CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Kemper profiler, la conversione

di [user #32365] - pubblicato il
Buon pomeriggio, è da qualche settimana che la mia attenzione è caduta su questo fantomatico oggetto, sul quale avrei un bel po di domande; so bene che la rete e accordo.it stesso sono pieni di discussioni sul kemper, ne ho lette veramente un bel po prima di scrivere questo articolo, ma non ho trovato le risposte che cercavo, altrimenti non sarei qui a scrivere (non fa una piega). Premettendo che veramente da mesi sono alla ricerca di un amplificatore versatile, estremamente leggero e trasportabile, e preferibilmente dal suono british voxiano, ho scritto anche diversi post in cui mi sono stati suggeriti questo o quell'amplificatore ma nessuno di questi rispettava tutte le mie esigenze, magari uno era troppo pesante o non aveva il suono che volevo... e allora mi sono finalmente convertito al digitale perchè soluzione praticamente imbattibile in termini di trasportabilità e versatilità. Ma veniamo al punto, tutti gli audio test che ho ascoltato su youtube comparano il kemper che profila un amplificatore X con lo stesso amplificatore X, entrambi gli strumenti dunque, io suppongo, vengono registrati servendosi di un mixer o di una scheda audio e quindi aldilà della qualità delle riprese i due suoni che io ascolto per esempio in cuffia risultano essere al 98% uguali (quel 2% di differenza io la sento, c'è come al solito chi dice che non ci sia, e chi dice che sia molto di più di 2, io la sento così datela per buona) perchè entrambi sono stati "digitalizati" e quindi posso confrontarne il timbro ma non la spinta sonora. Il mio dubbio allora è se in un contesto live un kemper che viene collegato direttamente ad un mixer ed esce dalle casse amplificate possa sostituire totalmente un normale amplificatore, in termini di botta sonora, pienezza del suono, timbrica... come si piazza nel mix di gruppo quando per esempio il bassista ha il suo bell'ampli a volumi esorbitanti e il batterista picchia come un fabro? Se andaste in un locale ad ascoltare un gruppo bendati (chi non lo ha mai fatto ;)) sapreste capire se il chitarrista sta usando un kemper o un ampli valvolare normale??
Il secondo quesito è: io ho la mia bella pedaliera assemblata negli anni pedale dopo pedale secondo il mio gusto e anche con sacrificio, acquistando il kemper dovrei metterla da parte? Come reagisce il kemper ai pedali esterni? Il mio intento almeno in una prima fase era quello di usarlo come "piattaforma neutra" (e acquistare la sua pedaliera midi con cui gestire i profili in un secondo tempo altrimenti la spesa diventa davvero eccessiva) nel senso scegliere un profilo o comunque realizzare un profilo che mi soddisfi e colorarlo coi miei pedali, il dubbio non è tanto rivolto ai pedali di modulazione e ritardo quanto a quelli di compressione e distorsione.
Terzo punto: il kemper ha in se una tonnellata di effetti di tutti i tipi, sono alla pari di un normale stompbox? anche qui il dubbio è prevalentemente riferito a compressori, distorsori, che vedo più difficili da emulare col digitale.
Ultimo quesito: posso realizzare da solo nella mia sla prove dei profili validi o devo necessariamente andare in sala di registrazione e quindi usare mille microfoni, preamplificatori compressori a valvole e quant altro? Come giudicate qualitativamente i profili che girano online?

Scusate se mi sono dilungato così tanto e vi ho tempestato di domande spero che mi aiutiate a chiarirmi le idee, in particolare se c?è qualcuno che lo possiede e vuole condividere le sue impressioni. Grazie anticipatamente a tutti.
 
Dello stesso autore
Rivalvolare Fender Bassman 59 LTD
DI box
Acquisti sfiziosi!
Vox ac10 C1?
zoom ms70 cdr switching
equalizzatore vs booster
big muff sempre tu sei...
dual terror vs vox!
Loggati per commentare

