HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Paul Gilbert: se potessi tornare indietro
Paul Gilbert: se potessi tornare indietro
di [user #116] - pubblicato il

Paul Gilbert non ha dubbi. Se potesse viaggiare indietro nel tempo, vorrebbe risuonare le chitarre in uno dei primi dischi che ha inciso. Quando, teenager metallaro a digiuno totale di blues, infarcì di svisate barocche un classico dei Cream, Crossroads. E voi, invece?
"Avevo solo diciotto anni e venni coinvolto come chitarrista nel disco solista del grande bassista Jeff Berlin. Dovevo incidere le chitarre su una cover dei Cream, “Crossroads” un classico del rock blues. Io ero totalmente con la testa nel metal e non avevo alcun vocabolario blues, non conoscevo un solo lick in quello stile.
L’unica scala che conoscevo e suonavo a rotta di collo era quella di Am naturale. E si sa che quella scala è un disastro sopra un accordo blues di dominante! C’è la sesta minore, che suona proprio come una nota sbagliata. 
Per questo, mi piacerebbe poter tornare indietro, con il mio fraseggio di adesso e suonare su quel pezzo i lick appropriati.”

E voi avete immortalato su nastro o magari su video un vostro pasticcio musicale? Una pagina sgradevole della vostra storia musicale che sareste felici di non riascoltare o magari addirittura poter risuonare? Raccontatecela, tanto resta tra noi. Promesso.


Intanto, nell'esempio musicale qui sotto, riportiamo una piccola tabella riassuntiva che avrebbe potuto - allora - salvare la vita al giovane Paul.

