CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
E se si spezza la paletta in tour?
E se si spezza la paletta in tour?
di [user #116] - pubblicato il

Il lavoro del liutaio richiede esperienza e attrezzatura giusta, ma a volte ci si trova a doverne fare le veci proprio malgrado per risolvere delle emergenze in tempi record. Ecco come Adriano Sergio, il tecnico dei DragonForce, ha rimesso in sesto la EGEN di Herman Li con mezzi di fortuna.
Il lavoro del liutaio richiede esperienza e attrezzatura giusta, ma a volte ci si trova a doverne fare le veci proprio malgrado per risolvere delle emergenze in tempi record. Ecco come Adriano Sergio, il tecnico dei DragonForce, ha rimesso in sesto la EGEN di Herman Li con mezzi di fortuna.

Esistono degli inconvenienti a cui è difficile porre rimedio senza l'aiuto di un professionista e senza gli strumenti adeguati. Quando si è on the road, però, è necessario sapersi ingegnare e lavorare con quello che si ha a portata di mano. Herman Li dei DragonForce l'ha imparato a sue spese quando, nel bel mezzo di un concerto, gli si è spaccata in due la paletta della chitarra.

L'incidente è accaduto durante un recente concerto in Brasile: preso dalla foga, ha fatto fare un volo alla sua Ibanez EGEN signature battendola rovinosamente contro un'asta microfonica e vedendo letteralmente volare via metà paletta.
Per fortuna Adriano Sergio, il tecnico che lo ha accompagnato nel tour, ha mostrato una buona dose di esperienza e adattabilità e ha saputo risolvere il problema in poche ore di lavoro e usando solo attrezzi generici di facile reperimento.
È chiaro che, nella liuteria, è bene usare sempre prodotti dedicati e con cognizione di causa. Quando si è in giro, però, ci si può trovare a fronteggiare situazioni d'emergenza senza avere a portata di mano il proprio necessarie. Per il lavoro, Adriano si è affidato a una "supercolla" di uso comune. È interessante il modo in cui la colla viene usata anche per addolcire le asperità dovute all'incollaggio e al carteggio sul retro del manico, recuperando parte della lucentezza della finitura originale.
Il solista dei DragonForce ha filmato le fasi della riparazione, fornendo un contributo prezioso a chi, malauguratamente, dovesse trovarsi in una situazione simile senza potersi rivolgere immediatamente al proprio liutaio di fiducia o all'Adriano Sergio di turno.


chitarre elettriche egen 8 fai da te herman li ibanez liuteria
Nascondi commenti     20
Loggati per commentare

