DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Takamine GN20, piccola jumbo grande sound
Takamine GN20, piccola jumbo grande sound
di [user #16167] - pubblicato il

Abbiamo fatto un giro su una Takamine davvero interessante, con un body NEX, estetica semplice ma con un’elettronica all’altezza. Il top in cedro le dona oltre che un look diverso dal solito, anche un timbro più personale.
Della GN20 avevate sicuramente già ascoltato qualcosa lo scorso agosto, quando l’abbiamo messa a confronto con la dreadnought della stessa serie in un blind test. È giunto il momento, però, di approfondire un po’ la conoscenza con questa jumbo, leggermente più piccola del normale. Il body ha infatti la forma denominata NEX e studiata proprio da Takamine. Questa si rifà alle rotondità delle jumbo, ma, per così dire, in scala. In sostanza si tratta di una via di mezzo tra una J e una concert, che cerca di prendere i pro da entrambe le tipologie. 

È realizzata a partire da un top in cedro massello, con quel colorito rossiccio tipico di questa essenza. Fondo e fasce sono invece in mogano laminato, più economico. Anche il manico è in mogano, con tastiera in palissandro a 20 tasti, con giunzione al 14esimo. 

Sulla tavola, incollato saldamente, troviamo il ponte, su cui si possono ancorare le corde facilmente senza l’utilizzo dei classici pin, una comodità soprattutto per chi cambia le corde frequentemente. 

Takamine GN20, piccola jumbo grande sound

Chiude la scheda tecnica il sistema di amplificazione anche questo made in Takamine. Nello specifico si tratta del TP-4TD con accordatore on-board. Con volume, alti medi e bassi, è un sistema molto semplice ma efficace che si avvale di un piezo sotto al ponte sintetico. 

La GN è una chitarra che si lascia suonare fin da subito. Il manico con un capotasto da 42,8mm è molto comodo. La tastiera piatta (con radius da 12’’) fa il paio con un profilo a C abbastanza sottile.  La rotondità del body è generosa, ma sotto il braccio non ingombra come una jumbo. Nonostante questo, però, il sound che scaturisce dalla buca non è per niente privo di basse. La ricerca costruttiva di Takamine ha fatto si che la voce della GN ricordi da vicino quella di uno strumento dalla proporzioni ben più abbondanti. La voce grossa, però, la fanno anche i cantini, che appaiono solidi e sempre ben presenti. 

Nonostante lo strumento abbia un prezzo davvero competitivo, la sua voce e il sustain sono da chitarra di razza. Oltre al piacere per le orecchie (e per il portafogli) è anche divertente sotto le dita. La finitura satinata di corpo e manico, trasmette una sensazione piacevole di legno, rendendo anche l’estetica più cruda, ma allo stesso tempo gradevole. Il top in cedro, poi, la rende diversa dal solito. La maggior parte delle acustiche è sempre realizzata con tavole di abete, la scelta di questa essenza, pur non essendo una novità, rende la GN più personale, anche esteticamente. 



Con un prezzo che si aggira intorno ai 430€, si è dimostrata uno strumento davvero all’altezza delle aspettative. Si lascia suonare, è comoda e ha un gran suono, soprattutto rapportato alla spesa da fare per portarsela a casa. Abbiamo per le mani uno strumento di fascia entry level, ma con caratteristiche da chitarra ben più costosa. Il risparmio c’è, ma al posto giusto, per contenere i costi senza mettere in pericolo la resa sonora.  


Takamine è un marchio distribuito da Gold Music

 
chitarre acustiche gn20 takamine
Link utili
Visita il sito Gold Music
Mostra commenti     2
Altro da leggere
Il calore della noce per le Taylor American Dream 2023
Come nasce la cassa di una chitarra acustica: Gibson lo racconta
Succedeva 50 anni fa (e magari anche qualcun altro in più)
Yamaha FGC-TA: in prova la dreadnought TransAcoustic
Vintage, modernità e tecnologie: la chitarra acustica oggi
G9500 Jim Dandy: ascolta la parlor entry level di Gretsch
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964