CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS BIBLIOTECA
Il ritorno di Gittler: se i Terminator suonassero le chitarre
Il ritorno di Gittler: se i Terminator suonassero le chitarre
di [user #116] - pubblicato il

Una Gittler non passa inosservata. La rara chitarra a lisca di pesce che ha conquistato il cuore dei collezionisti di stranezze a sei corde è tornata ed è in ottima compagnia. Al suo fianco arrivano bassi a quattro e a cinque corde, fretless, nuove caratteristiche e anche contrabbassi e violini elettrici.
Forse la chitarra più singolare mai prodotta, quella di Allan Gittler ha sbalordito l'audience fin dalla sua prima apparizione alla fine degli anni '70. Allan ne ha costruito solo una sessantina in tutta la sua vita, ma tanto è bastato per portarlo all'attenzione dei collezionisti e dei musicisti più aperti alle innovazioni, al punto da convincere un ingegnere aerospaziale a riprendere in mano il suo progetto quasi mezzo secolo più tardi.
I più attenti lo sapranno già: nel 2013 Gittler Instruments, la famosa chitarra tutta in metallo a forma di lisca di pesce, è tornata con un catalogo rinnovato, tecnologie aggiornate e tante nuove idee.

Il ritorno di Gittler: se i Terminator suonassero le chitarre

Lo strumento di Allan era caratterizzato da un minimalismo assoluto e un progetto votato unicamente alla funzionalità con un tocco di design. Le sue chitarre erano prive di paletta, senza body, senza manico. C'era solo un supporto su cui venivano piazzati i fret cilindrici, giusto lo spazio per i pickup, uno per corda, un capotasto da un lato e un ponte con relative meccaniche dall'altro.
Questo è il punto di partenza della nuova avventura.


Qualcosa però si muove in casa Gittler e, proprio all'ultimo Namm Show, un basso fretless con quattro cilindri, uno per corda al posto dei fret, entra in famiglia accompagnato dalle controparti a quattro e cinque corde con fret. Sono inoltre in lavorazione anche un contrabbasso elettrico e un violino.

Il ritorno di Gittler: se i Terminator suonassero le chitarre

Avvicinarsi a una Gittler pone diversi interrogativi. Quando il manico si riduce a un "tubo" con su dei fret, l'impostazione dev'essere impeccabile e ci si può scordare di abbracciarlo con il pollice, ma i progettisti hanno pensato anche a bluesman e dintorni offrendo la Gittler Guard, un manico in materiale acrilico intercambiabile disponibile in diverse forme che va applicato a incastro sul cilindro centrale dello strumento, offrendo così il feeling classico di una chitarra o di un basso con i profili preferiti dal singolo musicista.

Il ritorno di Gittler: se i Terminator suonassero le chitarre

Tra le caratteristiche uniche degli strumenti Gittler si segnalano le meccaniche brevettate al ponte, i LED segntasti attraverso la bellezza di 31 fret per quattro ottave di estensione e i pickup compatibili con i moderni guitar synth basati su segnali esafonici. Sul retro ci sono infatti due uscite, quella classica jack e quella per cavo a 13 pin.
Lo studio continua con un'attenzione all'ergonomia. A una ruota sono fissati due braccetti regolabili per bilanciare a piacimento lo strumento quando indossato con una tracolla.
Che piaccia o che si sia fan dei vecchi legni, la Gittler non lascia indifferenti, e al Namm ha riscosso un discreto successo.


Il rovescio della medaglia è sicuramente rappresentato dall'esclusività dello strumento. Possono servire anche fino a 7mila euro per portarsi a casa una Gittler e c'è da dubitare che uno strumento così particolare possa giustificare un investimento tale da trasformarlo in un oggetto prodotto su vasta scala per un prezzo più contenuto. Tuttavia, finché ci saranno visionari come Allan e come gli eredi della sua proprietà intellettuale, sempre con lo sguardo proteso in avanti e convinti nel diffondere e far affermare le proprie idee, per quanto radicali siano, la chitarra non potrà dirsi uno strumento finito.
bassi elettrici chitarre elettriche gittler
ABBIAMO BISOGNO DI TE!
Dal 1997 ACCORDO mette gratuitamente a disposizione di chi fa musica contenuti di qualità altissima. Per produrli occorrono competenze e lavoro, con costi che la pubblicità fatica a coprire, soprattutto in questo periodo di difficoltà per l'economia.
Per questo ti chiediamo una donazione, anche piccola, per aiutarci a mantenere gli standard di qualità che i musicisti italiani si aspettano da ACCORDO.

