CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Il Samurai della chitarra
Il Samurai della chitarra
di [user #116] - pubblicato il

Gianluca Ferro è un chitarrista italiano che sta andando fortissimo. Dotato di una tecnica e di un fraseggio a dir poco futuristici, è riuscito a finire in copertina su Young Guitar, rivista giapponese da sempre riferimento mondiale per il chitarrismo moderno. L'abbiamo incontrato per parlare di tecnica, dei suoi progetti e ufficializzare la sua collaborazione come docente per la nostra Didattica.
In Giappone sei molto apprezzato: concerti, clinic, collaborazioni e sei finito pure sulla copertina di "Young Guitar"...
Guarda quella del Giappone è stata davvero un esperienza "marziana"! La cultura Giapponese, si sa, è estremamente diversa dalla nostra ma, credimi, non ero pronto ad una tale rivoluzione! Per loro l' "Entartainement" è un settore fondamentale; molti ragazzi con cui ho parlato mi hanno confermato che persino durante il periodo a ridosso dello Tsunami la gente non ha mai smesso di vedere concerti, teatro e spettacoli di vario genere perchè per loro è anche un modo per esorcizzare la negatività. Ho scoperto che per loro vedere un concerto di Jazz o uno di Metal strumentale non fa alcuna differenza purchè sia musica ben suonata. Probabilmente è il popolo meno intimorito dal metal che abbia mai conosciuto, rischi di sentire gli Slipknot in TV nella pubblicità dei pannolini !
In Giappone c'è un interesse vivissimo per progressive, Metal Strumentale e per la figura del chitarrista... E' una specie di Samurai per loro. Se poi aggiungiamo a ciò il fatto che hanno una economia in perfetta salute ecco pronta la ricetta per il paradiso terrestre musicale, un posto in cui puoi facilmente imballare i locali con un biglietto di 40 € suonando tutto quello che vuoi, anzi, più è di nicchia una propsta musicale più in Giappone la gente se ne appassiona... Una delle cose che in molti mi hanno confermato, sia giapponesi che americani trasferitisi lì è che hanno l' abitudine di andare in profondità nelle cose, un approccio molto cerebrale e di certo a favore delle propste artistiche più ricercate.

Il Samurai della chitarra

Che cosa pensi del tuo chitarrismo abbia
 colpito e impressionato il pubblico internazionale?
Mah, credo che il fatto di suonare quacosa che è abbastanza di nicchia mi abbia pradossalmente agevolato. Credo che cercare di non assomigliare troppo a nessuno sia sempre importante, così che tu possa essere distinto. In Giappone però c'è qualcosa di più, hanno un grande interesse verso la composizione, sono incuriositi dalle progressioni armoniche più particolari, sono appassionatissimi di metal e di fusion, tutti elementi importanti nel mio modo di scrivere. Poi credo che certe sonorità futuristiche colpiscano particolarmente il loro immaginario. Guarda, ho fatto il pieno di libri su teatro kabuki, su mostri e demoni giapponesi e ora mi sembra di capire che c'è una contimuità tra quello che faccio io e la loro tradizione, cosa che tra l' altro mi hanno confermato fortemente i ragazzi di Young Guitar durante l' intervista che abbiamo fatto !

Il Samurai della chitarra

Parliamo di didattica: che peso ha nella tua attività?
Si, la didattica ha un peso importante, è un' attività a cui tengo molto e cui dedico gran parte del mio tempo. Insegnare è una cosa bellisima e rappresenta una grande responsabità. In effetti è abbastanza naturale che un musicista legato ad una musica "di settore" come la nostra, in cui il pubblico è per lo più composto da musicisti, trovi una continuità nel mondo didattico. E' un po' quello che avviene nel jazz, perchè al di là della musica ci sono sperimentazioni, ore di studio, concetti teorici che è bellissimo poter condividere con gli allievi. Recentemento ho suonato ad una manifestazione all' aperto e molti dei miei allievi storici, a partire da fine anni '90 si sono organizzati per farmi una sorpresa...Ero commosso !

Ci anticipi gli argomenti e temi che ti piacerebbe affrontare nelle lezioni qui su Accordo?

Mi piacerebbe molto esplorare il mondo delle scale, da qualche anno ho intrapreso una ricerca su molte scale esotiche e sintetiche che possono suonare benissimo anche in contesti melodici e rappresentano delle piacevoli varianti rispetto ai più tradizionali modi della scala maggiore. Alcune di queste poi rappresentano un formidabile punto di partenza per sviluppare affascinanti e creative sequenze di accordi !

