HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Il Super Phat Mod diventa al germanio
Il Super Phat Mod diventa al germanio
di [user #116] - pubblicato il

Il Germanium Super Phat Mod aggiunge uno stadio al germanio alla modifica più famosa di Robert Keeley per imitare un amplificatore spinto oltre i limiti.
Robert Keeley è scatenato. Nell'ultimo anno ha partorito almeno un pedale al mese, e il recente amore dimostrato per i transistor e i diodi al germanio porta ora alla nascita di un nuovo stompbox, il quarto del suo genere, basato su una partita di componenti d'epoca. Segnato dall'etichetta "AC128 Germanium" simile a quella già sfoggiata dai suoi compagni di serie, il Super Phat Mod preferisce in realtà dei transistor AC125, ritenuti più adatti al carattere dello stompbox. Keeley spiega che i nuovi chassis riporteranno la dicitura corretta, mentre la prima edizione in tiratura limitata potrebbe arrivare con l'indicazione originaria.

Phat Mod è il nome di una delle modifiche più celebri di Robert Keeley applicata a un vero classico di casa Boss e che lo ha consacrato come guru dell'elettronica nel campo dell'effettistica. La Phat Mod ha poi dato vita a un pedale originale, basato sulla sua visione del BD2 con JFET per replicare il carattere di un amplificatore valvolare in distorsione, e ora si caratterizza col calore e la saturazione dolce del germanio per un'edizione celebrativa.

Il Super Phat Mod diventa al germanio

Il Germanium Super Phat Mod si basa sul progetto già rodato con il Super Phat Mod tradizionale, a cui è aggiunto uno stadio di amplificazione al germanio dopo il tonestack per simulare la reazione di un finale valvolare spinto ben oltre i suoi limiti, quando la griglia comincia a surriscaldarsi. Il risultato è una voce aggressiva, più compressa e con bassi strizzati in un caratteristico fuzz appena accennato che è la vera firma di ogni buon circuito al germanio.
L'interfaccia resta immutata, con potenziometri di Level, Tone e Drive accompagnati dallo switch a due posizioni per scegliere tra le modalità Flat e Phat. La prima ripercorre maggiormente la linea tracciata dal pedale Boss da cui tutto è partito, e tende a restituire un segnale più regolare su tutta la gamma. La seconda effettua invece un boost sulle basse frequenze e risulta ideale per le chitarre con single coil o particolarmente brillanti alla ricerca di bassi più pieni ma comunque definiti.



Il pedale celebra i 16 anni di attività per Robert Keeley e può essere acquistato solo direttamente dal sito ufficiale a questo link. Fateci un giro anche per vederlo più da vicino e leggere tutta la storia della Phat Mod raccontata dal suo creatore.
effetti e processori germanium super phat mod keeley
Link utili
I pedali al germanio di Keeley su Accordo
Keeley Super Phat Mod Overdrive su Accordo
Germanium Super Phat Mod sul sito Keeley
Altro da leggere
Pubblicità
TSR4: SoloDallas Schaffer Replica ancora...
EHX Superego diventa Plus...
Tender Octaver ora con tre modalità e dry...
Zorglonde tra sinusoidi e onde quadre per un...
Pubblicità
Commenti
Al momento non è presente nessun commento
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Dr. Z torna al british anni '60
Victory dedica una monocanale di atipica versatilità a Richie Kotzen
Doheny: G&L punta sulle offset
Perché la distorsione è musicale
UniTune Clip: l'accordatore TC da paletta diventa monofonico
I più commentati
Rolling Stones live a Lucca: il reportage
Perché la distorsione è musicale
Dr. Z torna al british anni '60
Victory dedica una monocanale di atipica versatilità a Richie Kotzen
St. Vincent in edizione speciale per Masseduction
I vostri articoli
Perché la distorsione è musicale
Quattro suoni che non possono mancare nella tua pedaliera
di aleZ
Fender Mustang GT 100: prova su strada
Il silenzio in pedaliera
Se tutti suonassero l'ukulele...
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964