Paul Gilbert: se potessi tornare indietro

La prima è la scala di Am naturale Eolio, tremenda su un accordo di A7, perfetta su un Am.
La seconda è il A Misolidio, scala propria dell'accordo di A7. La terza è una pentatonica estesa, soluzione tra le più sfiziose e bluesy utilizzabili su un accordo di dominante; mescola tra loro scala blues e misolidio. Tra l'altro, negli anni Paul Gilbert è diventato uno dei più brillanti e scatenati utilizzatori di quest'ultima scala e ha insegnato al mondo a suonarla grazie ai suoi dischi e alla sua didattica.
lezioni paul gilbert
Link utili
Il sito di Paul Gilbert
La chitarra di Paul
La cover di CrossRoad di Jeff Berlin con le chitarre di Paul
Paul Gilbert & Jeff Berlin in un live d'annata
Altro da leggere
Pubblicità
Pentatonica in economia...
Tre satanici fraseggi con la nota blue!...
Fraseggio Blues - pentatoniche allo specchio...
Luca Colombo: Pentatoniche da Misolidio...
Pubblicità
Studiamo il Misolidio...
Matt Schofield: un'idea per il misolidio...
Paul Gilbert, Sergio Baracco e Maurizia Paradiso entrano in...
Paul Gilbert: la velocità nasconde le brutture del suonato...
Paul Gilbert: perchè il blues è meglio del metal...
Paul Gilbert: sostituzioni, esercizi & pause...
Cose pazze in Misolidio...
Commenti
di Iconoclast76 [user #43596] - commento del 23/10/2015 ore 17:21:24
beh si, gli unici live che ho fatto li ho fatti che suonavo la chitarra da 6 mesi, ero un tipo davvero precoce (non griodate al genio per carita XD) ricordo mi presero nel gruoppo perche sapevo fare bene i brani degli iron e dei metallica, ma inevitabilmente suonavo sempre e cmq da soli 6 mesi il mio vocabolario era cosi striminsito e buffo rispetto ad adesso..
Suonavamo nelle piazze del mio paesino e riuscimmo a fare una cosa che a quanto ne so non è riuscito a fare nessuno, ovvero suonare nel liceo classico del nostro paesino che era amministrato tipo colleggio inespugnabile
Inuitle dire che per quanto suonassi a tempo ero un pezzo di legno semplicemente perche tutto della chitrarra mi veniva ancora troppo innaturale e quindi mi dovevo concentrare molto per suonare bene, ricordo eravamo al liceo e il mio bassista mi disse "stiamo andando forti eh" io lo guardai solo per un attimo e non lo cacai piu perche se solo gli avessi risposto sare3i andato fuoritempo, non ero minimamente in grado di muovermi parlare gesticolare col corpo e suonare, tra l'altro io mi beccavo i soli e tutte le parti difficili dei brani perche il secondo chitarrista che suonava da molto era piu scarso di meXD ma era dura per me suonare quelle cose
Oggi tante cose anche difficili mi vengono cosi naturali che potrei pure ballare e dimenarmi come un matto durante un concerto se poi ci mettiamo che non sarebbero improvvisazioni ma brani imparati a memoria la morte suaXD
Vabeh non mi dispiace piu di tanto perche non sento tutta questa voglia di dimostrare qui nel mio paesino dove la gente non capisce un emerito tubo di musica e di chitarra quindi diciamo che in fondo puo andare bene cosi:) certo che a pensarci se a quei tempi avessi saputo fare le cose di adesso maruonn ro carmine
Rispondi
di Claudio80 [user #27043] - commento del 23/10/2015 ore 17:47:00
Tornare indietro nel tempo?? Perché', e a che serve?:per correggere i proprii errori durante l'apprendistato di chitarrista in erba? Quella fase credo sia la più importante, non tanto per l'abilità tecnica che si ha in quel momento, ma per mettersi in discussione ad un'età, magari da giovanissimi, e capire se si è determinati a seguire la strada del musicista; che sia professionista o meno, anche perchè poi diventa una sorta di fede musicale che continua e cresce nel tempo! Solo di una cosa sarei curioso: sapere cosa avrei fatto se non avessi suonato la chitarra. Per questo si, tornerei indietro nel tempo, magari con una della DeLorean a 88 miglia orarie....;-)
Rispondi
di Iconoclast76 [user #43596] - commento del 23/10/2015 ore 21:04:32
bella domanda, cosa avrei fatto senza guitar? non so forse mi sarei dato completamente all'informatica o forse mi sarei dato alla figa come tutti gli altri
Mi spiace come è andata a finire attualmente manco suono e di certo non perche sia finito tutto ma per cause di forza maggiore perche la mia è piu che passione io sono innamorato della chitarra elettrica , quando sento un bel suono di chitarra vado in estasi
Rispondi
di Faus74 [user #41023] - commento del 24/10/2015 ore 17:51:02
Non comprerei mai più pedaliere e robaccia digitale, dopo aver cominciato ad usare l'analogico son rinato.
Non venderei la mia Yamaha Pacifica, sembrava costruita apposta per me, mi calzava a pennello, amen.
Se invece non avessi cominciato a suonare nel lontano 1991, credo che sarei morto di overdose come gran parte dei miei amici di un tempo.
Quindi viva la chitarra!
Rispondi
di talpa [user #1842] - commento del 25/10/2015 ore 07:35:4
Se potessi tornare indietro , forse nel 91 , a 13 anni , avrei comprato la cassetta di Nevermind , invece di Use Your Illusion I e II . Avevo i soldi solo per due cassette e optai per i Guns che già conoscevo bene , quella scelta mi porto a suonare la batteria , troppo complicata la chitarra di Slash per me. Chissà forse ascoltando Kurt suonare la chitarra ... chissà ...
Rispondi
di luis68 [user #35769] - commento del 25/10/2015 ore 13:57:17
Quando avevo 19 anni mi chiamarono in un gruppo che doveva incidere un demo su cassetta,loro facevano un popo/rock new wawe e ci feci degli assoli stile Van halen,con uso smodato di distorsione leva e tapping...ci ho ripensato solo adesso.

Rispondi
di BBSlow [user #41324] - commento del 26/10/2015 ore 09:25:53
Tornassi indietro di trent'anni? Suonerei i pezzi di Baglioni e Ramazzotti e rimorchierei molto di più.
Rispondi
di darkfender [user #16554] - commento del 26/10/2015 ore 10:28:09
"Quando, teenager metallaro a digiuno totale di blues, infarcì di svisate barocche"

tra altri 30 anni magari vorrà non aver scritto tutte queste cose che fanno rivoltare nella tomba un sacco di musicisti Italiani ed Europei.