DONA ADESSO!
Link utili
Sito ufficiale Gittler
Nascondi commenti     7
Loggati per commentare

di yasodanandana [user #699]
commento del 06/03/2016 ore 13:03:17
meraviglia...
Rispondi
di betelobo [user #25981]
commento del 06/03/2016 ore 18:57:31
Mi associo
Rispondi
di betelobo [user #25981]
commento del 06/03/2016 ore 19:06:31
Ecco, per un oggetto così potrei spenderli quei soldi, piuttosto che per uno strumento "vintage"
Rispondi
di nawa utente non più registrato
commento del 06/03/2016 ore 20:41:13
veramente è una replica di uno strumento vintage :-) è l'unica chitarra esposta al MOMA di New York.

Comunque l'inventore avrebbe preferito essere chiamato Avraham Bar Rashi piuttosto che Alan Gittler... per la cronaca.
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 07/03/2016 ore 16:49:42
Bellissima ed interessantissima, chissà che qualche altro produttore non inizi a studiare il modo di farne uno strumento commerciabile.
Peccato che nel primo video ci siano solo 30 secondi suonati e 7 minuti di supercazzola.
ciao
Rispondi
di nawa utente non più registrato
commento del 07/03/2016 ore 18:42:54
qui c'è l'originale. suono della ripresa schifoso ma è la prova che ci si può suonare sopra... io ho avuto la serie Astron (la 216) e all'inizio è un bello shock. poi ci si abitua ma ci si chiede: perché? qual è il vantaggio? a parte l'estetica... venduta subito.

vai al link

nel video synchronicity II dei Police c'è andy summer che la sfoggia ma credo solo per bellezza. vai al link

della riedizione non so che dire...
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 09/03/2016 ore 10:55:20
Direi che i perchè sono almeno due (dal mio punto di vista): 1 - se non ci fossero sperimentazioni saremmo ancora a suonare i tronchi d'albero cavi; che non significa che tutti debbano sperimentare ma che più tensione alla ricerca c'è, meglio è per gli utenti; 2 - siamo sinceri, tra i motivi di acquisto di una chitarra non c'è mai la questione estetica?
Ciao
Rispondi
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Altro da leggere
La Peavey HP2 torna dopo la morte di Van Halen
Fender mostra la Troublemaker Deluxe in video
Jackson mostra in video le Wildcard Limited Edition
Scopriamo insieme le Fender American Professional II
La Black Beauty di Bonamassa in edizione limitata con Epiphone
Dean Edge Select, forza e precisione a quattro corde
Seguici anche su:
Altro da leggere
La musica ha bisogno di te
10 frasi da non dire al fonico
Perché la buca a effe ha questa forma?
Il toro, l'orso e la chitarra in tempi di pandemia
Trovate chitarre rubate per 150mila euro (tra cui la Gibson di Elvis):...
Vendita record per la giapponese senza nome di Jimi Hendrix
Slingerland Songster 401 e Audiovox by Tutmarc: le prime chitarre elet...
The Ranch: pedale eco-friendly da Collision Devices
Musica live e distanziamento in epoca Covid-19
La Gold-Leaf Strat di Prince all’asta
Il Boss DS1 di Kurt Cobain venduto all'asta
Venduta la Martin di Kurt Cobain: è la chitarra più costosa al mondo...
Il mercato boicotta Fulltone
Accordo Box in partenza!
Fender licenzia John Cruz per un post violento [aggiornato]




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964