Ho una domanda. Ma aveva ...
di And96 [user #41601]
commento del 09/04/2015 ore 16:56:49
Ho una domanda. Ma aveva solo quella chitarra lì per tutto il tour? Complimenti comunque ad Adriano Sergio, non deve essere facile rimettere in sesto una rottura così grave.
Rispondi
Re: Ho una domanda. Ma aveva ...
di endyamon [user #35616]
commento del 10/04/2015 ore 14:25:18
Non ricordo se lo dice nel video o se l'ho letto da qualche parte, ma alla fine spiegava che per quel tour (che prevedeva parecchi spostamenti aerei) si è portato dietro una sola 6 corde e una 7 corde altrimenti portarne di più sarebbe costato troppo in termini di trasporto aereo. Forse ha pensato qualcosa del tipo "una chitarra mi basta e avanza, ho il mio liutaio di fiducia con me, cosa mai potrebbe capitare"? :D
Rispondi
che superlavorone!!! ...
di blackzuck [user #12081]
commento del 09/04/2015 ore 16:59:38
che superlavorone!!!
Rispondi
Se live...
di Claes [user #29011]
commento del 09/04/2015 ore 17:14:44
...ci vuole una chitarra di riserva. È però oneroso comprane due alla volta e che sono al 99% equivalenti.
Rispondi
Lucidare retro manico
di schecter [user #12337]
commento del 09/04/2015 ore 18:10:03
Ciao,
qualcuno di Voi sa che tipo di prodotto ha usato per ridare il lucido al retro del manico ?
Grazie.
Rispondi
Re: Lucidare retro manico
di fede90k [user #22897]
commento del 09/04/2015 ore 18:42:3
Credo sia di nuovo la "supercolla", in effetti ora che ci penso un mio amico ha usa la super attack per rifare lo strato di trasparente che si era staccato alla fine del manico di una strat, tra la fine del manico e l'ultimo tasto!
Rispondi
Re: Lucidare retro manico
di Zado utente non più registrato
commento del 09/04/2015 ore 19:00:30
La Superattack è effettivamente usata per riparare le chitarre rifinite in poly,è un vantaggio di questo tipo di finitura..io l'ho utilizzato per ovviare una crepetta all'attaccatura del manico di una mia schecter (era caduta da una rampa di scale senza custodia,ehm),e se il lavoro è fatto bene con una bella passata di abrasivo alla fine,il danno risulta quasi impercettibile
Rispondi
Capita!
di SteveZappa93 [user #38837]
commento del 10/04/2015 ore 08:08:4
Complimenti al tecnico che non si perso d'animo,certo una chitarra di scorta bisognerebbe sempre averla!
Rispondi
Sicuramente avevano più di una ...
di dissident [user #3486]
commento del 10/04/2015 ore 09:44:25
Sicuramente avevano più di una chitarra con loro per il tour, solo che come sapete ognuno ha il suo strumento preferito
Rispondi
???????
di valerio62 [user #30656]
commento del 10/04/2015 ore 13:38:26
e che articolo sarebbe questo ???? ma non avete più roba da pubblicare su accordo ? l'ha incollata e allora ? e sul serio sto tipo va in tour con una sola chitarra ??? lasciate seri dubbi eh......
Rispondi
Re: ???????
di marco_n [user #11575]
commento del 10/04/2015 ore 15:13:40
Eh la miseria che acredine....ahahahaha... Sappiamo che hai la passione per la liuteria e hai costruito davvero degli strumenti interessanti, ma non ti arrabbiare Valerio dai...non credo che l'articolo volesse essere un tutorial su come riparare seriamente una chitarra...a riguardo del fatto di non avere più nulla da pubblicare su Accordo non entro in merito, ma si può sempre non visitare il sito se non lo si trova interessante (parzialmente sono comunque d'accordo....)..
Rispondi
Re: ???????
di valerio62 [user #30656]
commento del 10/04/2015 ore 15:40:09
e mica mi sono arrabbiato... è che ricordo con malinconia quando c'erano articoli veri qui.....
Rispondi
Re: ???????
di marco_n [user #11575]
commento del 10/04/2015 ore 15:47:49
Guarda io sono principalmente un lettore di Accordo e non ho mai scritto nulla se non sporadici commenti. Noto anche io un certo cambiamento, ma in tutta sincerità non così palese, nei contenuti. È altrettanto vero che è possibile proporre articoli interessanti alla redazione per farli pubblicare e quindi dare un proprio contributo (essendone in grado certamente e non è certo il mio caso...)...
Rispondi
Bravo Adriano
di endyamon [user #35616]
commento del 10/04/2015 ore 14:32:24
Ottimo il lavoro del liutaio, ma McGyver ci sarebbe riuscito lavorando solo con il suo coltellino svizzero, una forcina per capelli, dello spago e un po' di colla vinilica. XD
Rispondi
Una riparazione del genere ha ...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 10/04/2015 ore 15:35:43
Una riparazione del genere ha senso perche' e' stata realizzata su una porzione di paletta che non e' soggetta a sollecitazioni meccaniche.
L'utilizzo dell'attack o altri cianoacrilati e' sconsigliabile su una rottura dove la parte distaccata e' soggetta a trazioni, penso alla classica rottura delle palette Gibson...in quel caso non si puo' prescindere da colle "vere" come le epossidiche o le alifatiche.
Un'altra considerazione e' il fatto che la rottura sia avvenuta lungo la giunzione di uno dei tre listelli che compongono il manico, in questo caso credo che tra i listelli di acero ci sia un sottile listello di un altro legno scuro (palissandro probabilmente): se gli incollaggi fossero fatti come si deve un'area incollata dovrebbe essere l'ultima a a rompersi il che mi fa sorgere qualche dubbio sulla qualita' degli incollaggi dei manici in casa Ibanez.
Rispondi
vero Gibsonmaniac
di mehari [user #25169]
commento del 11/04/2015 ore 11:43:27
al di la che sia indubbiamente interessante e divertente vedere eseguire un lavoro di questo tipo, la rottura non era determinate... anzi, direi che la chitarra avrebbe potuto forse suonare anche senza quella porzione di paletta, a patto di riuscire a bloccare bene il capotasto....
diciamo che senza nulla togliere a quella chitarra... per uno come Li, sarebbe stato uguale averne in mano un'altra ibanez qualsiasi direi....

Simpatico il giallo comunque... :)
Rispondi
Re: vero Gibsonmaniac
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 11/04/2015 ore 17:22:1
Thankyou my friend...
Interessante e da rimarcare l'utilizzo dell'attack per ripristinare la finitura, quello e' davvero un bel trucchetto.
Rispondi
Cioè, io vado in sala ...
di rickyfigoli [user #36535]
commento del 13/04/2015 ore 08:40:44
Cioè, io vado in sala prove con un camion di roba e questo fa un tour con una sola chitarra??? :-))
Rispondi
Io non credo che un ...
di esseneto [user #12492]
commento del 13/04/2015 ore 13:07:36
Io non credo che un musicista a quei livelli tra l'altro endorser di uno dei brand più importanti del mondo porti con se una sola chitarra a sei corde e una a sette, è semplicemente assurdo e il massimo della "non professionalita".Volevano divertirsi un pò e hanno fatto questo video.
Rispondi
Re: Io non credo che un ...
di thyeah [user #40067]
commento del 13/04/2015 ore 14:13:30
certamente è così
Rispondi
Altro da leggere
KX508MS: Cort tra otto corde e fanned fret
Dave Rude ed Epiphone per una Flying V total white
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Nuovo shape single-cut da Solar Guitars
David Gilmour racconta la Black Strat
Phil Demmel mostra le sue due Fury
Seguici anche su:
News
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964