CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
GNI ASDC: il chorus di Kiko, Andy e... mio
GNI ASDC: il chorus di Kiko, Andy e... mio
di [user #14881] - pubblicato il

Il mondo è piccolo e si può rincontrare un pedale di cui ci si è innamorati tra le mani di chitarristi lontani geograficamente e stilisticamente come Andy Timmons e Kiko Loureiro. Poi, per una serie di eventi, il chorus GNI ASDC di Kiko può finire proprio nelle tue mani.
Il mondo è piccolo e si può rincontrare un pedale di cui ci si è innamorati tra le mani di chitarristi lontani geograficamente e stilisticamente come Andy Timmons e Kiko Loureiro. Poi, per una serie di eventi, il chorus GNI ASDC di Kiko può finire proprio nelle tue mani.

Il video che ho realizzato come oggetto di questo articolo è sostanzialmente un ringraziamento per alcune persone, però ho pensato potesse essere carino condividere con tutti quella che alla fine è una prova e una personale valutazione in merito a un accessorio che potrebbe interessare a tutti noi chitarristi.
Partiamo da qualche anno fa.
Durante uno dei clinic tour con Andy Timmons che ho seguito - ora non ricordo bene in quale anno -avevo notato che nella sua pedaliera, sempre molto dinamica in cui vari pedali vanno e vengono di volta in volta, era apparso un pedale piuttosto cicciotto di un colore che molti definirebbero surf green, altri verde acqua, altri sea foam green, ma che io ho sempre ricondotto alla mitica piastrella da cesso degli anni '60. Il pedale in questione dava un’immagine decisamente solida e, dovendo sempre capire come cablare e far stare tutti i pedali di Andy al loro posto, compresi i due (a volte quattro) Deluxe Memory Man enormi, mi sono detto "cazzo, ma doveva per forza portare 'sto mattone? Non andava bene un Boss o un MXR?"

Ricordo che la prima volta che sentii Andy utilizzarlo risposi alla mia domanda: no, in effetti quel chorus aveva un suono davvero bello, profondo, molto spaziale. Il tutto, unito alle frasi mai scontate e alle armonie che Andy snocciola regolarmente anche se sta solo accordando la chitarra, mi ha davvero mandato in estasi.
Allora mi ero limitato a chiedere di che pedale si trattasse, ed Andy rispose che si trattava di un marchio brasiliano con cui aveva cominciato a collaborare e di cui utilizzava anche un minuscolo overdrive che dava un suono Octafuzz molto Hendrixiano... però a me aveva colpito il chorus.
In realtà, andando un attimo sul tecnico, chiamarlo solo chorus è un po’ troppo generico, infatti il pedalozzo in questione è contraddistinto dalla sigla ASDC: Analog Stereo Dual Chorus, in pratica il suo codice fiscale. Tale acronimo però dice già tutto, si capisce che il pedale è un chorus, che è analogico, che è stereo... rimane solo da capire cosa esattamente significhi dual.

GNI ASDC: il chorus di Kiko, Andy e... mio

In pratica questo pedale ha due file esattamente identiche da tre controlli ognuna. Si regolano come al solito velocità, profondità e livello che, in questo caso, si chiamano Speed, Depth ed Energy.
Sotto ci sono due pulsanti: con quello di destra si inserisce e disinserisce l’effetto, con quello di sinistra si seleziona l’uso di uno dei due canali disponibili sui quali, ovviamente, possiamo impostare due setting differenti in base a ciò che andremo a suonare. Ottimo, per esempio, se volessimo un chorus più lento e morbido da usare su degli arpeggi, poi un setting con la velocità al massimo per simulare un leslie da usare sugli assolo.

Ma non vorrei abbandonare il discorso. Dicevo, Andy aveva cominciato a collaborare con questo marchio e, di conseguenza, lo stava portando in giro per il mondo.
Nel frattempo avevo adocchiato lo stand GNI al Namm, tra l’altro relegato al piano inferiore nel girone degli inferi in cui, comunque, ci sono sempre cose straordinarie da provare.
Una cosa curiosa è che originariamente questi pedali si chiamavano NIG, con questo logo venivano commercializzati in Brasile... però in effetti vendere negli Stati Uniti un pedale che si chiama NIG potrebbe creare qualche problema. Per questo motivo il marchio è stato rivisto nella versione più multirazziale GNI. Se osservate nel mio video, in effetti il logo del mio pedale è ancora NIG.

