HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Entry Clever
di [user #22654] - pubblicato il (Modificato) 

Ultimamente, aiutando un amico nella scelta di una entry level, ho dovuto rivalutare le Pacifica della Yamaha. Non parlo dei fantastici modelli di fascia media usciti negli ultimi anni e di qualità indiscussa bensì dei due modelli base, PAC112J e PAC112V. Che dire, sono esattamente come le ricordavo o forse anche meglio: essenziali, ben rifinite, ben settate; manico fantastico e tasti ben posati e ben lucidati; pickups economici (un po' meglio sulla 112V), elettronica pulita e dal funzionamento impeccabile per quanto di scarsa qualità e hardware anche dignitoso per la sua fascia. Una chitarra sincera e genuina, che specialmente nella piacevolissima finitura natural satinata, non nasconde la filosofia vincente che sta dietro al suo progetto: poche cose ma fatte bene. Un body in quattro pezzi di ontano che, almeno per le mie competenze, pare anche di qualita dignitosa, un manico in acero dalle venature regolari, un palissandro ben nutrito con dei tasti lucidi, ben livellati e sagomati ottimamente sui bordi. Miracoli di una lavorazione industriale dalle tolleranze infinitesimali.

Mi son fermato a riflettere: quanto tempo perdiamo (mi ci metto anche io, anche se sono uscito dalla fase "entry level") in ricerche senza fine per scovare il marchio sconosciuto che offra il legno particolare, la fiammatura così, la tastiera colà, la forma mozzafiato, su chitarre da neanche 200 euro che poi magari sotto il battipenna nascondono un legnaccio poroso con una bella impiallicciatura o si piegano in due dopo 3 mesi? E intanto la Yamaha è lì, immutata da vent'anni o forse più, perfetta nella sua semplicità. Poche cose ma fatte bene. Uno strumento perfetto per iniziare, per studiare e per divertirsi e che, son convinto, non deluderebbe neanche qualcuno un po' più esperto e adeguatamente smaliziato. Uno strumento "consistente", uno dei pochi su cui, nel tempo, si può pensare di fare qualche upgrade (magari con occhio al portafogli) senza star solo buttando via i propri soldi.

A volte siamo bestie strane e irragionevoli noi chitarristi, ci buttiamo alla cieca nella ricerca di qualcosa che non può esistere e nel nostro continuo scervellarci non ci rendiamo conto di avere a portata di mano strumenti più che dignitosi. La Yamaha non sarà la più appariscente, non sarà la più bella o la più accattivante delle chitarre entry level, ma nella sincerità della sua bella finitura natural satinata, nella sua spartana solidità, è una delle migliori strat che io abbia avuto il piacere di incontrare e uno strumento che consiglierei a chiunque volesse spendere i suoi 200 euro per una chitarra entry level essenziale ma di qualità, piuttosto che piantarli nel campo dei miracoli sperando che da un albero scenda un chitarrone a due spicci.

Entry Clever

Uno strumento che mi ha colpito anche per la lavorazione di quelle parti dove non batte il sole (foto di repertorio) e dove sarebbe facile nascondere magagne. Chi è abituato a smanettare con strumenti di questa fascia conosce la (dis)attenzione che ripongono normalmente i produttori alla cura dei vani.

