CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Come si riconosce una valvola microfonica?
Come si riconosce una valvola microfonica?
di [user #46505] - pubblicato il

La microfonicità di una valvola è un difetto facile da diagnosticare, a patto di sapere dove cercare. Ecco come si può individuare e a cosa può essere dovuto quel fischio indesiderato nel tuo amplificatore.
Ciao a tutti, ho finalmente deciso di iscrivermi alla vostra comunità dopo praticamente anni in cui mi sono limitato a leggere. Purtroppo l'occasione non è lieta, perché mi trovo a chiedervi un'opinione in merito alla condizione (non ottimale) del mio amplificatore Peavey VK100).
Sostanzialmente credo di avere un problema di valvole microfoniche ma, non conoscendo nessuno in grado di darmi una risposta certa, vorrei consultare almeno voi, senza rivolgermi direttamente a qualcuno che mi farebbe spendere soldi e tempo per un lavoro che, se di questo si tratta, potrei risolvere da solo in meno di un'ora.
Non avendo idea di come descrivere la situazione, ne ho fatto un video.



Risponde Pietro Paolo Falco (direttore di Accordo): ciao, quello mostrato nel video sembra proprio il comportamento dovuto a una valvola microfonica. Proprio come fai tu, il modo più immediato per individuarne una è picchiettare delicatamente il bulbo con una matita o con un cacciavite (non con le mani, viste le alte temperature in ballo): la valvola colpevole raccoglierà il picchiettio e il circuito lo amplificherà, portandolo al cono. Una leggera caratteristica microfonica può essere anche ignorata finché non crea problemi ma, se è più accentuata, le vibrazioni dell'aria generate dal cono saranno nuovamente colte dalla valvola, che vibrerà più forte mandando di nuovo un segnale al cono in un loop infinito che innesca il cosiddetto effetto Larsen, come da video.
Picchiettare le valvole è il modo più rapido per rilevare una sospetta microfonicità ma, prima di giungere alle conclusioni, è bene considerare alcuni aspetti: per sua natura, l'amplificatore accentua il fenomeno man mano che ci si avvicina all'ingresso, quindi le prime valvole in fila saranno portate a presentare un effetto maggiore. Prima di provvedere alla sostituzione, è consigliabile fare qualche prova scambiando di posto le valvole fino a individuare quella problematica.
Ben inteso: parliamo di valvole dello stesso tipo e solo per il preamplificatore, che è più soggetto a microfonicità. Se si hanno dubbi riguardo le valvole finali e non si vuole rischiare né di rovinare l'amplificatore né di lasciarci la pelle, il consiglio è sempre di rivolgersi a un professionista.
Se vuoi approfondire la questione, ti consiglio la lettura di questo articolo sulla struttura delle valvole, il fenomeno della microfonicità e i modi per individuarlo e porvi rimedio.
amplificatori elettronica manutenzione valvole
Link utili
Individuare una valvola microfonica
Mostra commenti     0
Altro da leggere
Pickup suona come se avesse i toni chiusi
Valeton Asphalt: un chilo di rock n roll
Schertler in Italia con Aramini
Thunderdrive Deluxe LTD: triplo overdrive fai-da-te per neofiti
Quaini si dà al Kemper, o quasi
Paoletti: “Non abbiate paura di provare cose nuove”
Seguici anche su:
News
Il prototipo Ibanez di Herman Li all’asta per una buona causa
Game Of Thrones suona Fender
George Gruhn sul mercato delle chitarre di oggi e di ieri
Dinah Gretsch festeggia i 40 anni nell'industria musicale
Mick Jagger sarà operato al cuore
Sono italiani gli autori del nuovo videoclip degli Stray Cats
Kleisma: la musica che nasce dal web
Un Doodle armonizza melodie sullo stile di Bach
Gibson: nominato il nuovo Director of Brand Experience
Eko festeggia 60 anni il 13 e 14 aprile
T-Rex fallisce ma promette riscatto
Spunta online il prototipo Gibson Jimi Hendrix mai giunto in produzion...
In vendita il rarissimo DS1 Golden Edition: ne esistono solo sei
Namm 2019: una giornata tipo alla fiera più grande del mondo
Morto Jim Dunlop: fondatore di Dunlop Manufacturing




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964