HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Boss fonde multieffetti e switcher con MS3
Boss fonde multieffetti e switcher con MS3
di [user #116] - pubblicato il

La MS3 inaugura una nuova categoria di pedaliere in cui convivono un multieffetto tradizionale e un controller con loop per integrare pedali esterni a un processore programmabile. Compatta e versatile, la Multi-Effects Switcher di casa Boss racchiude tre loop e 112 effetti.
Il confine tra sistemi multieffetto e pedali tradizionali si fa sempre più labile, e sempre più chitarristi sentono il bisogno di integrare stompbox con processori digitali per godere dei punti di forza di entrambe le categorie. Con l'ultima arrivata nel catalogo Boss, il musicista può ora far convivere alla perfezione i suoi effetti preferiti con oltre un centinaio di suoni digitali, miscelarli e programmarli a piacimento e richiamarli in qualsiasi momento con un sistema di switch che mette insieme i vantaggi di un multieffetto e di un looper.

Boss fonde multieffetti e switcher con MS3

La MS3 non può essere facilmente catalogata secondo i canoni attuali degli effetti per chitarra. Alla base è una pedaliera multieffetto, ma tre loop consentono di inserire in catena i propri stompbox tradizionali, miscelarli con quelli digitali a piacimento e preparare tutte le patch del caso in un ibrido perfetto tra effetti simulati e pedali singoli.

In memoria, la pedaliera Boss racchiude ben 112 effetti tra distorsioni, modulazioni e ritardi tratti dalla fortunata serie di multieffetto GT. Ogni patch può attivarne fino a sei contemporaneamente e unirli a quelli posizionati tra le tre coppie di jack per send e return disposte sul dorso del piccolo chassis nero.
Contenuta per dimensioni, ma tutt'altro che limitata nell'espressività, la MS3 dispone di tre jack per pedali d'espressione e switch esterni.

Boss fonde multieffetti e switcher con MS3

I suoni possono essere personalizzati con facilità grazie a un pannello composto da tre sole manopole e cinque switch per la navigazione tra i menu. Un footswitch in alto consente di passare tra le modalità Memory e Manual, oltre ad attivare l'accordatore integrato attraverso una pressione più prolungata del bottone.
Quattro pulsanti in basso consentono di navigare tra i banchi di memoria e richiamare le patch o i singoli loop ed effetti.
Il tutto è controllabile attraverso un piccolo display LCD retroilluminato e programmabile anche comodamente via software grazie alla porta USB.
Un'uscita MIDI permette inoltre di pilotare apparecchi esterni, e due uscite per i canali left e right permettono di entrare in due amplificatori separati per sonorità stereo.



Mostrata per la prima volta al mondo solo poche ore fa, la MS3 arriva agli onori della cronaca già accompagnata da una ricca copertura mediatica. Sul web è possibile trovare alcuni test in anteprima, e sul canale YouTube di Boss è disponibile una playlist completa che ne mostra sonorità e funzioni.