Veniamo al 2015. Nella mia agenda di febbraio c’era l’Ibanez Day e, subito dopo, la gestione del clinic tour di Kiko Loureiro.
L’Ibanez Day è stato veramente figo, ma davvero tanto, però non chiedetemi chi usasse quali pedali! Il palco era un negozio di effettistica a cielo aperto, un ordinato casino mai visto.
Il giorno dopo io e Kiko siamo partiti alla volta di Bassano del Grappa, luogo della prima clinic. In quella occasione ho potuto personalmente assistere Kiko nella preparazione del suo setup e ho visto per bene quali pedali usasse. Appena il mio occhio ha visto il colore "piastrella da cesso", ho capito che anche Kiko usava il Chorus GNI. Il suo riportava il logo NIG, essendo chiaramente stato preso in Brasile.
Durante la clinic ho vissuto la stessa esperienza di qualche anno prima con Andy: click... Booom! Un suono bellissimo. Questo anche se usato in mono tra chitarra e amplificatore. Una vera goduria!

GNI ASDC: il chorus di Kiko, Andy e... mio

Finita la clinic, stavamo camminando verso il ristorante dove avremmo cenato e stavamo discutendo del suo chorus, infatti chiedevo se ci fosse la possibilità di reperirlo facilmente. Il buon Kiko allora ha detto "fermo lì, fammi mandare prima un SMS". Senza dire nulla ha scritto a GNI, ha spiegato la situazione, chi fossi, cosa facessi, ecc.
Una volta seduti al ristorante ha ricevuto un SMS, dopodiché mi ha detto "tutto ok, il chorus è tuo! Mi hanno risposto che te lo lasciano volentieri e me ne daranno uno nuovo al mio ritorno a casa".
Che dire? Avevo appena avuto in regalo un pedale che mi piaceva un casino, per di più questo regalo mi era stato fatto da un amico chitarrista che apprezzo tantissimo, supportato tra l'altro da persone che, senza neanche conoscermi, dall’altra parte del mondo hanno detto "ok, lasciaglielo pure"! Bei momenti...
La cosa che mi faceva sorridere è che, da quel momento, Kiko si riferiva sempre a quel pedale chiamandolo "your chorus". Quando la gente chiedeva che pedale fosse, diceva "this is my friend Sebo's pedal, but I usually use the same one".
Una volta finito il giro di clinics in Italia, Kiko è partito alla volta della Francia per altre clinic, portando con sé il "mio" chorus, dopodiché me l’ha fatto spedire prima di tornare a casa.
Una volta ricevuto me lo sono spupazzato per bene e, prima di inserirlo nella mia pedaliera, volevo realizzare un video per poter far conoscere questo pedale a un po' di persone, ringraziando così sia Kiko sia GNI per questo bel regalo.


Il video dura poco, perciò non fa venire l'orchite. Ho registrato i sample usando una Ibanez ARZ6 Prestige Uppercut, chitarra fenomenale, collegando poi le due uscite del chorus a due Laney CUB 12R, una testata e un combo, entrambi a loro volta collegati a dei simulatori di carico, un CabClone Mesa Boogie e un Palmer PGA-04. Tutto registrato su Cubase 8 senza aggiungere alcun effetto, ho solo aperto in stereo i due canali.

asdc effetti e processori gni
Link utili
GNI Pedals
Nascondi commenti     16
Loggati per commentare

