HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Johnny B. Goode
Johnny B. Goode
di [user #17404] - pubblicato il

​“Clapton me lo hanno descritto come un maestro: uno irraggiungibile, unico. Storie. Un Chuck Berry in giornata se lo mangia quando vuole” (Angus Young 1992). La prima volta che, da ragazzino, lessi il nome di Chuck Berry fu in questa intervista trovata su un vecchio GuitarClub.
Suonavo già da un po’ la chitarra e Clapton era uno degli intoccabili, quei riferimenti sopra ogni cosa che nessuno osa mettere in discussione. Così, sentirlo ridimensionato in maniera feroce dal chitarrista degli AC/DC mi aveva incuriosito, non poco. Andai a informarmi e ci misi un attimo a capire che Chuck Berry era l’autore di quel pezzo assurdo che Michael J. Fox suonava nel finale di “Ritorno Al Futuro”, scena e canzone che, anni prima, mi avevano fatto venire una gran voglia di suonare la chitarra. Allora, di fare assolo non è che mi importasse molto. Mi piacevano i Sex Pistols, i Clash e i Ramones e volevo solo essere un chitarrista punk. Per carità, pasticciare con le pentatoniche era uno spasso e gongolavo con Van Halen. Ma nella musica che volevo suonare non c’era spazio né per sciccherie blues né tantomeno per diavolerie da metallaro. Qualche tempo dopo comperai “The Great Rock’n’Roll Swindle” dei Sex Pistols. Avevo consumato e imparato a suonare a memoria tutto "Never Mind The Bollocks" e cercavo di rimediare qualunque altro loro bootleg o album. Ricordo che raccattai i soldi tagliando l’erba del giardino di mia nonna. Il pezzo più forte del disco era una ripresa live in sala prove dei Sex Pistols che suonavano “Johnny B. Goode”. Ancora Chuck Berry. Quella versione mi mandava fuori di testa: impazzivo perchè Steve Jones sparava un assolo di chitarra, spingendosi ben oltre quello che l’avevo sempre sentito suonare. Svisate di chitarra e Punk: si poteva fare. Quell’anno andai a lezione di chitarra e la prima cosa che chiesi al mio maestro di insegnarmi fu il riff iniziale di “Johnny B. Goode”.
Oggi lo risuono per salutare e omaggiare il Re dei chitarristi Rock'n'roll. Per ringrazialo di avermi messo sulla buona strada.

chuck berry sex pistols
Link utili

Altro da leggere
Pubblicità
"Green 88"...
Paul Gilbert: perchè il blues è meglio del metal...
Intervista a Cesareo: tecnica, feeling e uno Zoom nel...
Esercitarsi sulle scale è uno schifo...
Pubblicità
Odio cambiare le corde...
Gli assolo di chitarra fanno vomitare...
The never ending soundcheck...
Fare i dischi. E poi studiare....
E' morto Pino Daniele...
Ho fracassato la chitarra. Mi presti la tua?...
Carmen Consoli, in punta di plettro...
Intervista a Steve Vai: da Flex-Able a Passion And Warfare...
Steve Vai e la chitarra che suona da sola...
Commenti
di nanniatzeni [user #24809] - commento del 19/03/2017 ore 17:15:56
e faceva queste robe nel 1956 o giù di li.
Un mito!!
Rispondi
di Oblio [user #43248] - commento del 19/03/2017 ore 20:44:14
Giustissima apprezzabilissima lezione/tributo per i posteri !!:)
Concordo con quello che ha detto Angus ,anche secondo me Clapton pur essendo un enorme gran chitarrista e' stato esageratamente sopravvalutato .Ci ha pensato Jimi a rimetterlo in riga anche in nome di Chuck!! :)
Adesso ne ho la conferma attraverso le parole del 2 °piu' grande Duckwalker ....grazie !!;)
Rispondi
di Baconevio [user #41610] - commento del 19/03/2017 ore 21:08:0
beh. è vero però che senza clapton non avremmo il suono della chitarra rock. e non sono un estimatore al 100% di clapton eh
Rispondi
di lullo [user #9871] - commento del 19/03/2017 ore 23:31:54
Chuck è ( era) chuck. Tu non lo suoni bene ( nemmeno io ) , posa quella chitarra , per favore.
Rispettiamolo .
Non ammazziamolo due volte.
Grazie.
Rispondi
di gioy_80 [user #37588] - commento del 20/03/2017 ore 00:16:36
Se davvero ammazzassi Jimi ogni volta che lo suono (male, ovviamente, ma non mi riesce di meglio) sarebbe ri-morto talmente tante volte che quando morirò anche io lo troverò ad aspettarmi con mille strumenti di tortura. Non cercare di imparare/suonare un pezzo solo perchè il suo autore ci ha lasciato ammazza due volte solo la Musica, non il compositore, che anzi, secondo me sorriderebbe pure. ;)
Rispondi
di Carrera [user #31493] - commento del 20/03/2017 ore 08:35:10
Bella testimonianza e bell'omaggio.
Credo che per chiunque suoni rock e la chitarra elettrica questa canzone sia stata una parte importante della colonna sonora della sua vita.
Rispondi
di telecrok [user #37231] - commento del 20/03/2017 ore 10:00:4
Rock'Roll - addio e grazie, grazie di tutto quando "il tutto" è veramente ciò che significa.
Rispondi
di BBSlow [user #41324] - commento del 20/03/2017 ore 10:09:14
Tutto ha un inizio, e la chitarra rock inizia da lì. Quel riff è la Genesi.
Io non credo che Berry si sarebbe "mangiato" Clapton. Ma credo che senza Berry non avremmo avuto Clapton (né Hendrix, né Angus, né chi volete voi. Ci sarebbe rimasto Segovia, non è poco, ma -concorderete, credo- è altra cosa).
E, insomma, non so voi, ma io sono 40 anni che suono Johnny B. Goode, e ancora non mi sono stancato di imparare.
Rispondi
di alberto [user #3] - commento del 20/03/2017 ore 12:39:34
Bel tributo, bravo Gianni!
Rispondi
di gianz [user #34918] - commento del 20/03/2017 ore 13:58:00
Gianni, mi piacerebbe molto che ci consigliassi più spesso gli album che hai ascoltato e che ritieni siano stati importanti per la tua crescita musicale. Ciao.
Rispondi
di phunkabbestia [user #42918] - commento del 21/03/2017 ore 04:44:45
sono sicuro che sai suonarlo bene ma hai scelto di postare questa versione un po'.... didattica... vabbè... Parentesi: (da piccolo suonavo sempre JBG alla come veniva e senza problemi, quando poi ho deciso da grande di suonarlo bene dal vivo mi sono accorto che contrariamente a quanto si crede è un pezzo tostissimo che richiede molto studio... solo perchè sta alla base del rnr non vuol dire che sia basic, anzi, chuck ha presentato al mondo, mille anni fa, una musica e uno stile chitarristico già evoluti.)
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Intervista a Ozzy Osbourne: il Principe dell'Oscurità suona l'armonica
Corrado Rustici e i Cervello
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964