Non sappiamo ancora quando la MS3 sarà disponibile in Italia, ma sarà nostra cura fare il possibile per metterci sopra le mani al più presto per condividere con voi le impressioni d'uso di un piccolo ritrovato tecnologico potenzialmente destinato a rappresentare il proverbiale uovo di Colombo per i rig ibridi tra analogico e digitale.
Nell'attesa, potete conoscere meglio la Boss MS3 nella pagina dedicata sul sito ufficiale a questo link.
boss effetti e processori ms3
Link utili
MS3 sul sito Boss
Altro da leggere
Pubblicità
RV500: testato il super riverbero...
Nemphasis: il made in Italy nei negozi con...
La Boutique Di Osvaldo: Cornerstone Antique...
Formula B Vintage-Vibe: testato l'Uni-Vibe...
Pubblicità
Commenti
di fede90k [user #22897] - commento del 02/06/2017 ore 10:38:06
Cavolo potevano mettere un midi in o thru per poter essere gestita da una pedaliera midi! Con solo il midi out sei costretto a pilotare il tutto con i suoi soli 4 switch on board.
Rispondi
di olegario_santana [user #20033] - commento del 02/06/2017 ore 10:44:21
In realtà puoi usare al meno due footswitch esterni.( Tipo fs7) per un totale di 4 controlli in più.
Rispondi
di Aynrand [user #35588] - commento del 02/06/2017 ore 10:41:09
Più che qualcosa di nuovo, è qualcosa di dedicato ad un certo tipo di utilizzo. Da anni ormai i multifx di fascia medio alta, offrono la possibilità di integrare effetti esterni nella catena.
Questa MS3 approfondisce il concetto ed è strano come solo adesso venga offerta al grande pubblico una proposta del genere. Il prezzo, a quanto ho capito, si attesterà nettamente sopra i 500 euro, forse questo ne limiterà un po' l'appetibilità, spalancando le porte alle solite alternative cinesi.
Rispondi
di jack182 [user #41282] - commento del 02/06/2017 ore 22:50:45
Ci sono gia' dei prezzi ufficiali se ti puo' interessare. Gli store inglesi la stanno vendendo a 399£ che ad oggi fa poco piu' di 450 euro :-)
Rispondi
di Aynrand [user #35588] - commento del 03/06/2017 ore 13:31:14
Ah chiedo vènia, mi sono fidato del primo prezzo che è uscito da google. Ottimo, non c'è fretta, sto aspettando (e sperando) in un aggiornamento incrociato che consenta alla MS3 di poter controllare la mia Katana Head, ammesso che sia "Midicamente" possibile, altrimenti virerò sulla classica GA-FC che già permette di fare tantissimo.
Rispondi
di olegario_santana [user #20033] - commento del 02/06/2017 ore 10:41:38
Ottimo prodotto
Peccato non abbia le simulazione di amplificatore ( pensati per controllare i canali di un amp externo). se le avesse, manderebbe in pensione quasi tutti i prodotti Zoom in un battibaleno... Ma forse anche l'intera serie Gt di boss.
I 3 loop sono attaccati e non si possono "spargere" nella catena a volontà( pensati per pedali di dinamica credo).
Rispondi
di wahale [user #44966] - commento del 02/06/2017 ore 12:32:52
Secondo me l'unico problema è che tre loop effetti sono pochi. Soprattutto dato che per poter mettere effetti sia in front che nel send e return dell'ampli uno deve essere sacrificato (l'amplificatore dovrebbe essere messo dentro un loop per poter essere inserito nel mezzo della catena), e perciò il numero scende a due. Se uscisse una sorella maggiore con 5-6 loop sarebbe certamente mia! È un po' che aspettavo una cosa del genere!
Rispondi
di olegario_santana [user #20033] - commento del 02/06/2017 ore 14:34:40
Non ci avevo pensato a mettere l'amplificatore in uno dei loop. A questo punto potrei metterci tranquillamente una zoom g3 o ms50 e problema risolto.
Rispondi
di SysOper [user #10963] - commento del 05/06/2017 ore 19:34:3
L'assunto è che, utilizzando gli effetti integrati, non siano necessari più di due o tre pedali supplementari, o che comunque non si tratti di una necessità così frequente da giustificare il costo superiore di una versione con più uscite.
Inspiegabile però l'assenza del midi in.
Rispondi
di aronchi [user #22298] - commento del 30/06/2017 ore 14:11:11
In un loop può starci anche più di un pedale alla volta, non serve un loop a pedale. Se ne possono mettere un paio, ed attivare / disattivare quello che serve. In questo modo comunque sono ridotti volume e costi.

