HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Un Custom Shop... elettrizzante!
Un Custom Shop... elettrizzante!
di [user #17844] - pubblicato il

Custom Shop 2017 è liuteria, ma anche elettronica, amplificazione ed effettistica, terreni dove il genio handmade si scatena letteralmente. Ecco alcune delle sorprese a cui gli scienziati pazzi dell'artigianato musicale stanno lavorando per questa domenica al Palazzo Stelline di Milano.
Sapere che uno strumento proviene da mani umane e non da una catena di montaggio lo fa guardare in una maniera diversa, unica. Quando si imbraccia una chitarra o si solleva per la prima volta lo switch d'accensione di un amplificatore artigianale, sembra quasi di sentirle quelle impronte digitali del Maestro che ci ha studiato e faticato su perché noi potessimo tirarci fuori finalmente la musica che abbiamo in testa.
Da qualche tempo la mia pedaliera personale è costituita solo da pezzi made in Italy, e lo stesso si può dire degli amplificatori che uso di più. L'avvicinarsi di Custom Shop Milano, che nell'artigianato trova proprio la sua ragion d'essere, è per me un'occasione per incontrare coloro che hanno creato gli strumenti che suono ogni giorno, conoscere le loro nuovi folli idee e scoprire ancora altri costruttori, tutti con la stessa passione per la musica di pari passo con l'elettronica (in una vita precedente, difficile a credersi, sono stato un perito elettronico) e tutti con una visione diversa del tone, ognuna a suo modo mistica.

So già che, aggirandomi per i corridoi del Palazzo Stelline questa domenica 26 marzo, incontrerò parecchi visionari che nella valvola e nei transistor hanno trovato la loro miglior via d'espressione. Da Breach a Jad & Fréer, con loro si parlerà del perché nulla batterà mai il vecchio circuito 5E3, o invece in che modo le nuove tecnologie siano riuscite addirittura a migliorare quel suono magico, arricchendolo di versatilità e impacchettandolo in contenitori più piccoli, silenziosi e leggeri. Ancora, si discuterà di transistor NOS al germanio e di tonestack, e i loro cataloghi saranno ancora una volta traboccanti di piccoli e grandi gioielli, tutti da suonare e da scoprire.
Lavorare nell'ambiente, con la scusa del giornalismo, dà la fortuna di poter sbirciare in anteprima alcune di queste novità, e leggere Accordo offre il vantaggio di poterle conoscere per primi, in attesa del prossimo Custom Shop.

Un Custom Shop... elettrizzante!

Questa domenica, per esempio, BRBS presenta al Custom Shop una nuova versione della testata EX3, con tre canali MIDI e due modalità per ogni canale, doppio master volume anch'esso controllabile via MIDI. Ormai un punto fermo per il marchio, la versatilità già elevata è addirittura cresciuta nella nuova edizione, che vede un miglioramento dell'interfaccia per una gestione dei canali più semplificata e una circuitazione ottimizzata rispetto ai precedenti modelli. Sebastiano si dà da fare anche con gli stompbox, e la novità per Custom Shop 2017 è il The Rockstar Box. Si tratta di un distorsore basato sulla stessa piattaforma del Nightrain e capace di promettere una sensibilità al tocco impressionante, con tagli in frequenza tipici degli stadi valvolari di un amplificatore e con un timbro classico che va dai crunch più caldi e liquidi ai lead ricchi e reattivi. Anche qui la versatilità è in prima linea, e il pedale dispone di un equalizzatore a tre bande con due switch per cambiare sonorità o per variare la struttura stessa alla base del gain.

Un Custom Shop... elettrizzante!