di trimmer741 [user #41394]
commento del 16/06/2016 ore 00:31:36
L'ho avuto in prestito per un breve periodo. Gran bell'oggetto ma per me è decisamente troppo.
Domanda 1: No, non se ne accorge nessuno. E chi dice il contrario è il primo che ci casca.
Domanda 2: Assolutamente no, ma non so dirti come reagisce con i pedali. Comunque il bello del Kemper è che puoi campionare i tuoi suoni (quindi anche i tuoi pedali nella combinazione che più preferisci)
Domanda 3: Come tutte le cose digitali (anche di livello più basso) gli effetti non saranno mai uguali nella risposta delle regolazioni ma puoi costruirti delle impostazioni che ti danno lo stesso risultato al 99,9%. Mi spiego meglio: Hai un Ibanez TS9 con un'impostazione che ti piace, metti gli stessi valori nel relativo TS9 del Kemper e di sicuro non è la stessa cosa. Dovrai aggiungere delle cose ma alla fine a quel suono ci arrivi.
Domanda 4: Quando campioni al Kemper non interessa cosa usi, lui butta fuori rumoracci strani e legge il ritorno che gli dai. Se usi il microfono del Canta Tu collegato al Grillo Parlante però non ne verrà mai fuori niente di buono.
Domanda 5: Dipende da troppi fattori, ci sono i profili commerciali (che si pagano) molto buoni (es. TheAmpFactory.com) ma c'è anche insacco di roba gratuita altrettanto valida. E tante schifezze.
Rispondi
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 16/06/2016 ore 00:40:1
Ascoltato in due live il Kemper. Ti parlo perciò dal punto di vista del pubblico. La botta è quella dell'impianto e dubito seriamente che un ampli a valvole sia in grado di superare la pressione sonora generata da un PA, senza nemmeno nominare il fatto che i coni degli ampli sono altamente direzionali, a differenza di quelli delle casse dell'impianto. D'altronde buttare nel mixer il Kemper equivale a prendersi un canale dedicato al microfono con sui si cattura il suono del proprio amplificatore vero. Perciò in questo senso non c'è nessuna differenza. Più che altro, passando dalla parte di chi suona, il problema è che o ti fornisci di un ear-monitor o ti fai una cassa spia, altrimenti può diventare difficoltoso in alcune situazioni dover suonare unicamente a memoria (benvenuto nel mondo dei chitarristi acustici sfigati senza spia...). Sui pedali non so, uno dei due chitarristi di cui sopra s'era profilato pure quelli, l'altro invece mi pare di ricordare che una pedaliera minimalista la avesse.
Rispondi
di gilmourforever [user #32365]
commento del 16/06/2016 ore 08:09:41
so bene che è possibile profilare anche i pedali, il punto è che comunque è necessario il controller midi per cambiare da un suono profilato all'altro, invece in un primo momento vorrei comprare solo il kemper, quindi per cambiare suoni attingerei ai pedali. Sono rincuorato per quanto riguarda la botta sonora
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 16/06/2016 ore 09:34:20
Che io sappia non puoi profilare pedali, tranne overdrive e distorsori.
Nel senso che puoi profilare il suono dell'amplificatore insieme all'overdrive.
no modulazioni, no delay, no reverb.
Rispondi
di team72filo [user #20000]
commento del 16/06/2016 ore 08:56:35
Ciao,io ho avuto il Kemper per un paio di settimane ed ora ho il Line 6 helix che per questioni di flessibilità e trasportabilità(nonchè qualità)è più adatto alle mie esigenze.
Come ti hanno già detto gli amici che mi hanno preceduto nel commento,dal punto di vista del pubblico con uno degli ottimi strumenti digitali dell'ultima generazione(kemper,axe fx,helix,amplifire,multiamp)non si avverte nessuna differenza rispetto al suono dell'ampli,per te che suoni se sei abituato ad avere una 4x12 alle tue spalle la percezione è senz'altro diversa.
Con pedali esterni il Kemper reagisce benissimo,ma è preferibile inserirli nel send-return di cui è dotato per poi inserirli nella posizione della catena che preferisci,non prima dello strumento stesso(anche se è possibile),la soluzione che tu auspichi di mettere una pedaliera per colorare il suono base che ti da il Kemper è fattibile me non è senz'altro l'ideale,è una macchina pensata per un uso stand-alone,alla quale aggiungere uno massimo due dei tuoi pedalini preferiti ai quali non vuoi rinunciare,ma non di più,nel caso mi verrebbe da consigliarti un Helix che ha 4 send return ai quali collegare pedalini da inserire poi nella/e tue patch ed anche dal punto di vista pratico è più facilmente trasportabile essendo una singola unità "floor".
Gli effetti che simulano overdrive e distorsori presenti nel Kemper sono probabilmente il punto debole della macchina(o almeno lo erano un paio di mesi fà,nel frattempo magari c'è stato un aggiornamento firmware che ha migliorato la situazione).
Non ho provato a profilare un ampli,ma nel caso mi rivolgerei ad uno dei tanti creatori professionali di profili(MBritt,the Amp Factory and many more),alcuni di questi ti permettono di provarne alcuni prima di acquistarli...questo non vuol dire che tra gli infiniti profili gratuiti che girano non ci possano essere suoni ottimi,ma ci vuole pazienza per trovare quelli che fanno per te.
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 16/06/2016 ore 09:51:07
Ssssssssssssh! no non dirglielo!
Non dirgli che con gli stessi soldi del Kemper senza pedaliera e senza amplificatore di potenza potrebbe avere Helix formato floorboard che ha una spaventosa versatilità di collegamenti e integrazione con l'apparecchiature analogiche in possesso come amplificatore e pedalini vari.
Non dirgli che la simulazione dell'univibe è semplicemente spettacolare.
Non dirgli che se usa delle IR cab esterne Helix suona molto meglio.
Non dirgli che ci vogliono meno di 5min. di orologio per farsi un preset da zero e iniziare a suonare.
Non dirgli che si possono usare 2 o 3 ampli all'interno della stessa patch miscelando i suoni di tutti o usandoli in alternanza.
E poi senti come suona male Helix!
vai al link
:-)
Rispondi
di team72filo [user #20000]
commento del 16/06/2016 ore 11:58:01
Forse hai ragione Pearly,ma pensavo che come è successo a me,avere una maggiore quantità di informazioni può aiutare a fare l'acquisto giusto :-)
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 16/06/2016 ore 12:20:49
Secondo me è fiato sprecato.
CMq spero che le voci di un aggiornamento di Helix in concomitanza col Summer NAMM 2016 siano fondate.
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 16/06/2016 ore 15:29:13
Visto non serve a niente...non sei stato minimamente cagato.
A me non frega nienteperché io potevo permettermelo il Kemper se avessi voluto ma non mi ha mai stuzzicato.
La versione a tostapane la odio, esteticamente mi fa schifo.
Quella a rack è più professionale.
Forse non ha capito che nella lista della spesa si dovrà mettere anche una cassa FRFR o due da palco autoamplificate.
Non si può comprare il non plus ultra e poi comprare delle casse di merda.

