HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Overdrive e fuzz valvolari ad alto voltaggio da Friedman
Overdrive e fuzz valvolari ad alto voltaggio da Friedman
di [user #116] - pubblicato il

Conosciuto e apprezzato per i suoi amplificatori boutique, Friedman Amplification riversa la sua esperienza nel mondo degli stompbox con il Fuzz Fiend e il Motor City Drive, una coppia di effetti basati su una valvola 12AX7 alimentata a 220 volt con alcuni assi nella manica.
Secondo alcuni, affidarsi a un amplificatore valvolare per poi generare le distorsioni attraverso dei circuiti solid state è una sorta di controsenso, e scelgono quindi i classici stompbox valvolari. Secondo altri, alimentare a basso voltaggio una valvola non le permette di lavorare come farebbe in un vero amplificatore, e qui entra in gioco Friedman Amplification.

Specialista nell'amplificazione valvolare di alta qualità e con una discreta esperienza anche nel campo degli stompbox, Friedman ha voluto unire i due mondi con un overdrive e un fuzz di nuova concenzione, studiati per una versatilità elevata e basati su una singola 12AX7, ma immersa in un circuito alimentato a 220 volt come se fosse nel pre di un un vero amplificatore collegato alla tensione di rete.

Overdrive e fuzz valvolari ad alto voltaggio da Friedman

Il Fuzz Fiend e il Motor City Drive, dei quali potete approfondire la conoscenza cliccando sui rispettivi nomi, promettono una compressione più naturale e armonica, con una ricchezza differente rispetto a quella dei comuni effetti a transistor o digitali. Al contempo, la flessibilità sonora è assicurata da un pannello dei controlli piuttosto dettagliato. Oltre al potenziometro per il volume e quello per il gain (chiamato Drive sull'overdrive e Fuzz sul... beh), gli stompbox mettono a disposizione un'equalizzazione a tre bande concettualmente simile a quella di un amplificatore.

In entrambi i casi, il gain promesso è abbondante, ma si parla di una buona reattività anche a livelli più contenuti, con una buona risposta sotto le dita e una vasta tavolozza sonora grazie a un tonestack particolarmente sensibile.

Overdrive e fuzz valvolari ad alto voltaggio da Friedman

Il Motor City Drive completa la dotazione con un solo switch di attivazione, mentre il Fuzz Fiend gli affianca un secondo bottone chiamato Rage, che rende "instabile" in circuito. Si tratta di un momentary switch, cioè di un pulsante che entra in azione solo mentre è tenuto premuto, e ha il compito di generare un gain incontrollato e di mandare in oscillazione il fuzz. Basta abbassare il volume della chitarra per innescare il "fischio" dal sustain naturale delle note strizzando l'occhio al rock alternative e all'indie più spinti.

