HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Sebo Xotta e la chitarra muccata
Sebo Xotta e la chitarra muccata
di [user #116] - pubblicato il

Sebo Xotta è una delle migliori chitarre rock in circolazione. In bilico tra blues e metal, generi dai quali ha attinto con eguale passione costruendosi uno stile personale, sarà uno degli ospiti della prossima tappa dell'Ibanez RG Tour, annunciata il prossimo 28 settembre all'Alchemica di Bologna.
In che progetti musicali sei coinvolto al momento? 
Sono sempre parte dei Four Tiles insieme a Cesareo, Roberto Gualdi e Guido Block, inoltre ho il mio progetto Sebo & The Bitches con cui sto lavorando a materiale originale.
Poco prima dell'RG Tour sarò una settimana in Romania per una serie di concerti insieme a Ron "Bumblefoot" Thal. Sarò la chitarra ritmica della sua band.

Sebo Xotta e la chitarra muccata

Ron Tal è pazzesco! Immagino il materiale che stai preparando sia bello tosto.
Beh, per risponderti posso dirti che proprio ora, sto approfittando di questa intervista per riposare un po’ il polso proprio da un suo pezzo di Ron Tahl che sto studiando e che suoneremo live. Si Chiama “I can’t Play The Blues” è ha un inizio con delle frasi legatissime molto veloci, che devo doppiare. Ma di base, gran parte del repertorio è un rock bello dritto, dove lui canta con questo piglio un po’ stralunato, alla “Elio e Le storie Tese”, per intenderci. In scaletta c’è forse un solo pezzo con tempi dispari, molto particolare,  ma di base quelle sono cose più eccentriche che suonava agli esordi,  nelle sue cose strumentali.

Visto che parliamo brani e repertorio, ci anticipi che cosa suonerai all’RG Tour a Bologna?
Non voglio anticipare esattamente i brani che suonerò, però posso dire che ci sarà un brano che suono abbastanza spesso durante le mie clinic, un brano nuovissimo mai eseguito live e un brano storico del mio passato musicale, anche questo mai eseguito "in solitaria".

Vorrai, però, almeno svelare che Rg ti vedremo al collo?
A Bologna avrò una RG 460FM che negli anni è stata modificata step by step da Fabio Molinelli ,Fabio Gobbi e Migi. Oltre alla finitura muccata di rigore sui miei strumenti, Molinelli ha anche realizzato la tastiera leggermente scalloped su un manico RG Prestige del 2002 che ho sostituito all'originale. Migi ha sostituito i tasti con dei Jescar in acciaio inox, ha inserito i dot "glow in the dark" sul lato tastiera e ha fatto il setup generale. Fabio Gobbi ha sostituito i pick up con dei Di Marzio (Transition al ponte e Cruiser in mezzo e al manico) ed ha rifatto tutta l'elettronica secondo i suoi standard. Il ponte è l'originale SynchroniZR che mi piace molto. Al momento questa è la chitarra che uso più spesso, ma possiedo altre RG stupende che adoro suonare.

Sebo Xotta e la chitarra muccata

E invece in tour con Ron Tal che chitarra ti porterai?
Sempre lei: al momento questa è la chitarra che uso più spesso, ma possiedo altre RG stupende che adoro suonare.

L’RG Tour celebra i trent’anni del modello più popolare di Ibanez. Quali pensi siano gli elementi che hanno fatto diventare questa chitarra un classico?
La RG è una chitarra estremamente sexy, con una contour del body piacevolissimo e proporzionato. Credo sia la massima espressione della Super Strat e forse per questo resiste al tempo e alle mode.La mia prima chitarra a forma RG fu una Jem 77FP acquistata nel 1989. Da allora lo shape della RG mi ha sempre fatto sentire a mio agio e, nonostante negli anni abbia usato centinaia di Ibanez differenti, rimane sempre il modello con cui ho maggior feeling. Tra le altre caratteristiche chiave della RG citerei il manico sempre molto scorrevole e il massimo agio nel raggiungere gli ultimi tasti, oltre all'hardware top che di solito equipaggia queste chitarre. A me piace molto sperimentare sull'elettronica, cambiando pick up e wiring, per trovare sonorità sempre più adatte alle mie esigenze.

