CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Kiko Loureiro:
Kiko Loureiro: "Il posto da cui provieni fa parte della tua musica"
di [user #116] - pubblicato il

È giusto lasciarsi influenzare dalle proprie radici culturali? Può essere un valore aggiunto o un limite per il proprio linguaggio? Ma soprattutto, è inevitabile? Con Kiko Loureiro abbiamo parlato di metal, contaminazioni, 7, 8 e 10-corde, e altro.
È giusto lasciarsi influenzare dalle proprie radici culturali? Può essere un valore aggiunto o un limite per il proprio linguaggio? Ma soprattutto, è inevitabile? Con Kiko Loureiro abbiamo parlato di metal, contaminazioni, 7, 8 e 10-corde, e altro.

Qualche tempo fa abbiamo incontrato Kiko Loureiro in occasione di una recente clinic a Napoli e non abbiamo perso l'occasione di scambiare una lunga chiacchierata. Il chitarrista degli Angra, allora non ancora annunciata la collaborazione con i Megadeth, era in Italia per la presentazione della sua nuova signature Ibanez, che ci ha descritto minuziosamente in questo articolo. Abbiamo approfittato per andare indietro alla sua prima chitarra e alla sua gioventù con un appuntamento per la serie Sliding Doors a questo link e abbiamo anche avuto modo di chiedergli la sua sul music business di oggi, in cui l'artista sembra muoversi molto agilmente a giudicare dai suoi ultimi impegni.
Adorato nel metal e apprezzato anche dai profani per il suo fraseggio miscelato con le sonorità della fusion e della bossa brasiliana, Kiko ha anche un gran debole per le contaminazioni stilistiche, con la musica del suo Paese sempre bene in evidenza. Da questo spunto siamo partiti con una nuova intervista sul suo stile e sul suo lavoro presente e futuro.

Redazione: La tua musica, solista e non, ha sempre avuto una forte impronta brasiliana. Credi sia una cosa inevitabile per un musicista? È giusto accettare le proprie radici o bisogna estraniarsi se si vuole studiare a pieno un preciso genere musicale?
KL: Assolutamente sì, e devi lasciare che accada. Mi è sempre piaciuta la musica brasiliana, e nel mio percorso di studio ho scoperto che suonare un accompagnamento bossa nova era tanto difficile quanto suonare un assolo di Van Halen. Naturalmente avevo dei guitar hero come riferimenti, ma quando ho realizzato la complessità dell'armonia brasiliana ho cercato di approfondirla e, nel tempo, ho lasciato che si miscelasse con il mio linguaggio rock e metal, sviluppandosi sempre di più.
Alcuni preferiscono specializzarsi in uno stile, diventare per esempio dei musicisti blues e assimilarne il linguaggio senza considerare il posto da cui provengono, e lo rispetto, ma nel mio caso è diverso, mi piace che si senta la mia storia.

Kiko Loureiro: "Il posto da cui provieni fa parte della tua musica"

Redazione: A proposito di contaminazioni. Un tempo nel metal era possibile sentire molta musica classica, mentre ora sempre più musicisti moderni si rivolgono a linguaggi a cavallo con il jazz...
KL: È vero, si possono notare più cose prese in prestito dalla fusion o in un certo senso più "matematiche". Miscelare i vari stili è il futuro della musica. Devi comprendere e mettere insieme diversi linguaggi per evolverti. Io mi sono limitato a mischiare ciò che piace a me, ed è giusto che ogni musicista si muova in quel senso per arrivare a qualcosa di veramente nuovo.

Redazione: Sappiamo che hai anche una certa attrazione per le "corde extra"...
KL: Mi piacciono molti artisti famosi per usare chitarre a sette e otto corde come Meshuggah, Animals as Leaders...
È qualcosa che mi piace vedere e ascoltare, il modo in cui le usano, non tanto per gli strumenti in sé. Un chitarrista che ascolto fin da piccolo è Egberto Gismonti, che ha sempre suonato con chitarre acustiche a dieci corde. Naturalmente la musica che produce è diversa, ma riusciva a tirarci fuori dei risultati assolutamente fuori di testa. Il punto non è avere più corde, ma cosa andrai a farci.
In Brasile è una cosa normale avere sette corde sulla chitarra acustica, quindi per me non è mai stata una vera e propria novità, ma mi ha decisamente appassionato il modo in cui quella corda in più può rendere nel rock e nei riff.


