CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Segna tasto Les Paul staccato!

di [user #10549] - pubblicato il
Salve amici Accordiani, e ben ritrovati, è da un po' che non scrivo su queste pagine, ho riposto per un po' le chitarre per dedicarmi ad altro...
Sotto le feste ho ripreso a suonare e oggi è successa una cosa che non credevo potesse succedere, mentre suonavo alla mia Les Paul VOS 58 del 2009 si è staccato un segna tasto dal manico, del quinto tasto per la precisione.


La chitarra ha si 5 anni ma l'ho suonata pochissimo in confronto a quanto ho usato la Tele da quando ce l'ho, la considero nuova, ora so che la prima cosa da fare è andare da un liutaio e farla riparare ma ho delle domande da porvi:
1 - devo preoccuparmi per gli altri segnatasti?
2 - è normale secondo voi che sia successo questo o a qualcuno è già capitato?
3 - posso in qualche modo ripararla da me?
4 - la chitarra tornerà come prima?
5 - ma il custom shop non era il non plus ultra di casa gibson?

Non me ne vengono altre per ora.
Grazie a chi vorrà rispondere.
Dello stesso autore
OCD l'overdrive che mi aspettavo!!!
Overdrive...si...ma quale?
Godin Summit...considerazioni in merito
Maxon OD 9 prima prova!
Mesa Express 5:50+
Maxon OD 9
Suonare migliora la vita.
Tube Screamer o altrenativa.
Loggati per commentare

