispondi
Scrivo un commento...
di Claes [user #29011]
commento del 23/12/2014 ore 14:51:44
Peso: dovrò pesare le 2 mie! Provare chitarre: a secco, senza ampli - se ha una buona risonanza si possono cambiare p/u.
Rispondi
Burny nuove
di Vegetto [user #38434]
commento del 25/12/2014 ore 13:39:42
Ma le burny di ora come sono rispetto a una Epiphone? Mi serviva un bel muletto... E su reverb ne trovo diverse a pochi dollari...
Rispondi
chiedo scusa
di telecrok [user #37231]
commento del 25/12/2014 ore 14:03:58
E' vero ho indicato quasi 5 Kg. ma é un'errore, scusatemi per la confusione.
L'ho pesata poco fa per essere certo di quello che dico, pesa 4,100 Kg.
Inoltre posso aggiungere che si tratta di una edizione Custom sunburst legno naturale con verniciatura alla nitro leggerissima, probabilmente è stata riveduta da un liutaio, io l'ho presa così com'è, la chitarra arriva da Tokio.
ciao.

Per Vegetto, se hai tempo e voglia fatti un giro sui siti Japan dei collezionisti di varie repliche Gibson dell'era d'oro ma fai molta attenzione, le copie Ibanez Les Paul con manico Bolt-on sono belle ma di molto inferiori come prestazioni alle Greco, Burny, Orville ecc ecc
Potresti avere fortuna e trovare una Greco o Burny con PU PAF di gran pregio, ora non ricordo la sigla ed il nome di quei PU.
Poi c'è la Fujigenn Gakky che fa delle LesPaul con nome FGN e a detta di molti sono ottime ma costano un'esagerazione per delle copie moderne, tanto vale prendere una Gibson.
Se trovi Burny anni 80 a pochi dollari non è roba buona, c'è Burny e Burny così come c'è Greco e Greco ecc ecc, un prezzo indicativo di una Burny buona anni 80, è almeno 600-700 dollari.
Poi concorrono altri fattori il colore, l'equipaggiamento come meccaniche e PU, il binding ai tasti ecc ecc oltre che le condizioni generale, se è una Long tenon o medium o short, fatti consigliare.
Qui su Acordo ci sono collezionisti di made in Japan preparatissimi e che comprano direttamente in Giappone.
Io purtroppo non sono uno di questi, la mia è stata una voglia e ne sono felice, non rimarrà l'unica spero, sono alla ricerca di un certo tipo ed edizione di Greco con PU molto pregiati e rari, ora non ricordo il nome della serie.
ciao
Rispondi
Re: Burny nuove
di sdl [user #5004]
commento del 25/12/2014 ore 14:08:16
Non ne ho idea...
Rispondi
differenze
di marcoguitar [user #15320]
commento del 02/01/2015 ore 01:50:16
ma ragazzi non c'è storia. La Gibson è più completa e carica, ovvio che la brillantezza nell'heavy è un vantaggio ma mi sembra proprio che la Gibson vinca a mani basse. E alla lunga suonerà ancora meglio. Se poi parliamo di soldi allora va bene. Prendo una vintage usata con 150 euro e lovviamente la supergrade è una buona chitarra ... ma...
Rispondi
Altro da leggere
Scopri in video le Fender Aerodyne Special
Let it (Treble) Bleed
Il lato oscuro della Squier Telecaster Classic Vibe
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Jackson fa ascoltare la American Series Soloist
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Visualizza l'annuncio
Gibson Les Paul Slash Signature November Burst NAMM 2020
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Tipi da sala prove: i miei preferiti
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964