CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Gli assolo di chitarra fanno vomitare
Gli assolo di chitarra fanno vomitare
di [user #17404] - pubblicato il

Decidere di suonare o non suonare un assolo di chitarra, di farlo con tre o tremila note, non potrà mai essere giusto o sbagliato, bello o brutto a prescindere. Dovrà sempre essere valutato in relazione al contesto in cui lo si colloca e alla resa musicale che sortirà. Ma non sempre le cose funzionano così.
Senza dubbio, tra le qualità principali che contraddistinguono un grande musicista c’è il senso della misura. La capacità di adeguare ciò che si suona alle esigenze della musica e del repertorio che si sta affrontando.
Nei chitarristi questo si vede chiaramente nella dimensione solistica dove invece, spesso, l’ego fa lo sgambetto al buon senso e l’urgenza di esibire la propria abilità sotterra quella di un arrangiamento armonioso e pertinente.
Ma, detto questo, suonare o non suonare un assolo oppure decidere di eseguirlo scarno ed essenziale invece che torrenziale e pirotecnico,  non potrà mai essere giusto o sbagliato, bello o brutto a prescindere.
Dovrà sempre essere valutato sulla base della resa sonora che avrà all’interno del brano e, soprattutto, in relazione al contesto in cui lo si colloca.
Ma non sempre le cose funzionano così.
 
Gli assolo di chitarra fanno vomitare
 
La musica è soggetta alle mode e suoni, arrangiamenti, soluzioni che in un dato periodo e trend musicale paiono perfetti, qualche anno dopo possono risultare obsoleti, se non addirittura grotteschi.
Negli anni sessanta e settanta ci si ubriacava di assolo infiniti e psichedelici. Improvvisamente questi sono diventati roba da matusa: infuriava il punk e la chitarra si suonava alle ginocchia e guai ad andare più in là di un power chord. Poi, negli anni ’80, il mondo della chitarra è stato conquistato dagli alieni e Vai, Gilbert, Becker, Van Halen hanno suonato assolo che a distanza di trent’anni ci chiediamo ancora se siano cose alla portata dei terrestri. Sono arrivati gli anni ’90 e questa eruzione futuristica e tecnologica di note è stata un’altra volta zittita per dare spazio alle soluzioni grezze, sanguigne e nostalgico vintagiste del grunge. Poi, tutto il decennio chitarristico del duemila ho confermato che gli assolo erano out ma che sul fronte delle chitarre ritmiche c’era un mondo da scoprire con Foo Fighters, e Muse che mostravano nuove, insospettabili, maniere per essere guitar hero. E oggi, di nuovo fuoco e fiamme: Govan e Loomis bruciano le tastiere e fanno attizzare orde di chitarristi adolescenti su youtube mentre una nuova scena metal fa tremare la terra con riff a sette, otto e nove corde con soluzioni ritmiche che strapperebbero un sorriso a Zappa.
 
Gli assolo di chitarra fanno vomitare
 
E allora, in questa altalena di mode e tendenza, gustiamoci una divertente testimonianza di Michael Angelo, freak dello shred anni ’80, che ci racconta quando durante le clinic che teneva negli anni novanta, i ragazzi più giovani lo contestavano dicendo che gli assolo facevano vomitare. E lui, in tutta risposta, ribatteva che non c’era problema. Evitassero pure di farli. Ci avrebbe pensato lui a fare abbastanza note per tutti loro assieme.
 
michael angelo batio
Mostra commenti     116
Altro da leggere
Angelo & Gilmour: assieme per la finlandese Ra Gee B.
Michael Angelo: la mia storia con lo sweep
Michael Angelo: tre esercizi in pennata alternata e modo dorico
Raffinatezze varie su shred ignorante
Cosa suonare per conquistare una ragazza
Michael Angelo: arpeggi acrobatici
Seguici anche su:
News
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing
Ha inizio la settimana del Namm 2019




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964