HOME | CHITARRA | DIDATTICA | LIFESTYLE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Fodera Emperor e Imperial diventano chitarre
Fodera Emperor e Imperial diventano chitarre
di [user #116] - pubblicato il

I bassi con la farfalla sulla paletta danno il benvenuto a due nuove sei-corde, stavolta destinate alle frequenze più acute. Pickup Seymour Duncan Custom e legni di prima scelta, la Emperor e la Imperial sono mostrate in due video d'anteprima ufficiali.
Il circolazione dal 1983, i bassi Fodera sono diventati nel tempo un vero riferimento per il genere, ma non tutti sanno che il primo strumento in assoluto a portare la caratteristica farfalla sulla paletta non è stato un basso, bensì una chitarra. Di fatto, il cofondatore Vinny Fodera è un chitarrista, e non ha mai abbandonato del tutto il suo desiderio di costruire strumenti per sé e per chi condivide la sua visione della liuteria elettrica fatta di legni esclusivi, elettroniche versatili e forme distintive seppur basate sui grandi classici del mondo solid body.
Già nel 2013 Fodera aveva introdotto un suo programma di liuteria elettrica a sei corde mostrando alcuni modelli decisamente sopra le righe, ma è stato necessario attendere fino all'alba del 2017 per vedere le prime chitarre di serie, modelli fatti e finiti, entrare nel catalogo del marchio.
Emperor e Imperial sono i due bassi originali di casa Fodera, rispettivamente il double-cut e il single-cut con la tipica spalla superiore prolungata fino a poggiarsi sul 14esimo tasto. Nella trasposizione per il mondo della chitarra, conservano le proprie peculiarità di base e vanno a strizzare l'occhio a due emisferi del mondo elettrico che non hanno bisogno di presentazioni.

Fodera Emperor e Imperial diventano chitarre

La Emperor, con le sue due spalle mancanti asimmetriche, il manico avvitato e la scelta dei tre single coil è un chiaro tributo alla scuola californiana. Si ispira al blues e al surf degli anni '60 e '70, è pensata per timbriche squillanti e incisive, ma promette una flessibilità sufficiente a stuzzicare anche il chitarrista moderno.
Il body è in ontano selezionato di qualità Premium e il manico è composto da tre pezzi di acero coperti con una tastiera in palissandro indiano. Dei dot color crema segnano i 22 fret seminati lungo una scala da 25,5 pollici.
Con un pickup montato sulla piastra del ponte mobile e altri due avvitati sul battipenna, la chitarra tende a miscelare le caratteristiche più apprezzate dagli amanti del twang, e lo fa con la dotazione di tre single coil Seymour Duncan Custom e di un'elettronica piuttosto elaborata. Oltre al volume e ai due toni, nel legno è fissato un selettore a cinque posizioni che, insieme a uno switch per l'attivazione estemporanea del pickup al ponte, consente pressoché qualunque configurazione. Sul top compare anche una seconda levetta, ma le prime informazioni diffuse dal marchio non ne spiegano l'utilizzo. Immaginiamo sia destinata all'inversione di fase o a una configurazione serie-parallelo.

Fodera Emperor e Imperial diventano chitarre

La forma Fodera non può prescindere da una paletta con meccaniche distribuite su entrambi i bordi. Nel caso specifico, la Emperor ne ha tre per lato, e bada bene a fare in modo che le corde attraversino il capotasto senza angoli d'incidenza trasversali che potrebbero compromettere la tenuta d'accordatura.
In una breve demo dedicata, il produttore fa ascoltare la Emperor all'opera.