Una parola su ognuno dei colleghi con i quali dividerai il palco.
Cesareo: Vera Icona - Cesareo rappresenta per la chitarra e per la musica in Italia un vero caposaldo. Il suo senso melodico e la tipologia di repertorio di EelST l'hanno sempre proposto come uno dei chitarristi più preparati e interessanti nella nostra scena musicale. 
Andy Martongelli: Metallo Rovente - Andy è un vero metallaro! Genuino interprete del genere, ne conosce alla perfezione i canoni e ha un'energia incontenibile che riesce  a trasmettere con grande efficacia sulla chitarra. Grande!
Gianni Rojatti: Autentico Innovatore - Gianni è sempre stato alla ricerca di tirare fuori qualcosa di diverso dal suo strumento, oltre a volersi distaccare dalla canonica figura del chitarrista. Sono i musicisti come lui che possono permettere allo strumento di evolversi e di dire qualcosa di nuovo.
Ralph Salati: Promessa divenuta realtà - Ho conosciuto Ralph un po' di anni fa, agli albori dei Destrage, ed era già un promessa del nostro panorama chitarristico. Oggi è un musicista maturo e dotatissimo di cui andare orgogliosi.
Marco Sfogli: Vera Goduria - Marco è uno dei chitarristi più piacevoli al mondo! Tecnica terrificante, suono avvolgente, frasi che cantano, timing infallibile, cos'altro dire?
Brian Maillard: Talento Sottovalutato - Brian è un chitarrista bravissimo ed estremamente professionale che, secondo me, non ha mai avuto la giusta considerazione nel nostro panorama chitarristico. Sono molto felice di poterlo rivedere all'Alchemica di Bologna!

Sebo Xotta e la chitarra muccata

Sebo Xotta  in passato è stato protagonista di un'accattivante ciclo di lezioni di chitarra realizzato per Accordo.
Nell'attesto di ascoltarlo live all'RG Tour, una  buona occasione per ripassare i lick che ci ha insegnato:

Lezione N° 1 (Clicca)
Un lick da suonare sopra un A7 e che mette in gioco cromatismi, modo misolidio, blue note e scala pentatonica. Lo proponiamo suonato con un grintoso piglio rock blues ma, adeguato nel suono e nell’intenzione esecutiva, può essere speso in svariati contesti, dal metal alle fusion.
Lezione N° 2 (Clicca)
Una svisata per veri metallari, vicinissima allo stile di Marty Friedman. Senza uscire dal box della pentatonica mischiamo arpeggi, bending e triadi in un lick aggressivo e sinistro!
Lezione N° 3 (Clicca)
Questo lick si ispira a certe soluzioni solistiche utilizzate da chitarristi punk come Steve Jones dei Sex Pistols o Noodles degli Offspring. Affronteremo bicordi e slide, colorati da veloci impennate di estrazione blues e rockabilly. Il tutto suonato, ovviamente, con il massimo dell’energia e della distorsione.
Lezione N° 4 (Clicca)
Ecco un lick pentatonico pensato per i principianti che vogliono iniziare ad alzare il livello del loro playing. Bending, blue note e accelerazioni riempiono di insidie esecutive questa svisata che è un classico del rock: da Angus a Slash passando per Jimmy Page.

Ibanez Ibanez RG Tour interviste sebo xotta
Link utili
Evento ufficiale della prossima tappa del Tour
Il Blog dell'Ibanez RG Tour
Sito Ibanez
Il sito di Sebo Xotta
Sito Mogar Music
Ibanez Italian Club
Altro da leggere
Pubblicità
Paul Gilbert e la scala Blues definitiva!...
Intervista a Steve Vai: da Flex-Able a Passion And Warfare...
Cesareo sul Kemper: "Pappa pronta ma non impari a cucinare"...
Vai: chi suona ciò che non ama, finirà per sentirsi un...
Pubblicità
Ibanez RG Tour 30Th Anniversary: Sfogli, Rojatti, Salati e...
Segui l'Ibanez RG Tour dietro le quinte...
Il "Duo del male" in tour con Ibanez...
Telesavalas, la principessina rosa della plettrata...
Maniaci Ibanez...
Irriverente, estrema, colorata: in scena la musica...
Commenti
di Pearly Gates [user #12346] - commento del 08/09/2017 ore 15:34:33
Ti Stimo fratello! [JohnnyGroove]
Ci vediamo al Gilez!
Rispondi
di Don Diego [user #4093] - commento del 08/09/2017 ore 16:51:01
Grande Sebo! Uno dei miei preferiti in Italia e una persona simpaticissima e con una cultura DEVASTANTE!!!!!
Rispondi
di fbf [user #36393] - commento del 09/09/2017 ore 14:59:34
Me lo ricordo quando suonava in una nota cover band degli AC/DC: uno disponibile a quattro chiacchiere ed un figo!
Rispondi
di dantrooper [user #24557] - commento del 09/09/2017 ore 22:52:56
grandissimo Sebo :D
ci siamo visti ed abbiamo avuto modo di scambiare due chiacchiere presso la sede di DV Mark a Pescara; persona simpaticissima, competente e disponibilissima.
Rispondi
di PegasusVanDerKlyne [user #19758] - commento del 05/11/2017 ore 19:31:21
Mitico SeboX 💪

Un professionista decisamente da ammirare per la preparazione (impressionante), la simpatia e l'umiltà ⭐

Un autentico maestro... dal quale apprendere ogni volta qualcosa di nuovo*
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Luigi Schiavone a SHG MusicShow: nuovo disco e nuova chitarra
Essere musicista oggi
SHG Music Show: niente preliminari!
Linear Fill: il metodo di batteria
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964