CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Cesareo: quanto studiare
Cesareo: quanto studiare
di [user #116] - pubblicato il

Uno dei dubbi più ricorrenti che attanaglia uno studente di chitarra appassionato e motivato è quanto tempo dedicare allo studio. Questo va gestito tra lavoro, famiglia e studio; incastrarlo nella maniera più corretta tra questi impegni è fondamentale per progredire e migliorare in maniera armoniosa e gratificante. Cesareo ringrazia per la domanda e ci dice la sua.
Abbiamo chiesto a Cesareo qualche suggerimento per quei chitarristi, non ancora professionisti, che non sanno come quantificare e organizzare il tempo da dedicare allo studio.
Esiste una grandissima percentuale di chitarristi innamorati del proprio strumento e profondamente motivati a migliorare; la chitarra è la loro più grande passione ma devono gestirla e armonizzarla tra studio, lavoro, famiglia. Così, essendo il tempo a disposizione poco e preziosissimo, c’è sempre l’irritante dubbio di non gestirlo al meglio.
Ci si chiede se sia meglio buttarsi avidamente sulla chitarra ogni mezz’ora libera, ogni volta possibile o - con più calma - ritagliarsi una vera e proprio macro sessione di studio di tante, tantissime ore da suonare di filata, ma magari una sola volta a settimana.
Cesareo non ha dubbi e la sua risposta si basa sulla natura della mano, un’articolazione con delle caratteristiche ben precise e che descriverà nel video.
La costanza e la disciplina suggerite da Cesareo garantiranno l’organizzazione di un metodo e di una routine di studio sana ed efficace. Metodo in grado di aiutare il musicista a tutelarsi anche da una delle più grandi insidie in cui può incorrere un chitarrista, la tendinite.
 
cesareo engl grazie per la domanda ibanez lezioni
Nascondi commenti     16
Loggati per commentare

Grande rubrica.
di feloi [user #14193]
commento del 22/12/2014 ore 12:58:42
Sul discorso trattato, io pensavo di esser poltrone e mi faccevo i complessi perchè in media stavo un quarto d'ora alla chitarra, se non avevo prove, pezzi nuovi da studiare per la band o registrare mi stressava stare a lungo sulla chitarra da solo in camera.
Rispondi
Perfettamente ragione
di Hefexor [user #34231]
commento del 22/12/2014 ore 15:18:44
Concordo in pieno con quanto detto dal grande Cesareo!