Kiko Loureiro: "Il posto da cui provieni fa parte della tua musica"

Redazione: Però, per la tua nuova signature, hai cercato qualcosa di decisamente più convenzionale! Dove l'hai usata in studio e quando la vedremo all'opera dal vivo?
KL: Ho usato questa Ibanez su Secret Garden, l'ultimo album con gli Angra: per alcune cose la KIKO10P e per tutti gli assolo la KIKO100.
Saremo in Europa di nuovo per il Wacken Open Air 2015 e stiamo discutendo anche di alcuni concerti in Italia, tra la fine di luglio e l'inizio di agosto. Puoi trovare le date aggiornate sul sito della band.


Redazione: Novità sul versante solista, invece?
KL: Abbiamo appena completato il disco con gli Angra, quindi siamo molto concentrati sulla promozione di quello. Poi io sono impegnato nella presentazione della nuova signature, nelle clinic... Ho molte date per i prossimi mesi, quindi forse solo dopo avrò del tempo per dedicarmi alla composizione a casa mia. Forse per la fine dell'anno avrò qualcosa di pronto da lavorare all'inizio dell'anno prossimo. Vedremo se riesco a tenere il passo!

interviste kiko loureiro
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
Link utili
Kiko Loureiro sul music business
Kiko Loureiro racconta la sua signature
Kiko Loureiro: Sliding Doors
In vendita su Shop
 
Fender American Professional II Precision Bass V Rosewood Fingerboard 3-Color Sunburst
di Music Island
 € 1.699,00 
 
GOTOH SG381 GOLD SINGOLA LEFT
di Boxguitar.com
 € 11,00 
 
IBANEZ - GRG121DXBKF BLACK
di Music Works
 € 195,00 
 
CTS VINTAGE POT 250K AUDIO
di Boxguitar.com
 € 6,50 
 
Pearl RoadShow RS525SC/C No.91 Batteria completa - colore Red Whine
di Centro della Musica
 € 459,00 
 
BBE ACOUSTICMAX PREAMPLIFICATORE EQUALIZZATORE PER CHITARRA ACUSTICA
di Dream Music Studio
 € 182,00 
 
Boss OD-3 Overdrive
di Esse Music Store
 € 92,15 
 
Peace HS-410
di Banana Music Store
 € 42,50 
Nascondi commenti     16
Loggati per commentare

Un artista davvero poliedrico.... ...
di George S.L.A [user #10210]
commento del 28/05/2015 ore 08:18:2
Un artista davvero poliedrico....
Rispondi
Loggati per commentare