Anche io 10 anni fa pensavo il neoclassico fosse infilare una settima maggiore in una scala minore... e magari aggiungere qualche arpeggio diminuito.

Certo che anche a tornare indietro non cambierebbe nulla perché per qualche strana ragione nessun chitarrista insegna armonia classica e sono tutti fissati con Blues e Jazz.

Soltanto iniziando anche pianoforte ho potuto trovare insegnanti adeguati :/ ed è un peccato.


Con secoli di tradizione Italiana musicale ai massimi livelli, dobbiamo invece studiare solo pochi decenni di tradizione Americana (o Africana a seconda )?
Rispondi
di roccog [user #30468] - commento del 26/10/2015 ore 11:22:53
Sai che non ho capito che intendi?
Rispondi
di darkfender [user #16554] - commento del 26/10/2015 ore 14:16:11
Lo spiego in parole semplici.

Se io ti dicessi... "il blues è una cag*ta perché basta suonare una pentatonica che insegnano ai principianti."

Tu giustamente mi diresti che sono totalmente ignorante in ambito blues (e probabilmente della musica in generale).

Se Gilbert dice che suonare metal basta una scala minore credo si macchi dello stesso peccato.

Quando poi infila termini come neoclassico (in altri articoli) o Barocco la questione peggiora di molto.

(per capire cosa sia un'improvvisazione "barocca" cerca "basso continuo")

A meno che non voglia spiegare cosa fanno i compositori classici al conservatorio per 10 anni (senza considerare lo strumento che sono altri anni a parte).

sta semplicemente avvalorando la caricatura del chitarrista come viene visto da molti tastieristi e pianisti...
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 26/10/2015 ore 14:51:48
Mah, Gilbert da un paio d'anni sta cercando di rifarsi una verginità musicale. Quel che non capisco è perchè per farlo sputa nel piatto in cui ha mangiato per decenni peraltro con produzioni di certo degne di nota. Infine mi pare anche che menarla tanto col blues non faccia che infilarlo in un altro cul de sac. Contento lui.
Rispondi
di francescolomunno [user #38311] - commento del 27/10/2015 ore 22:06:15
non la vedo così...non ha sputato nel piatto in cui ha mangiato, non ha detto "avrei voluto non suonare metal", ha semplicemente detto che un pezzo -blues- oggi l'avrebbe suonato in maniera migliore rispetto ad allora perchè al tempo non sapeva granchè di fraseggio blues. Non mi pare abbia rinnegato niente
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 28/10/2015 ore 12:59:53
Ciao, hai ragione sul punto specifico. Io però mi riferivo al trend che il nostro sta manifestando da qualche tempo di cui questo passaggio è l'ultimo e più soft mentre in precdenza ha lanciato quasi degli anatema.
ciao
Rispondi
di alexus77 [user #3871] - commento del 26/10/2015 ore 18:46:12
Potessi tornare indietro... chiederei di iniziare a suonare piano e studiare armonia dall'eta' di 4/5 anni massimo. E' stata la cosa piu' difficile da imparare affrontandola piu' avanti.
Rispondi
di Salvog [user #26748] - commento del 30/10/2015 ore 08:54:03
Sono dello stesso parere di Alexus, quando si ha ormai una certa età ed avendo imparato un bel po’ di tecnica chitarristica, diviene molto più difficile mantenere di pari passo la teoria, la quale ahimè fondamentale è !!
Rispondi
di Mayko [user #39055] - commento del 31/10/2015 ore 02:41:48
Potessi tornare in dietro di 30 anni ???...... vorrei imparare a suonare la chitarra..... (a parte l'altro milione e mezzo di cose che cambierei ) !!!!
Rispondi
di altan76 [user #44350] - commento del 18/12/2015 ore 22:01:26
quoto alexsus77 a pieno... che fatica immane ora, capire quello che si sta facendo sulla tastiera non avendo le elementari basi... più musica seria nelle scuole!!!
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Peppino D'Agostino: respirazione e meditazione prima del concerto
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964