Non poteva essere lasciato da parte l'emisfero rock per eccellenza della chitarra elettrica, e il compito è stato affidato alla Imperial, lo shape single-cut di casa Fodera.
Top piatto e manico incollato, la Imperial tiene sotto controllo il peso con un body scavato in mogano, noce o korina. Il top può essere scelto tra acero fiammato, quilted e noce, mentre come opzioni premium sono disponibili anche acero giapponese e Buckeye Burl.
Per il manico, la scelta è tra tre pezzi di mogano, korina, acero o noce, e per la tastiera si può avere del palissandro o dell'ebeno, tutto su 22 fret e una scala da 24,75 pollici arricchita da segnatasti in madreperla o abalone.

Fodera Emperor e Imperial diventano chitarre

La scelta di tenere i legni a vista in finiture natural, come quella di adottare cornici per i pickup e stoptail in legno con hardware opzionale dorato, dimostra il desiderio di realizzare strumenti altamente distintivi, con una vasta gamma di opzioni e in cui l'unico punto fermo sono lo shape e l'elettronica fornita da Seymour Duncan. Due humbucker Custom sono infatti collegati alla tipica configurazione di due volumi e due toni, con selettore a tre posizioni sulla spalla.
Anche la Imperial viene mostrata in un breve video ufficiale.



Non ci si aspetti strumenti alla portata di tutti. La tradizione di strumenti Fodera di alta fascia e di prima qualità perdura anche nel passaggio alle sei corde e, quando le due chitarre saranno mostrate all'imminente Namm Show di Los Angeles, ci si troverà dinnanzi a vere e proprie opere di liuteria con tutti i crismi del caso.
Per conoscere meglio i due modelli, potete cliccare qui per la Emperor e qui per la Imperial.
chitarre elettriche emperor guitar fodera imperial guitar
Link utili
Le prime chitarre Fodera
Emperor Guitar sul sito Fodera
Imperial Guitar sul sito Fodera
Altro da leggere
Pubblicità
Schecter svela la Dream Machine III e...
DiPinto: il retrò va in USA...
La nuova RG punta sulla bellezza dei legni...
Revolution Guitar: da Pons le elettriche con...
Pubblicità
Commenti
di BillyU [user #14094] - commento del 06/01/2017 ore 17:06:29
Finalmente due chitarre che hanno una loro forma e qualche buona idea.Se la Emperor riesce (riesce?) veramente a dare il suono tele al manico e strato al ponte è una figata pazzesca.
Rispondi
di JackDynamite [user #14761] - commento del 08/01/2017 ore 03:40:26
il contrario vorrai dire :D
Rispondi
di catoblepa [user #33960] - commento del 06/01/2017 ore 18:23:08
mmhhh figata forse ... pazzesca sicuroooo: 8.000 verdoni, pensali in euro e in Italia
Rispondi
di warburg [user #43590] - commento del 06/01/2017 ore 19:16:24
Maremma che bella la offset!
Rispondi
di BillyU [user #14094] - commento del 08/01/2017 ore 08:42:41
Si, il contrario, strato a manico e tele al ponte.
Rispondi
di esseneto [user #12492] - commento del 10/01/2017 ore 08:54:1
Ottimi strumenti ma Inguardabili come i bassi d'altronde, però come sempre " de gustibus"....
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Disegni inediti per Gibson USA nel 2017
Dieci preamplificatori in miniatura da Mooer
MV50: mini testate Vox con valvole in miniatura
CITES: prezzi stabili per le chitarre, ma un altro legno comune è sulla lista
La nuova RG punta sulla bellezza dei legni
I più commentati
Assestamento CITES: la Cina sblocca la produzione di palissandro dopo un mese di fermo
Disegni inediti per Gibson USA nel 2017
Lovepedal Les Lius: Rolling Stones in a box
Intervista a Guthrie Govan: "In Italia tutto è bello, buono e suona bene"
Dieci preamplificatori in miniatura da Mooer
I vostri articoli
Lovepedal Les Lius: Rolling Stones in a box
Accoppiare l'impedenza tra pedali
Addio a Greg Lake
ARC Effects Klone V2
Line 6 Relay G10
Hot licks
Arpeggi & Color Tones
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964