Ho avuto grosse rotture di scatole con tendiniti (o meglio tenosinovite) per anni.
Ho risolto proprio nel momento in cui, nel marasma generale di vita, lavoro e bimba piccola, ho iniziato a dedicare 30 minuti fissi al giorno allo strumento, suonando solo quello che mi sentivo ed esercizi pochissimi, giusto qualche improvvisazione con batteria e basta e qualche combinazione pentatonica o al massimo qualche arpeggio di triadi o roba così.
Mi sento sicuro come non mai prima.
Certo saltare anche solo un giorno sono dolori, quindi cerco di non mancare mai l'appuntamento con una delle mie signorine.
Rispondi
vorrei aggiungere che!
di brosky [user #41626]
commento del 22/12/2014 ore 15:25:31
oltre a concordare e condividere, si potrebbe aggiungere... che: .. " come coloro che fanno sport a qualunque titolo e livello" dipende dal livello che si intende raggiungere e dal tempo che ti separa da un determinato obbiettivo. percio, gli esercizi di mantenimento vanno bene fatti con costanza, ma se ti poni l'obbiettivo di un concertino o un brano per la data ICS, allora senza strafare bisogna gradualmente intensificare!!!
Rispondi
Molto interessante! Personalmente cerco di ...
di fbf [user #36393]
commento del 22/12/2014 ore 18:36:0
Molto interessante!
Personalmente cerco di ritagliarmi un'oretta al giorno, ho iniziato da "poco" ma il problema che tra riscaldamento e ditones (utilissimi ma arrivare alle velocità indicate porta via tantissimo tempo -e non è detto che ci arrivi!-) il tempo vola e così mi ritrovo spessissimo a fare esercizi quando vorrei invece provare pezzi (si sa, la tecnica è ok ma la si impara per poter suonare meglio!!!)
Purtroppo (o meglio per fortuna visti i tempi!!!) c'è il lavoro di mezzo, famiglia, mtb...sigh!!!
Rispondi
Ci sono giorni che dedico ...
di Claudio80 [user #27043]
commento del 22/12/2014 ore 19:07:02
Ci sono giorni che dedico ore, massimo3, e giorni a cui dedico 30 minuti/1 ora per gli esercizi, e tutto il tempo che mi rimane per suonare liberamente, o cercare di comporre qualcosina, oppure a preparare brani nuovi da fare con la band.
Prima ero uno schiavo degli esercizi, perchè avevo la fissa che se non facevo almeno 3 ore al giorno,sempre tempo permettendo, non avrei mai fatto progressi. Poi ho capito che è fondamentalmente una questione anche mentale,quindi di approccio, e ho capito che 30 minuti fatti bene, sono sempre migliori di 3 ore fatte sotto sforzo sia mentale che fisico...Perciò grazie del consiglio a Cesareo!!
Un saluto!
Rispondi
Re: Ci sono giorni che dedico ...
di EarlBostic [user #39111]
commento del 23/12/2014 ore 04:0
ahahah, pazzesco come la tua citazione e quello che scrivi siano un controsenso mostruoso.
Rispondi
Re: Ci sono giorni che dedico ...
di Claudio80 [user #27043]
commento del 23/12/2014 ore 10:06:04
???? Cosa ti fa ridere?
Rispondi
Re: Ci sono giorni che dedico ...
di EarlBostic [user #39111]
commento del 24/12/2014 ore 01:47:25
La fissa per la tecnica quando "tutto ciò che suono è verità ed emozione". Mi fa ridere.
Rispondi
Re: Ci sono giorni che dedico ...
di Claudio80 [user #27043]
commento del 24/12/2014 ore 02:09:16
Chi ha parlato di tecnica?....
Rispondi
Re: Ci sono giorni che dedico ...
di EarlBostic [user #39111]
commento del 24/12/2014 ore 11:56:22
Ah, scusa, sono esercizi.
Rispondi
Re: Ci sono giorni che dedico ...
di Claudio80 [user #27043]
commento del 24/12/2014 ore 12:15:43
Chi ha parlato di esercizi?
Rispondi
Re: Ci sono giorni che dedico ...
di EarlBostic [user #39111]
commento del 25/12/2014 ore 01:02:30
Chi ha parlato?
Rispondi
beh...
di Leokater [user #8776]
commento del 23/12/2014 ore 17:01:20
...forse visto il personaggio bisogna prendere quello che dice con la dovuta ironia.Mi riferisco al fatto che si dica che è meglio fare dieci minuti al giorno che dodici ore nel weekend.Fa un po' Catalano (buonanima)
Rispondi
E come nello sport...
di voodooman [user #8538]
commento del 02/01/2015 ore 02:11:57
...conta anche l'alimentazione. Io per esempio dopo le feste mi ritrovo sempre le mani un po' più grasse...poi faccio un po' di scale e dimagriscono...
Rispondi
Questo video conferma quello che ...
di WilsonS [user #42009]
commento del 02/01/2015 ore 10:50:5
Questo video conferma quello che ho sempre pensato.
C'è tanta gente che dice: "va be', ma se non suoni per una settimana, mica ti dimentichi come si fa". La questione non è che ti dimentichi come si suona, è che bastano pochi giorni di stop e le mani cominciano ad arrugginirsi.
Adesso grazie a Cesareo, so che le mie non erano solo paranoie :)
Rispondi
aforisma...
di adsl36 utente non più registrato
commento del 02/01/2015 ore 10:51:41
..."Se non studio un giorno, me ne accorgo io. Se non studio due giorni, se ne accorge il pubblico". Non è mia ma dell'ineguagliabile Niccolò Paganini!
Rispondi
Altro da leggere
Frank Gambale: un ottimo manuale per imparare a improvvisare
Scale a tre note per corda: da Paul Gilbert a Andy Timmons
Nili Brosh: apriamo il suono della Pentatonica
ACFS580CE: Ibanez da fingerstyle
Hybrid Picking: suonare le triadi
Colori jazz per il fraseggio blues
Seguici anche su:
News
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing
Ha inizio la settimana del Namm 2019




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964