HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
MARSHALL AMPLIFICATION UN MITO CHE FU!
di [user #47124] - pubblicato il (Modificato) 

MARSHALL AMPLIFICATION UN MITO CHE FU!
Salve accordiani vorrei porre alla vostra attenzione un argomento riguardo la mitica casa di amplificatori Inglese che a mio avviso viene poco o per nulla proposto e discusso (forse timore reverenziale chissa'!), ed avere la vostra opinione!
Per tutti noi chitarrosi le immagini ed i video dei palchi dei nostri idoli con gli stacks con sopra la favolose Plexi heads rimangono indelebili . I piu' giovani chiaramente pensano: cavolo ma se : Jimi, jimmy,Richie, Billy, Angus, ecc, suonavano o suonano ancora con i Marshall evidentemente sono i migliori amplificatori per il rock! E via al negozio a comprare l'agognato ampli Marshall nel limite del budget disponibile! Ed proprio su questo che fa leva la furbetta casa Inglese!
ALT !! purtroppo gli ampli che vediamo nelle foto o video dei mostri sacri non sono davvero quelli che troviamo nel negozio in Citta'ai giorni nostri!
un vecchio detto dice(Fatto il nome e va alla macchia!) ossia una volta che sei famoso ti puoi andare a nascondere!
Tutti sappiamo cosa e' il vintage ed appunto di questo parliamo: i vari JTM 45, Bluesbreaker, Super Lead, Super Bass, Major , JCM 800 sono rimasti lì nel loro tempo! E chi li possiede se li tiene stretti come un oracolo oppure se li mette in vendita ci aggiunge molto sale anzi tantissimo sale! Chi ne desidera uno (nuovo e similare) potrebbe optare per la serie Vintage reissue handwired ancora in produzione ma i prezzi non sono proprio amichevoli! ( della serie: decidere se cambiare testata o l'utilitaria sotto casa) e comunque anche quest' ultimi non sono esenti da critiche di ogni tipo!
L'ultimo Amplificatore con la A maiuscola prodotto dalla casa Britannica e' il JCM 800 che risale a gli ottanta! Dopo di che ; sulla Marshall amplification e sceso il buio piu' pesto di una notte nuvolosa senza luna!
Da gli anni 90 Hanno iniziato a produrre scatoloni sonori a partire dal jcm 900 , e le varie serie : JVM, DSL, Haze,varie Signature, e via discorrendo! Tutta roba che nulla a che fare e vedere con i nobili predecessori!
Un vertiginoso declino in caduta libera a livello di qualita' dell' azienda del buon Jim (RIP)!
Tante' che gran parte de gli Ingegneri, Tecnici ,Direttori marketing, ed operai da Milton Keynes hanno tagliato la corda e sono andati a formare la loro azienda di amplificatori nel 2007 in quell di Northampton ,ovvero la "Blackstar"! la quale ha surclassato in soli dieci anni in tutto e per tutto la Marshall! Progetti intelligenti, qualita' costruttiva, prezzi non esagerati , e principalmente dei suoni belli molto belli!
Comunque anche la Blackstar non e' esente da becere strategie commerciali, pero' essendo molto giovane ha poco da perdere in termini di immagine rispetto alla casa da cui proviene!
Intanto la Marshall continua a vivere di rendita visto che il logo in corsivo e il pannello dorato hanno ancora il loro fascino! e quindi via con i vari escamotage di continuare a vendere grazie solo al blasone!
Torniamo a gli anni 90 e parliamo dei famosi ibridi Valvestate!
Anche io sono stato un infelice possessore di un VS 65r seconda serie, (peggiore della prima)! Ho lottato innumerevoli volte fortemente con me stesso per non lanciarlo dal 5 piano , poi la ragione ha preso il sopravvento e lo messo in vendita! mi dissi :tanto ha il pannello dorato e la scritta in corsivo Marshall quindi si vende! e così e' stato!