Poi magari ne faranno uno più grande, con più loop.
Rispondi
di S'Hackett [user #13293] - commento del 02/06/2017 ore 15:37:44
...in veritá la boss aveva giá in catalgo una ventina di anni fa una cosa simile, la ME-X.
Un po' piú ingombrante ma molto funzionale, con lo spazio per integrare 3 pedali...dovrei averla ancora da qualche parte :)
Rispondi
di fenderpassion61 [user #13902] - commento del 02/06/2017 ore 21:38:07
E' un ottima idea. Come hanno già accennato sopra mancano all'appello alcune cose: Non vedo il Tap tempo (magari c'è anche...), Bank up/down, un paio di loop in più, perchè tre pedalini in front a mio aviso sono pochi e una sim di amp o speaker per suonare a casa o in emergenza.
Comunque anche così è veramente una manna. Con un ampli anche solo due canali si fanno una miriade di suoni. Nei tre loop un compressore un overdrive e un fuzz o (metal) e già ci si diverte come dei maiali. Le modulazioni eco riverberi li prendi dal multifix incorporato. Pedale di espressione e via. Non ho capito se la valigetta è la sua dedicata.
Sicuramente faranno un fratello maggiore come per i midi looper.
Nel mio piccolo sto realizzando un setup simile utilizzando il Nova System nel S/R e alcuni pedali nel front con il tutto midizzato con un aggeggio dell'Advance.
Rispondi
di nikipage [user #46901] - commento del 03/06/2017 ore 10:32:11
mi interessa il lavoro che stai facendo:potresti entrare nello specifico?anch'io possiedo la nova system ma stavo pensando a questa boss dato che pesa1/3 della ns.
grazie
Rispondi
di fenderpassion61 [user #13902] - commento del 03/06/2017 ore 12:10:40
Non vendere la NS che l'è bbbona...ascolta me. La metti nel S/R e vedrai che le modulazioni tanto criticate cominciano a fare il loro lavoro. E' vero che perdi le distorsioni ma ormai tutti gli ampli hanno due canali e con un overdive da 45 euro risolvi anche i Rolling Stones. Io praticamente ho il NS a terra in un valigione con il Wah e sto realizzando una piccola board da mettere sopra l'ampli con: Overdrive, compressore e midi switcher/looper che mi accende i pedalini e cambia i canali dell'ampli. Comando tutto dal nova. Il boost di volume lo do sempre col NS perchè è nel S/R e quindi si alza alla perfezione. Quando provo a casa invece entro dall'ingresso drive utilizzo la sim di cassa (che è ottima) e uso i distorsori del NS utilizzando le stesse Patch così non mi incasino. Certo se fosse uscito prima sto aggeggio me lo accattavo perchè gli effetti Boss sono buoni anche loro e le distorsioni le prenderei comunque dai pedali/ampli.
Rispondi
di swing [user #1906] - commento del 03/06/2017 ore 09:25:25
Non si è parlato, nemmeno sui canali ufficiali, della qualità degli effetti, che alla fine di tutte le elucubrazioni credo sia la cosa più importante. Probabilmente arriveranno tra non molto le prove comparative con altri effetti.
Rispondi
di olegario_santana [user #20033] - commento del 03/06/2017 ore 10:17:5
Gli effetti sono quelli della serie GT per cui non é difficile sentire la loro qualità e caratteristiche.
Tutti hanno il vantaggio di avere molti parametri a disposizione.
Interessante il fatto che ce ne siano sia per chitarra che per basso
Ecco: vai al link
Rispondi
di mattarellox [user #2415] - commento del 03/06/2017 ore 14:26:52
Praticamente un G-System in miniatura con qualche cosa in meno.
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 05/06/2017 ore 13:05:18
Stavo per scrivere quanto ha postato mattarellox, però direi che ha molto in meno del g system e considerando che questo si trova usato a 600 euro, non so quanto questa Boss possa valere l'investimento. Personalmente i tre switch sarebbero anche sufficienti, ma due pulsanti bank up/down erano doverosi; invece se capisco bene si cambia banco premendo contemporanemante due pedali (1+2 bank down, 3+4 up), cosa scomodissima e già provata con altre pedaliere che poi ho rivenduto anche per questo.
Ciao
Rispondi
di mattarellox [user #2415] - commento del 05/06/2017 ore 18:38:20
