CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Come prepararsi a un concerto o a una registrazione
Come prepararsi a un concerto o a una registrazione
di [user #116] - pubblicato il

Nell’attività di un musicista, i momenti che precedono una performance, sia questa un’esibizione in studio o una sessione di registrazione, sono cruciali. Si tratta di lassi di tempo necessari per trovare la giusta concentrazione, rilassare la muscolatura e preparare le mani all’esecuzione. Non da ultimo, sono gli ultimi istanti a disposizione per ripassare le parti più critiche del repertorio, quelle delle quali si è meno sicuri.
Per i musicisti meno esperti e per i non professionisti  - per i quali esibirsi non è una routine lavorativa ma un’attività piacevole praticata però raramente - quella del riscaldamento è una fase ancora più delicata: con gran probabilità, infatti, si dovrà anche fronteggiare anche l’agitazione, l’ansia da prestazione e il timore del confronto con il pubblico.
Ovviamente, non esistono regole assolute per riscaldarsi al meglio e ognuno, nel tempo e con l’esperienza, maturerà le abitudini a lui più funzionali per prepararsi ad affrontare il palco o la registrazione.
 
Come prepararsi a un concerto o a una registrazione
 
Ci sono musicisti che raccomandano di non scaldarsi mai eseguendo o provando il repertorio che si sta per eseguire. Si rischierebbe solo di innervosirsi, stancare le mani o – peggio ancora – di sparare le cartucce migliori nel camerino invece che di fronte al pubblico. Per questo, il suggerimento è quello di eseguire dei semplici basilari esercizi di tecnica, dei rudimenti, che sciolgano in maniera graduale le meccaniche del playing senza affaticare o innervosire il musicista.
Viceversa, c’è anche chi raccomanda di non deviare la concentrazione dal repertorio che si sta per eseguire e di scaldarsi proprio eseguendo quello, magari a velocità ridotta e limitandosi a marcare le parti più importanti e gli obbligati. 
Infine c’è chi, proprio come racconta Luca Francioso in questa sua interessante prima pillola didattica, ritiene che la cosa migliore sia lasciare il proprio strumento sul palco prima dell’esibizione. Così da dedicare gli istanti prima della performance, unicamente a raccogliere idee ed emozioni da raccontare, da lì a poco, al pubblico attraverso la propria musica.
 
 
Luca Francioso è uno dei migliori chitarristi acustici in circolazione. Il suo ultimo disco si chiama "Toward The Others" ed è una raccolta -  suonata in maniera deliziosa - di brani composti ed eseguiti assieme a dodici chitarristi diversi tra cui Walter Lupi, Don Alder, Adam Morkus, Massimo Varini, Maneli Jamal e Vicki Genfan. Siamo felici di accoglierlo tra le nostre pagine per una serie di contributi didattici. (Gianni Rojatti)
Lezioni luca francioso
Link utili
Il sito di Luca Francioso
Mostra commenti     14
Altro da leggere
Esercizi. Roba da schiappe?
Warm up on tour con Stef Burns
Warm up con Luca Colombo
Scala blues & corde a vuoto con Carl Verheyen
Tommy Emmanuel ci insegna gli armonici
Tommy Emmanuel: armonici sull'acustica
Serve una sinistra forte. Lo dice Tommy Emmanuel
Doug Aldrich: tecnica, fraseggio e la fine con gli Whitesnake
Esercizi in C7: un altro modo per studiare i modi
Basso Blues: tecnica, riscaldamento & slap
Tommy Emmanuel: sonorità da Banjo
Tommy Emmanuel: rolls alla Atkins
Tommy Emmanuel: come gestire la dinamica
Paul Gilbert: sostituzioni, esercizi & pause
Chitarra acustica e batteria
Intervista a Luca Francioso
Seguici anche su:
News
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live
La chitarra sparafulmini degli ArcAttack
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
La storia del delay
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
La SG trasformata in headless esiste davvero
Un nuovo modello suggerisce i prossimi titolari di Gibson?
Il collezionismo è la morte delle chitarre (a volte)




Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964