L'idea comunque e' geniale quella di abindolare la gente piazzando una valvolina ecc83 nel pre e dire che e' un semivalvolare ! Vero! ma a che serve? Solamente a ritardare l'accensione dell'ampli dando l'impressione di accendere un vero valvolare ma ai fini del suono completamente inutile, in quanto solo le finali danno il tipico valve sound ed un crunch come il faut! Comunque tattica costruttiva e di vendita ancor oggi seguita anche da altre case! Con svariati nomi; Valvereactor, Valvetronic,Tubesound, valvesu', valvegiu' , tutti specchietti per le allodole! Facendo illudere il compratore che sia un amp con un suono valvolare ad un prezzo abbordabile!
Passiamo ai Solid state serie MG, oggetti veramente simpatici per l'arredo di casa, possono essere utilizzati in vari modi : comodini per il letto , portariviste , poggiapiedi di fronte la TV, insomma multiuso , tutto tranne attacarci il cavo della chitarra a meno che non si intenda finire per odiare l'amato strumento!
Il Canale pulito dove il volume dello schiocco dell attacco supera quello della nota suonata!! Se passiamo al distorto; accendete tutti gli zampironi a disposizione perche' la quantita' di zanzare che ne escono potrebbero uccidervi! ( La serie MG viene prodotta fino a 100watt)Pensa un po'!!!
Attenzione ora la MG e' solo in Carbon Fibre ! haaa! ma che ci azzecca il carbon fibre con i Guitar Amps??! Boh lo sanno solo loro! Possibile che non sanno che i chitarristi sono fondamentamente conservatori?? (Avranno intenzione di impiantare una scuderia di F1?? Booh)vedremo!
Torniamo ai giorni nostri e qui entriamo nel ridicolo ma comunque esilarante! Sull' onda della moda dei Modelling Amps ( ossia quei giocattoloni PC based infarciti di manopoline, tastini, set, preset, amps simulator,cabinet simulator, centinaia di chorus, delay, reverb,distorsioni di ogni tipo, dove tutto il tempo lo si passa a smanettare sui tastini per cercare un suono che sia un pochino meno da schifo, ed una volta quasi trovato e'arrivata l' ora di andare a letto!
Ecco il Marshall Code( il nome la dice tutta) (anche questa serie arriva sino a 100watt) ampli digitale che simula tutti gli apparecchi storici della casa Britannica ! Ma dulcis in fundo gestibile completamente dal cellulare: preset ,set up ,effetti,ecc, ,ed addirittura in collegamento bluetooth!
Mio Dio che barbarita'! Fara' anche i selfie mentre si suona?
Grazie al cielo esistono ancora aziende un pochino piu' serie della Marshall e meno sfacciatamente rivolte al commerciale dove forse hanno un minimo di amor proprio e del marchio stesso, e qualche remora a rendersi ridicoli !
Comunque non so voi ma l'unico prodotto Marshall che comprerei e' il frigorifero in stile JCM 800) !( visto che oggi fanno anche quelli, (e che forse e' meglio!)) Così potrei aspettare che producano anche la Birra Marshall da metterci dentro, e magari la bottiglietta sara' a forma di valvola, ovviamente con il logo in corsivo ed il tappo dorato!
hoo Mamma mia! che ho detto"?! Vuoi vedere che adesso mi rubano l'idea?
 
Dello stesso autore
MARSHALL AMPLIFICATION UN MITO CHE...
MARSHALL AMPLIFICATION UN MITO CHE FU! ...
Commenti
di Repentless [user #45400] - commento del 06/08/2017 ore 17:45:28
Sai è un discorso complesso. Gli ampli Marshall attualmente fanno veramente pietà eppure la gente continua a comprarli. Forse tra vent'anni sarà diverso, ma essendo il rock nato e sviluppatosi su quegli ampli credo che ne venderanno sempre un botto, indipendentemente dalla qualità dell'offerta.
E' una strategia commerciale becera, ma se funziona hanno ragione loro e i fessi sono quelli che li comprano.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 06/08/2017 ore 19:14:44
Esattamente quello che intendevo dire nell'articolo!
Rispondi
di Sykk [user #21196] - commento del 06/08/2017 ore 18:27:07
Sicuramente se uno vuole un JTM45 o simili, c'è chi fa prodotti (cloni) migliori di Marshall.