In effetti il prezzo di vendita è un pò altino.
Probabilmente l'effettistica al suo interno sarà quella della GT1 che nuova non arriva a 200€, aggiungendoci un looper il prezzo non dovrebbe raddoppiare.
Rispondi
di guitarhero81 [user #7159] - commento del 05/06/2017 ore 13:06:35
è una me-x moderna. io ho usato molto tempo la ME-x e non ho mai capito perchè non abbiano portato avanti il progetto che era davvero all'avanguardia per il periodo!
Rispondi
di swing [user #1906] - commento del 06/06/2017 ore 10:49:00
Allora, l'altra domanda che nasce spontanea è: a che livello di qualità siamo con gli effetti della serie GT? E' paragonabile con gli altri sistemi di effettistica di tipo professionale?
Rispondi
di wahale [user #44966] - commento del 14/08/2017 ore 09:36:55
Acquisto effettuato, sono rimasto sbalordito. Come avevo scritto, il mio dubbio maggiore era sui soli tre loop disponibili che limitavano le distorsioni esterne.. Risultato?? Per ora li ho tutti e tre vuoti!! Anche le distorsioni, che secondo me sono sempre state un po' il tallone d'Achille nei boss sono molto utilizzabili grazie soprattutto al parametro "bottom" regolabile. Inoltre arrivando (oltre che vari pedali analogici) dal pod500x, mi è sembrato molto più personalizzabile (puoi assegnare "qualsiasi cosa" a qualsiasi stomp, compresa la curva con cui viene modulato il volume) e soprattutto molto più diretto come utilizzo! Secondo me la boss ha fatto centro, sono pienamente soddisfatto.
Rispondi
di Cliath [user #196] - commento del 25/08/2017 ore 08:36:5
Si, confermo che con i comandi Assign si può veramente creare un preset dentro un preset. Anche tenendo premuto il pulsante (quindi in modo momentaneo).
Per ora il problema più grosso è che il software a corredo, che permetterebbe di fare comodamente un sacco di cose dal computer, è così pieno di bugs da essere pressochè inutilizzabile.
Rispondi
di giomomoz [user #43208] - commento del 06/11/2017 ore 09:54:34
Questo aggeggio mi piace da morire, solo una cosa mi frena l'acquisto, la qualità degli effetti, non avendolo potuto provare ho potuto solo ascoltare delle prove in rete e non sono riuscito a farmi un'idea... qualcuno che lo possiede mi sa dire di più a riguardo?
Rispondi
di giomomoz [user #43208] - commento del 13/11/2017 ore 18:58:36
...acquistato e provato approfonditamente nel we.
Per quanto ben fatto, solido ed intuitivo nella gestione, ho notato una pecca a mio avviso importante, ovvero quando i pedali si vanno ad inserire nella catena il suono ne esce peggiorato sia come timbrica che come dinamica. Per fare un confronto li ho testati prima diretti nell'ampli (prima tubescreamer poi MXR Super Baddass e per finire big muff) e poi nell'ms-3 senza effetti in catena... Ho notato che in quest'ultimo caso i pedali diventano più cupi e il suono si appiattisce (cosa che sul Nova System non avevo mai notato). Gli effetti integrati non sono male e di una facilità di gestione che il manuale lo apri giusto per sapere come si salvano i banchi. Vero peccato perchè sarebbe potuto essere uno strumento completo che permette di ottenere molto da un setup minimale. Farò qualche altra prova ma credo proprio che rispedirò al mittente...
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Silverstone 30: recensita la prima bi-canale CostaLab
La Tele-style si fa baritona e Dean Zelinsky ne regala una
RV500: testato il super riverbero programmabile Boss
Il gran finale dell'Ibanez RG Tour
Nemphasis: il made in Italy nei negozi con Aramini
I più commentati
Guida all’acquisto: la scheda audio
PRS rinnova le SE per il 2018
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Plugin Tutorial - Soundtoys Little Plate
Un'esplosione di musica ed eventi sul palco di SHG, Music Show Milano
I vostri articoli
Trasformare una chitarra in un tres cubano
Voglia di Stratocaster
Tre mesi con Helix LT
Avere o non avere il fuzz: la risposta è DOD Carcosa
Marshall 8240 Valvestate: l'amplificatore degli amici
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964