HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Mad Professor Sky Blue nel blue dipinto di gain
Mad Professor Sky Blue nel blue dipinto di gain
di [user #116] - pubblicato il

Realizzato a mano in Finlandia lo Sky Blue fa parte della serie top di gamma di Mad Professor. Quattro controlli e componenti di qualità, questi i punti di forza di un overdrive che punta su una spiccata personalità e un sound boutique.
Abbiamo provato per voi uno dei più ricercati overdrive made in Finlandia dai tecnici Mad Professor che ci hanno abituato a prodotti di qualità davvero eccezionale. Lo chassis in metallo è ben realizzato, come un prodotto hand made dovrebbe avere. Su questo trovano posto i quattro controlli di cui questo è dotato. Oltre ai classici gain e volume, che non hanno certo bisogno di presentazioni, abbiamo a disposizione Z e Texture. Il primo è un potenziometro dedicato al volume in ingresso. Serve a livellare il picco di risonanza sulle alte quando si utilizzano strumenti con PU passivi. Come indicato nel libretto di istruzioni, questo controllo viene reso inutile se il pedale è sistemato dopo un buffer (contenuto anche in un altro effetto) o con pick up attivi. Il controllo Texture, invece, agisce sull’equalizzazione generale controllando allo stesso tempo sia il mid range, boostato se si ruota in senso antiorario, o treble boost se ruotato al contrario. Agendo sulla Texture, di fatto ci troviamo tra le mani un pedale con diversi livelli di saturazione.

Sistemiamo lo Sky Blue tra la Fano Alt De Facto e la Marshall Plexi in sala di ripresa. Questo overdrive è studiato per dare il meglio di se quando viene utilizzato per boostare un amplificazione già in saturazione. Allo stesso tempo ha una spiccata personalità che gli permette di avere una sua collocazione anche quando il l’ampli resta sul pulito. È proprio questa la situazione da cui iniziamo. Con guadagno basso e controlli in flat sia di Texture che Z l’overdrive che scaturisce dai quattro coni è carico, soprattuto sulle medie. Anche se abbiamo tra le mani una chitarra con due single coil, le basse non si fanno attendere. Basta lavorare un po’ con il controllo di Texture per avere una bella pacca anche solo con il guadagno a ore tre. 

Mad Professor Sky Blue nel blue dipinto di gain

Alziamo il gain e lo portiamo oltre la metà. Anche se non è un overdrive spinto con un settaggio del genere riusciamo ad avere tra le mani il giusto sound per lanciarci tanto in un accompagnamento di power chord tanto che in un solo che più bluesy di così non si può. 

Quando si raggiunge il fondo corsa quello che era un overdrive è già ben lontano. Anche quando passiamo al pick up al ponte la sensazione è di aver sotto le dita un vero distorsore, in grado di pulirsi quando si alleggerisce la pennata oppure si abbassa il volume della chitarra. 



Con un prezzo che si aggira intorno ai 280 euro non è certo a buon mercato. Si tratta però di un prodotto hand wired con una qualità davvero elevata che si merita sicuramente una prova approfondita in negozio se vi capita sotto mano. 


Mad Professor è un marchio distribuito da Gold Music.
effetti e processori mad professor sky blue overdrive
Link utili
Mad Professor è un marchio distribuito da Gold Music.
Altro da leggere
Pubblicità
Okko rinnova il Diablo con una star del web...
Tre nuovi arrivi in casa NGR...
Bogner e Neve a Oxford per il fuzz in...
Skysurfer il riverbero budget friendly...
Pubblicità
Commenti
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 11/04/2017 ore 10:11:04
Beh i pedali Mad professor suonano bene, non c'è che dire. Questo almeno dal video mi è sembrato sempre molto nitido e mai impastato, ma pensavo arrivasse a livelli di saturazione maggiori, almeno da quel che si legge nell'articolo. Un buon crunch/OD insomma, ma lontano dal definirlo un distorsore. Trovo però alcune pecche. I controlli sembrano un pó complicati, ovvero per me oltre a saturazione e volume di uscita bastano i controlli di equalizzazione. Avere troppe cose può non rendere un OD immediato e non è detto che servano, poi magari mi sbaglio. Il prezzo. Un OD anche boutique non può costare così tanto. Potrei capire se fosse un pedale valvolare, un più canali o magari programmabile, ma non credo che a questo prezzo sia tanto appetibile.
I nomi dei controlli sono davvero brutti, ma questa è una fisima mia xD
Per il resto sembra niente male :D
Rispondi
di xstrings [user #23053] - commento del 12/04/2017 ore 10:19:20
Beh se stiamo a guardare l'80% dei pedali OD costa decisamente troppo dai ...
Rispondi
di leopardave [user #24680] - commento del 11/04/2017 ore 12:10:02
Secondo me pessima scelta del nome. A parte che non è troppo originale, ma più che altro si confonde con Strymon
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 11/04/2017 ore 13:14:51
Sembra un gran bell'overdrive, non riesco però ad accettare che un singolo od costi cosi tanto, discorsi fatti e rifatti però semplicemente non riesco a comprenderlo, non dovrebbe costare quanto un Joyo o Mooer ma neanche quanto un discreto ampli a transistor o più di un ampli a valvole tipo laney cub 10 che costa 230 nuovo.
Rispondi
di simonec78 [user #13803] - commento del 11/04/2017 ore 19:53:37
Suona, ed ha anche una bella dinamica.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Hybla, più che una offset
Il single coil "e mezzo" di Rivet Pickups
Skysurfer il riverbero budget friendly
TOP-GT: l'ampli smart da scrivania di Joyo Audio
Okko rinnova il Diablo con una star del web
I più commentati
Overdrive e fuzz valvolari ad alto voltaggio da Friedman
Treble Boost Plus, Brian May in a box
Per chitarristi moderni e temerari
Hybla, più che una offset
Il bias delle valvole spiegato
I vostri articoli
Una Telecaster trentenne made in Japan
Decal? Meglio in stile lawsuit!
Squier Strat extreme makeover
Sembra Telecaster ma non è
La diversificazione degli effetti a pedale negli anni ottanta
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964