Certo che chiunque produce amplificatori lo fa per guadagnare...
Detto questo però, a me il JVM non dispiace come suona.
Rispondi
di chikensteven [user #45729] - commento del 06/08/2017 ore 19:45:47
io sono uno di quei fessi che dal 90 ad ora ha acquistato ampli marshall: dalla JCM a il JMP1, ora ho una JVM, prima di quest'ultima avevo una brunetti 059 che mi costò una fortuna, ma non mi ha soddisfatto e realizzato come la JVM. a parte i modelli valvestate, che come dici tu sono veramente dei cessi, non concordo al 100% su quello che dici. ma non voglio creare un dibattito, credo che con qualsiasi ampli dignitoso si possa tirare fuori dei suoni eccellenti, e alcuni di quelli citati da te per me sono stati + che dignitosi, ma mi fermo qua anche perche con sto caldo non ho voglia di stare a discutere, saluti:)
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 06/08/2017 ore 19:56:14
Certo! Giustissimo ma nessuno vuole discutere ! Anche senon sei d'accordo al 100%! Si fa tanto per passare il tempo! Cmq anche io sono d'accordo che con qualsiasi ampli dignitoso si puoi tirare fuori del buono! La mia era una semplice critica all'eccessiva osanna dei Marshall quando a mio avviso non la merita ! Poi alla fine i gusti son gusti c'e' poco da fare ! Ognuno ha il suo suono in testa e punto! Salutoni!

Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 06/08/2017 ore 22:07:0
Il Class 5 era un ottimo piccolo amplificatore. Io ho sia il JTM45 che il Class 5 e se devo dirti la verità: il 5 mi soddisfa di più. Guardacaso è fuori catalogo. O meglio: c'è ancora ma è stato cambiato il nome ed adesso costa sei volte di più mi pare (o almeno hanno fatto così in passato, non so se c'è ancora il discepolo ultraprezzato). Prima degli MG carbon c'era un'altra serie sempre MG. Il 100 watt era fabbricato in India e non era per niente un cattivo amplificatore. Mi pento di averlo venduto, sinceramente. Comunque, per quanto i Marshall non siano più quelli di una volta, sempre meglio di ciò che sta facendo Fender nel comparto "amplificatori". Là veramente si pagano fior fior di quattrini per dei veri e propri bidoni. Così come Gibson 2017 fa veramente pena. Tirando le somme... tutto non è più come era una volta. Nostalgico? No. Realista. E i prezzi salgono e salgono all'infinito. Meglio che ci teniamo care care le cose che abbiamo.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 06/08/2017 ore 22:22:55
Sono d'accordo ! Meglio tenersi cio' che abbiamo! Riguardo il Class 5 c'e' chi ne parla bene e chi male ( cmq toglierlo dal mercato non mi sembra una mossa azzeccata!) Sostituito dal DSL 5 che ha tutta un altra filosofia ! Almeno il classi 5 era costruito in GB!: e vero che anche la Fender tira fuori scemenze tipo i Mustang adesso i Mustang GT tutta robaccia digitale, stessa pappa del Marshall code!! Pero nel catalogo Fender trovi il Princeton ed il De Luxe Reverb che sono dei signor ampli! Certo costicchiano quello si!
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 06/08/2017 ore 22:25:23
Io ho il Deluxe Reverb e il Super Champ X2. Fortunatamente reggono. In passato ho avuto il Blues Deville e il Bassman. Mandati indietro perchè difettosi. Non hai idea quanti Fender mi sono passati in negozio perchè sgretolati. Alla Fender "amp" costruiscono proprio ad occhi chiusi.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 07:41:29
Mi dai un colpo al cuore! Sicuramente avendo un negozio ne sai piu' di me! Io di Fender Ho solo il Blues Junior NOS tweed col Jensenc c12n e va da meraviglia! Cmq a questo punto bisogna stare in campana anche con Fender!
Rispondi
di KJ Midway [user #10754] - commento del 07/08/2017 ore 16:37:48
Ho un Bassman del '90 a cui ho solo cambiato le Valvole e regoalrmente viene portato in giro e suonato, mai avuto un problema, in mezzo un Hot Rod Deluxe che per una decina d'anni ha fatto il suo dovere... ho visto ampli di tutti i tipi rompersi non generalizziamo.