English Effects preferisce invece una collezione di stompbox più tradizionali, ai quali però affianca un imperdibile riverbero valvolare stand alone. Vera chicca per i puristi e fanatici del vintage, il Jon sta ricevendo le ultime revisioni proprio mentre leggete queste righe, e dovreste essere in grado di metterci sopra le mani questo weekend per godere a pieno di un effetto unico nel suo genere, dotato di un controllo drive per sfruttare al massimo le molle e una doppia tank per un riverbero corto e lungo grazie a un trucco preso in prestito dagli studi anni '70. Dotato di controlli di livello indipendenti, tono e di uscite dry, mix e wet, il riverbero English è qualcosa come non se ne vede nei negozi.
Custom Shop sarà l'occasione perfetta per farci un giro, magari collegato alla testata Riley, la monocanale di casa da 15 watt con un circuito riveduto e corretto per l'occasione.
Per chi richiede potenze inferiori, un tono puro e una gran versatilità a fronte di un pannello quanto mai essenziale, farà piacere sapere che questa domenica a Milano farà la sua prima apparizione pubblica anche la Lyn, la piccola sette-watt a base di 6005W NOS.

Un Custom Shop... elettrizzante!

Se il vintage è il vostro pane, farete bene a tenere d'occhio lo stand Formula B. Lì potrete mettere le mani sul nuovo muff Soviet Tank, ma anche su classici come il MiniBender Pro II, o ancora sull'ultima versione del Fuzz Machine, chiamata Evo e caratterizzata dalla presenza di regolazioni laterali. Tutti ispirati ai grandi suoni degli anni '60 e '70, sono accompagnati anche da un nuovo Vibe, un pezzo con filosofia vintage costruito solo in pochi esemplari e sul quale vi consigliamo di fare un giro prima che sparisca dal catalogo. Fare un salto al tavolo di Marco Bovelli è anche un'ottima occasione per conoscere le sue nuove opzioni per la personalizzazione di progetti ed estetiche degli stompbox: un'offerta custom nel custom, per intenderci.

Un Custom Shop... elettrizzante!

Una filosofia molto diversa guida i cervelli in casa MS Sound. Anche la loro Multi One affonda le radici nei sound più amati del mondo analogico, ma vi unisce un formato innovativo da multieffetto, per ammiccare alla praticità dei sistemi programmabili ma senza ricorrere al digitale.
Al suo interno c'è un preamplificatore valvolare in piena regola, studiato in modo da restituire valori e carattere del tutto simili a quelli riscontrabili in un vero amplificatore. Gli effetti offerti comprendono un overdrive, un distorsore, una modulazione e un delay con tap tempo esterno, e le funzioni accessorie prevedono un send return con tanto di uscite da 9 volt per alimentare effetti esterni, un'uscita diretta per l'amplificatore, una preamplificata per il mixer e uno speaker emulator analogico da attivare alla bisogna per fare completamente a meno dell'ampli, sia che si suoni in studio, sia che ci si voglia collegare direttamente all'impianto senza apparecchi esterni, ma senza comunque affidarsi ad alcun simulatore digitale.
La Multi One è costruita interamente a mano e realizzata con un approccio custom, pertanto è possibile scegliere quali overdrive, compressori, booster o altro posizionare in catena al posto di quelli previsti, per così dire, di serie. Più semplice è invece la scelta della modulazione: la multieffetto racchiude al suo interno un tremolo, un chorus e un flanger, e basta spostare il selettore rotativo sullo chassis per attivarne uno anziché un altro.

Un Custom Shop... elettrizzante!

A Custom Shop ci saranno nomi come Dolphin's Sound, che negli ultimi anni ha imparato a farsi conoscere e apprezzare dal pubblico dei chitarristi e bassisti elettrici grazie a una selezione sempre più importante di effetti inediti, e che ora si espandono ulteriormente con due nuove versioni dell'overdrive Purgatorio, battezzate Lussuria e Superbia, rispettivamente progettate in collaborazione con Omar Pedrini e con Ciano Toscani. I pedali Dolphin's Sound stanno incontrando sempre più i favori della critica e dei musicisti, anche di grossi professionisti come Giuseppe Scarpato, che per l'ultimo tour con Edoardo Bennato ha scelto proprio il Purgatorio in edizione Superbia. Custom Shop sarà l'occasione per metterci sopra le mani in prima persona, prima che la squadra toscana parta per il Guitar International Festival di Dallas a maggio e per il Summer Namm di Nashville a luglio, primi due appuntamenti esteri per il marchio.

Un Custom Shop... elettrizzante!

