CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS

Hendrix guitars

di [user #32737] - pubblicato il
ciao,

​qualcuno conosce questo negozio di strumenti e ha acquistato da loro? Vorrei sapere se sono professionali, com'è il servizio e l'assistenza.

http://www.hendrixguitars.com/

grazie
Dello stesso autore
Vibrazione Blues Junior
Problema Blues junior
Luce Ibanez tube screamer TS-9
Alimentazione pedale Arion
Toni stratocaster
Altezza bloccacorde e avvolgimento corde Les Paul
Loggati per commentare

di nawa utente non più registrato
commento del 12/05/2017 ore 10:46:17
Non è (più) un negozio. Il proprietario è uno degli operatori storici del settore in Italia. Tratta solo strumenti vintage e quindi non capisco la domanda. Sul servizio e l'assistenza. Se vuoi comprare uno strumento contattalo :-)
Rispondi
di Elasée Auardàt [user #32737]
commento del 12/05/2017 ore 11:28:04
Vorrei semplicemente avere dei pareri da chi ha acquistato da loro, sapere come si è trovato.
Rispondi
di nawa utente non più registrato
commento del 12/05/2017 ore 14:01:11
Non c'è nessun "loro". Nel senso che hendrixguitars è il marchio di Alberto Guizzetti, il titolare, musicista, pioniere del vintage prima di internet e collezionista. già la sopravvivenza in un mercato come questo è un valore. "trovarsi" con un broker di chitarre vintage è abbastanza soggettivo. Ci si deve prima trovare umanamente, instaurare un rapporto di fiducia e condividere le valutazioni e i gusti, un poco come con un gallerista. E rapporti come questi è difficile che vengano messi in piazza su un forum. Poi naturalmente si può mandare una mail, fare un bonifico e farsi mandare lo strumento per corriere senza nessuna paura e con la massima fiducia.
Rispondi
di Elasée Auardàt [user #32737]
commento del 12/05/2017 ore 14:07:26
ok, grazie.
Rispondi
di kelino [user #5]
commento del 12/05/2017 ore 12:47:07
È caro.
Rispondi
di lullo [user #9871]
commento del 12/05/2017 ore 21:48:03
Molto caro, direi
Rispondi
di Pietro utente non più registrato
commento del 12/05/2017 ore 22:09:22
Anche di più ;-)
Rispondi
di Pietro utente non più registrato
commento del 12/05/2017 ore 22:10:00
Se hai qualche "milaEuro" da buttare vai pure ;-)
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 13/05/2017 ore 21:06:37
Non capisco il senso del commento... O contestualizzi o potrebbe risultare un attimino offensivo anche nei confronti di chi offre il servizio. Per inciso la valutazione di dove "buttare" i soldi spetta solo al legittimo proprietario.
Rispondi
di Pietro utente non più registrato
commento del 13/05/2017 ore 21:12:02
Mi pare che il contesto sia abbastanza chiaro,non c'è niente di offensivo ad esprimere un'opinione,se un pollo è disposto a spendere certe cifre per certi strumenti sono problemi suoi,per me sono soldi buttati,ma per chi è feticista fino a quel punto può anche andare bene.
Non ho detto che chi vende certe cose a certi prezzi è un truffatore,questo si sarebbe stato offensivo, se ci sono i clienti tu puoi vendere al prezzo che vuoi,è il mercato.
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 13/05/2017 ore 21:41:51
Il contesto è abbastanza chiaro, hai appena dato del pollo a chi sta valutando un acquisto importante. Ahahaha
Scusa di solito sei molto più oggettivo.

