HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Color Tones: diteggiature e fraseggi
Color Tones: diteggiature e fraseggi
di [user #116] - pubblicato il

Continuiamo a studiare i Color Tones cercando di mettere in pratica quanto appreso a livello teorico nella precedente lezione. Troveremo delle diteggiature di arpeggio funzionali a entrare e uscire dai nostri più collaudati box (di pentantonica, scala blues e dorica) così da colorarne ed estenderne la sonorità senza costringerci a reimpostare meccanica e posizioni del fraseggio.
Nella precedente lezione abbiamo imparato che su un accordo minore ( T, b3, 5) possiamo costruire due arpeggi che ne estendono, ampliano o sostituiscono la sonorità.
Si tratta di un arpeggi di Maj7 costruito sulla b3 dell'accordo di partenza; e di un accordo di min7 costruito sulla 5 giusta dello stesso accordo.
Su un Am formato da A, C, E avremo pertanto un Cmaj (C, E, G, B) sul C e un Em7 sul E (E, G, B, D). In neretto abbiamo evidenziato tutte le note non presenti nell'accordo che suonareranno come estensioni melodiche.

Color Tones: diteggiature e fraseggi

Per molti studenti o chitarristi alle prime armi, la difficoltà principale è quella di organizzare e gestire delle diteggiature di arpeggio. Posizioni e diteggiature troppo estese e complesse risultano difficili da suonare, memorizzare e - soprattutto - faticano ad agevolare un passaggio fluido e armonioso dalla scale di partenza che si utilizzano. Per questo suggeriamo delle diteggiature di arpeggio essenziali, piccoli e veri e propri grappoli di note che sarà immediato integrare al materiale melodico e armonico che già gestiamo.
Ecco quattro diteggiature per l'arpeggio di Cmaj7, una per rivolto. Non è stato seguito alcun criterio preciso per selezionare e organizzare queste diteggiature di rivolti se non la praticità e immediatezza d'uso.

Color Tones: diteggiature e fraseggi

Alla stessa maniera, eccono quattro per il Em7. L'invito è poi quello di trovarne, in autonomia, quante più possibili e su porzioni differenti della tastiera.

Color Tones: diteggiature e fraseggi

Ora suggeriamo quattro passaggi melodici nei quali partiamo dagli arpeggi di Cmaj7 appena visti e ci spostiamo sulla scala pentatonica di Am (A, C, D, E, G) e sulla scala Blues (A, C, D, Eb, E, G).

Color Tones: diteggiature e fraseggi

Adesso, lavoriamo alla stessa maniera muovendoci dalle diteggiature di arpeggio di Em7 alla scala Dorica di A (A, B, C, D, E, F#, G)

Color Tones: diteggiature e fraseggi

Impariamo i tre accordi suggeriti e registriamoli inventandoci un groove o un accompagnamento.

Color Tones: diteggiature e fraseggi

Quindi proviamo le due frasi proposte che mescolano in maniera più musicale quanto affrontato in questa lezione.

Color Tones: diteggiature e fraseggi

Improvvisiamo servendoci delle diteggiature di arpeggio proposte e di quelle ricavate in autonomia. Impegnamoci a scrivere e fissare le frasi più efficaci e originali che troviamo. Non lasciamole scappare.Facciamole diventare materiale di studio. Staremo lavorando concretamente alla creazione del nostro stile.

Color Tones: diteggiature e fraseggi
Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
"Tecnica, Fraseggio & Esercizi": il metodo di Gianni Rojatti...
Marco Sfogli: aria fresca negli arpeggi...
Giacomo Castellano: hybrid picking, arpeggi e tante sestine...
Cesareo sul Kemper: "Pappa pronta ma non impari a cucinare"...
Pubblicità
Cesareo: versatilità, studio e storie tese...
Luca Colombo: arpeggio, blue note & pentatonica...
Luca Colombo: incroci modali...
Michael Angelo: arpeggi acrobatici...
Marty Friedman: un arpeggio di Maj7...
Marty Friedman: un piccolo fraseggio in frigio maggiore...
Paul Gilbert: studenti senza espressività...
Paul Gilbert: non si suona con gli occhi...
Paul Gilbert: le dimensioni, del pollice, contano...
Commenti
di Pietro [user #44778] - commento del 05/01/2017 ore 17:03:03
Bello...bello,continuate così!! ;-)
Rispondi
di ninetta82 [user #29198] - commento del 05/01/2017 ore 17:10:24
ora per gli accordi d dominante!
Rispondi
di marcopolo [user #35818] - commento del 08/01/2017 ore 01:50:43
azz..per un attimo mentre provavo le frasi sembravo FRIPP..bravi
Rispondi
di maxventu [user #4785] - commento del 09/01/2017 ore 11:50:14
complimenti per l'articolo , chiedo scusa alla Redazione ma una domanda OT, che chitarra è quella delle foto ? una Paul Gilbert, ma sembrerebbe avere 25 tasti ?
Rispondi
di maxventu [user #4785] - commento del 09/01/2017 ore 11:52:07
ok mi sono risposto da solo. Grazie e scusate.
Rispondi
di Alegtr78 [user #39963] - commento del 09/01/2017 ore 12:11:42
Secondo me questo è l'approccio didattico che bisogna divulgare per la chitarra moderna. Fate anche qualcosa sullo studio delle cellule ritmiche e delle frasi magari partendo da uno stile.Ottimo articolo complimenti.
Rispondi
Loggati per commentare

di TonySanfilippo [user #45296] - commento del 18/01/2017 ore 18:45:51
Questi concetti li ho scoperti la prima volta leggendo un metodo di Frank Gambale ....è stato come vedere una luce folgorante....questo è un metodo stupendo di come sperimentare armonie fresche e moderne.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Kenny Wayne Shepherd: "E' il momento del blues. Basta musica usa e getta"
La Mano del Chitarrista vi salva la carriera!
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964