Oppure una di queste create apposta che però costano parecchio.
KPA Solutions
vai al link
Rispondi
di team72filo [user #20000]
commento del 16/06/2016 ore 23:26:04
Ma guarda,per me non è un problema,quello che mi interessa è essere pienamente soddisfatto degli oggetti che utilizzo,spero lo siano anche gli altri,come sempre vale la regola d'oro,ascoltare con le proprie orecchie al di là delle mode del momento
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 17/06/2016 ore 09:01:49
Parole sagge condivido in pieno.
Rispondi
di gilmourforever [user #32365]
commento del 17/06/2016 ore 11:54:32
scusatemi tanto se vi siete sentiti "poco cagati" ma non è affatto così, anzi venire a conoscenza di questi strumenti comunque mi aiuta nella scelta anche perché la spesa per un kemper non è affatto irrisoria, semplicemente informandomi ancora preferisco il kemper perche appunto "profilatore" e non "emulatore", lo vedo personalmente come una situazione definitiva versatile e allo stesso tempo qualitativamente eccelsa, e mi sembra che il passaggia dall'ampli tradizionale al digitale sia meno doloroso col kemper che con l'Helix, è una mia opinione ovviamente, tra l'altro basata esclusivamente su video online e letture di recensioni, quanto prima andrò a provarlo
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 17/06/2016 ore 12:13:01
Ti dico solo un paio di cose usando la logica.
1) Helix è fatto apposta per integrarsi con tutti i tuoi amati pedali e amplificatori in molti modi.
2) Ricordati che nel conto devi mettere anche le casse ( almeno una) FRFR se vuoi suonare dal vivo...è praticamente obbligatorio, e se compri il Kemper non puoi comprare due casse di merda da 200 euro l'una, non avrebbe senso visto che compri un apparecchiatura per il suono perfetto.
quindi preparati a spendere:
€ 2.130 Kemper + pedaliera
€ 800 Cassa FRFR seria.
-------------------------------------------
tot € 2.930

€ 1490 Helix
€ 800 Cassa FRFR seria.
---------------------------------
tot €2.290

Rfilettici.
Rispondi
di team72filo [user #20000]
commento del 18/06/2016 ore 11:54:06
Figurati...non ho il complesso della "prima Donna",mi rendo conto che in questo momento l'appeal del Kemper sia imbattibile,e se l'utilizzo che ne devi fare è quello di sostituire l'ampli nei tuoi eventi live per avere un ottimo suono ed azzerare praticamente i problemi che un ampli a valvole comporta in questi casi mi sento di dirti che è la scelta giusta.
Visto che devi fare un bell'investimento però e che per forza di cose non si limita al solo Kemper ma bensì anche ad una pedaliera midi(o alla sua dedicata),una cassa FR e perchè no ad uno/due pedali d'espressione,quando si spendono tanti soldi,secondo me è bene fare le scelte giuste e più adatte alle nostre esigenze.
In quest'ottica ti consiglio di valutare a fondo ciò che di ottimo offre il mercato in questo momento e cioè
-DV Mark Multiamp
-Fractal AX8(che è una pedaliera ed eviteresti l'acquisto di una midi
-Line 6 Helix(che è nettamente il più semplice da utilizzare ed il più flessibile che sono qualità troppo spesso sottovalutate e c'è in versione floor
-Atomic Amplifire che è un piccolo gioiellino che costa "solo" 600 euro,sarebbe stata la mia scelta se non avessi preso l'helix
Rispondi
di frecciaaa [user #20958]
commento del 02/07/2016 ore 11:11:32
Confermo al 100%. Helix è superiore al Kemper. Io ho avuto il Kemper per più di un anno e in tutto questo tempo non mi ha mai convinto completamente. Soprattutto sui crunch. Alla fine l'ho venduto ripromettendomi di non prendere più 'robe' digitali, ma poi ho provato l'helix ed è stato subito amore 😀
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 04/07/2016 ore 09:54:56
Benvenuto nel club :-)
Rispondi
di kelino [user #5]
commento del 23/12/2017 ore 10:57:26
Mi sono ritrovato a leggere questo articolo. Mi chiedevo se in questo tempo è cambiato qualcosa nel vostro giudizio riguardo i vostri aggeggi digitali...
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 16/06/2016 ore 14:12:20
Ciao,
da possessore più che entusiasta di Kemper cerco di aiutarti rispondendo alle tue domande .
1) Come ti hanno già detto, non c'è differenza . Quando spendi queste cifre per le macchine di cui si accenna sopra la qualità è al top della tecnologia attuale, inutile spendere altre energie sulla ricerca di questa o quella differenza,sfumatura, pressione sonora e via . Non ce sono di apprezzabili
2) la bella pedaliera : questo è anche un mio cruccio , perché nei fatti, la pedaliera te lo dico brutalmente, non ti serve più . Io ne ho una più che professionale, e praticamente è ferma al chiodo da quando ho preso il KPA . Fai una riflessione : quanti pedali di distorsione hai acquistato/permutato/rivenduto solamente per cercare di arrrivare a quello che ti dava "il suono di un Fender tirato per il collo" oppure "quel tocco british di un Vox d'annata" per proseguire con "è come una Plexi a tutto volume" ? Ecco, se tu nei profili Kemper ce li hai quegli ampli e ti puoi personalizzare in 40 secondi il tuo suono equalizzando,aggiungendo o togliendo gain a quel profilo non hai di fatto sostituito l'esigenza del pedale ? Dopo di che ti costruisci uno slot di performance, che è una funzione della macchina dove inserisci fino a 5 suoni diversi, magari derivati dall'ampli che preferisci e hai un canale dedicato per quella specifica esigenza . Considera che hai fino a 125 performance salvate sulla macchina . Discorso diverso sono gli effetti di modulazione e qui io ragiono all'opposto di te . Preferisco inserire nel Kemper le mie modulazioni, sono tutti pedali Strymon e si sentono altroché , anche se quelle di Kemper non devono invidiare nessuno . Ti faccio la mia considerazione sui pedali di dinamica nel Kemper : ho anche un Fender a valvole, che credo non venderò, però mi sento di affermare che i pedali di drive lavorano molto meglio sul Fender piuttosto che nel Kemper . A me nel KPA non piacciono, e ovunque li piazzi nella catena , ma ti ripeto, non ne avrai più bisogno perché le distorsioni te le danno i profili ! Se senti l'esigenza di avere la vecchia pedaliera a tutti i costi, questo può essere per te un limite ; anche io avevo la tua stessa reticenza, volevo usare i pedali a tutti i costi ma pian piano me ne sto facendo una ragione, anche perché il mio giudizio è che il KPA non sia ottimizzato per aggiungere i pedali esterni di drive, non è il suo territorio, non gli serve in definitiva,credimi
3) vale quanto detto sopra anzi : tutt'al più preferisco usare le distorsioni interne di Kemper piuttosto che aggiungere i pedali da fuori, suonano meglio te lo garantisco . Ma comunque non ne uso quasi mai, vado di gain del profilo . Meglio smanettare coi delay, i flanger, i phaser, i chorus, i pitch .... Al massimo i boost nelle performance per cambiare suono aumentando db nella cassa
4) questa domanda dei profili se la pongono tutti i novizi di Kemper . La stragrande maggioranza degli utilizzatori me compreso non ha mai profilato nulla e mai forse probabilmente lo farà. I rig compresi nella macchina sono circa 700 o 900, adesso non ricordo . Ce ne sono di tutti gli amplificatori dell'universo e ognuno di questi li puoi editare a tuo gusto personale,salvarli e richiamarli . Dal sito Kemper ti scarichi un librarian che ogni giorno carica dal cloud profili di utenti che si divertono a condividere le loro fatiche . Attualmente sono più di 8000 profili che crescono al ritmo di 5/10 nuovi inserimenti al giorno . Molti, anzi moltissimi fanno cagare o sono ripetitivi, ma quello che ti intriga lo trovi di sicuro . Trai i rig commmerciali invece non saprei, ancora non ho avuto bisogno di acquistarne ; quei 10/20 rig che utilizzo sempre sono semplicemente il meglio dei suoni per chitarra elettrica che avevo in mente da quando suono .

