CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Gwyneth 6V6 head: l'ampli salva-serate!

di [user #40183] - pubblicato il


Venerdì mi sono trovato ad affrontare la prima uscita live "ufficiale" della mia band, gli UANM, e ho finalmente avuto modo di sfruttare a fondo il bellissimo amplificatore di Paolo, collegato ad una cassa Brunetti 2x12 con coni Jensen. Che dire, nonostante la pessima acustica del locale e le condizioni estreme in cui ci siamo esibiti (più di 35 gradi, la sera/notte più calda dell'anno, fino ad ora) sono riuscito ad uscire con facilità dal mix, e senza essere costretto ad alzare il volume in maniera esponenziale: a tre su dieci c'era già potenza da vendere, e calcolando che l'antagonista "bassistico" era un Ashdown ABM da 575 Watt direi che con i suoi soli 18 Watt di pura poesia sonora se l'è cavata alla grande. Tra l'altro dal vivo ho potuto anche apprezzare una volta di più i controlli di tono della testata, sensibili e precisi nonchè assolutamente decisivi sulla resa finale dell'amplificatore.

PS: il Fuzz Face è uno dei pedali più sensibili a calore ed umidità della storia, non saprai mai che suono avrà fino al momento in cui lo accendi. Una roulette russa!



Saluti a tutti :-)


EDIT: Mancava un video dove ascoltarlo, eccolo qua:


Dello stesso autore
Joyo British sound, riflessioni sparse
Ampli artigianale per un vecchio Gibson: a little Red Frog story
Il Live è divertimento!
E domani si torna Live!
Liutaio per un giorno, anzi due!
Gibson Les Paul Traditional Pro P90
Riparazione coni a Napoli?
Riparazione pedali a Napoli?
Loggati per commentare

35 gradi...
di Claes [user #29011]
commento del 05/07/2015 ore 09:59:58
...e 575W contro 18! Com' è andata col Fuzz Face? La calura mandata dall' Italia spinge la temperatura a Copenaghen a 30 gradi - per fortuna non uso un Fuzz Face!
Rispondi
Re: 35 gradi...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 05/07/2015 ore 11:03:36
In realtà bene, l'imprevedibilità del risultato sta in un "thermistor", in pratica una resistenza il cui valore cambia a seconda della temperatura, che dovrebbe assicurare costanza nel rendimento, ma che di fatto fa esattamente il contrario! :-D

I Watt di Paolo sono di qualità talmente elevata da non temere confronti, anzi è stato il bassista ad avere problemi! Io ho fermato la manopola del volume a meno di un quarto della sua corsa, e già avevo botta da vendere...

Ho inserito anche un video, così potete sentirlo all'opera!
Rispondi
Mi ero perso questa creaturina ...
di aleck [user #22654]
commento del 05/07/2015 ore 10:35:56
Mi ero perso questa creaturina di Gwynnett... Hai un video per farci assaggiare qualche nota?
Rispondi
Re: Mi ero perso questa creaturina ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 05/07/2015 ore 11:04:2
Eh sì, ma ovviamente l'ho dimenticato! L'ho inserito giusto ora, adesso può essere gustato in tutta la sua potenza sonora :-)
Rispondi
Hehe. So ESATTAMENTE di cosa ...
di Oliver [user #910]
commento del 05/07/2015 ore 14:20:46
Hehe.
So ESATTAMENTE di cosa parli :)
Rispondi
Re: Hehe. So ESATTAMENTE di cosa ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 05/07/2015 ore 21:33:13
Eh lo so, mi sa che abbiamo proprio lo stesso, giusto?
Rispondi
Re: Hehe. So ESATTAMENTE di cosa ...
di Oliver [user #910]
commento del 05/07/2015 ore 23:31:00
Non proprio lo stesso, ma il "ghost in the machine" è quello ;)
Rispondi
Re: Hehe. So ESATTAMENTE di cosa ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 06/07/2015 ore 00:04:27
Mi ha tratto in inganno la parola "esattamente", ma effettivamente è il tocco di Paolo che rende l'ampli quello che è! :-D


Tra l'altro sia quando suono questo qui, sia quando suono la Jcm che ha riportato in vita, la sensazione è che una parte della sua personalità pervada i suoni che la mia chitarra produce, insinuandosi tra le note. Ed è una sensazione bellissima.
Rispondi
ho anch'io quell'ampli....
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 06/07/2015 ore 00:05:42
....mai soldi furono spesi meglio: ho quello che volevo.
Rispondi
Re: ho anch'io quell'ampli....
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 06/07/2015 ore 00:51:08
La sensazione è proprio quella: appagamento puro.
Rispondi
Cavolo promette davvero bene. Mi ...
di dale [user #2255]
commento del 06/07/2015 ore 07:40:09
Cavolo promette davvero bene.
Mi piacerebbe tantissimo provarne uno, solo che sia tu che il maestro siete tragicamente fuori mano per il momento.
Ma prima o poi un giro lo farò.
Tanti chitarristi sottovalutano l'importanza di avere un buon suono di base chitarra+ampli, il resto...è tutto in più!
Goditi la bestia.

:-)


PS
Io uso un fuzz al germanio ma fa davvero dannare come "sensibilità" e soprattutto come "convivenza" con gli altri pedali, l'ho momentaneamente tolto dalla pedaliera, peccato perchè suonato da solo ha un sound eccezionale.
Rispondi
Re: Cavolo promette davvero bene. Mi ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 06/07/2015 ore 09:28:00
Purtroppo è la soluzione a cui sto per approdare anch'io, è davvero difficile suonare con un pedale così instabile, e nonostante la mia passione per i fuzz classici penso che dovrò sostituirlo con qualcosa di più gestibile.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
“Bella Ciao” la versione di Marlene Kuntz e Skin
Framus: Idolmaker più accessibile con la serie D
Raf e Tozzi , il 30 aprile inizia il tour
Eko CS 10: una buona classica per tutte le tasche
Kleisma: piattaforma professionale per musicisti
Trasformare il nervoso in una melodia allo slide
Teoria, musica d'insieme e ascolti guidati per i batteristi
Frontiers Rock Festival VI , il 27 e 28 aprile al Live Music Club
Gli artisti devono essere inguaribili ottimisti
Millencolin due date live in Italia
Bose Professional, innovazione e tradizione a MIR 2019
Rubber Soul: combo british in scatola
Preamplificatori da sogno: Rockett Revolver
Switchblade Pro: somma, commuta, inverti con uno switch
Looperboard: loop station avanzata da HeadRush

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964