A parte le minchiate, posso condividere che il mercato del vintage sia pieno di insidie e che certi pezzi siano offerti a prezzi "discutibili", dall'altra avere un consulente di cui ci si fida è sicuramente un vantaggio.
Poi detto questo chi con criterio e coscienza vuole investire (non buttare) soldi in strumenti musicali ha tutta la mia ammirazione.
Pensa all'affare che ha fatto quello che a metà anni 80 ha investito in una LP del 59 quello che costa adesso una true historic.
Rispondi
di Pietro utente non più registrato
commento del 13/05/2017 ore 21:55:06
Ho espresso la mia opinione,senza voler offendere nessuno, ho detto "pollo" potevo dire "fissato" oppure "collezionista a tutti i costi", il prodotto non cambia,io ci sono stato qualche anno fa lì nell'antro e questo ha rafforzato la mia opinione,poi ovviamente ognuno dispone dei suoi beni come più gli aggrada.Io gli investimenti li faccio in altri modi,sicuramente più "solidi" di questo,e anche più remunerativi.Per quello che ho visto io,più che di "fare un investimento" (che poi tale non è salvo un caso su un milione) si tratta nella maggioranza dei casi,della voglia di avere una Fender/Gibson dei '50/'60 a tutti i costi (gli strumenti non invecchiano bene come il vino),ripeto se uno ha soldi da spendere senza problemi fa anche bene,ma non parliamo di "investiimenti" per favore :-)
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 13/05/2017 ore 22:33:18
Vai a dare un occhiata alle variazioni delle quotazioni di certi modelli negli anni e vedrai rivalutazioni di oltre il 30 per cento all'anno e chiediti come mai le varie burst sono in mano a banche.
Poi vabbè adesso siamo nel ridicolo per certi modelli, chiamiamo vintage tutto ciò che ha 30 anni senza nessuna cognizione di causa, ci sono riedizioni dei silverface e persino il jcm800 che vent'anni fa era un'ampli che suonava acido è diventato da collezione.
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 14/05/2017 ore 00:01:2
Non entro nel merito del negozio in questione che non conosco (se non per la bellissima vetrina su internet), ma in generale c'è anche chi e' rimasto parecchio bruciato nel gioco del collezionismo chitarristico ad alti livelli, soprattutto se aveva acquistato poco prima della crisi del 2007/2008. Ne parlava in un video anche Joe Bonamassa, che di Les Paul originali ne ha una buona collezione. I prezzi sono scesi rispetto ai primi anni 2000, e tutto poi si stabilizzato un gradino più sotto. In molti poi hanno avanzato dei dubbi sulla tenuta nel futuro del mercato degli strumenti vintage. L'interesse che tiene alti i prezzi degli strumenti vintage e' dato dai baby boomers, che erano ragazzi negli anni '50-'60 e che hanno poi iniziato a collezionare (una volta adulti) gli strumenti vintage imbracciati dai loro idoli musicali da ragazzi. La questione e': le generazioni più giovani avranno interesse a continuare ad investire massicciamente sugli strumenti vintage? La cosa non e' poi cosi' scontata, considerando anche che, mi pare, ci sia meno interesse da parte delle nuove generazioni verso il Rock e ad altri generi musicali che sono dietro al mercato degli strumenti vintage.

In conclusione personalmente, ad avere la disponibilità, una follia per uno strumento vintage la farei pure, ma senza tante certezze di fare alla fine un buon investimento economico.
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 14/05/2017 ore 08:25:31
Hai perfettamente ragione, concordo in pieno.
La contrazione c'è stata e gli affari ovviamente li hanno fatti chi aveva acquistato qualche decennio prima, gli altri hanno sborsato solo un mucchio di soldi.
C'è chi poi vuole lo strumento per un determinato motivo e giustifica certi prezzi, ma queste sono situazioni troppo soggettive.
Di oggettivo c'è solo il fatto che a parte poche eccezioni, per suonare uno strumento moderno è meglio di uno vintage.
Poi ripeto, tirerei una bella linea di demarcazione tra vintage di qualità e ciarpame da soffitta, ma questo purtroppo è il mercato che si è un po' intossicato, oltre al fatto che bisogna essere molto competenti per valutare uno strumento.
Rispondi
di Pietro utente non più registrato
commento del 14/05/2017 ore 00:57:33
Come ho detto sopra sono scelte,io personalmente conosco gente che invece di una rivalutazione del 30% ci ha rimesso di brutto,ripeto se io avessi soldi da investire,non andrei certo in posti come quello,le cose che valgono davvero sono poche e appunto non le trovi in posti come quello.Buona notte! ;-)
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 14/05/2017 ore 08:45:47
In quel caso lì si chiamano affari, se queste persone hanno sbagliato investendo problemi loro evidentemente è meglio che facciano un'altro mestiere.
Riguardo al 30 per cento era riferito a determinati modelli e per determinati anni, la rivalutazione di uma burst se prendiamo i due estremi '68/2008 ha avuto una valutazione iniziale di circa 750dollari fino ad arrivare ai picchi di 400k del 2008.
Ecco lì si faceva l'affare, intendevo questo.
Rispondi
di Pietro utente non più registrato
commento del 14/05/2017 ore 11:09:38
Si KJ ho capito benissimo quello che volevi dire,il fatto è che molto spesso il mondo del vintage è abbastanza opaco,non si hanno molte certezze e gira parecchia roba abbastanza taroccata,ma i prezzi sono sempre alle stelle.
Rispondi
di KJ Midway [user #10754]
commento del 14/05/2017 ore 11:44:45
Ah beh l'esperienza servirebbe a quello a evitare le cosiddette fregature ben venga quindi una persona di cui ci si fida come diceva Nawa.
Poi certi modelli sono più complicati di altri, prendi una Strato o una Tele, manici e corpi potrebbero venire da strumenti diversi, cosa diversa per strumenti ti LP.
I prezzi rimangono alle stelle perché qualcuno giustamente non vuole perderci, altre volte perché sono sopravvalutati vedi Fender metà settanta primi ottanta, ma anche Gibson di epoche transitorie.
Non parliamo di ampi che lì entra in gioco anche la funzionalità dei componenti nel tempo, oltre al fatto che ripropongono reissue anche del jcm900 che ai miei anni assieme alle strato japan era l'abbinata degli squattrinati.
Rispondi
di Elasée Auardàt [user #32737]
commento del 14/05/2017 ore 07:13:49
Ciao, grazie a tutti dei commenti.
Rispondi
Seguici anche su:
Cerca Utente
News
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live
La chitarra sparafulmini degli ArcAttack
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
La storia del delay
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
La SG trasformata in headless esiste davvero
Un nuovo modello suggerisce i prossimi titolari di Gibson?

Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964