Il posto da cui proveniamo ...
di qualunquemente1967 [user #39296]
commento del 28/05/2015 ore 08:19:38
Il posto da cui proveniamo noi fa parte della nostra musica assolutamente si ! Melodramma = Italia ! Per Kiko come ha detto lui il bossa ecc
Rispondi
che invidia tutti quei capelli... ...
di superloco [user #24204]
commento del 28/05/2015 ore 08:42:0
che invidia tutti quei capelli...
in effetti se sei di origine brasiliana la chitarra a 7 corde è normale per i choros, la portarono i russi tanti e tanti anni fa Yamandu Costa ad esempio è considerato il più grande player del brasile.
A me l'Italia sinceramente non credo mi abbia influenzato molto se non da piccolo le canzoni di Rita Pavone ahahahahahaha
Rispondi
ma mo stu kiko che ...
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato
commento del 28/05/2015 ore 08:48:46
ma mo stu kiko che vuless dicere? M'avessa mettere a sunà Giggi T'Alesio? :D
Rispondi
Re: ma mo stu kiko che ...
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 28/05/2015 ore 10:06:13
Suvvia, lo sappiamo tutti che avresti sempre voluto fare, ora hai anche l'alibi: "lo ha detto Loureiro!"
Rispondi
Re: ma mo stu kiko che ...
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato
commento del 28/05/2015 ore 10:35:11
IDEA: pedale signature GIGGI T'ALESIO: fai un accordo e la chitarra fa: ASAVAVASAVAVAVAAAAA. :D
Rispondi
Re: ma mo stu kiko che ...
di Pietro Paolo Falco [user #17844]
commento del 28/05/2015 ore 10:57:21
Il punto d'incontro tra un autowah, un tremolo e un vibrato con quel timbro brutto di fondo che fa tanto lo-fi... Lo comprerei subito!
Rispondi
Re: ma mo stu kiko che ...
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato
commento del 28/05/2015 ore 14:23:06
Non avevo nessun dubbio! :D
Rispondi
Re: ma mo stu kiko che ...
di adsl36 utente non più registrato
commento del 29/05/2015 ore 12:01:36
..a me personalmente d'alessio non piace come canta, cioè non mi piace il tipo di voce che ha e i brani sono comunque commerciali, così come il mercato e case discografiche richiedono...però va detta una verità oggettiva. d'alessio ha una conoscenza musicale di brani, dai più vecchi ai più nuovi, che è a dir poco enciclopedica! l'ho visto in uno spettacolo, tempo fa, eseguire su richiesta una miriade di brani, dai classici napoletani e non, a quelli di altri artisti nazionali e internazionali. tutto pianoforte e voce, ovviamente. beh, lì mi sono stupito perchè ha un repertorio enorme! questo glielo si deve riconoscere come merito e non è poco...
Rispondi
Re: ma mo stu kiko che ...
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato
commento del 29/05/2015 ore 12:57:27
io e il caro amico Pietro Paolo facevamo per ridere ironizzando sul curioso modo di cantare dei nostri compaesani! :D
Rispondi
Re: ma mo stu kiko che ...
di adsl36 utente non più registrato
commento del 29/05/2015 ore 20:56:19
sì, l'avevo capito ma ho colto l'occasione per fare quella precisazione su d'alessio, di cui sicuramente già eri a conoscenza. ciao.
Rispondi
10 corde
di Claes [user #29011]
commento del 28/05/2015 ore 11:13:09
Com'è accordata?
Rispondi
Uno dei pochi Artisti in ...
di GuitarMan.Y [user #34936]
commento del 28/05/2015 ore 23:43:10
Uno dei pochi Artisti in circolazione in un mare di musicisti, che per quanto bravi, scrivono poco di loro e sperimentano poco! Completo, poliedrico, fantasioso, insomma un mostro! Lo adoro in tutte le sue salse, anzi a volte lo preferisco addirittura quando suona Jazz (ed io amo e suono Metal, anche se ovviamente non mi limito solo a questo stile).
Rispondi
vadi a rispolverare le tarantelle ...
di Vivaildigitale [user #42342]
commento del 29/05/2015 ore 11:31:33
vado a rispolverare le tarantelle siciliane
Rispondi
Il posto da dove provieni
di Claes [user #29011]
commento del 29/05/2015 ore 16:22:58
Questo "posto" è dove si ascolta musica. Cosa piace, cosa ispira. Non penso che sia essenziale per tutti noi di essere nati in un paese esotico. Rispolverare le tarantelle sicialiane (com ben dice Vivaildigitale) è sia esotico sia parte della cultura musicale italiana.
Rispondi
di RedPuma [user #43439]
commento del 19/12/2016 ore 12:28:59
SI' bravo Kiko!!! Divento tuo fan or ora, appena ti ho conosciuto. Il futuro è nello stare attenti a più linguaggi musicali, la fossilizzazione fa stagnare la creatività.
Rispondi
Altro da leggere
Surfer Joe: Surfin' The Waveforms
Marco Scipione: un sax in forze a Gamechanger Audio
BoxGuitar: il paradiso dei DIYers su Shop
Line 6 POD Go: scarica i suoni di Palazzo e Gianlorenzi
La rivoluzione della profilazione digitale: parla Max Rosati
Steve Vai infortunato per “un accordo bizzarro"
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Ovation Adamas 1681-9 anno 1983
Visualizza l'annuncio
Multieffetto Zoom Ac-3
Visualizza l'annuncio
vox ac15c1
Seguici anche su:
Altro da leggere
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!
Fender Stratocaster #0689 dell'agosto 1954: il restauro ToneTeam
Se sei bravo ti basta una scopa con le corde? Sì, ma anche no
La Les Paul è davvero come la voleva Les Paul?
I sosia dei Måneskin su un cartellone in Lettonia? Significa più di ...
Fender Stratocaster #0018 del 1954: il restauro ToneTeam
E se il ritorno al rock passasse dalla realtà virtuale?




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964