Un'ultima nota: alla fine abbiamo dato la nostra preferenza per la 112J perchè a livello, per così dire, "strutturale" è assolutamente alla pari con la 112V, costa una trentina di euro in meno e, soprattutto, ha un bel battipenna in stile classico (con forma propria, non compatibile con i fender) che copre i vani frontali e ben si presta a futuri upgrade di elettronica e pickups, permettendo, in particolare, di adottare una classica configurazione s-s-s previa il cambio del battipenna.
Dello stesso autore
Avrei bisogno di un consiglio relativo a...
Di santa ragione...
Formato famiglia...
Les Paul...
Superlux...
Che ne dite:...
Commenti
di Pietro [user #44778] - commento del 11/01/2017 ore 14:05:32
Mi fai ringiovanire di una quindicina d'anni almeno,ne avevo una uguale,natural satinata e mi ricordo che nonostante la fascia di collocamento economica era una gran bella chitarrina.
Me la diedero in permuta + soldi per una orrenda Cort Larry Coryell,e alla fine suonavo di più la Pacifica della Fender :-) Non so se era meglio o peggio di quelle attuali,però era fatta e suonava proprio bene.
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 11/01/2017 ore 14:20:59
Le Pacifica sono tra le poche chitarre che erano buone già alla nascita e non hanno fatto che mantenere il livello :)
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 11/01/2017 ore 14:26:2
Vatti a leggere il post nuovo di Chickensteven,mi sono ribaltato dalle risate!!! :-)
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 11/01/2017 ore 14:29:47
Letto! M'ha ricordato diumafe!
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 11/01/2017 ore 14:31:04
Diumachi?
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 11/01/2017 ore 14:34:11
vai al link diumafe! Uno degli utenti storici di accordo! :) Compagno di mille risate, uno di quegli utenti che rendono bello stare su queste pagine. Peccato lo si senta pochissimo ultimamente
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 11/01/2017 ore 14:36:51
Ah..ah..si me l'ero scordato,beh è toscano come me che ti vuoi aspettare? :-)
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 12/01/2017 ore 08:35:2
l'ho pensato pure io!
mi ricordo che anni fa, prima ancora di conoscere l'esistenza di Accordo, trovai su MM un "annuncio" di una... ehm... chitarra: la GrezzoCaster!
l'annuncio era un fake ma l'aveva scritto Diumafè e mi scompisciai dal ridere!
Rispondi
di aghiasophia [user #35493] - commento del 11/01/2017 ore 16:41:41
La mia prima elettrica. Pagata circa 280000 lire.Per me non c'è nulla di così economico di pari qualità sonora-costruttiva.Ancora oggi.
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 11/01/2017 ore 16:44:52
A livello di qualità costruttiva la penso esattamente come te. E' impeccabile. Segue degli standard nettamente superiori rispetto alla concorrenza e anche rispetto a strumenti di prezzo più alto. Come suono di suo non è male, ma son convinto che con un paio di accorgimenti si potrebbe fare meglio. Per il suo prezzo è imbattibile.
Rispondi
di Deadwing utente non più registrato - commento del 11/01/2017 ore 17:01:21
non posso che assentire, mi accodo alla schiera degli affezionati proprietari :D
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 11/01/2017 ore 17:16:05
Quasi quasi ne prendo una anche io solo per entrare a far parte del club! ahahah
Rispondi
di vox75 [user #43939] - commento del 11/01/2017 ore 17:14:38
Pensa che il mese scorso un mio amico alle prime armi mi ha chiesto di consigliarli una elettrica per cominciare e senza dubitare gli ho detto di provare la pacifica 112J. Onesta, comoda, fenderosa.
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 11/01/2017 ore 17:24:05
Bravissimo! Ci vogliono più consigli di questo tipo: per un principiante è importante iniziare con un buono strumento!

A volte nel consigliare ci facciamo prendere dai nostri desideri spingendo qualcuno verso lo strumento che più ci incuriosisce al momento... Ma son convinto che consigliare una 112 sia la cosa giusta da fare nel 90% dei casi :)
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 11/01/2017 ore 21:27:29
Sabato l'ho consigliata ad un amico che voleva prendere un'elettrica da battaglia mancina.
Voleva prendere una squier, l'ho dissuaso
Rispondi
di aleck [user #22654] - commento del 11/01/2017 ore 22:20:14
Mi dispiace solo di non essere riuscito a fare lo stesso con tutti: molti si ostinano a volere una Les Paul o una Stratocaster pensando che sia la forma a fare la chitarra...
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 11/01/2017 ore 22:55:23
Basta ignorare la paletta
Rispondi
di pg667 [user #40129] - commento del 12/01/2017 ore 08:40:44
ai tempi delle medie (24 anni orsono) ce l'avevano 2 miei amici come prima chitarra (una tra l'altro di un bellissimo blu semi trasparente con mascherina bianca tipo madreperla), oltre ad avere un'estetica accattivante suonava bene ed era una sicurezza: uno dei 2 la "maltrattava" parecchio e non ha mai fatto una piega.
uno di loro la possiede ancora.
Rispondi
di nanniatzeni [user #24809] - commento del 12/01/2017 ore 22:18:1
Ce l'ho pure io, la 112 natural satin,ma non l'ho mai usata.però è bellissima,concordo
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti
Esercizi per chitarra acustica
Boss Angry Driver: due è meglio di uno
di aleZ
Gallinaro Customcaster 2017: i sogni diventano realtà
​Aria XP05, la regina del sustain
Vai, Morse, Petrucci, Luke e Albert Lee: “The Mutual Admiration Society”
I vostri articoli
Gallinaro Customcaster 2017: i sogni diventano realtà
La storia del PAF: Gibson riceve il brevetto
La storia del PAF: l'etichetta da migliaia di dollari
Segna-posizione fashion con poca spesa
Trasformare una chitarra in un tres cubano
I compleanni di oggi
Pegu
Markphisto
slowhand76
Eddieblueguitar1978
jacki3
oigroigz
stefsilib
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964