HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Addio a Clyde
Addio a Clyde"Funky Drummer" Stubblefield
di [user #46205] - pubblicato il

Riportiamo la triste notizia della scomparsa di Clyde Stubblefield, batterista leggendario di James Brown, a quanto appreso le cause del decesso sono dovute a insufficenza renale, aveva 73 anni. A lui dedichiamo un breve excursus tra stile, vita e musica.
Ieri sera, 18 febbraio 2017, è venuto a mancare il leggendario batterista Clyde Stubblefield. Nato il 18 aprile del 1943, ci lascia all'età di 73 anni con un'eredità musicale impressionante.
Clyde Stubblefield non va ricordato solo per essere stato il motore di James Brown, ma per aver creato uno stile batteristico ben riconoscibile e imitato da tutte le nuove generazioni.
Totalmente autodidatta, non sapeva né leggere né scrivere la musica, ma sapeva sentirla nel profondo, mettendo ogni colpo nel posto e al momento giusto.

Il suo stile era contraddistinto da un uso pazzesco di ghost notes che andavano a intrecciarsi perfettamente nel groove senza appesantirlo.
Qualsiasi batterista che si rispetti avrà studiato i suoi grooves in brani come "Cold Sweat", "I got The Feeling", "Mother Popcorn" e molti altri. Suo è "Funky Drummer", uno dei grooves più campionati nella storia della musica: possiamo ritrovare questo ritmo nei brani di Run-DMC, LL Cool J, Beastie Boys e molti altri.



Moltissimi batteristi celebri si sono ispirati a lui, tra cui David Garibaldi che, avendo appreso della sua morte, ha scritto un post tramite la pagina Facebook della sua band, i Tower Of Power, in cui dichiara di aver sentito il suo cuore "affondare" alla notizia della scomparsa.

Come ben sappiamo la vita ha un suo corso e il tempo passa inesorabile per tutti portandosi via un granello per volta. Ciò che rimane immutato nel tempo è l'eredità spirituale e artistica di ogni essere umano e Clyde ci ha lasciato tanto. Siamo sicuri che passeranno ancora tantissimi anni prima che legioni di batteristi smettano di studiare i suoi grooves.

Addio a Clyde"Funky Drummer" Stubblefield

Se volete approfondire lo studio del leggendario batterista vi lasciamo dei suggerimenti.
Su Drummerworld è dedicata una bella pagina a Clyde Stubblefield. Su Amazon potete trovare la raccolta "The Funkmasters: The Great James Brown Rhythm Sections" di Chuck Silverman, da non perdere.
Da non lasciarsi sfuggire è anche il video didattico "Soul Of The Funky Drummers", sempre su Amazon.

Buon viaggio Clyde da tutta la redazione di Accordo.it.
clyde stubblefield curiosità
Link utili
Il saluto di David Garibaldi
Pagina Drummerworld
The Funkmasters su Amazon
Soul Of The Funky Drummers su Amazon
Altro da leggere
Pubblicità
John Mayer e PRS al lavoro su una...
Morto Chuck Berry: un saluto al papà del RnR...
Chuck Berry: rock and roll will never die...
Tendenze musicali contemporanee...
Pubblicità
Commenti
di Claes [user #29011] - commento del 20/02/2017 ore 11:12:31
Stubblefield è (purtroppo era) stellare. "Funky Drummer": un sample costa una vera fortuna, una tantum, dato che si compra un paio di secondi di un pezzo di nastro senza copyright Siae - un loop di batteria non è una "composizione"! Io mi occupo dei contratti per il sample di "White Horse" (Laid Back) che costa 5000 $ - il loop è tratto dal rhythm box Roland TR-808 (!) e usato 5-6 volte l'anno nel periodo di maggior successo. Per quello di Stubblefield potete tranquillamente moltiplicare 2-3 volte il prezzo di listino. Non è detto che abbia avuto royalties in compenso per tutto questo - era ovviamente stato pagato solo per quella session e basta.
Rispondi
di Andrea Stofler [user #46205] - commento del 20/02/2017 ore 14:07:03
Si trovano molti articoli a riguardo.
Clyde scherzosamente diceva che ha passato tutta la vita alla ricerca di soldi, si lamentava spesso del fatto che venissero usati i suoi sample senza che venisse ne menzionato nei credits e ne pagato.
Si era anche mosso negli anni creando lui stesso un pacchetto di grooves sample da lui suonati messi in vendita.
Siamo in un terreno minato quando si para di diritti, royalities ecc in ambito musicale, e farsi valere non sempre è facile.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





A lezione con Ellade Bandini
Cinque groove una storia
Ellade Bandini: Un batterista lento, pigro e da turismo
Ellade Bandini: Suoni & Sensazioni
Ellade Bandini: Il ballabile più mosso
Ellade Bandini: lo swing di Euro
Ellade Bandini: i The Champs & la Rumba Rock
Ellade Bandini: il Twist & la batteria sulle sedie
Ellade Bandini - Le origini e la formazione
Top Set
Il setup di Damien Schmitt
Thomas Lang ci racconta il suo setup nel tour con Paul Gilbert
9 giorni a Natale: il drumkit mostruoso che vorrei
L'epidemia dei setup clone
Il Setup di Aaron Spears
Il setup di Tony Royster Jr.
Il Setup di Charlie Benante
Interviste
Quale legno scegliere per i fusti della batteria?
Intervista a Damien Schmitt
Tieni il tempo
Dixon Revolution Cajón Rack: intervista a Claudio Canzano
Racer Café: Intervista a Erik Tulissio
Intervista a Dave Lombardo
Aspettando RitmiShow Napoli 2014: Naga Distribution
Intervista a Michael Baker
Vadrum vs V-Drums - Qualche domanda ad Andrea "Vadrum" Vadrucci
Intervista a Dave Weckl
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964