Vagare per le sale del Palazzo Stelline però sarà anche l'occasione per conoscere nuove realtà. AC Noises è un laboratorio emergente con le idee molto chiare e un catalogo iniziale già di tutto rispetto.
Con un mix di esperienza pluriennale nel campo del sound design e di cura per il dettaglio e per l'immagine, Andrea e Claudia hanno messo a punto un trio di stompbox che miscelano elementi artigianali con processi seriali per offrire pezzi belli e performanti a cifre concorrenziali.
Il loro Vola è un overdrive particolarmente trasparente che farà la felicità di chi è alla ricerca di un boost o un preamplificatore a pedale con cui arricchire il proprio clean. Il Combatti punta sulla versatilità, ed è un distorsore capace di spingersi fino in territori assimilabili al fuzz. Il modello Esplora si spinge anche oltre, e offre un fuzz di stampo moderno, con un suono estremamente compresso e deciso. La possibilità di bypassare il controllo dei toni consente di spedire all'uscita tutte le armoniche e l'aggressività di cui il circuito è capace, e un boost sugli acuti rende il risultato ancora più presente e brillante nel mix.

Un Custom Shop... elettrizzante!

A mettere ordine in quella che promette d'essere una vera distesa di stompbox ci pensa T-Case, che per l'occasione espande il catalogo con una nuova pedaliera fatta tutta in legno e laminato antigraffio, con possibilità di installare un secondo ripiano su richiesta.
Al loro stand si potrà scoprire un'ampia offerta di pedane e accessori per l'effettistica, compresa una nuova linea dedicata al cablaggio, tra patch box, A/B switch e looper meccanici, per chi intende arricchire il proprio parco effetti con un'opzione professionale e su misura che unisca versatilità e affidabilità senza compromessi.

La lista è ancora lunga, e quanto elencato finora è solo una fetta delle meraviglie elettroniche che illumineranno le sale di Custom Shop 2017. Molte, però, non le conosco neanche io, e se incuriosiscono anche voi accettate il consiglio: puntate occhi e orecchie questa domenica 26 marzo al Palazzo Stelline di Milano, perché il meglio deve ancora venire.
amplificatori custom shop milano 2017 effetti e processori eventi
Link utili
Sito Custom Shop Milano
Segui l'evento su Facebook
Breach Amps
Jad & Fréer
BRBS
English Effects
Formula B
MS Sound
Dolphin's Sound
AC Noises
T-Case
Altro da leggere
Pubblicità
GR Bass nei negozi con Aramini...
Okko rinnova il Diablo con una star del web...
Tre nuovi arrivi in casa NGR...
TOP-GT: l'ampli smart da scrivania di Joyo...
Pubblicità
Commenti
di team72filo [user #20000] - commento del 21/03/2017 ore 17:09:56
L'MS Multi One mi attizza assai....
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 21/03/2017 ore 18:04:12
Anche a me, peccato per le 800 euro che c'è da sborsare per averlo. Sigh.
Rispondi
di simonec78 [user #13803] - commento del 21/03/2017 ore 19:50:48
Sono molto suggestionato dall'estetica di questi Ac Noises.
Rispondi
di Inglese [user #31999] - commento del 25/03/2017 ore 06:55:08
Domanda da "forestiero"... per arrivare in centro Milano domenica bisogna pagare l'accesso o cose simili? Ci sono limitazioni al traffico?
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Hybla, più che una offset
Il single coil "e mezzo" di Rivet Pickups
Skysurfer il riverbero budget friendly
TOP-GT: l'ampli smart da scrivania di Joyo Audio
Okko rinnova il Diablo con una star del web
I più commentati
Overdrive e fuzz valvolari ad alto voltaggio da Friedman
Treble Boost Plus, Brian May in a box
Per chitarristi moderni e temerari
Hybla, più che una offset
Il bias delle valvole spiegato
I vostri articoli
Una Telecaster trentenne made in Japan
Decal? Meglio in stile lawsuit!
Squier Strat extreme makeover
Sembra Telecaster ma non è
La diversificazione degli effetti a pedale negli anni ottanta
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964