Chiudo con una considerazione : non è polemica, non me ne vogliano gli altri amici di Accordo, però questa non è una battaglia tra Kemper vs Helix vs Multiamp e così via . E' vero, Kemper è il prodotto più costoso e forse (ma io dico forse) suona alla pari con gli altri sopra citati , però noto che molti utenti rimarcano questo fatto in continuazione . Io credo che Kemper faccia pagare un brevetto (perché di questo si parla) unico nel suo genere : la profilazione . Gli altri, almeno così mi risulta, usano degli algoritmi per quanto sofisticatissimi, per quanto del tutto realistici e competitivi e comparativi alle profilazioni . Chi acquista Kemper credo che voglia riconoscere questo primato,no ? Poi se vogliamo spendere (qualcosa) di meno fortunatamente il mercato è pieno di prodotti validissimi .
Ti dico questo perché io non faccio l'endorsment a Kemper, figurati, solo che mi è piaciuta la sua filosofia e l'ho preso con me .
Spero di averti aiutato


Rispondi
di gilmourforever [user #32365]
commento del 16/06/2016 ore 14:57:08
Ciao grazie mille sei stato veramente di aiuto, purtroppo da un lato mi dispiace mettere di lato i pedali e più che altro come avevo già specificato inizialmente volevo acquistare solo il kemper senza la sua pedaliera ma a questo punto penso convenga acquistare tutto assieme e basta. Riguardo ai profili che usi li hai scaricati o usi quelli che hai trovato nel kemper? So gia che se lo acquisterò comunque farò un tentativo di profilazione di qualche ampli mio o di amici ma senza alcuna aspettativa giusto per il piacere di sentire in prima persona tutti i rumoracci che fa, ma mi affiderò a profili registrati professionalmente anche a costo di acquistarli online.
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 16/06/2016 ore 18:32:26
Guarda, ti dico che ancora non ho acquistato niente semplicemente perché i suoni che ho trovato gratis mi soddisfano del tutto ; quindi immagino che quelli a pagamento siano ancora più realistici e magari adatti a chi cerca un certo tipo di suono magari alla Gilmour, come il tuo nickname, o Knopfleriani e via dicendo . Penso che a breve acquisterò qualcosa per acustica, tra i rig non ce ne sono molti e non particolarmente belli, anche se ti dico che è una goduria già così entrare con l'acustica dopo il Kemper diretti nel software di registrazione e sentire che tutto sommato hai un suono più che decente senza uscire pazzo come sicuramente saprai succede agli acustici che vogliono registrarsi . Comunque tornando ai profili : la macchina arriva caricata con mi sembra un 200 rig , poi sul sito Kemper ti scarichi delle librerie gratis e raggiungi la quota di 900 circa profili . Questi sono i migliori, perché fatti da professionisti,dalla fabbrica stessa, insomma da aziende che poi ti faranno venire l'acquolina in bocca e voglia,in seguito, di acquistare profili . Quando avrai preso confidenza con il Rig Manager e smanetterai sui profili caricati dagli utenti avrai una ulteriore,dopo attenta scrematura, collezione personale che potrai organizzare in sottocartelle e andarti a ripescare alla bisogna . Un'ultima avvertenza : io suono in casa e quindi i diffusori audio sui quali sento la macchina sono dei monitor da studio Yamaha più che decenti . Se dovrai acquistare una cassa leggiti attentamente i consigli dell'accordiano Viabcroce, grande esperto di Kemper ; lì sta tutta la discriminante della resa finale . Alla fine ho visto che in rete essenzialmente si parla di diffusori della Atomic o un nuovo prodotto italiano, Red Sound , di cui si parla un gran bene . Vai sul forum in italiano di Kemper per approfondire meglio . Infine,attento ai settaggi iniziali della macchina ; se non rispetti alcune semplicissime regole di input,output,ecc. rischi di rimanere deluso . Per il resto, credo che non avrai alcun tipo di problema .
Saluti
Rispondi
di team72filo [user #20000]
commento del 16/06/2016 ore 23:20:35
Ciao Tubes,concordo con ciò che hai detto,a me non interessa nessuna battaglia tra simulatori/profilatori almeno fino a quando qualche costruttore non mi pagherà per farla.
Ciò che mi interessa è utilizzare l'apparecchiatura che risponda il più possibile alle mie esigenze,e penso di averla trovata nel Line 6 Helix.
Trovo che l'idea stessa del Kemper sia semplicemente geniale e sta rivoluzionando il modo di suonare dal vivo,semplicemente per le mie esigenze ha un range di utilizzo limitato,detto questo Chapeau all'oggetto
