HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
produzioni video
di [user #5] - pubblicato il  

Bonjour.
Vorrei cimentarmi nella produzione di video casalinghi, da pubblicare nel mio blog. Non ho la più pallida idea di ciò che possa servirmi. Ho un computer, una videocamera digitale, una go Pro e tutta la roba chitarristica. Mi piacerebbe creare dei video con inquadrature multiple e con un buon audio?
Mixer? Scheda audio? Come collego il tutto?
Sono a digiuno ma imparo in fretta.
Dello stesso autore
Laney cub10 e Nova System?...
gravity mezzabarba...
HOME STUDIO part II...
blues is the new clean...
HOME STUDIO...
Behringer xr12 e rcf m18...
Commenti
di RozzoAristocratico [user #17844] - commento del 17/06/2017 ore 12:20:51
Ciao! Se devi registrare solo te stesso, per l'audio dovrebbero bastarti una scheda (buone ed economiche le Focusrite, il modello base con un ingresso XLR e uno jack) e un microfono (classicone SM57 o vai a gusti, ottimi anche gli Audix), poi completi con un paio di casse monitor decenti o, se l'ambiente non permette un ascolto adeguato, piuttosto un paio di cuffie di qualità che ti tornerebbero anche utili per le registrazioni su base o a metronomo.
Per il video invece, se non hai grosse pretese di inquadrature particolari, movimenti, fuochi ecc, sei già copertissimo con una videocamera e la Go Pro. Se ci metti anche uno smartphone sei a cavallo. Registri i video e l'audio separatamente, poi monti il tutto in post produzione: l'importante è ricordarti di dare un "ciak" prima di cominciare a suonare, che sia un colpo col plettro o un battito di mani, per facilitare la sincronizzazione tra audio e video.
Occhio anche alle frequenze di campionamento della registrazione audio rispetto al progetto di montaggio video, e anche dei fps delle tue telecamere con quelli impostati sul progetto video, altrimenti rischi di avere clip letti a velocità diverse che ti faranno impazzire perché andranno fuori sincrono dopo qualche secondo. Se non sbaglio, però, oggi diversi software moderni (Final Cut per esempio) dovrebbero ovviare da soli alle differenze di fps e hz.
Buon divertimento!
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 17/06/2017 ore 14:47:10
Lunga risposta da spaventare chiunque!!! Rozzo ha già risposto lato fino tecnico e qui ci metto del mio.
Per le riprese con inquadrature multiple serve un playback per sincronizzare a posteriori e va bene un monitor audio tipo CD portatile per esterni il cui sound va in telecamera (microfono incorporato o output line dal CD player). È però quasi impossibile fingere un assolo a manetta per 3 minuti, ma non è detto che si debba avere riprese ravvicinate delle dita visibilmente in azione inizio-fine. Una soluzione casalinga è di registrare quello che suoni live durante una ripresa A-Z e poi sbattere "cover shots" di per esempio la tua faccia in primo piano di profilo, un piede che attiva un pedale, tu che cammini per strada trasportando la chitarra, un paesaggio e altro che c'entra... Sarà più da videoclip e più guardabile a chi non interessa un fattore note-per-secondo.
A casa, registra sul DAW e manda il mix del tutto nell'input della telecamera (il sound della telecamera non è usabile per la master version del video). Ci sarà da sincronizzare in ogni caso dato che un SMPTE code non è usabile. Imperativo: sempre avere un count-in! Avendo un WAV della base sei a posto e poi alterare il mix audio.
A questo punto c'è il montaggio video, software, manuals e gergo tecnico da imparare - basta poco: dissolvenze incrociate e fade, interventi sui colori e titoli e logo con font adatto. Quelli in libreria standard su computer sono più che bastanti.
È utilissimo farsi un manoscritto basato sul pezzo e del feeling che ci va. Amici dovranno fare da aiutanti. Un cameraman per zoom e panoramiche e dove proprio serve aiuto è il colore della chitarra combinata a vestiti e sfondo. Pesca un pittore in erba o uno che s'intende di moda per consigli - colori sono il loro business. Da guardare sono i video official vintage (non live) e di osservare quando le cose sono state fatte in maniera semplice bianco-nero e non Hollywood cinemachrome.

Info assolutamente importante: ci sono molti giovani entusiasti cineasti in cerca di "lavoro" - cioè un prodotto che fa scena sul loro curriculum. Un video è perfetto per loro e lavorano 25 ore al giorno gratis e qui si arriva a Hollywood. Incluso obbedire al regista. Passaci in ogni caso cosa ne viene fuori!
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 17/06/2017 ore 15:04:56
Già che ci sono, vediamo se troviamo qualcheattrice in cerca di successo...
Rispondi
di Sparklelight [user #41788] - commento del 19/06/2017 ore 10:50:53
Se ti serve aiuto .... :-)
Rispondi
di Baden [user #39846] - commento del 17/06/2017 ore 23:05:48
I movie mi ha aperto il mondo dei video.
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 19/06/2017 ore 16:36:21
Oasis "Wonderwall" vai al link è interessante e ci sono idee per bands, riproducibili in altro modo. Per il pezzo e video all-time best Made in Italy c'è "I Treni di Tozeur" vai al link Idee di questo genere sono usabili per chitarra solista + playback - metropolitana, forse pure impersonare un street musician, paesaggio da grande città e zona industriale. Metro City!
Baden: il cinema ha aperto il mondo del videoclips a tutti quelli che ne fanno! Welcome to the club :) Trovati qualche esempio link per noi. Kelino: si può anche trovare la più bella ragazza del giro - sarà onorata di essere la prescelta e pure promozione extra su FB da parte sua!
Un video internazionale targato Gates & Ryder, "Hard Way, Byway" è unicamente la ripresa di un tratto di autostrada ma c'entra col testo anche nel montaggio. È Pearly (composizione, recording / mixing) - io ho fatto testo / voce e una chitarrina clean - la ripresa è quello che si vede andando da Copenaghen a Göteborg, Svezia vai al link e c'è anche sulla compilation Gates & Ryder che Pearly ha pubblicato su Accordo e ci rivuole il link - è l'unico posto dove si trova TUTTO quello che c'è da ascoltare con Gates & Ryder.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





Le vostre esibizioni
Happy 2017!!
Rockabye!!...anche se non molto rock... :)
I'm On Fire
Capriccio n. 20 con GKG R36
Breve impro su "How Insensitive"...
di luvi
I vostri articoli
Fender Stratocaster FSR '60 Japan
Un'acustica made in Texas: Jamie Kinscherff High Noon
Quattro effetti per rubare il lavoro al tuo tastierista
di aleZ
DiMarzio Chopper S
Le chitarre di Keith Richards al No Filter Tour 2017
I compleanni di oggi
Lukie
GrossaGrana
tf211059
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964