Bello, effettivamente molto "spaziale"😁😁.. Della ...
di George S.L.A [user #10210]
commento del 29/03/2015 ore 09:43:55
Bello, effettivamente molto "spaziale"😁😁..
Della stesa azienda conosco anche il compressore, molto buono anche lui...
Rispondi
Bello il chorus e molto ...
di Tubes [user #15838]
commento del 29/03/2015 ore 10:15:49
Bello il chorus e molto bella la storia che te lo ha fatto avere ! Forse un po' troppo ingombrante a trovargli un difetto . Come si può tradurre in inglese l'inarrivabile definizione di " color piastrella del cesso anni '60 ? Facciamo Sixties Toilet Green Tile ? Senti come suona figo !
Ciao
Rispondi
Bello
di AndreaCom [user #39134]
commento del 29/03/2015 ore 11:26:0
Mi è piaciuto molto questo chorus e se il video fosse durato un po' di più non mi sarebbe di certo venuta l'orchite :)
Chissà se un giorno verrà distribuito anche in Italia...
Da apprezzare anche il gesto di Loureiro, da vero gentiluomo.
Rispondi
bellissimo chorus, peccato che in ...
di dantrooper [user #24557]
commento del 29/03/2015 ore 12:06:51
bellissimo chorus, peccato che in Italia molti marchi sono poco o per niente conosciuti.
Rispondi
Costa pochissimo :D ...
di swing [user #1906]
commento del 29/03/2015 ore 15:02:03
Costa pochissimo :D
Rispondi
Re: Costa pochissimo :D ...
di SteveZappa93 [user #38837]
commento del 30/03/2015 ore 08:38:2
Si ma aggiungi i vari distributori, tasse,negozianti e il prezzo salirebbe di molto!Meglio comprarlo direttamente bypassando tutto!
Rispondi
È. Bellissimo. La spazialità è ...
di alessio326 [user #28175]
commento del 29/03/2015 ore 18:34:5
È. Bellissimo.
La spazialità è incredibile e, anche se all'inizio mi sembrava troppo presente, il secondo suono mi ha fatto ricredere sulle sue possibilità.
Devo averlo.
Rispondi
GNI o NIG?
di yshmael [user #16918]
commento del 30/03/2015 ore 09:28:17
Ciao, grazie per la recensione, mi sembra un pedale piuttosto versatile.
Ho notato che in una foto il marchio è GNI nell'altra NIG, ho cercato un pò su internet, credo che il secondo sia il nome giusto.
Come lo si può reperire in italia?
Il sito ufficiale è solo in portoghese :(
Rispondi
Re: GNI o NIG?
di AndreaCom [user #39134]
commento del 30/03/2015 ore 10:03:48
C'è il sito anche in Inglese...e anche il link a un negozio italiano.

vai al link

vai al link
Rispondi
Re: GNI o NIG?
di yshmael [user #16918]
commento del 30/03/2015 ore 10:28:05
Grazie mille :)
Rispondi
Re: GNI o NIG?
di AndreaCom [user #39134]
commento del 30/03/2015 ore 10:58:37
De nada :)
Rispondi
Re: GNI o NIG?
di Sebo [user #14881]
commento del 30/03/2015 ore 11:35:43
Ciao! L'arcano GNI o NIG è svelato nell'articolo ;-)
Rispondi
Re: GNI o NIG?
di yshmael [user #16918]
commento del 30/03/2015 ore 13:57:17
Si grazie, me ne sono accorto dopo quando rileggendo l'articolo mi sono reso conto di aver saltato un paragrafo :(
Rispondi
Veramente molto bello. Ma per ...
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 30/03/2015 ore 14:00:58
Veramente molto bello.
Ma per i comuni mortali che non hanno chi glielo regala?
In Italia sarà introvabile suppongo.
Rispondi
Eccellente!Mitico Sebo ricordo ancora la ...
di esseneto [user #12492]
commento del 31/03/2015 ore 09:31:59
Eccellente!Mitico Sebo ricordo ancora la tua straordinaria performance a Caltanissetta l'anno scorso.Ciao!
Rispondi
Veramente un bel suono...
di kithara [user #24622]
commento del 12/04/2015 ore 10:58:19
...peccato non poter utilizzare in stereo contemporaneamente i due differenti settaggi...altro che Leslie, avremmo avuto la possibilità di ricreare la morbidezza e la spazialità sulle quali si basa il concetto del Jazz Chorus della Roland, a mio modesto parere IL CHORUS!!!
Rispondi
Altro da leggere
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
Two Notes ReVolt: amp sim analogico e valvolare con IR
AIRA Compact: strumenti Roland in tasca
JHS presenta l’ennesimo Tubescreamer, e spiega perché
BOSS Waza tra loadbox e IR: abbiamo solo scalfito la superficie?
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
La straordinaria storia dei Pistole e Rose
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica
PianoVision: impara il piano nel metaverso
Gibson vince su Dean: la Flying V non è uno shape generico
La chitarra torna protagonista con “Kill or be killed” dei Muse
Ecco le Fender dei Minions: prezzi a partire da 48mila dollari
Paul Gilbert: “Perché modificare una chitarra perfetta? Per farla s...
Guitar hero: la mia Top10
Il viaggio infinito e la Top5 dei desideri
La scena EPICA della BC Rich in Stranger Things 4
Un chitarrista, cinque contraddizioni
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964