Semplice.....
di valerio62 [user #30656]
commento del 03/01/2015 ore 19:43:32
con l'escursione termica e il non uso (magari l'hai lasciata a riposare nella custodia e non ha potuto respirare) il segnatasto si è mosso e quindi quando l'hai usata è volato via. Succede anche nelle migliori famiglie. Se vuoi ripararlo da solo è abbastanza semplice: togli le corde, pulisci per bene la sede ma senza raschiare, poi usi del cianoacrilato in dosi ragionevoli (non troppo perchè macchi la tastiera) e ricollochi il segnatasto al suo posto premendo con il pollice della mano. Non dargli martellate perchè lo spacchi. abbi cura di non far uscire l'attack, tutto qui.
Rispondi
Re: Semplice.....
di kirk76 [user #10549]
commento del 03/01/2015 ore 19:55:43
Sicuramente era chiusa da almeno prima dell'estate.
Come pulisco la sede del segnatastio?
Basta della semplice attack?
Rispondi
Re: Semplice.....
di valerio62 [user #30656]
commento del 03/01/2015 ore 21:31:18
la sede del segnatasto la spolveri con un pennellino, se è grassa dagli un po di acetone e poi asciuga con lo scottex. L'attack va benissimo. Eventualmente dovesse restare qualcosa che è da alliisciare, fallo con abrasiva fine lavorando in senso longitudinale (lungo il manico in pratica).
Rispondi
Re: Semplice.....
di kirk76 [user #10549]
commento del 03/01/2015 ore 22:27:48
Sembra semplice...ci provo...
Rispondi
Re: Semplice.....
di kirk76 [user #10549]
commento del 11/01/2015 ore 19:06:39
Visto che la Gibson non ha risposto alla mia mail oggi ho provato a riparare da me il danno con i consigli che mi hai dato.
La riparazione è venuta alla perfezione, segna tasto perfettamente spianato sulla tastiera, provata per due ore sembra tutto ok, ora vediamo se tiene nel tempo.
Grazie dell'aiuto.
Rispondi
Re: Semplice.....
di valerio62 [user #30656]
commento del 11/01/2015 ore 22:36:34
vedrai che terrà meglio di prima ;) !
Rispondi
Cavolo mi dispiace, mai successo ...
di dale [user #2255]
commento del 03/01/2015 ore 22:31:17
Cavolo mi dispiace, mai successo e considera che una volta sono stato sei mesi lontano da casa e non le ho suonate per forza, di cui una LP 1980, anche la R8 non ha mai fatto una piega, sarà andata come dice Valerio.
Nulla di male, se vuoi stare tranquillo vai dal liutaio, sennò fai come dice Valerio, credo che sia ragionevole.
Rispondi
Re: Cavolo mi dispiace, mai successo ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 04/01/2015 ore 07:15:0
Ma infatti questa cosa del freddo é plausibile ma é anche, o era, anche pensabile che uno strumento di tale fattura resistesse a questi sbalzi termici, comunque le mie chitarre sono chiuse in una mansarda non su un marciapiede al gelo...vabbè... Doveva succedere, basta che risolvo...
Rispondi
Accidenti, mai capitato ne sentito ...
di tigerwalk [user #26344]
commento del 04/01/2015 ore 12:37:1
Accidenti, mai capitato ne sentito che fosse capitato a qualcuno in giro. Se la chitarra era una fender magari si sarebbe scatenato un putiferio circa la bassa qualità attuale, invece vedo che (purtroppo) è capitato ad una elegante signora del top di casa Gibson. Non dovrebbe di certo accadere in nessuna chitarra e se vogliamo dare la colpa al cambio di temperatura dovremmo vedere decine, se non centinaia di chitarre con questo problema. L'unica fortuna è che la cosa è facilmente rimediabile come detto più su.
Rispondi
Re: Accidenti, mai capitato ne sentito ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 04/01/2015 ore 14:37:48
Si, ma infatti sta cosa del freddo per quanto plausibile causa mi sembra capitata solo a me e forse diciamo che il sgnatasto non era incollato bene e su una chitarra di quasi 3000€ scoccia parecchio, presa per altro in un Gibson Storie ufficiale dove mi han decantato l'alta selezione che fanno sugli strumenti...vabbè...spero di risolvere il resto lascia il tempo che trova...
Rispondi
Re: Accidenti, mai capitato ne sentito ...
di Benedetto utente non più registrato
commento del 04/01/2015 ore 15:04:54
ma quale segnatasto dici, il trapezoid o il dot sul binding?
Rispondi
Re: Accidenti, mai capitato ne sentito ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 04/01/2015 ore 18:22:37
Il trapezio.
Rispondi
Re: Accidenti, mai capitato ne sentito ...
di Benedetto utente non più registrato
commento del 04/01/2015 ore 19:13:31
certo che è fastidioso...con quello che costano queste chitarre non sarebbe mai dovuto accadere, speriamo sia un caso isolato e che gli altri intarsi siano stati messi meglio, io una letterina alla Gibson la scriverei magari con un paio di foto allegate per sentire cosa hanno da dire!
Rispondi
Re: Accidenti, mai capitato ne sentito ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 04/01/2015 ore 19:19:37
Sai che non ci avevo pensato. Hai proprio ragione. Tanto per segnalare.
Rispondi
Re: Accidenti, mai capitato ne sentito ...
di Benedetto utente non più registrato
commento del 06/01/2015 ore 12:40:27
Ho visto la foto che hai messo, ho la stessa chitarra anche io (R8 del 2010) e stamattina aprendo la custodia ho trovato una manopola del volume lievemente incrinata nella parte trasparente all'interno...strano non le ho mai smontate le manopole e nemmeno ha subito urti, magari è sempre stata cosi', boh!
Facci sapere la risposta del gibson service!
Rispondi
Re: Accidenti, mai capitato ne sentito ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 06/01/2015 ore 15:49:55
Ma no...come la mia essendo un simile vintage vuoi che qualche pezzetto rotto non ci sia? A te é andata meglio però... :-)
Rispondi
Possiedo una Yamaha Pacifica pagata ...
di aghiasophia utente non più registrato
commento del 04/01/2015 ore 23:27:42
Possiedo una Yamaha Pacifica pagata 270000 lire nel 98. L'ha uso mezza volta all'anno quasi solo per affetto. Non ha mai riportato danni da escursioni climatiche. Sentire che una cosa del genere può capitare su chitarre stra-top della gamma da 3000 cocuzze è qualcosa di immorale.
Rispondi
Re: Possiedo una Yamaha Pacifica pagata ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 05/01/2015 ore 00:56:46
Ed infatti mi girano al quanto.
Andrò a fondo a questa cosa, anche perché non sono un turnista o uno che suona tutti i fine settimana nei club ( non più da molti anni per lo meno) e le mie chitarre ce le ho per diletto e le suono molto poco, sono intonse, secondo me è un difetto di fabbrica. E cercherò di far valere una sorta di garanzia anche se sono convinto che non la spunterò.
Rispondi
"la uso" ('sto c***o di ...
di aghiasophia utente non più registrato
commento del 04/01/2015 ore 23:30:37
"la uso" ('sto c***o di cellulare).
Rispondi
In più di trent'anni da ...
di Oliver [user #910]
commento del 05/01/2015 ore 02:15:32
In più di trent'anni da chitarrista non mi è mai capitato ne' ho mai sentito niente del genere.