A proposito perchè Gibson 2017 fa pena?
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 07/08/2017 ore 16:42:25
Guarda... a me arrivò un Bassman da 1500 erbi con la targhetta sopra che diceva "twinolux". Va bene che al giorno d'oggi le porcate le fanno tutto però qui si esagera. Il Fender del 90 è già altra fabbricazione. Negli anni 90 si possono trovare molti gioiellini. Io ho suonato, ad esempio, molte Gibson degli anni 90 e sono capolavori di strumenti. Per quanto riguarda la Gibson di quest'anno se dai solo un'occhiata al catalogo escono delle mostruosità incredibili. L'attuale SG Standard a vederla sembra una G400 Epiphone. Tra l'altro è opinione comune tra le persone con le quali ho chiacchierato che la qualità sia scesa a picco tanto che sembra essere quasi conveniente buttarsi su Epiphone.
Rispondi
di KJ Midway [user #10754] - commento del 07/08/2017 ore 17:07:05
E' come avere una Fiat con su il cavallino rampante ahahah.
No dai Fiat è troppo riduttivo per il Bassman.
Comunque si le Epiphone alta gamma sono interferenti con Gibson economiche, ma l'errore secondo me sta nel voler produrre Gibson a 600Euro.
Vuoi il marchio? paghi!
Già la Studio negli anni è stata snaturata da Standard unfinished qual'era a chitarra economica di adesso.
Per quanto riguardal a produzione di LP ci sono stati picchi notevoli e non solo primi anni 90 ma anche le 2002 e le successive, negli anni 90 ricordo orribili plain top e cherry che invece di ciliegia erano praticamente rosa.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 20:47:5
Mi intrometto nella discussione sulla Gibson! E vero che anche loro non fanno molta pace con il cervello! Io so solo che ci hanno fatto diventare pazzi con le versioni Les Paul ! Prima plain top poi la standard e diventa con camere tonali(chambered) poi semi camere tonali (weight relief) poi hanno optato per la versione alleggerita a groviera ossia con 4, o5 buchi nel body! e la chiamano Traditional! e costa un botto! Chi ci capisce e' bravo davvero!
Rispondi
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato - commento del 07/08/2017 ore 20:53:35
vai al link

vai al link

vai al link

E ho detto tutto.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 21:34:08
Cavolo incredibile davvero ! Un catalogo folle! Grazie al cielo sono uno Stratocasterista convinto! Tanto quelle Americane , Messicani , Cinesi , Custom Shop! con tre pick up buoni suonano tutte bene! basta non toccare la leva ! ha ha!
Rispondi
di Oblio [user #43248] - commento del 07/08/2017 ore 18:48:14
Concordo con la serie MG fabbricata in india dalla Park.
Io posseggo un Park by marshall da 15 w che mi soddisfa parecchio per come e' concepito ,con master a parte ,reverbero a molla e due volumi separati clean e gain
Rispondi
di In Time [user #47128] - commento del 07/08/2017 ore 01:38:52
L'Articolo non fa una grinza, e ti ringrazio perche mi ai fat anke ridere
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 07:37:1
Grazie " in Time"! Meno male almeno a te ho fatto ridere ,perché per altri in questo forum sembra che siano tutti nel CDA della Marshall e si arrabbiano! Ha Ha!
Rispondi
di Guycho [user #2802] - commento del 07/08/2017 ore 09:40:58
Io credo che abbiano più colpe i musicisti che la Marshall.

Hai detto bene: "..ma se : Jimi, jimmy,Richie, Billy, Angus, ecc, suonavano o suonano ancora con i Marshall evidentemente sono i migliori amplificatori per il rock!" ma certamente. E infatti continuano ad usarli.
Il problema nasce quando si vuol ricreare quel suono da "muro" nella stanzetta o al massimo nel pub.

