HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Tap-A-Delay Deluxe tra tappeti e dive bomb
Tap-A-Delay Deluxe tra tappeti e dive bomb
di [user #116] - pubblicato il

Il delay Cusack Music trasforma il feedback delle ripetizioni in ambienti sonori e il tap tempo funge anche da momentary per modulazioni del pitch uniche.
Il laboratorio del Michigan vanta una discreta esperienza con i delay meno convenzionali, e le funzioni accessorie messe già a punto con successo su altri prodotti in catalogo si uniscono a un modo singolare di vedere gli echo di stampo analogico con le modulazioni atipiche e il sistema a tre switch del Tap-A-Delay Deluxe.

Il Tap-A-Delay Deluxe è il delay con tap tempo di Cusack Music, produttore statunitense di effetti boutique che ha sperimentato funzioni alternative per il ruolo del tap tempo già con i precedenti Tap-A-Delay e Tiny Tap Delay, il piccolo modulo privo di switch d'attivazione pensato per essere collegato direttamente a uno switching system.

La modalità tap, oltre a gestire il tempo dei ritardi, funge anche da momentary switch per attivare delle modulazioni interessanti, indicate con Brake Mode.
Non è la prima volta che Cusack utilizza il tap tempo per scopi meno convenzionali, e la funzione è stata messa a punto nel tempo in diversi pedali di casa, compreso il fuzz Tap-A-Fuzz e l'overdrive Tap-A-Scream, dove controlla l'andamento di una serie di forme d'onda impegnate a modulare la saturazione.

Tap-A-Delay Deluxe tra tappeti e dive bomb

Rispetto ai modelli precedenti del Tap-A-Delay a due switch, uno per l'attivazione e uno per il tap tempo, l'edizione Deluxe aggiunge un terzo switch Float al centro che congela il feedback per farne un tappeto sonoro su cui suonare. Un piccolo switch sul bordo superiore dello stompbox consente di decidere se le note suonate successivamente devono attraversare indenni il circuito o se contribuire con le loro ripetizioni all'ambiente sonoro creato attraverso il delay e il Float.



Le modulazioni e le funzioni extra di cui il Ta-A-Delay Deluxe è dotato si affiancano al circuito di un delay tradizionale, disegnato per un'impronta retrò ma con una serie di controlli approfondita per gestire ogni aspetto in maniera efficace.

L'escursione dello stompbox è regolata con la manopola Delay, da un minimo di 50 fino a 750 millisecondi. Level regola l'intensità delle code e Feedback la loro persistenza nel tempo. A Mix è affidato il compito di dosare i livelli di segnale dry, analogico per tutta la tratta, ed effettato.
Sulla destra, la manopola Mod è un selettore rotativo a otto posizioni per diversi livelli d'intensità e forme d'onda relativi alle modulazioni che è possibile sommare alle code. Sotto di esso si trova il piccolo switch Divide, che imposta le suddivisioni del tap tempo ed è posizionato appena sopra il LED che si illumina in sincrono con il ritmo impostato.
Brake Mode controlla infine la modalità dell'escursione in pitch effettuata tenendo schiacciato il pulsante Tap. Ha tre posizioni e decidere se l'andamento della "frenata" del feedback è ascendente o discendente, e come deve comportarsi quando il pulsante Tap viene rilasciato, se esaurirsi o tornare alla posizione originale.

Come nel precedente Tap-A-Delay, il Deluxe ha un trimmer all'interno per regolare la brillantezza delle ripetizioni e ricreare al meglio il carattere di un delay analogico scurendo le code via via che si esauriscono.

Il Tap-A-Delay Deluxe è stato appena presentato al Summer Namm di Nashville e non compare ancora sul sito Cusack Music. Sarà presto aggiunto al catalogo in questo link, dove potete vedere tutti gli altri modelli finora in produzione.
cusack music effetti e processori tap a delay deluxe
Link utili
Il catalogo Cusack Music
Altro da leggere
Pubblicità
Il Carl Martin Surf Trem cambia pelle...
Source Audio espande il riverbero Ventris...
Moon Canyon: la macchina per ambienti Dr. No...
Orange Bax Bangeetar all'opera...
Pubblicità
Commenti
Al momento non è presente nessun commento
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Marshall Origin 20H: prime impressioni
RedSeven: sbirciamo dietro la griglia del nuovo hi-gain italiano
Alvarez Delta: una 00 come si deve
Bogner in video: Goldfinger diventa Super Lead
Zoom Guitar Lab 3.0: arriva l'editor
I più commentati
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive
Marshall Origin 20H: prime impressioni
Cort fonde due miti vintage nella Sunset TC
Solar aggiorna il catalogo per destrorsi e mancini
Bogner in video: Goldfinger diventa Super Lead
I vostri articoli
Marshall Origin 20H: prime impressioni
Zoom Guitar Lab 3.0: arriva l'editor
Di Pinto Galaxie IV: brillantini, modding e switch sbagliati
Customizzazione di un VHT Special 6 Ultra
Cosa determina davvero il suono di un pickup
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964