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 17/06/2016 ore 09:06:18
Ehilà,
ciao a te ! Hai detto bene : rivoluzionare . Tutte queste macchine (certo devi accettare di spendere ben oltre i 1000 euro) stanno dimostrando che la linea di demarcazione tra amplificatori fisici e modelli virtuali è sempre meno netta, è più esile . Difatti noto con piacere che anche molti irriducibili (ma lo dico con tanto affetto perché anche io ho militato a lungo tra valvole e pedali analogici) pur dichiarando fedeltà imperitura ai tubi termoionici, ammettono con franchezza e sincerità la qualità e il realismo dei prodotti digitali . Non riconoscerlo è sinonimo di chiusura o semplicemente scarsa conoscenza delle macchine stesse . Difatti come avrai notato, poiché caratterialmente l'uomo deve sempre mettersi in competizione (e questo a volte genera il progresso e lo scambio democratico delle tecnologie e delle informazioni) il discorso sembra essersi spostato su qual è la macchina migliore,quella delle meraviglie,quella dal rapporto qualità/prezzo più vantaggioso . Ma io non mi tiro certo indietro a nessun confronto e,anzi, ne approfitto per migliorare le mie conoscenze !
Ciao
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 16/06/2016 ore 18:00:33
Mi é capitato alcune volte di ascoltare live macchine di questo tipo, i suoni sono molto belli ma secondo me dipendono troppo dall'impianto e dal fonico. Mi spiego: se hai un ampli tradizionale e qualcuno dal pubblico ti dice che la chitarra non si sente chiedi al fonico di alzare, se non funziona alzi il volume e passa la paura. Stesso discorso per i monitor: spesso sono pessimi (se ci sono...), non adeguati alla situazione. Se il fonico dice che è al massimo e tu non ti senti alzi il volume e sei a posto. Con un kemper o simili in diretta non hai il controllo, se lo usi con finale e cassa allora il discorso si sposta più su versatilità e facilità di utilizzo, se hai bisogno di 1000 suoni vanno benissimo, se te ne serve uno tanto vale prendere una buona testata , gli altri 800 profili disponibili non servono più di tanto. Sicuramente aiutano a ridurre la superficie della pedaliera, avrai meno bisogno di od e booster visto che puoi emulare gli ampli con gain e master a bomba senza per forza diventare sordo. Forse per chi vuole la massima flessibilità live è meglio un helix piuttosto che un kemper, quest'ultimo mi sembra più utile in studio. Io al momento mi trovo ancora bene con le testate e casse tradizionali, ormai ho una certa età e diventa difficile abbandonare le vecchie abitudini. Poi la einstein suona da paura... Saluti!!
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 16/06/2016 ore 19:04:30
Sono d'accordo con te ; non ho esperienze dal vivo, ma immagino che se entri in diretta con queste macchine o l'impianto è eccellente o sei fottuto e tutta la bontà dei preset sui quali magari hai lavorato duramente a casa se vanno a farsi benedire . Infatti secondo me chi va di Kemper dal vivo deve portarsi la sua cassa FRFR (se l'ambiente è medio piccolo) ; negli stadi si microfona ma a quel punto si presume di essere in una situazione professionale , punto e basta . Tu dici : se compro Kemper + cassa allora mi tengo testata classica + cassa classica . Sì, è condivisibile , fermo restando comunque che a livelli di ingombro siamo lì ma come peso il Kemper + cassa dovrebbe vincere a mani basse .
Saluti a te
Rispondi
di coprofilo [user #593]
commento del 16/06/2016 ore 19:24:49
Sicuramente il peso è a favore di digitale e classe d, anche se alla fine si parla di qualche kg di differenza e non di quintali. Tutto comunque dipende dal suono che si vuole ottenere, ormai la tecnologia ci offre possibilità impensabili fino a pochi anni fa, trovo poco sensate prese di posizione tipo "i valvolari sono ormai inutili" o " il digitale è il male assoluto". L'importante è avere un suono che ci fa suonare bene e che piace a chi ci ascolta. Ma ora basta pontificare, mi aspettano doccia, cena e prove con testata hartke a transistor con relativa cassa 4x6 (o 4x8 ?!?). Suono che mi fa suonare male e fa schifo ai miei bandmates ma la saletta offre quello a gratis, perché complicarsi l'esistenza???
Rispondi
di satch76 [user #19713]
commento del 17/06/2016 ore 09:56:41
Per usare un sistema digitale live la cassa è molto utile, più che altro perché può essere utilizzata come monitor e, durante la realizzazione dei suoni, è un punto fermo per creare il nostro suono.