Nemmeno Marshall può fare miracoli.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 12:05:03
Forse non mi sono spiegato bene! E' chiaro che i succitati artisti continuano ad usare i Marshall ! Ma come gia' detto non sono gli stessi che noi comuni mortali compriamo nel negozi o su internet! Quelli che usa questa gente e' roba vintage che viene continuamente monitorata e manutenuta al meglio di valvole circuitazione ecc! Non penserai che Angus Young quando gli si rompe una testata corre al negozio sotto casa a comprarne una nuova! anche una giovane leva come Joe Bonamassa suona con un bel Silver Jubile un jcm 800 tutto rigorosamente vintage accostandoci una testata Boutique Category Five clone plexi!! che costa una fortuna! qui non si discute la qualità' dei Marshall di una volta, ma semplicemente la produzione post 80!
Rispondi
di Guycho [user #2802] - commento del 07/08/2017 ore 23:09:22
"...non sono gli stessi che noi comuni mortali compriamo "

Eppure ho visto tantissimi dilettanti comprare costosi amplificatori boutique, commissionare modifiche a quotati tecnici, curare la strumentazione all'inverosimile, forse anche più delle succitate rockstar... per avere alla fine il solito suonetto di cacca: come lo spieghi?

Per contro, è più facile vedere un grande musicista che suona con amplificatori modesti ed avere lo stesso sound di sempre.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 08/08/2017 ore 07:39:24
Su questo mi trovi perfettamente d'accordo!
Rispondi
di fabrimix1 [user #43172] - commento del 07/08/2017 ore 10:02:47
I Marshall post JCM800 fanno davvero cagare...non c'è che dire!
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 12:29:59
Cagare proprio forse No ! ma sicuramente non hanno il suono di una volta, che i disperati rockettari cercano! I tecnici Marshall hanno pensato piu' gain e piu' metal Kids acquirenti! Errore immenso perche' purtroppo il quid non e' quello!

Rispondi
di fabrimix1 [user #43172] - commento del 07/08/2017 ore 12:51:06
Ti dirò, ho avuto modo di vedere smontati una LeadPlus, una JCM800 e una quantità indefinita di Marshall moderni...sui vecchi non c'è che dire. Sui nuovi di tutto e di più: distorsioni a diodi, valvole usate solo come buffer, qualità costruttiva imbarazzante anche per i peggio Behringer...fanno cagare! E non parlo del suono! Valgono un quarto di quello che costano, soprattutto le serie DSL e TSL...
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 12:59:51
Lo so bene ed e' proprio quello che intendevo dire:Non criticavo la Marshall in se ma esclusivamente le produzioni da 25 anni a questa parte ,mi sembrava abbastanza chiaro nell' articolo ! , e' ora una volta tanto di smitizzare questo marchio! Pero' c'e molta gente che non vuol capire e che storce il naso perche 'gli vai a toccare un icona ! Ma comunque le orecchie sono orecchie e a loro e' difficile mentire!
Rispondi
di antales [user #4163] - commento del 07/08/2017 ore 15:13:55
Giusto per capire, ma tu con che ampli suoni?
Io non sono un fan Marshall, suono da anni Engl, ma sostenere che tutta la produzione degli ultimi 25 anni faccia cagare mi sembra quanto meno azzardato. Certo che se il riferimento é la serie valvestate allora capisco. Anche se li usavo in sala prove con discreti risultati ma anche io non lo avrei mai comprato. Le testate della serie DSL le ho viste usare in vari concerti, dalle sagre di paese alle band dal vivo in vari pub, e raramente il suono faceva cagare, dipende da quanto sei capace di sfruttare a dovere il mezzo che hai tra le mani.
A voler vedere anche marchi come Fender e Peavey hanno seguito la stessa strategia commerciale di Marshall ma in quel caso non desta lo stesso scalpore?!
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 19:49:21
Boooh ! forse mi sono spiegato male ! il mio articolo non e' una critica alla Marshall in generale ma semplicemente una constatazione della perdita di qualita' negli ultimi anni! Non credo che su questo ci piove!
Non vi potetete inalberare solo perché possedete un JVM o un DSL e vi sentite offesi! Sono costatazioni e si fa bene a parlarne, tutto qui!
