HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Darkglass Alpha Omega: due distorsioni in un solo pedale
Darkglass Alpha Omega: due distorsioni in un solo pedale
di [user #46209] - pubblicato il

Due distorsori dall'animo opposto possono convivere in un solo chassis e persino miscelarsi insieme con l'Alpha Omega, lo stompbox Darkglass progettato a quattro mani con il bassista dei Karnivool e con versatilità e potenza in mente.
Un anno e mezzo fa, in Darkglass decisero di sfidare se stessi, pianificando di realizzare una nuova distorsione che non si basasse su nulla di ciò che avevano fatto fino a quel momento, che non fosse quindi un’evoluzione di altri loro prodotti ma una cosa completamente nuova, pensata e realizzata da zero.
Per fare ciò si lanciarono in una collaborazione con Jon Stockman, bassista degli australiani Karnivool, col quale hanno lavorato intensamente per 18 mesi.

Il frutto di questo lavoro è un preamp con due distorsioni distinte ma miscelabili, Alpha e Omega, le quali danno il nome al pedale stesso e lasciano intendere il loro carattere diametralmente opposto: Alpha è tagliente e definita mentre Omega è estremamente grezza.

Darkglass Alpha Omega: due distorsioni in un solo pedale

Il pedale si presenta con uno chassis azzurrino composto da sette controlli, due switch a levetta e il classico footswitch.
Partendo dalla prima fila in alto troviamo il Blend, necessario per miscelare il segnale pulito con quello distorto, il Level, che regola il volume della distorsione, e il Drive, la cui funzione è quella di regolare la quantità di gain del segnale distorto. Tra queste tre manopole troviamo due switch Growl e Bite, i quali non sono altro che dei boost che saturano rispettivamente le medio-alte e le basse.
In seconda fila troviamo la manopola Mod, per la miscelazione di Alpa e Omega, e tre potenziometri per l’equalizzazione di bassi, medi e alti.

A livello di ingressi/uscite troviamo l’ingresso strumento sulla destra assieme all’uscita parallela del segnale pulito, mentre sulla sinistra troviamo l’uscita classica.
Il pedale non è alimentabile tramite batterie ma esclusivamente con un trasformatore a 9 Volt.
Sul sito Darkglass a questo link è possibile consultare la scheda tecnica completa dell'Alpha Omega, che contiamo di vedere presto in Italia grazie alla distribuzione di Gold Music.

alpha omega darkglass effetti e processori namm show 2017
Link utili
Alpha Omega sul sito Darkglass
Sito del distributore Gold Music
Altro da leggere
Pubblicità
RV500: testato il super riverbero...
Nemphasis: il made in Italy nei negozi con...
La Boutique Di Osvaldo: Cornerstone Antique...
Formula B Vintage-Vibe: testato l'Uni-Vibe...
Pubblicità
Commenti
Al momento non è presente nessun commento
Commenta
Loggati per commentare





A lezione con Ellade Bandini
Cinque groove una storia
Ellade Bandini: Un batterista lento, pigro e da turismo
Ellade Bandini: Suoni & Sensazioni
Ellade Bandini: Il ballabile più mosso
Ellade Bandini: lo swing di Euro
Ellade Bandini: i The Champs & la Rumba Rock
Ellade Bandini: il Twist & la batteria sulle sedie
Ellade Bandini - Le origini e la formazione
Top Set
Il setup di Damien Schmitt
Thomas Lang ci racconta il suo setup nel tour con Paul Gilbert
9 giorni a Natale: il drumkit mostruoso che vorrei
L'epidemia dei setup clone
Il Setup di Aaron Spears
Il setup di Tony Royster Jr.
Il Setup di Charlie Benante
Interviste
Quale legno scegliere per i fusti della batteria?
Intervista a Damien Schmitt
Tieni il tempo
Dixon Revolution Cajón Rack: intervista a Claudio Canzano
Racer Café: Intervista a Erik Tulissio
Intervista a Dave Lombardo
Aspettando RitmiShow Napoli 2014: Naga Distribution
Intervista a Michael Baker
Vadrum vs V-Drums - Qualche domanda ad Andrea "Vadrum" Vadrucci
Intervista a Dave Weckl
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964