Entrambi i pedali possono essere alimentati da 9 a 12 volt, e il circuito interno provvede a trasformare la tensione a 220 volt per far lavorare la valvola a regime con un approccio il più vicino possibile a quello di un vero amplificatore. L'assorbimento è di conseguenza abbastanza elevato per dei pedali analogici: si aggira sui 350-400mA per unità e, qualora non si disponesse di una corrente sufficiente nel proprio alimentatore standard, è possibile usare quello da 12 volt fornito insieme agli stompbox.
effetti e processori friedman fuzz fiend motor city drive
Link utili
Fuzz Fiend sul sito Friedman
Motor City Drive sul sito Friedman
Altro da leggere
Pubblicità
RV500: testato il super riverbero...
Nemphasis: il made in Italy nei negozi con...
La Boutique Di Osvaldo: Cornerstone Antique...
Formula B Vintage-Vibe: testato l'Uni-Vibe...
Pubblicità
Commenti
di Iconoclast76 [user #43596] - commento del 15/04/2017 ore 11:56:31
a me effettivamente ha fatto sempre ridere gente che parla di suono valvolare e poi si compra l'ampli boutique per farsi i suoni con i pedalini a transistor lol
Ho sempre saputo infatti che anche quei pedali a valvole non funzionano bene perchè le valvole non lavorano ad alta tensione.
Stamo a vedere, ecco un pedalino che potrebbe interessarmi :)
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 15/04/2017 ore 12:19:08
il fatto che si parli di Fuzz valvolari già mi smonta....
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 15/04/2017 ore 15:00:43
sapessi a me...
Rispondi
di frankestrat [user #1278] - commento del 15/04/2017 ore 16:43:11
Giusto qualche nome di quelli che farebbero ridere distorcendo con stomp ampli valvolari: David Gilmoure, Joe Satriani, Joe Walsh, Don Felder, il nostro Drigo, Mike Stern, Ben Monder, Kurt Rosenwinkel, John e Matt Scofield ............ 😳 O mio Dio ...Jimi Hendrix
Rispondi
di Kapa [user #22968] - commento del 18/04/2017 ore 23:38:5
Un pedalino suona comunque meglio in un valvolare che in un transistor. Comunque sono d'accordo con te
Rispondi
di Iconoclast76 [user #43596] - commento del 20/04/2017 ore 11:05:41
si ma loro usano anche axe fx, somp digitali, non vanno andando in giro a dire che solo il suono valvolare è il santo gral del suono ;) io mi riferivo a questi eprsonaggi che prima parlano di suoni vintage valvolari suono puro e poi li vedi farsi i suoni con i transistor
Rispondi
di frankestrat [user #1278] - commento del 20/04/2017 ore 19:23:06
Sono d'accordo, non sono un talebano delle valvole ed alterno all'Orange th30 ed al Blues deluxe un vecchio Randall Rg80 mosfet. Con la chitarra e i suoi suoni è come in amore e in guerra , vale tutto! Dalla valvola all'iphone con bias
Rispondi
di Baconevio [user #41610] - commento del 15/04/2017 ore 17:19:01
ogni 5/6 mesi salta fuori un pedale valvolare "nuovo". a me hanno sempre fatto ridere, fin dai tempi del tubeking ibanez...
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 15/04/2017 ore 18:01:03
Magari ascoltiamolo prima di scompisciarsi dalle risate
Rispondi
di Baconevio [user #41610] - commento del 16/04/2017 ore 08:19:13
e perché? é il concetto stesso che fa ridere.
Rispondi
di JFP73 [user #29480] - commento del 16/04/2017 ore 08:29:5
Perché se poi, x uno strano caso della vita, suona bene facciamo ridere noi
Rispondi
di Guycho [user #2802] - commento del 16/04/2017 ore 09:40:59
Ce ne sono molti di valvolari ben suonanti. Mi viene in mente il Tubeman H&K o il Mesa V-Twin...
Rispondi
di Baconevio [user #41610] - commento del 16/04/2017 ore 11:46:23
quelli non sono "pedali". sono dei veri e proprio preamp. se è per questo, il brunetti overtone è bellissimo. ma, per l'appunto, non è un pedale.
e poi, ribadisco quanto detto più sopra, un fuzz "valvolare" è davvero contro la logica
Rispondi
di Guycho [user #2802] - commento del 16/04/2017 ore 11:58:58
Io avevo un EH HotTube che era praticamente un fuzz, con la spina a 200v
Rispondi
di Baconevio [user #41610] - commento del 16/04/2017 ore 13:14:43
fu il mio unico tentativo serio con un pedale con le valvole. non avevo ancora l'ampli valvolare e feci il tentativo....da qui a definirlo fuzz ce ne vuole però. era un bell'overdrive, inservibile con qualsiasi ampli valvolare l'abbia mai provato..
Rispondi
di rickyfigoli [user #36535] - commento del 15/04/2017 ore 18:34:45