Che sia poi FRFR non è necessario, l'importante è che sia Flat Response, poi sul Full Range si può discuterne sulla reale utilità.

Io uso un iPad + Bias FX e amplifico il tutto con una Tech21 Power Engine, che è in pratica un combo con solo finale + cono da 12''.

Con questa soluzione ho la possibilità di farmi microfonare in maniera tradizionale, oppure di usare l'uscita XLR bilanciata della cassa stessa ed entrare nel PA.

Io uso entrambe le modalità, ovvero microfono + uscita, poi ci pensa il fonico a mixare i segnali. ;-)
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 16/06/2016 ore 20:09:51
Bravo,concordo ora vai a suonare ! Certo con quella cassa.... L'ampli Hartke ??? Guarda che anche i transistor non sono il male assoluto !
Ciao
Rispondi
di gilmourforever [user #32365]
commento del 17/06/2016 ore 11:58:12
scusate mi avete messo una pulce in testa con questa storia della cassa! sinceramente se passo a kemper è proprio per non portare più nessun tipo di cassa con me, se non le casse dell'impianto quando suono col mio gruppo o se suono in piazza col service manco quelle, e vevo pensato di utilizzare una cassa attiva di cui sono già in possesso eventualmente come monitor personale facendola uscire direttamente dak kemper come vi pare come soluzione?
Rispondi
di satch76 [user #19713]
commento del 18/06/2016 ore 23:20:5
Mi spiace deluderti, ma se vuoi suonare dal vivo con un qualsiasi sistema digitale una cassa FR è praticamente necessaria.

Ti spiego i motivi principali della mia affermazione:

1 - senza una cassa che ti amplifichi non avrai mai un riferimento, quindi tu credi di avere un suono da paura, poi lo provi nell'impianto di turno e ti metti a piangere...
2 - i suoni definitivi devi farteli ad un volume adeguato, quindi devi avere una cassa per amplificarti.
3 - se ti affidi solo ai monitor da palco, appena ti muovi di 1 metro non sentirai una mazza, per non parlare del suono pietoso che esce il 99% delle volte dal monitor.

Io ribadisco che, secondo me, una soluzione come la power engine è l'uovo di colombo: è piccola, potente, ha le stesse frequenze di un combo da chitarra e ha anche un'uscita xlr bilanciata, così puoi microfonarla come un normale ampli e/o uscire in diretta nel PA.

Non te la regalano di certo, poiché nuova costa anche 700 euro, ma se ne trovano di usate anche sotto i 400. ;-)
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 17/06/2016 ore 17:22:06
Si, il routing da te appena descritto penso che non faccia una piega ! Tuttavia se la qualità della tua cassa attiva non è a certi livelli rischi di sentirti con un brutto suono in monitor e così pure se l'impianto non è performante non ti restituirà appieno tutti i bei profili di Kemper . Tutto qua, è solo che per ottenere il massimo questa macchina deve suonare con dei buoni cabinet . Detto questo, io anche se ripeto non suono in contesti live, a casa vado di monitor commerciali, tuttalpiù nell'impianto hi-fi di casa e ne sono più che soddisfatto.
Rispondi
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 17/06/2016 ore 17:42:17
Giusta una considerazione: se l'impianto fa schifo o che ci si butti dentro il Kemper o l'Helix o qualunque diavoleria del genere, o in alternativa il suono prelevato dal microfono posizionato di fronte all'ampli il risultato finale sarà sempre discutibile. Voglio dire, ciò che raggiunge il pubblico è sempre il suono che viene fuori dalle casse dell'impianto, a parte i locali di piccole dimensioni dove chiaramente la tua spia personale, intesa come cassa collegata al Kemper, o il tuo ampli vero bastano a coprire la sala. Perciò il problema personalmente non capisco dove stia. Se non hai una cassa ultra figa e attendibile il sound lo fai usando come parametro unico ciò che arriva al pubblico dall'impianto, cosa che in realtà secondo me andrebbe fatta sempre, mentre mi sono spesso imbattuto in chitarristi tutti concentrati solo su ciò che succedeva nel loro raggio d'azione di mezzo metro...E poi, per il nostro amico che deve comprarsi il Kemper, si possono pure effettuare gli acquisti un po' alla volta. Al momento arrangiati come puoi, anche perché sinceramente, opinione del tutto personale, se una persona spende 2300€ per una cosa, dubito che con un po' di oculatezza abbia troppi problemi poi a investirne 400 o 500 per la cassa "definitiva"...Sempre che ne senta la necessità.
Rispondi
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 17/06/2016 ore 17:42:18
Giusta una considerazione: se l'impianto fa schifo o che ci si butti dentro il Kemper o l'Helix o qualunque diavoleria del genere, o in alternativa il suono prelevato dal microfono posizionato di fronte all'ampli il risultato finale sarà sempre discutibile. Voglio dire, ciò che raggiunge il pubblico è sempre il suono che viene fuori dalle casse dell'impianto, a parte i locali di piccole dimensioni dove chiaramente la tua spia personale, intesa come cassa collegata al Kemper, o il tuo ampli vero bastano a coprire la sala. Perciò il problema personalmente non capisco dove stia. Se non hai una cassa ultra figa e attendibile il sound lo fai usando come parametro unico ciò che arriva al pubblico dall'impianto, cosa che in realtà secondo me andrebbe fatta sempre, mentre mi sono spesso imbattuto in chitarristi tutti concentrati solo su ciò che succedeva nel loro raggio d'azione di mezzo metro...E poi, per il nostro amico che deve comprarsi il Kemper, si possono pure effettuare gli acquisti un po' alla volta. Al momento arrangiati come puoi, anche perché sinceramente, opinione del tutto personale, se una persona spende 2300€ per una cosa, dubito che con un po' di oculatezza abbia troppi problemi poi a investirne 400 o 500 per la cassa "definitiva"...Sempre che ne senta la necessità.
Rispondi
di Pearly Gates [user #12346]
commento del 17/06/2016 ore 18:02:31
Poi mi spiegate che senso ha spendere un sacco di soldi per una cosa che dovrebbe suonare meglio del mondo e poi usare casse di merda.
Non ha senso.
E' come mangiare il miglior piatto di Bottura (il suo ristorante ha appena vinto come miglior ristorante del mondo) e bere il Tavernello.

