CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Reference amplia la gamma con wireless e lo-cost
Reference amplia la gamma con wireless e lo-cost
di [user #116] - pubblicato il

I cavi Reference Laboratory sono in buona compagnia a Custom Shop Milano. Oltre a occuparsi del cablaggio dei palchi demo, Reference ha in serbo numerose novità. Cavi audio per tablet e smartphone si affiancano a quelli studiati per i sistemi wireless e a un nuovo progetto entry level.
I cavi Reference Laboratory sono in buona compagnia a Custom Shop Milano. Oltre a occuparsi del cablaggio dei palchi demo, Reference ha in serbo numerose novità. Cavi audio per tablet e smartphone si affiancano a quelli studiati per i sistemi wireless e a un nuovo progetto entry level.

Questa domenica 15 marzo, Reference sarà al Custom Shop di Milano con diverse innovazioni in anteprima. Nell'attesa di toccare con mano i nuovi prodotti made in Italy all'hotel Quark, abbiamo strappato alcune anticipazioni.

I palchi di Custom Shop saranno cablati Reference. Puoi dirci cosa ascolteremo dei tuoi prodotti?
Si tratta di un set di cavi e trasformatori di impedenza per supportare l’efficienza di una catena audio asservita a uno strumento acustico o un elettrico senza intermedio di un amplificatore e arrivare direttamente al mixer.
Sarebbe utile analizzare e ascoltare ogni singolo tragitto quindi dal primo step, il cavo sbilanciato, la DI box e i cavo bilanciato. Sostituendo questi elementi con altri similari, possano creare una differenza rispetto al suono originale.
L'invito a toccare con mano l’efficienza di un cablaggio dall’inizio (sorgente sonora) fino al mixer o al punto di distribuzione audio è garantire quel suono che il musicista elabora, è il suo DNA che farà la differenza.
Il musicista deve rendersi conto che ogni connessione può significare un impoverimento nel trasferire i dati che sono linfa dello spettro e del quadro sonoro.
Noi abbiamo fornito ad Accordo: un cavo RIC01-A per strumento acustico, identificabile  dalla guaina di color marrone, una RDB01 Reference DI box passiva, passiva per garantire il segnale esente da colorazioni dovute alle alimentazioni (DI box attive) pertanto il trasformatore all’interno deve essere di alta qualità tale che i dati si possano trasferire 1:1. Abbiamo fornito anche un RMC01, cavo bilanciato solitamente lungo per raggiungere senza interconnessioni (se possibile) il canale dedicato sul mixer. Quest’ultimo tragitto è responsabile anche dei due precedenti, per cui l’esigenza di un cavo importante è nella descrizione del RMC01, per il quale invitiamo a farci visita in fiera.

Reference amplia la gamma con wireless e lo-cost

L'ultima volta che ci siamo visti avevi presentato da poco L'Ultimo Cavo, che permetteva di mettere le mani su un Reference anche ai musicisti con budget inferiori. Ora che è passato un po' di tempo, che commenti avete collezionato dagli utenti?
L’Ultimo Cavo è stata una emozione fin dalla sua nascita, da Francoforte prolight & sound 2014. Il suo nome curioso e l’originale finitura nero lucida lo hanno inizialmente avvicinato al solito touch feeling del musicista o dell'addetto ai lavori.
A questi due elementi si è aggiunta la loro sorpresa, quella più sensibile e che ormai il cliente cerca: qualità di trasferimento dei dati, il proprio suono che è la differenza con il suono di un altro cavo.
Il quarto elemento è la tipologia dei jack e connettori serie Prolite di Reference Lab, efficienti per la qualità dei materiali nei suoi punti di contatto, costruiti in modo solido e compatibili meccanicamente con i similari nonché sugli strumenti e sui microfoni.
Il quinto è l’applicazione: è un prodotto di qualità non specializzato come la linea RIC01 e destinato al musicista o tecnico del suono che vuol aggiornare il suo set up audio,migliorandone la resa ma vicino alla sua tasca, un budget medio basso che ha convinto il musicista, anzi ha prodotto un passa parola.
È stato apprezzato anche dai rivenditori sempre meno sorpresi che un cavo deve avere i minimi connotati per non danneggiare il suono. L'Ultimo Cavo sta contribuendo proprio nel diffondere uno standard e quindi una educazione in fatto di scegliere anche i cavi.

Cosa bolle in pentola adesso?
In fiera presenteremo due linee sensibili di cavi, sempre relative alle applicazioni e alle esigenze.
Il primo è il cavo per un sistema wireless, per tentare due risultati: affidabilità e miglioramento dati trasferiti, quindi maggiori dettagli sonori. Quattro i set disponibili e compatibili per sistemi wireless Line6, Shure e a breve Sennheiser, man mano per ogni possibile eventuale.
Il secondo è la linea di cavi Referement, forse il passo più avanzato di Reference Laboratory negli ultimi dieci anni. Si comporrà di due i modelli, per strumento e per microfoni.
Il goal è avvicinarsi a un target price dai € 16,90 ai € 19,90 con lunghezze fra 3 e 6 metri.
È un cavo pensato per garantire il 100% di affidabilità, che se ne possa acquistare uno ed esserne fieri perché non lascerà mai per strada. È a km zero, made in Italy. Ha la punta del suo jack tornita, cioè unico pezzo fino alla saldatura con il cavo quindi mai il tip potrà rimanere nell’ampli o nel jack dello strumento.
È un cavo che pensa anche al suono, che nasce dalla ricerca di Reference ed è costruito da Reference Lab.
Ci sarà inoltre una serie di cavi per iPad/iPhone per quelle esigenze dove si chiede un trasferimento affidabile e buono al cavetto jack stereo con doppino XRL e phone plug.
Anche questi sono punti della catena audio, dal wireless, all'iphone alla DI box, insomma punti di partenza, intermedi o finali dove il suono può arrivare con i suoi dati o con meno. Sappiamo che il musicista ci farà sempre più attenzione e, prima di acquistare un qualsiasi cavo o cercare un cavo per la sua catena audio o valutare la sua catena audio, lo potrà fare pensando che quello inciderà.

Reference amplia la gamma con wireless e lo-cost

So che la tua collaborazione con Pierangelo Mezzabarba continua con delle interessanti novità. Ne parleremo in modo più approfondito domenica, nel frattempo puoi anticipare qualcosa?
Il cavo Fantasma, ma ne parleremo domenica...
custom shop milano 2015 interviste reference laboratory
Link utili
Reference Laboratory
Custom Shop
Nascondi commenti     0
Loggati per commentare

Al momento non è presente nessun commento
Altro da leggere
Crescono i musicisti, torna il palissandro, arriva il custom: Eko sul prossimo futuro della chitarra
Crisi pandemica e rincari: "Niente speculazione: è sopravvivenza"
Line 6 Helix dall'home recording ai grandi palchi: Lapo Consortini racconta
Ibanez rivoluziona le RG Premium per il 2022: raccontate dai musicisti
Reference: workshop e grande musica a SHG
A SHG lo stato dell'arte del Digitale
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Flea dei RHCP nell’universo di Star Wars
Guitars of my life: una top 10 romantica
Il paradosso di Enesidemo (ovvero, noi delle chitarre non sappiamo un ...
Crisi delle valvole: Western Electric le produrrà in USA
Dal metal alle big band: Mark Tremonti canta Sinatra per la Sindrome d...
Visita alla fabbrica Gibson nel 1967: guarda il video
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
Quel dubbio che ci frega. Sempre
La GAS come l’amore? Una storia semiseria




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964