Le testate Friedman fanno paura, sono curioso di sentire questi pedali, casomai rido dopo.
Rispondi
di Guycho [user #2802] - commento del 15/04/2017 ore 23:24:29
Si ride molto!
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 16/04/2017 ore 01:10:06
Qui si puó ascoltare qualcosa al Namm del 2016:
vai al link
Sono il modello precedente ma non mi sembrano per niente male...
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 16/04/2017 ore 18:35:11
Può darsi siano un aiuto per chi suona con ampli a transistor o per registrare su DAW con suono spinto.
Rispondi
di phunkabbestia [user #42918] - commento del 18/04/2017 ore 05:25:11
...non è la prima volta che si sente di overdrive con la valvola alimentata ad alta tensione...
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 18/04/2017 ore 10:27:43
Di pedali che hanno valvole che lavorano a "pieno regime" ormai ce ne sono molti. Le virgolette poi le spiego. Forse i più famosi sono il Tube Factor della H&K e il GTO della Soldano, il primo molto diffuso e facilmente reperibile usato anche da noi ad un costo non eccessivo, il secondo uno di quei pedali con un alone di leggenda attorno e alimentatore di gas in molti di noi. Il TF l'ho studiato e modificato per anni per amici e clienti, il GTO avuto e studiato, quindi li conosco bene.
La differenza con i nuovi pedali valvolari, e alcuni li vorrei ideare anch'io a breve, è che adesso possono sfruttare un piccolo circuito per aumentare corrente 9V o 12V fino a 220V circa, tensione a cui le valvole di un Pre lavorano già ottimamente. Le virgole stanno per il fatto che in realtà se si potesse arrivare oltre i 220V (direi almeno 350V) le valvole andrebbero a pieno regime, ma comunque è un ottimo modo per avere prezzi diminuiti e soprattutto pedali più leggeri e piccoli. I vecchi valvolari invece usavano diverse scelte di trasformatori, costosi, introvabili, e nel caso del GTO davvero pesanti. Onestamente sono felice che col tempo si sia trovato questo nuovo metodo. Adoro i pedali a basse tensioni e so che può sembrare un contro senso far saturare l'ampli con questi pedalini, ma è il suono col quale siamo cresciuti e dei nostri artisti preferiti, e non è detto che tutto debba essere valvolare. Certo ora che la cosa è più fattibile la tentazione è molta. :D
Il Fuzz a valvole invece è un no-sense, quindi nemmeno lo commento...
Rispondi
di e.n.r.i. [user #46044] - commento del 18/04/2017 ore 11:06:04
Perdonate l'ignoranza, ma perchè dotare questi pedali di un trasformatore 9V -> 220V? Non bastano un cavo e una spina?
Rispondi
di Floyd [user #143] - commento del 18/04/2017 ore 16:40:04
No, servono 220v in continua.
Rispondi
di Guycho [user #2802] - commento del 23/04/2017 ore 12:11:31
Non si alimenta mai un circuito senza un isolatore di rete, impersonato dal trasformatore. Avere una corrente alternata diretta in un pedale sarebbe il massimo della pericolosità. Inoltre isolare la rete dal circuito, porta numerosi vantaggi che ora non sto a spiegare.
Aggiungi che vanno alimentati anche i filamenti, quindi occorrono tensioni diverse. Si può anche evitare il trasfo esterno e piazzarlo all'interno del box.
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 18/04/2017 ore 11:54:06
La corrente è diversa, devi comunque alimentare i filamenti a 6,3V e tanti altri cavoli.
Per cui eliminare il trafo è una soluzione migliore. Inoltre così puoi alimentare più pedali da uno stesso alimentatore 9 o 12V, magari con un canale dedicato visto l'amperaggio richiesto.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
RV500: testato il super riverbero programmabile Boss
Il gran finale dell'Ibanez RG Tour
Trasformare una chitarra in un tres cubano
La Premium dell'RG Tour va a...
I più commentati
Guida all’acquisto: la scheda audio
Trasformare una chitarra in un tres cubano
SHG MusicShow Milano 2017 visto dai social
Silverstone 30: recensita la prima bi-canale CostaLab
La Tele-style si fa baritona e Dean Zelinsky ne regala una
I vostri articoli
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Voglia di Stratocaster
Tre mesi con Helix LT
Avere o non avere il fuzz: la risposta è DOD Carcosa
Marshall 8240 Valvestate: l'amplificatore degli amici
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964