Dal punto di vista tecnico e dello studio quali sono le pecche più frequenti e diffuse che vedi negli studenti?
Io credo che molti studenti non riescano autonomamente a formarsi un idea obiettiva del loro livello. Questo li porta a non sentire l' impellenza di migliorarsi e di correggere i propri difetti. Questo non vale per quelli più bravi, che in qualche modo hanno superato l' ostacolo! Uno dei difetti tecnici principale che sembra essere preso spesso troppo sotto gamba dai ragazzi è l' importanza dell' intonazione, bending, vibrati. Il bending è una tecnica essenziale per il chitarrista elettrico eppure è spesso bistrattato, povero !

Il Samurai della chitarra

La tua articolazione e meccanica tecnica è impressionante. Quali ritieni siano gli elementi che i chitarristi trascurano di più quando studiano la tecnica?
Beh, ti ringrazio! Quando iniziai a suonare, da piccino ero ossessionato dalla velocità, ciò mi condusse in breve tempo a sviluppare una tecnica che ahimè era priva di musicalità oltre che essere confezionata con un sacco di errori ed imprecisioni. Io penso che il suono debba essere sempre al centro di tutto. Anche quando studiamo con il metronomo è importante che le note che suoniamo siano sempre chiare, nitide. Anche le dinamiche sono importanti, saper suonare piano o forte a seconda di quello che vogliamo cominucare... Oltretutto se una cosa suona bene significa che è già "ripulita" da tutti i difetti di esecuzione e quindi sarà più facile da velocizzare.

So che sei totalmente immerso nelle registrazioni del tuo nuovo disco. A che punto sei della realizzazione? Stai ancora componendo o sei già in fase di registrazione?
No, sono ancora in fase di scrittura, sarà un processo lungo perchè ho un sacco di idee per questo nuovo album. Sono comunque a buon punto, ho finito l' 80 % dei pezzi ma in molti mancano del tutto le parti soliste. Sarà decisamente più ricco dal punto di vista compositivo! Ho passato un anno e mezzo a studiare i compositori tardo romantici come Schubert, Chopin ma anche impressionisti e avanguardisti come Debussy e Sostakovich, ho cercato di tradurre alcuni concetti in una chiave che potesse funzionare col mio stile e, a furia di sperimentare, ho trovato delle sequenze armoniche davvero interessanti e originali, che richiamano qualcosa di antico e futuristico al contempo. Roba da colonna sonora di Film diciamo! Poi ho lavorato tantissimo sul ritmo sperimentando nuove idee con polimetrie e poliritmi. Un lavoraccio... Però mi sono messo a comporre solo quando ho avuto la sensazione di avere le idee chiare e sono molto felice di quello che sta venendo fuori anche se, continuo a cestinare un sacco di idee !

C'è qualcosa che ascolti in maniera mirata perchè ti ispiri ora, in fase di composizione?
Si! Altro chè ! Beh io sono un grande appassionato di cinema e ho un debole per le colonne sonore, per compositori come Hans Zimmer o Christopher Young, da qui la mia ricerca verso i compositori classici, ho davvero un debole per Stravinsky, Debussy e Sostakovich. Poi ascolto molte band... Non ascolto mai chitarristi perchè non vorrei proprio cadere nella tentazione di imitarli... A livello ritmico sperimento molto con combinazioni matematiche, cercando l' ispirazione in un territorio astratto però ammetto che quando cerco il groove, la band che mi dà più ispirazione sono i Sevendust ! Per le parti solistiche invece cerco di suonare in modo istintivo e di improvvisare la maggior parte delle sezioni!

Il Samurai della chitarra

Hai già deciso come e dove registrerai il nuovo disco? Userai amplificazioni o sistemi digitali?
Si certo ! Registrerò tutte le mie parti nel mio home studio mentre il resto verrà realizzato nello studio di Andrea De Bernardi che è il mio storico amico/produttore. Lasciare finire i dischi a lui è come un gesto scaramantico, dopo la parte creativa preferisco che lui si occupi della realizzazione tecnica anche se molte cose le decidiamo insieme. Nel prossimo disco ci saranno molti ospiti, anche stranieri, alcuni di loro registreranno per i fatti proprio mentre altri verrano da noi in studio; Andrea, infine, si occuperà del mix e del Mastering! Una volta finite le mie parti effettuerò il reamping delle mie chitarre con la mia strumentazione, due testate Blackstar HT metal e Stage 100 e per gli effetti utilizzo un rack contenente pedali Providence e Strymon !