Fender e Peavey (Peavey non ha cmq il peso del Blasone Marshall) probabilmente hanno seguito la stessa linea commerciale e non solo loro vedi VOX per esempio che poi oggi e' Korg! e non e' detto che anche loro non sono criticabili!
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 20:28:24
Haa Dimenticato io suono un Fender Blues Junior Tweed con il Jensen ( che mi soddisfa molto), Un Vox AC15 scuro come la notte ! ( ora capisco perché Rory Gallagher sul AC30 aggiungeva il treble booster! Ed una Testatina Blackstar ht1r ! c(he e' uno sballo) pero solo il canale pulito! avendo il gain divisibile tra pulito e distorto ,sul pulito con il gain si ottengono suoni crunch molto buoni con la strato! a differenza dell'Ht5 che equalizzatore , gain ed ISF sono utilizzabili solo sul distorto ! Il distorto tanto osannato dei Blackstar non mi sembra sto miracolo ! Per dirla all'americana! troppo fizzy and harsh! Parlando anche' dell' ISF dichiarato una genialata a me sembra un semplice controllo di tono! Ma forse sono troppo critico io!
Rispondi
di antales [user #4163] - commento del 07/08/2017 ore 21:16:22
Ma mica mi sono inalberato, si fa per confrontarsi. Io non sono un patito Marshall, infatti como ho scritto suono Engl. Il.punto è che in partenza il tuo è sembrato, a me, un hiudizio a prescindere. Sicuramente in passato Marshall ha prodotto amplificatori che hanno fatto la storia e in tempi più recenti ha prodotto anche schifezze ma non è tutto da buttare, anzi. Poi ognuno è libero di pensarla come vuole, naturalmente.
Rispondi
di KJ Midway [user #10754] - commento del 07/08/2017 ore 16:33:54
Al tempo (ma evidentemente qui c'è qualcuno di troppo giovane) non piaceva manco il JCM800... è stato rivalutato quando è uscito il 900 con Marshall è sempre stato così era meglio quello prima ahahah.
Dai che di roba buona ne fanno ancora la DSL non è per nulla male anzi
vai al link
vai al link

Anche la serie JVM si difende per l'uso per la quale è stata progettata.

In più ci sono i nuovi Astoria la serie Handwired le reissue.... di roba buona ce n'è.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 19:59:41
Che il JCM 800 e' stato rivalutato quando e' uscito il 900 mi sembra ovvio ! indovina perché?
Ripeto per l ennesima volta che la mia e' una riflessione su la caduta di qualità della Marshall punto!
se poi a qualcuno piacciono i vari DSL o JVM non c'e' nulla di male! Ma deve tenere presente che non c'entrano nulla con il vero suono Marshall per la quale la casa e' diventata famosa!
Che la serie handwired e' un ozione valida lo puoi leggere nel mio articolo! Basta sborsare i dindi necessari!
Rispondi
di KJ Midway [user #10754] - commento del 07/08/2017 ore 21:03:27
Ma caduta di qualità perché? Quali sono i dati oggettivi? Si rompono? non vanno bene?
Non mi sembra.
E quale sarebbe sto vero suono Marshall?? Quello di Clapton? Di Blackmore? Di Young?
Dai video che ti ho linkato mi sembra che il "Tone" sia quello Marshall e il tipo non è un pirla guarda il suo canale.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 21:27:22
Si Il vecchio Johan Segeborg lo conosco! ma guarda che ascoltare gli ampli da you tube non e' il massimo per valutarli!
Allora gustati Bonamassa addirittura con il Classic 5 non e' affatto male !vai al link
vai al link
Ma il concetto non cambia! Non e' un delitto non amare le nuovi produzioni Marshall!
Rispondi
di Guycho [user #2802] - commento del 07/08/2017 ore 23:12:55
Paul Gilbert dal vivo: una coppia di JVM (combo!) per un suono stracciabudella!
Rispondi
di KJ Midway [user #10754] - commento del 07/08/2017 ore 23:17:34
Infatti, visto qualche anno fa.