E' come comprare un HiFi Mc intosh e poi usare le casse Trust per il PC.

Io queste cose non le concepisco.

Le cose o si fanno bene o non si fanno.
Allora meglio Satch76 che usa un Ipad e il BIas FX.

Cmq queste sono tra le casse più in voga nei siti di modelling.

ATOMIC CLR REFERENCE MONITORS
vai al link

Sennò questo sito è fatto apposta per KPA.
KPA solution
vai al link

P.S.
Per sapere che ore sono non esiste solo il Rolex d'oro.
Se poi uno deve mangiare pane e cipolla per riuscire ad avere il rolex d'oro perchè fa figo io lo trovo patetico.
Rispondi
di satch76 [user #19713]
commento del 20/06/2016 ore 16:04:13
CIT. "Le cose o si fanno bene o non si fanno.
Allora meglio Satch76 che usa un Ipad e il BIas FX."

Ciao Pearly,

se con la tua affermazione intendi dire che una soluzione basata su iPad sia più "di bocca buona" rispetto ad un Kemper, un Helix o un Fractal beh, mi sento in dovere di correggerti.

Se parliamo di meri costi, a conti fatti vai a spendere quasi come un Helix per avere tutto quello che ti serve, tra hardware, interfacce varie e software.

Fai conto che non basta avere un dispositivo, un'interfaccia per la chitarra (come minimo HD) e via andare: ci vogliono almeno una DI apposita e un controller MIDI per poter pensare di sfruttare live una configurazione del genere.

Partendo da 0, solo con questa configurazione vai a spendere intorno ai 1000 euro.

Se poi vuoi fare il figo e prenderti un iPad Pro da 12'' (ci sta, sia per potenza di calcolo, sia per la visibilità dello schermo su un palco), 1000 euro ti partono solo per il modello base.

Con il software te la cavi anche con poche decine di euro, considerando un setup con BIAS Amp per farti gli ampli di base e BIAS FX per i preset da usare live.

Se poi vuoi sfruttare funzionalità avanzate come amp matching e IR, devi acquistare una copia di BIAS Amp Professional per PC/Mac, che ti costa, nella migliore delle ipotesi, 169 euro.

Vuoi anche la versione per desktop di BIAS FX, così hai un eventuale backup per le situazioni di emergenza? Beh, altri 169 euro per la versione Professional, l'unica che ti permette di sfruttare il MIDI.

E ovviamente devi avere un laptop all'altezza, con annessa interfaccia e realtivo controller MIDI! (si possono comunque riciclare quelli per l'iPad)

In tutto questo non ho incluso una cassa FR...

Se invece vogliamo parlare di qualità delle simulazioni, a mio modesto ed opinabile parere siamo lì con Helix e Fractal. Poi ci sarà chi non è d'accordo, ovviamente: io rimango comunque di questo parere, avendo sentito, provato e confrontato un po' di questi sistemi.

Il limite maggiore di questa configurazione forse è il routing, sicuramente più limitato rispetto ad un Helix, ma personalmente non ho bisogno di catene di effetti particolari, visto che non uso effetti e/o preamp esterni.

Volendo si possono comunque ricreare vari scenari anche abbastanza complessi con un po' di sbattimento.

I motivi che mi hanno fatto optare per usare un iPad (ad un certo punto stavo per instradarmi verso l'Axe FX, poi ci ho ripensato) piuttosto che una soluzione "tradizionale" per suonare sono i seguenti:

- modularità del sistema: tutti i pezzi della catena (interfaccia > iPad > software emulazione > DI > cassa) possono essere sostituiti e/o modificati in qualsiasi momento, arrivando a migliorare se non addirittura stravolgere il suono con poco. Basti pensare al fatto che si può sostituire in qualsiasi momento BIAS FX con un'altra applicazione (es. Amplitube, ToneStack, POD Mobile, etc.), cambiando di fatto il cuore di tutto il sistema con pochi euro e in pochi minuti.
Questo inoltre permette di distribuire la spesa nel tempo, aggiungendo un componente alla volta.

- interfaccia: per quanto possano essere semplificate le interfacce dei vari Kemper, Helix e Fractal, a mio avviso nessuna di queste può competere con un iPad, soprattutto per l'uso durante un concerto.
Il fatto di avere realmente tutto a portata di mano, su uno schermo da quasi 10'' ben illuminato, senza dover memorizzare passaggi certe volte assurdi anche per cambiare un solo parametro di un pedale, questo vince su tutto il resto.
In un contesto reale vi assicuro che un'interfaccia di questo genere è una manna dal cielo: basta selezionare l'effetto che ci serve e cambiare il parametro con il movimento di un dito, stop.