Valvole Vs digitale. Non si smette mai di parlarne...
Guarda io non sono particolarmente a favore nè di una scuola ne dell' altra, entrambe hanno pro e contro... Io talvolta uso molto gain e mi sono reso conto che le apparecchiature digitali generano una certa confusione nelle frequenze con livelli gain alti, suono quasi sempre con le mie Blackstar HT Metal e Stage 100 però se ho bisogno di alleggerirmi, soprattutto se viaggio, non disdegno l' axe FX ! Ho anche una Kemper di cui sono estremamente soddisfatto, però si, in effetti propendo per le valvole!

Tra il nuovo disco e la didattica trovi anche spazio per altri progetti e collaborazioni?
Si, assolutamente, poter suonare dal vivo e comporre nuova musica è vitale per me ! Sto attualmente collaborando con Nick Pierce degli Unheart al progetto "Breath Of Nibiiru", oltre a ciò ho una band con Alberto Bollati (Mike Terrana) ed Edo Sala (Fokstone) chiamata "Bouncing The Ocean". C'è anche una bellissima collaborazione con Isao Fujita e Josiah Baker, sarà una band a tutti gli effetti e alla batteria avremo il colossale Thomas Lang ! A parte questi progetti sto convogliando molte energie nella stesura del mio prossimo disco solista ed un EP molto particolare che uscirà prima del disco!

Senti, proprio in questi giorni è uscito un tuo nuovo lavoro per la Jamtrack. Di cosa si tratta?
E' un pacchetto didattico che si focalizza su un approccio moderno al fraseggio in ambito rock metal. Privilegia melodia e fraseggi con intervalli ampi esplorando molte applicazioni dell' hybrid picking, senza rinunciare ad una buona dose di shred!

gianluca ferro interviste
ABBIAMO BISOGNO DI TE!

Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Competenze e lavoro per produrli comportano costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo difficile. Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere la qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
In vendita su Shop
 
ERNIE BALL 9202 PLETTRI PRODIGY MINI WHITE 2.0 mm 6 PEZZI
di Boxguitar.com
 € 7,90 
 
SOUNDSATION - GOSOUND 10A DIFFUSORE ATTIVO
di Music Works
 € 129,00 
 
Zildjian 14" A Custom EFX
di Banana Music Store
 € 185,00 
 
Ernie Ball 2027 11-54 Beefy Slinky PARADIGM
di Banana Music Store
 € 15,50 
 
Shure RK143G
di Banana Music Store
 € 12,50 
Visualizza il prodotto
Modal Electronics Craftsynth 2.0 Sintetizzatore Monofonico Wavetable
di Music Delivery
 € 139,00 
 
FBT ProMaxX 114A
di Banana Music Store
 € 825,00 
 
Viti humbucker black
di Chitarre e componenti
 € 1,00 
Mostra commenti     11
Altro da leggere
Surfer Joe: Surfin' The Waveforms
Marco Scipione: un sax in forze a Gamechanger Audio
BoxGuitar: il paradiso dei DIYers su Shop
Line 6 POD Go: scarica i suoni di Palazzo e Gianlorenzi
La rivoluzione della profilazione digitale: parla Max Rosati
Steve Vai infortunato per “un accordo bizzarro"
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
CHARVEL PRO-MOD DK24
Visualizza l'annuncio
Blackstar HT-5R 5-Watt 1x12 Amplificatore chitarra elettrica
Visualizza l'annuncio
rastrelliera porta chitarre e basso
Seguici anche su:
Altro da leggere
La Made From Melbourne di Maton è costruita con pezzi di teatri austr...
Vuoi fare l’influencer? Spiacente: YouTube non paga
Lo streaming funziona, se sai cosa vendi
Non farti fregare: impara a leggere i numeri dei social
Le telecamere di The Scene al Grand Ole Opry
Il rock è reazionario
A Sanremo ha vinto il rock: e giù tutti a indignarsi
Una foto svela per errore la prima Silver Sky SE?
Steve Vai infortunato per “un accordo bizzarro"
Shure stravince al Music & Sound
La collezione di Tommy Emmanuel in vendita per beneficenza
Spotify: il brevetto “ascolta” il tuo stato d'animo
Bruce Springsteen: Jeep ritira lo spot pubblicitario dopo la notizia d...
Chick Corea è morto
USA: fermate chitarre false per quasi 160mila dollari




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964