E che capiti a una chitarra custom shop, pagata fior di millini, mi disturba parecchio anche se non è mia. Non dovrebbe succedere. Mai.
L'unico aspetto positivo è che la soluzione è semplicissima e veloce, come ti hanno gia suggerito.
Ma caspita...
Rispondi
Re: In più di trent'anni da ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 05/01/2015 ore 07:35:21
Onestamente non ho mai sentito nemmeno io prima di ora di difetti del genere.
Ripeto che per quanto lo sbalzo termico possa essere una concausa le mie chitarre sono trattate coi guanti, ma non perché io le tratto meglio degli altri, per il semplice motivo che non le uso per come sono state pensate e costruite, suonano pochissimo sono sempre chiuse in casa, le pulisco regolarmente pur non usandole e non hanno mai visto né un palco me una cantina umida o sala prove che dir si voglia; mi riesce quindi difficile non pensare ad un difetto di fabbrica che sicuramente nessuno mi riconoscerà anche perché diciamocelo sinceramente se risolvo con un po' di attack il mio è uno sterile frignare.
Ma se penso che una chitarra come la mia la potrebbe avere un chitarrista che suona 20-30 ore a settimana che va in sala prove e a suonare in giro (e avendolo fatto so bene lo stress che gli strumenti subiscono in queste situazioni) immagino che il problema sarebbe successo molto prima.
E scoccia pensare che quando l'ho desiderata e poi comprata mi sono giustificato il prezzo pensando che la stavo pagando più di una Traditional ma che però stavo comprando un pezzo di storia e di Now How di una delle case più blasonate di chitarre al mondo...e quanto accaduto, se pur di semplice risoluzione lascia un po' l'amaro in bocca.
Tutto qui.
Rispondi
Re: In più di trent'anni da ...
di Oliver [user #910]
commento del 05/01/2015 ore 10:55:1
Sì, il problema in sè sarebbe una sciocchezza (che comunque non dovrebbe succedere), ma dà molto fastidio proprio perchè tradisce la fiducia che si attribuisce -pagandola a caro prezzo- a quella che dovrebbe essere una struttura creata per dare una garanzia di qualità indiscutibile.
Tempo fa mi ero scandalizzato leggendo della chitarra prodotta dal custom shop fender per John Mayer (mica per uno sconosciuto...), che gli è arrivata con l'elettronica difettosa ed è dovuta tornare in fabbrica. Dico: l'elettronica! Perfino io sono capace di cablare correttamente una stratocaster: ma che cavolo di controlli fanno, allora? E se la chitarra non è per una star come Mayer, oltretutto finalizzata alla produzione di un modello signature e quindi piuttosto importante, cosa può succedere?
Rispondi
Re: In più di trent'anni da ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 05/01/2015 ore 12:14:58
Già...
Ho aggiunto una foto per completezza di informazione.
Rispondi
Re: In più di trent'anni da ...
di MM [user #34535]
commento del 06/01/2015 ore 15:15:08
Concordo, anch'io sono 35 anni che bazzico nel mondo delle chitarre e non ho mai sentito una cosa del genere.... che non dovrebbe proprio esistere in una chitarra come quella; ma direi in nessuna chitarra.
Credo che una cosa del genere non sia da imputare a tua incuria o a eventuali sbalzi termici, ma è solo una conseguenza di un incollaggio fatto male.
L'unica cosa positiva è che il problema è di facile soluzione, ma fai molta attenzione, sia se lo ripari tu, che se lo fai riparare, perché oltre ad un buon incollaggio non si deve presentare il benché minimo scalino tra la tastiera e il segnatasto.
Rispondi
Re: In più di trent'anni da ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 06/01/2015 ore 15:21:04
Si é di facile risoluzione ma disarmante se si pensa che ci sono chitarre di 50 anni che ancora suonano...
Rispondi
non cercare colpe che non ...
di paserot [user #21075]
commento del 05/01/2015 ore 08:16:3
non cercare colpe che non hai ne tu ne la chitarra
era finita o stava finendo la colla
risolvi facilmente come t'hanno già suggerito
manda foto e bestemmie alla casa per precauzione nel caso di scollamenti futuri
Rispondi
Re: non cercare colpe che non ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 05/01/2015 ore 08:35:54
É quello che ho intenzione di fare.
Rispondi
Non dovrebbe succedere, ma, tanto ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 05/01/2015 ore 12:16:00
Non dovrebbe succedere, ma, tanto per far paragoni con altri ambiti, a volte la letterina del modello casca sia alla uno lasciata in balia delle stagioni per trent'anni che sulla costosissima Mercedes che entra ed esce dai parcheggi coperti. Io, più che difetti di cosruzione, ci vedrei proprio un po' di sfiga ed in quel caso è difficile trovare colpevoli. Anzi, ti dirò, questo è proprio un dispetto della chitarra che non vuole stare a poltrire nella custodia...Un po' come quei bimbi figli di mamme iperapprensive che al primo colpo di vento beccano il febbrone o come quelle auto che a furia di star ferme in garage poi vedono le gomme diventare ovali...Falla cantare sta chitarra così gli eventuali acciacchi futuri saranno imputabili all'usura...Tanto tra vintage e relic s'è capito che le condizioni impeccabili non aumentano il valore dei nostri strumenti! Si fa per parlare eh, girerebbero anche a me al posto tuo, ma, guardando al lato positivo, la soluzione è semplice, meglio così!
Rispondi
Re: Non dovrebbe succedere, ma, tanto ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 05/01/2015 ore 12:29:27
Simpatica e verosimile rivisitazione dell'accaduto.
In fondo un po' è vero, l'ho suonata pochissimo in confronto a quanto merita, sempre tenuta un po' da parte rispetto la Tele che è molto più "semplice" da suonare al volo.
Si sarà risentita.
:-)
Rispondi
1. Fai bene a segnalare ...
di Cordarotta [user #21082]
commento del 05/01/2015 ore 20:32:36
1. Fai bene a segnalare il fatto alla Gibson, magari gli serve per ovviare a deficit nella linea produttiva
2. Lo stesso problema tempo fa mi pare di averlo letto spulciando su altri forum(usa), ma non rucordo
se si trattava di CS o divisione USA.
3. Magari non serve, ma verifica la stabilitá degli altri inserti...
4. Massima solidarietá...spero non capiti alle mie...
Saluti ;-D
Rispondi
Re: 1. Fai bene a segnalare ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 06/01/2015 ore 07:30:25
La segnalazione l'ho fatta ieri, ora aspettiamo una risposta, spero in tempi brevi.
La mia paura è proprio quella, per gli altri segna tasti però da un primo controllo superficiale sembrano apposto.
Grazie per la solidarietà.
Rispondi
...e intanto la Gibson non ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 08/01/2015 ore 06:51:44
...e intanto la Gibson non risponde...
Io ho trovato questa mail a cui scrivere editor@gibson.com spero sia giusta.
Mi confermate?
Rispondi
Re: ...e intanto la Gibson non ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 11/01/2015 ore 19:54:53
Il customer care Gibson è a questa pagina:

vai al link


Riempi i campi ed invia. In genere rispondono.
Rispondi
Re: ...e intanto la Gibson non ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 11/01/2015 ore 21:31:34
Grazie del link.
Avevo scritto ad un altro indirizzo...
Rispondi
Re: ...e intanto la Gibson non ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 14/01/2015 ore 13:57:01
Mi hanno risposto.
Ho inviato delle foto dell'accaduto, non mi aspetto che passi in garanzia, anche perché è scaduta e poi ho già riparato da me, ma ho apprezzato che si siano interessati.
Rispondi
Re: ...e intanto la Gibson non ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 14/01/2015 ore 14:46:54
Ne ero sicuro, ho sempre avuto risposte tempestive da tutti i servizi di customer care che mi è capitato di contattare, e a volte anche delle attenzioni insperate ( chiave per il truss rod mancante inviatami gratuitamente e cose del genere). Le grandi aziende tengono molto alla loro immagine e sanno che nell'era di internet mostrare poca attenzione nel post-vendita può significare un grave danno d'immagine.

Rispondi
Re: ...e intanto la Gibson non ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 19/01/2015 ore 18:34:12
A dimostrazione di quanto dici la Gibson mi offre una riparazione a loro carico presso liuteria autorizzata anche se la chitarra è fuori garanzia.
Ora il problema l'ho risolto da me, ma il Liutaio contattato mi ha detto di portare lo stesso la chitarra per un controllo...bè, che dire, ottimo servizio.
Rispondi
Re: ...e intanto la Gibson non ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 19/01/2015 ore 19:03:34
Ottimo! Magari scrivi anche un diario con l'epilogo della storia, così anche altri nella tua situazione potranno confortarsi con la tua esperienza positiva in merito :-)
Rispondi
Re: ...e intanto la Gibson non ...
di kirk76 [user #10549]
commento del 19/01/2015 ore 19:42:32
Ci avevo pensato.
Rispondi
Sappi che è più facile ...
di tonebar [user #8021]
commento del 31/01/2015 ore 22:43:49
Sappi che è più facile che accada su una custom shop che su una di serie normale, negli ultimi anni, Gibson usa per i modelli reissue la colla che gli americani chiamano hide glue, colla che si usava negli anni '50 e '60, naturale e facile da scollare in caso di riparazioni, molti pensano sia uno degli ingredienti di un buon suono Gibson. La controindicazione è che spesso questa colla cristallizza e possono accadere cose simili. Nulla di grave, considerato che non è la prima volta che vedo un segnatasto scollato in particolar modo su Gibson della golden era. Il consiglio che ti è stato dato per riparare all'accaduto è corretto, vedrai che col cianoacrilato, non si stacca più.
Aggiungo solo che la casa madre ha reintrodotto questo collante proprio per far contenti gli utilizzatori che volevano le chitarre più vicine possibile ai modelli originali, vedi l'abolizione del rivestimmento plastico per il trussrod e via dicendo.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
News
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
La Strat interamente fatta di pastelli colorati
Guarda John Mayer presentare GarageBand per Apple nel 2004
Ascolta New Horizons: il nuovo singolo di Brian May
I temi chitarristici più caldi del 2018
Impara a suonare e a tenere il palco con Carlos Santana
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964