Un grandissimo
Rispondi
di coprofilo [user #593] - commento del 07/08/2017 ore 17:24:20
Dire che la produzione marshall post jcm 800 fa tutta schifo mi sembra un po'eccessivo. Io non amo le DSL / TSL perché le trovo molto dure da suonare, però non posso dire che il suono sia brutto. Tra l'altro con poche modifiche mirate cambiano molto, ho sentito delle DSL modificate che suonano molto bene. Rimango però anche io perplesso sulle politiche commerciali, nel senso che ci sono un sacco di costruttori che campano sui circuiti marshall riveduti e corretti (Friedman, bogner per fare alcuni esempi) venduti a prezzi mostruosi e marshall non viene fuori con un bel prodotto di quel tipo a prezzi accessibili. Non dico di fare chissà che cosa, basterebbe una bella 800 modificata con un tot di gain e di basse in più , doppio master volume e via. Una slx migliorata. Evidentemente per tenere in piedi l'azienda serve altro, rendono di più casse bluetooth e frigoriferi...
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 20:03:3
Mahh ! che rendono piu' Bluetooth e frigoriferi francamento ho qualche dubbio! Booh staremo a vedere!
Rispondi
di KJ Midway [user #10754] - commento del 07/08/2017 ore 21:42:55
Qualcuno l'ho provato...
La questione non è amare o no le nuove produzioni, la questione è che hai scritto cito: "Un vertiginoso declino in caduta libera a livello di qualita'".
Quello che mi chiedo è: sulla base di cosa asserisci questo? Dati oggettivi o pareri personali? Poi qualità sonora, costruttiva o entrambe?
Capiamoci anche a me piace la roba vecchia e soprattutto roba con valvole e legno fuorilegge, altro che bit e chitarrine in conglomerato di segatura, però non mi sento di buttare nel cesso ampli marchio è tutto quello che c'è stato negli ultimi 30 anni, tant'è che roba decente ne hanno fatto loro come Fender come tutti gli altri chi più chi meno.
Poi se uno vuole una Friedman al prezzo di un valvestate allora il discorso si ferma qui.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 07/08/2017 ore 21:57:1
Ecco bravo roba decente ! ma niente di paragonabile alle precedenti produzioni! E inutile nascondersi dietro un dito! Poi se uno vuole essere di parte per forza va bene! Come puoi ben vedere dalle risposte c'e' chi la apensa come te e chi la pensa come me, o forse peggio! Il bello dei forum e questo ! se fossimo tutti d'accordo ci annoieremmo daii!
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 08/08/2017 ore 09:14:06
Marshall... è il fascino del logo che fa da promozione e marketing automatico. Cioè tutte quelle foto di superstars tipo Hendrix, Page e company col "muro di Marshalls"! È un successo che obbliga a produrre sempre di più su catena di montaggio per soddisfare richieste dalle parti più strane del mondo. La logica del successo eccessivo vale pure per altri logo. Quello Vox sta tornando di moda e si vedrà alla lunga... Il marketing consiste ora nel "eccovi il nuovissimo modello 2017" e ampia fascia di prezzi - questo vale sopratutto per chitarre!
Il pubblico però non viene per ascoltare il logo - basta che il suono sia buono e renda quello che ci si aspetta. Nel mio caso, è da una ventina di anni che uso un pre per il sound e un impianto ma è per gestire pre + midi in stereo. Per posti piccoli invece un mixerino per casse autoamplificate. Il tutto è stereo con panoramica settabile. Per il live, il patch pre digitale è quasi sempre... Marshall crunch!!! Nessuna valvola nel circuito.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 08/08/2017 ore 12:15:55
Complimenti per il tuo set up I Nessuna valvola nel circuito? tanto se avevi un Marshall moderno ero lo stesso !! ecco per esempio un commento di un nostro amico accordiano! :(Ti dirò, ho avuto modo di vedere smontati una LeadPlus, una JCM800 e una quantità indefinita di Marshall moderni...sui vecchi non c'è che dire. Sui nuovi di tutto e di più: distorsioni a diodi, valvole usate solo come buffer, qualità costruttiva imbarazzante anche per i peggio Behringer...fanno cagare! E non parlo del suono! Valgono un quarto di quello che costano, soprattutto le serie DSL e TSL... !) Quindi non solo io la penso cosi' poi non e' questione di pensarla , quello che e' nero e' nero quello che e' bianco e' bianco!
