DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Il Jazz Bass del '61 di Flea va in Messico
Il Jazz Bass del '61 di Flea va in Messico
di [user #116] - pubblicato il

Il bassista dei Red Hot Chili Peppers offre il pezzo forte della sua collezione ai liutai Fender per una replica fedele. Un'edizione messicana clona il Jazz Bass del '61 di Flea, dall'estetica consumata fino alla particolare elettronica a base di pickup American Vintage e potenziometri concentrici.
Non lo si vede spesso esibirsi con questo basso, ma il prezioso Jazz Bass del 1961 è stato più volte la prima scelta di Flea per ciò che riguarda il lavoro in studio e le registrazioni. Lui lo ha ricevuto da un fan e lo ha usato con il super gruppo Atoms For Peace e, con i Red Hot Chili Peppers, negli album Stadium Arcadium e The Getaway. Usurato nella sua finitura Shell Pink grattata via dal tempo e da anni di linee tra funk, rock e jazz, è indicato dal bassista dei Red Hot come "il basso migliore che abbia mai suonato".
Ora i progettisti Fender lo hanno analizzato nel dettaglio per farne una replica fedele, dalla cura artigianale e con pickup americani, ma con il prezzo più accessibile garantito dalla fabbricazione messicana.

Il Jazz Bass del '61 di Flea va in Messico

La finitura nitro del Flea Jazz Bass riporta tutti i segni degli anni, con un colore pallido e vernice scheggiata negli stessi punti in cui lo è l'originale dell'artista.
Il body è in ontano, come da tradizione. Il manico è in acero con tastiera in palissandro ed è avvitato su una placca a quattro viti incisa con un disegno fatto da Flea, a rivelarne la natura di tributo.
Il profilo è a C, con venti fret su un raggio da 7,25 pollici e con una larghezza al capotasto di un pollice e mezzo.

Il Jazz Bass del '61 di Flea va in Messico

La particolare elettronica adottata sui Jazz Bass del '61 e '62 è un esempio di versatilità assoluta. Consiste in due manopole stacked, cioè concentriche, in pila, che gestiscono volumi e toni dei due pickup in maniera individuale. Permettono di miscelarne l'azione come un blend, dosando a piacere i livelli di ognuno e il loro grado di brillantezza, garantendo così un controllo assoluto sull'uscita del basso. La circuitazione è riproposta sul signature ed è abbinata a una coppia di single coil American Vintage '64, tra le repliche d'epoca più apprezzate nel catalogo Fender.



Il Fender Flea Jazz Bass è analizzato a fondo sul sito ufficiale a questo link, con foto e descrizione completa anche in Italiano. È già in produzione e sarà possibile vederlo molto presto anche in Italia con la distribuzione a cura di Casale Bauer.
bassi elettrici fender flea jazz bass
Link utili
Flea Jazz Bass sul sito Fender
Sito del distributore Casale Bauer
Mostra commenti     12
Altro da leggere
Fender Elemental Series: che succede in Giappone?
Pantera: lo speciale Gibson su Rex Brown
La storia della Stratocaster: il mio contributo
Jeff Beck e la Fender Strat 1957 in video
Spoiler: a Natale tutto sulla Stratocaster
Fender American Original '50s Stratocaster Inca Silver
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Fender Telecaster 1960 Relic - Master Built Yuriy Shishkov
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster 69 Master Built Dennis Galuszka Real Gold 24K
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964