DIDATTICA VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
L'equalizzatore: che cos'è e come funziona
L'equalizzatore: che cos'è e come funziona
di [user #45705] - pubblicato il

Spesso ci si trova ad usare vari strumenti, non solo nel mondo del recording, senza conoscerli a fondo, utilizzando i l'istinto o, nel nostro caso, i preset. Ma conoscere bene ogni funzione e ogni parametro dello strumento che si sta utilizzando può trasformare un appassionato in un professionista.
A cosa serve l'equalizzatore

Un equalizzatore, o semplicemente abbreviato come eq, è uno strumento utilizzato per bilanciare le varie frequenze di un segnale audio, ci permette di attenuare quelle in abbondanza e di aggiungere energia dove il segnale è carente, in modo da poter ribilanciare lo spettro di frequenze del segnale stesso.
Essenzialmente nell'audio professionale possiamo trovarci ad utilizzare due tipi di equalizzatori: l'equalizzatore parametrico e l'equalizzatore grafico.

L'equalizzatore parametrico

L'equalizzatore parametrico è lo strumento più potente con cui possiamo lavorare ed è quello presente nella maggior parte dei mixer hardware e dei plugin di equalizzazione.

É composto da diversi tipi di filtri che si dividono in:
  • Filtri Passa Alto (HPF) e Passa Basso (LPF): sono filtri che tagliano da una certa frequenza in giù (nel caso del filtro passa alto) o in su (filtro passa basso). L'attenuazione di ciò che viene tagliato dipende dalla pendenza del filtro, che di solito può essere 6, 12, 18 o 24 dB per ogni ottava. Nel mondo analogico di solito abbiamo la sola selezione della frequenza ma in digitale spesso abbiamo anche la possibilità di scegliere la pendenza e a volte l'enfatizzazione nel punto di taglio (resonance).
  • Filtri Shelving: utilizzati per alte e basse frequenze, enfatizzano o attenuano dalla frequenza selezionata in giù (Low Shelving) o in su (High Shelving). Hanno quindi solitamente 2 parametri: frequenza selezionata e dB di guadagno/attenuazione. A volte è presente un terzo parametro che controlla la pendenza nel punto di guadagno o attenuazione.
  • Filtri Parametrici o Peaking Filter: sono filtri che enfatizzano o attenuano la frequenza selezionata. Quanto le frequenze intorno a quella selezionata verranno attenuate o enfatizzate dipenderà dal paramentro di bandwidth o Q: più alto sarà il valore di Q più sarà stretta la campana di guadagno e attenuazione. I parametri in questo caso saranno 3: frequenza, guadagno/attenuazione e larghezza della campana. Se uno di questi 3 parametri manca, il filtro viene chiamato semiparametrico.
L'equalizzatore: che cos'è e come funziona

Alcuni filtri parametrici hanno un valore di Q fisso al variare del guadagno o dell'attenuazione(Costant Q), altri invece hanno larghezza di banda variabile (Proportional Q) che si stringe all'aumentare del guadagno o attenuazione. Questo in modo da aumentare la precisione in caso di tagli o guadagni su specifiche frequenze.

Certi filtri hanno delle campane non simmetriche in caso di taglio o attenuazione, come il peaking filter del Renaissance Equalizer di Waves, dove la campana si stringe in caso di taglio, in modo da rimuovere frequenze precise, e si allarga in caso di guadagno in modo da non essere troppo risonante su una specifica frequenza.

L'equalizzatore grafico

L'equalizzatore grafico di solito si trova come hardware esterno e non è altro che una catena di vari filtri peaking con frequenza e bandwidth fissa in cui possiamo scegliere solo il guadagno o l'attenuazione. É composto nella maggior parte dei casi da 31 o 15 bande fisse ma possiamo trovare alcune eccezioni come l' API 560, classico equalizzatore da studio a 10 bande, ricreato in digitale anche da Waves.

L'equalizzatore: che cos'è e come funziona

Molto spesso sono utilizzati in situazioni live, dove sia nell'impianto di diffusione, sia nei monitor dei musicisti, sono presenti molte risonanze (causate dall'ambiente e dai rientri dei microfoni) da tagliare. Con un equalizzatore grafico a 31 bande è facile trovare queste frequenze e tagliarle senza compromettere troppo la qualità del suono riprodotto grazie alle campane molto strette su ogni singola banda.

 
ableton cubase eq equalizzatore logic pro mixing plugin pro tools recording
Mostra commenti     13
Altro da leggere
Gli effetti Moog Moogerfooger diventano plugin
Lo Strymon BigSky diventa un plugin
7 giorni di suoni a prezzi stracciati
Choptones svela il suo IR Loader, ed è gratis per un periodo limitato
Mimic: il Sampler sbarca su Reason
Voice Changer: modificatore vocale in un click
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
GIBSON Les Paul Classic Premium Plus - CherrySunburst TOP AAA
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Seguici anche su:
Altro da leggere
Ecco come sono stato truffato - Pt. 3
PRS? Chitarre da crisi di mezza età…
David Crosby: il supergruppo si è spezzato
Ho intervistato l'Intelligenza Artificiale. Il chitarrista del futuro?...
Tom Morello e la vergogna di suonare coi Måneskin
Che fine ha fatto Reinhold Bogner?
"Dai, suonaci qualcosa": il momento del terrore
Da Fripp a SRV: gli inarrivabili chitarristi di David Bowie
Sette anni senza David Bowie
Altoparlanti volanti per i 50 anni di Roland
Ecco come sono stato truffato - Pt. 2
Chiede a una AI se sa cos'è un Tube Screamer: questa glielo programma...
L’improbabile collaborazione tra Ed Sheeran e i Cradle Of Filth è r...
Letterina di Natale
L’ultima Les Paul Greeny è ora della star Jason Momoa




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964