I Vox certamente stanno tornando di moda ! perché nonostante la produzione cinese stanno tirando fuori Aplificatori piu' che buoni Vedi : AC 4 - AC 10- AC 15 con i blue alnico una meraviglia! ed ovviamente gli AC 30| , certo per chi ama il vero british sound! un po scuretto! Pero' c'e' tanta gente che nonostante l'evidenza, per paranoica fissa! con il suo apparecchio gracchiante Marshall moderno tutto gain vetroso, e convinto di suonare con l'Ampli di Jimi Hendrix! Come ho detto nell articolo alla Marshall lo sanno bene e continuano a viverci di rendita!
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 08/08/2017 ore 12:42:18
Haa Pardon ! (L'ampli di Jimi Hendrix dal vivo) ! Perché in studio il genio di Seattle registrava con i Fender Dual showman ! e si sente ehh come se si sente!
Rispondi
di Claes [user #29011] - commento del 08/08/2017 ore 16:25:34
Infatti, però mi riferisco a foto e video dal vivo che fanno da marketing "automatico" - poi, un stack 100W a manetta è impossibile in studio. La mia aspirazione personale è di rendere un sound da mix - i dischi che si ascoltano sono del tutto digitali dal momento che il suono passa dal microfono a ProTools.
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 08/08/2017 ore 19:37:34
Verissimo oggi si ! e bisogna adattarsi alle nuove tecnologie! Pero il vintage! c'e' poco da fare ha ancora il suo fascino!
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 08/08/2017 ore 19:47:22
Marketing Automatico! esatto! nel' articolo lo citato in un altra forma! Ma il senso e' lo stesso! La Marshall dorme su gli allori di 50 anni fa ! Beati loro ! che se lo possono permettere! Pero chi ha un po di naso !( o di orecchie) non si fa abbindolare!
Rispondi
di flaviostrat1 [user #47124] - commento del 09/08/2017 ore 08:04:22
Comunque il problema di perdita di qualità sonora non riguarda solo la Marshall ma tutto il settore della Musica ,sia nel suonarla, riprodurla o ascoltarla! Niente ha fatto passi da gigante all'indietro come questo settore! La tecnologia ha distrutto in tutti campi la qualità del suono!
La glaciale elettronica digitale a tolto alla musica il naturale calore e dinamica! Prendiamo l'Hi Fi per esempio che c'e' di piu' massacrato dai microchip? In pratica non esiste piu'! Prima i CD che gia' facevano storcere il naso (quando sono usciti ) !si vabbe' non c'e' il fruscio ma dopo che c'e'? Per non parlare degli Mp3 che penso sia superfluo li' siamo arrivati all'immondizia! Non si tratta di essere nostalgici ma un impianto Hi Fi anni 70 e' un'altra storia anzi un'altra musica! Provate ad ascoltare lo stesso brano prima da un baraccone moderno con lettore mp3 e poi da un un vinile o addirittura un Revox a pizze tramite un Amplificatore Valvolare Sansui o Mc intosh ! Sembrera un altro brano ed ascoltarlo da li' e' quasi meglio che dal vivo! Ecco perché stanno tornando di moda i lettori giradischi e vinili ! Non e' per il loro look!
Rispondi
di KJ Midway [user #10754] - commento del 08/08/2017 ore 16:27:19
Questo è negazionismo
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





Le vostre esibizioni
Happy 2017!!
Rockabye!!...anche se non molto rock... :)
I'm On Fire
Capriccio n. 20 con GKG R36
Breve impro su "How Insensitive"...
di luvi
I vostri articoli
Marshall 8240 Valvestate: l'amplificatore degli amici
Fender Stratocaster FSR '60 Japan
Un'acustica made in Texas: Jamie Kinscherff High Noon
Quattro effetti per rubare il lavoro al tuo tastierista
di aleZ
DiMarzio Chopper S
I compleanni di oggi
lazydaniel
MALGA
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964