Ammetto di aver scelto questa via anche un po' per sfida, per vedere dove si può arrivare: ad oggi si arriva lontano, molto più di quanto si possa pensare. ;-)
Rispondi
di Tubes [user #15838]
commento del 17/06/2016 ore 20:02:24
Ciao Pearly,
non ti incavolare ! Sai che ti seguo e apprezzo enormemente il lavoro che fai con Helix e tutta la mole di pezzi che riesci a produrre con una qualità eccellente ; quindi mi permetto di dirti che a volte ti sento troppo drastico nei giudizi . Anche qui in questo thread, non è detto che ci siano degli accordiani che necessariamente vogliano accattarsi una macchina da 2000 euro perché fa figo, ma solo perché magari potendoselo permettere vogliono provare a divertirsi con quello che al momento il mercato offre ai livelli top . O che siano straricchi e possono buttare soldi dalla finestra . Magari c'è anche chi,come me, non è più giovanissimo,lavora duramente e può comprare qualcosa di livello senza al momento rinunciare ad altro e senza essere necessariamente un professional come Varini,Colombo e altri. Infatti io sto acquistando un pezzo alla volta, prima il Kemper,poi forse la cassa attiva (Atomic o Red Soound) e magari un giorno la pedaliera , e questo nel solco di quello che sostieni anche tu , cioè a certi livelli le cose si debbono fare bene per forza, altrimenti il mercato offre scelte dignitosissime a costi enormemente inferiori .
Grazie dei link che come sempre ci posti .
A presto
Rispondi
di team72filo [user #20000]
commento del 18/06/2016 ore 12:08:14
Secondo me Pearly(eventualmente mi correggerà senza problemi)fà fatica a capire perchè ci sia tanta differenza nell'attenzione dei media del settore e del pubblico tra l'ottimo Kemper ed i suoi concorrenti,e magari perchè molti acquistano il "tostapane" nonostante altre macchine del genere offrano prestazioni assolutamente comparabili in termini di qualità(come lui stesso ci dimostra ogni settimana)ad un costo di diverse centinaia di euro inferiore.
Rispondi
di gilmourforever [user #32365]
commento del 18/06/2016 ore 13:26:34
buon pomeriggio, secondo me non è costruttivo utilizzare termini come patetico o ridicolo e roba simile dopo tutto qui ci si scambia delle opinioni e si cerca di crescere insieme, nessuno ha ragione in assoluto e nessuno ha torto in assoluto ognuno la pensa in maniera soggettiva e per crescere bisogna rispettare tutte le opinioni in cui ci si imbatte e secondo me la cosa più importante alla fine è rimanere soddisfatti del risultato che i nostri strumenti ci offrono; detto ciò il discorso sulle casse come qualcuno già faceva notare sopra è assolutamente sacrosanto ma non vale solo per il kemper ma per qualsiasi cosa ci butti dentro, che sia un helix,o un kemper o un vox ac30 d'annata microfonota come dio comanda, quindi la mia personale opinione è kemper è un prodotto che firnisce una prestazione unica ad oggi, cioe la profilazione, il cui risultato risulta essere superiore di qualsiasi altro strumento digitale non per niente professionisti di tutto il mondo si affidano a questa macchina, il passaggio al digitale per me è stato un passaggio "obbligato" da esigenze personali ed è avvenuto solo grazie all'entusiasmo per il kemper che ho riscontrato leggendo su internet, al contrario di moltissimi altri prodotti digitali, ecco tutto.
Rispondi
di team72filo [user #20000]
commento del 18/06/2016 ore 15:48:15
Il Kemper è una macchina unica nel suo genere,questo è sicuro,così come è sicuro il fatto che sia una gran macchina.
"Il cui risultato risulta essere superiore di qualsiasi altro strumento digitale non per niente professionisti di tutto il mondo si affidano a questa macchina"
Qui secondo me casca l'asino(intendiamoci,non sei tu l'asino),ed è l'esempio di quello che volevo descrivere nel mio intervento precedente,cioè,assodato che si tratta di un oggetto fantastico,rivoluzionario etc.etc.,in molti lo acquistano anche perchè(qualcuno solo perchè)professionisti di tutto il mondo si affidano a questa macchina,senza considerare che i pro oltre al kemper hanno anche altro che supporta il loro suono(le manine in primis)e senza valutare se sia davvero la macchina che faccia per loro o meglio se non ce ne siano altre con prestazioni totalmente paragonabili(io stesso ho avuto per un paio di settimane il Kemper e quando ho preso l'Helix le sue simulazioni mi sono sembrate tutto tranne che inferiori,ed ho fatto parte del gruppo facebook del Kemper,in diversi utenti dicevano di utilizzarlo con un overdrive valvolare per migliorarne il suono,forse se non usato al meglio anche il tostapane può deludere)e che magari costano qualcosa di meno(il che non guasta)
Il Kemper è diventato uno standard(come il VHS o il CD dei tempi che furono) per molti pro,permette loro di "masterizzare" i propri suoni con grandissima qualità,portarli in giro per i loro tour ad averli sempre sicuri ed affidabili indipendentemente da tutte le altre variabili,ma questo non vuole assolutamente dire che i suoi suoni siano superiori rispetto a quelli dei suoi concorrenti,e le esigenze(nonchè le possibilità)dei pro spesso sono molto diverse da quelli del "normale"utente di strumenti musicali.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
People
Game Of Thrones suona Fender
Carbon Copy aggiornato e in miniatura
Brian Johnson tornerà in tour con gli AC/DC
Batteristi al centro dell'attenzione
MOD 5: patch bay e IR loader in pedaliera
Gibson: conto alla rovescia per il nuovo catalogo
Schertler in Italia con Aramini
Godin fa ascoltare le sue prime acustiche
La tecnica si sviluppa con le scale e gli arpeggi
Slash conferma l'arrivo di un nuovo album dei Guns N' Roses
Noce fiammato e mogano caramellato: Phil Collen mostra la sua Jackson
Le tentazioni del Diavoletto
Migliora i tuoi accompagnamenti: Ventura Highway
Le chitarre acustiche di Neil Young
Carl Martin Panama: British Hot Modded OD

Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964